La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

G.M. - Edile A 2002/03 Applica zione Usiamo il sistema di riferimento del Laboratorio (inerziale) per poter applicare le leggi di Newton. Per la proprietà

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "G.M. - Edile A 2002/03 Applica zione Usiamo il sistema di riferimento del Laboratorio (inerziale) per poter applicare le leggi di Newton. Per la proprietà"— Transcript della presentazione:

1 G.M. - Edile A 2002/03 Applica zione Usiamo il sistema di riferimento del Laboratorio (inerziale) per poter applicare le leggi di Newton. Per la proprietà delle corde ideali: I diagramma del corpo libero con le forze agenti Una massa M è tenuta in equilibrio da una forza F applicata ad un sistema di pulegge come mostrato in figura. Considerare le pulegge di massa trascurabile e senza attrito trovare la tensione in ciascuna delle sezioni della fune T 1, T 2,T 3,T 4,T 5 e il modulo di F. T1T1 T3T3 T2T2 T4T4 T5T5 F M M T5T5 Mg T5T5 T3T3 T2T2 T2T2 T3T3 T1T1 T4T4

2 G.M. - Edile A 2002/03 Applica zione Per la proprietà delle corde ideali: I diagramma del corpo libero con le forze agenti T1T1 T3T3 T2T2 T4T4 T5T5 F M M T5T5 Mg T5T5 T3T3 T2T2 T2T2 T3T3 T1T1 T4T4

3 G.M. - Edile A 2002/03 Applica zione I diagramma del corpo libero con le forze agenti T1T1 T3T3 T2T2 T4T4 T5T5 F M M T5T5 Mg T5T5 T3T3 T2T2 T2T2 T3T3 T1T1 T4T4 N.B.: Quando si ha a che fare con carrucole e corde, la tensione della corda va pensata applicata alla carrucola nel punto di tangenza della corda alla carrucola. Infatti uno può pensare che la parte di corda a contatto della carrucola sia un tuttuno con la carrucola stessa (la corda non scorre sulla carrucola): ne deriva che il punto di attacco della corda alla carrucola è proprio il punto di tangenza.

4 G.M. - Edile A 2002/03 Applica zione Due molle di costante elastica k 1 =10 4 N/m e k 2 =2x10 4 N/m, rispettivamente, sono collegate come in figura. Una estremità di ciascuna molla è fissato al soffitto mentre le altre sono vincolate ad un corpo di massa m=10kg. Si calcoli lallungamento delle due molle quando il corpo è in equilibrio. m P F el1 F el2

5 G.M. - Edile A 2002/03 Applica zione Due molle di costante elastica k 1 =10 4 N/m e k 2 =2x10 4 N/m, rispettivamente, sono collegate come in figura. Lestremità superiore della prima molla è fissato al soffitto mentre lestremità inferiore è vincolata ad un corpo di massa m=10kg. Si calcoli lallungamento di ciascuna molla e quello complessivo quando il corpo è in equilibrio. m F 1s F 12 F 21 F 2m F m2 P Molla 1 Molla 2 F 1s = forza sulla molla 1 dovuta al soffitto F 12 = forza sulla molla 1 dovuta alla molla 2 (il modulo F 12 =k 2 y 2 ) F 21 = forza sulla molla 2 dovuta alla molla 1 (il modulo F 21 =k 1 y 1 ) F 2m = forza sulla molla 2 dovuta al corpo di massa m F m2 = forza sul corpo di massa m dovuta alla molla 2 F 12 =- F 21 F 2m =- F m2

6 G.M. - Edile A 2002/03 Applica zione Due blocchi (m=1.0 kg e M = 10 kg) e una molla (k=200 N/m) sono sistemati come in figura su una superficie orizzontale priva di attrito. Il coefficiente di attrito statico tra i due blocchi è Qual è la massima ampiezza del moto armonico semplice per evitare lo slittamento dei due blocchi. Se l'ampiezza del moto è più piccola di quella massima quanto vale il periodo? Scrivere infine l'espressione (in funzione del tempo) della componente verticale e di quella orizzontale della reazione vincolare esercitata dal blocco di massa M su quello di massa m. Vedi il problema precedente: sostituire la forza F con la forza elastica!

7 G.M. - Edile A 2002/03 Applica zione Due masse, connesse da una corda ideale e priva di massa, passante su di una carrucola assimilabile ad un disco, partono da ferme dalla posizione illustrata in figura. Qual è la loro velocità relativa quando passano luna di fronte allaltra (stessa quota)? Quanto tempo impiegano i due corpi per raggiungere questa configurazione? P1P1 P2P2 T2T2 T1T1 T 1 = T 2 =T

8 G.M. - Edile A 2002/03 Applica zione Una lampada è sospesa ad un filo nella cabina di un ascensore. Si supponga che la cabina stia salendo e, per fermarsi al piano, rallenta con una accelerazione di modulo 2.4 m/s 2. Se la tensione nel filo che sostiene la lampada è di 89 N, qual è la massa della lampada? Quale sarà la tensione nel filo quando l'ascensore riparte con una accelerazione di pari modulo, 2.4 m/s 2, per raggiungere un piano più in alto? a P T v

9 G.M. - Edile A 2002/03 Applica zione Una palla viene lanciata contro un muro con la velocità iniziale di 25.0 m/s a un angolo di 40° rispetto al suolo orizzontale come mostrato in figura. Il muro si trova a 22 m dal punto di lancio. Trascurando la resistenza dellaria determinare: quanto tempo la palla rimane in aria prima di colpire la parete. quali sono le componenti orizzontale e verticale della velocità allistante in cui la palla colpisce la parete se nel momento in cui tocca la parete ha già superato il vertice della traiettoria.

10 G.M. - Edile A 2002/03 Applica zione Un treno di massa 5x10 5 Kg sta viaggiando orizzontalmente a 60 km/h e sta effettuando una curva il cui raggio di curvatura è 1 km. Allo stesso tempo sta decelerando ed il tasso di decrescita (accelerazione) del modulo della velocità è di 0.1 m/s 2. La lunghezza del treno è trascurabile confrontata con le dimensioni della curva ed il treno può essere trattato come un punto. Che forza totale esercitano i binari sul treno? (dare la risposta all'inizio della curva, quando cioè la velocità può essere considerata ancora uguale a 60 km/h). R=1 km unun utut

11 G.M. - Edile A 2002/03 Applica zione Due blocchi, di massa m 1 =2.3 kg e m 2 =1.2 kg, sono poggiati su un piano orizzontale privo di attrito come mostrato in figura. Se al corpo di massa m 1 viene applicata una forza di intensità pari a F=3.2 N, determinare l'accelerazione dei due blocchi e la forza di contatto tra i due. Determinare le stesse quantità nel caso in cui la forza F viene applicata al blocco di massa m 2 e confrontarle con quelle determinate precedentemente. Spiegare le eventuali differenze. m1m1 F m2m2 P1P1 N1N1 N 21 P2P2 N 12 N2N2

12 G.M. - Edile A 2002/03 Applica zione Nella figura A e B sono due blocchi rispettivamente di 4.4 kg e 2.6 kg. I coefficienti di attrito statico e dinamico tra il blocco A e il piano sono rispettivamente 0,18 e 0,15. Si determini la minima massa del corpo C che impedisce ad A di scivolare. Improvvisamente il blocco C viene tolto da A. Valutare l'accelerazione di A e la tensione nella corda. TATA C PAPA N CA PCPC N AC N TBTB PBPB B C A


Scaricare ppt "G.M. - Edile A 2002/03 Applica zione Usiamo il sistema di riferimento del Laboratorio (inerziale) per poter applicare le leggi di Newton. Per la proprietà"

Presentazioni simili


Annunci Google