La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

È la lingua che ci ha fatto italiani? Litaliano contemporaneo Raffaella Setti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "È la lingua che ci ha fatto italiani? Litaliano contemporaneo Raffaella Setti."— Transcript della presentazione:

1 È la lingua che ci ha fatto italiani? Litaliano contemporaneo Raffaella Setti

2 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Lingua doggi e lingua contemporanea Lingua doggi: LIDO dal 2004 (Dardano) Lingua contemporanea (Lorenzetti – DAchille) Ma qual è il riferimento temporale? Anche se si pone come punto di partenza il 2000, per la storia dellitaliano restano comunque fondamentali lepoca postunitaria e il Novecento

3 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Anni 80: già avvertiti movimenti in atto nellitaliano. Fine Novecento: litaliano è ormai descritto in opere fondamentali di riferimento come le grammatiche di Serianni (1988) e Renzi ( ), il LIP (1993), la Storia della Lingua italiana (Serianni- Trifone ).

4 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Ultimi 10 anni: ulteriori sviluppi legati a fattori esterni. Uno dei pochi dati certi (Istat ) è laumento dellitalofonia. I dialetti non scompaiono e conquistano contesti comunicativi nuovi (narrativa, cinema, canzone, ling. giovanile).

5 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Politica linguistica ad inizio Millennio Proposta, poi naufragata, di istituire un Consiglio superiore della lingua italiana con il compito di redigere una Grammatica di Stato. Nessun impegno invece sul versante dellinsegnamento dellitaliano (le 3 i erano inglese, informatica e impresa, italiano non pervenuto).

6 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti LAccademia della Crusca è intervenuta con due proposte: Adesione alle Raccomandazioni di Bad Homburg per la promozione delle lingue europee di uso colto. Introduzione nella nostra Costituzione della frase La lingua ufficiale della Repubblica è litaliano.

7 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Per tracciare un quadro dellitaliano di oggi bisogna tenere presenti contemporaneamente più assi di variazione: Diatopia: variaz. nello spazio Diamesia: variaz. dipendenti dal canale Diafasia: variaz. secondo i contesti Diastratia: variaz. secondo gli strati sociali

8 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Lattenzione per le varietà degli usi non può però portare alla negazione dellesistenza di uno standard, una varietà di riferimento meno rigida e monolitica rispetto a qualche decennio fa e non più improntata sulla lingua letteraria, ma comunque esistente.

9 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Pur rimanendo entro i confini dello standard si possono registrare fatti innovativi. Un fenomeno generale è la pressione dellinglese che investe sia la fraseologia (es. avere uno scheletro nellarmadio), la formazione delle parole, ma soprattutto il lessico (okay, mobbing, stalking…)

10 Adattamenti forestierismi

11 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti I linguisti hanno individuato alcuni tratti tipici dellitaliano contemporaneo. In buona parte corrispondono ai dubbi più ricorrenti dei parlanti/scriventi (utenti del servizio di consulenza linguistica dellAccademia della Crusca). Vediamone i principali divisi per ambiti

12 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Fonetica e fonologia Litaliano prevede una buona corrispondenza tra grafia e pronuncia: qualche scossa è dovuta principalmente ad adattamenti di prestiti e a forme ibride

13 Adattamenti e forme ibride Scautismo o scoutismo?

14 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Fonetica e fonologia Posizione dellaccento in parole di più di due sillabe con tendenza a ritrarlo sulla terzultima Rùbrica invece di rubrìca Èdile invece di edìle Persuàdere invece di persuadére Vàluto è ormai accolto come forma standard

15 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Grafia Generali trasformazioni (e quindi incertezze): nelluso di accenti uso di apostrofo e di elementi grafici come trattini, apici, virgolette uso della d eufonica uso delle maiuscole

16 Tratti grafici la d eufonica

17 Tratti grafici apostrofo in fin di rigo

18 Tratti grafici elisione e troncamento

19 Tratti grafici qual è o qualè?

20 Tratti grafici ancora sullapostrofo…

21 Tratti grafici apice al posto dellaccento

22 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Morfologia flessiva Generale tendenza alla semplificazione nelle flessioni nominale, pronominale e verbale. Il nuovo Millennio si apre proprio sulla questione della flessione del nome euro

23 Morfologia flessiva Euro

24 Morfologia flessiva Lui – lei – loro soggetto

25 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Morfologia flessiva Congiuntivo La semplificazione verbale è ben rappresentata dalla questione del congiuntivo. In generale il modo verbale tiene, ma ci sono dei casi in cui cede allindicativo:

26 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Morfologia flessiva Congiuntivo nelle completive: penso che sei stanca per penso che sia stanca nelle interrogative indirette: chiede se vieni per chiede se venga nelle relative restrittive: cerco un interprete che conosce/conosca bene il tedesco

27 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Morfologia flessiva Gerundio Il gerundio è in estensione con valore testuale e ha molto successo nei titoli, in particolare di esercizi commerciali…

28 Il gerundio nelle insegne commerciali…

29 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Morfologia flessiva Ausiliari e Accordo Stabilizzata la scelta degli ausiliari Con i verbi atmosferici ammessi tutti e due: ha piovutoè piovuto Con altri si alternano con estensione di avere: hanno emigratosono emigrati

30 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Morfologia flessiva Ausiliari e Accordo Instabile laccordo con il participio passato anche se ormai prevale quello al maschile singolare: ho fatto una corsa meno ho fatta una corsa mi sono bevuto (meno bevuta) unaranciata grazie per averci raggiunto (meno raggiunti)

31 Morfologia flessiva Ausiliari e Accordo

32

33 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Morfologia lessicale Uno degli aspetti più interessanti è la composizione Nome + nome:banca dati, partito azienda, effetto serra, allarme inquinamento… Composti misti: incentivi boom, farmaco killer, baby soldato

34 Morfologia lessicale Composizione e uso del trattino

35 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Altri fenomeni di interesse sociolinguistico Politically correct: nomi professionali femminili denominazioni razziste nuove parole per nuove realtà

36 Nomi professionali femminili

37 Nuove parole per nuove realtà

38 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Altri fenomeni di interesse sociolinguistico Allocutivi: allargamento generalizzato del tu Espansione di salve per saluto di media formalità Tipo, piuttosto che e quantaltro…

39 Piuttosto che…

40 Litaliano contemporaneo Raffaella Setti Verso un italiano copia incolla Soprattutto nella composizione delle parole è evidente il riuso di elementi: tele- : teleferica, ma poi telecronaca, telegiornale… euro-: eurasia, ma poi anche europarlamentare e poi eurozona -poli: da tangentopoli a affittopoli, calciopoli, sanitopoli… sigle e accorciamenti: info, demo, ma anche Simo, Fede, Edo, Vale…


Scaricare ppt "È la lingua che ci ha fatto italiani? Litaliano contemporaneo Raffaella Setti."

Presentazioni simili


Annunci Google