La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH LAB 10 NOVEMBRE 2012 A.CORONA, A. FALCO PIETRA LIGURE, SAVONA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH LAB 10 NOVEMBRE 2012 A.CORONA, A. FALCO PIETRA LIGURE, SAVONA."— Transcript della presentazione:

1 TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH LAB 10 NOVEMBRE 2012 A.CORONA, A. FALCO PIETRA LIGURE, SAVONA

2 Sala di Emodinamica - Ospedale Santa Corona – Pietra Ligure Sala di Emodinamica - Ospedale San Paolo – Savona Antonella Corona – Antonella Falco TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB La stenosi aortica consiste nel progressivo restringimento dell'ostio valvolare, che provoca la riduzione del flusso sanguigno attraverso la valvola stessa Valvola Aortica Normale Stenosi della Valvola Aortica

3  La stenosi aortica “degenerativa” calcifica è la causa più comune di stenosi aortica nei paesi industrializzati.  La sua incidenza aumenta con l’età TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB

4 Quando la stenosi aortica diventa grave e si manifestano i sintomi, la vita stessa del paziente è a rischio. Fino al 50% dei pazienti affetti da stenosi aortica con gravi sintomi può arrivare al decesso entro un paio di anni, per effetto del progressivo aggravamento della patologia. TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB

5 Recentemente, con una tecnica simile all'angioplastica, si sostituisce la valvola senza la toracotomia tradizionale. [3]angioplastica [3] Diagnosi correlate [modifica]modifica TERAPIA TERAPIA MEDICA Se il paziente è asintomatico, la stenosi non è severa il paziente viene seguito nel tempo. asintomatico A scopo cautelativo, si attua la profilassi antibiotica per evitare l'endocardite infettiva.endocardite TERAPIA CHIRURGICA Se la stenosi e sintomatica ed è severa è necessario l’intervento chirurgico. La th chirurgia è in genere legata alla sostituzione della valvola. TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB VALVULOPLASTICA Solo in una minoranza di casi vengono trattati con la Valvuloplastica (cioè si corregge il difetto lasciandola valvola nativa)

6 TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB I NDICAZIONI ALL ’ IMPIANTO DI PROTESI AORTICHE TRANS - CATETERE (P ERCUTANEE E T RANSAPICALI ) 1.Stenosi aortica valvolare severa 2.Elevato/proibitivo rischio chirurgico: Euroscore additivo > 10 3.Parere multidisciplinare di non operabilità 4.Parere combinato cardiologo interventista, cardiochirurgo, anestesista rianimatore 5.Presenza di unità operativa di cardiochirurgia 6.Parere del paziente 7.Consenso informato scritto

7 TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB

8 La costruzione di un team multidisciplinare Forte coesione motivazionale Formazione Propensione all’apprendimento di nuove metodiche Preparazione del professionista Disponibilità al lavoro di gruppo Costruzione di una procedura comune

9 TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB Cardiochirurgo Cardiologo Emodinamista Anestesista HEART TEAM

10 TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB LA NOSTRA ESPERIENZA

11 Ottobre 2009 ad oggi sono state impiantate presso il Laboratorio di Emodinamica dell’Ospedale San Martino 149 valvole: 115 Valvole Edwards TF ( trans-femorali ) 8 Valvole Edwards TA ( tras-apicali) 26 Valvole Corevale TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB Perfetta integrazione nell’assistenza, ottimizzazione degli interventi, uniformita’ e omogenecità della formazione degli operatori fà si che vi sia una riduzione del ritardi assistenziali.

12 TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB Le singole strutture di emodinamica dove non è presente la cardiochirurgia, pre-selezionano i pazienti secondo criteri condivisi e portano i casi a discussione dopo aver effettuato gli esami di imaging (Coronarografia, Aortografia (ascendente/arco/toracica), Arteriografia periferica (femorale/iliaca), Eco TT, Eco TE; TAC).grafia )

13 TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB Procedura nella quale cardiochirurgia e cardiologia interventistica agiscono contemporaneamente per garantire il miglior risultato per il paziente. Nel nostro centro la procedura di impianto Transfemorale e Transapicale viene effettuata nella sala di Emodinamica. L’équipe cardiochirurgica si sposta in un ambiente che non è il proprio per realizzare e assicurare, secondo una logica pazientecentrica, la migliore assistenza chirurgica in collaborazione con l’équipe di emodinamica. La professionalità e le competenze infermieristiche si sono trovate nuovamente ad affrontare nuove sfide in ambio lavorativo.

14 Trans-apicale:  gestita da personale di sala operatoria e personale di sala emodinamica Trans-femorale:  gestita da personale di sala emodinamica TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB

15 TRANSFEMORALE 23 mm - 26 mm TRANSAPICALE 26 mm – 29 mm

16 TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB Nel laboratorio di Emodinamica data l’elevata complessità delle procedure effettuate chiaramente l’assistenza deve essere di alto livello ed il personale deve essere formato adeguatamente. E’ inoltre indispensabile che vi sia : un perfetto gioco di squadra.

17 TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB  Cardiologo emodinamista (2/3 operatori)  Strumentista emodinamica  Supporto anestesiologico/rianimatorio  Strumentista cardiochirurgia  Infermiere di sala  Personale dedicato al pace-maker  Specialist crimpatore  Tecnico di radiologia  Perfusionista HEART TEAM

18 TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB  Il paziente viene monitorizzato (ecg, pressione, saturazione)  Si procede all’incanulamento venoso e arterioso periferico  Viene posizionato sul lettino angiografico supino  Si procede ad Intubazione O.T. e posizionamento di Catetere Venoso Centrale  Catetere vescicale  Vengono applicate le piastre adesive per defibrillazione ventricolare PREPARAZIONE PAZIENTE

19 TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB SPECIALIST CRIMPATORE È un infermiere preparato e certificato dalla ditta produtrice che si occupa della delicata preparazione della valvola prima del suo impianto. La scelta della misura della valvola è legato al diametro dell’anulus e può essere di 23/26/29 mm a seconda che l’anulus sia superiore o inferiore a 22 (secondo indicazioni del medico primo operatore) 75% dei crimpatori nascono in sala di emodinamica

20 TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB KIT DEL CRIMPATORE

21 TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB  Incremento delle procedure minimamente invasive  Riduzione di TUTTI i costi  Standards di qualità della sala OBIETTIVO

22 TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB Questa innovazione tecnico-procedurale ha trovato le professioni sanitarie che quotidianamente operano nelle sale di emodinamica e di cardiochirurgia attente al cambiamento richiesto dalla procedura ibrida e disposte a mettersi in gioco fino in fondo dimostrandosi capaci di competenze avanzate,nuove e diversificate, energicamente motivate a rispondere a quella esigenza vitale dell'essere professionisti. CONCLUSIONI

23 Le competenze dell’infermiere di oggi non riguardano solo il saper fare una procedura ma sono qualcosa di molto più complesso: riguardano anche il saper essere, il saper divenire. TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB

24 FUTURO ? Sempre più TAVI nelle Sale di Emodinamica !!!!! TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH-LAB

25 GRAZIE PER L’ATTENZIONE


Scaricare ppt "TAVI: UNA RIVOLUZIONE IN CATH LAB 10 NOVEMBRE 2012 A.CORONA, A. FALCO PIETRA LIGURE, SAVONA."

Presentazioni simili


Annunci Google