La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Rielaborazione del video: “Come può essere così difficile?” di D. Lavoie A cura di C. Cappa Marzo 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Rielaborazione del video: “Come può essere così difficile?” di D. Lavoie A cura di C. Cappa Marzo 2005."— Transcript della presentazione:

1 Rielaborazione del video: “Come può essere così difficile?” di D. Lavoie A cura di C. Cappa Marzo 2005

2 Simulazione di momenti di ansia, di frustrazione e di tensione che un ragazzo con difficoltà di apprendimento può provare in classe. Alcune di queste difficoltà le provano anche i ragazzi con DSA C.Cappa, marzo 2005

3 Ansia Vi metterete nei panni di un bambino con difficoltà di apprendimento Frustrazione Simulazioni Tensione R. C.Cappa, marzo 2005

4 F.A.T. M.C. C.Cappa, marzo 2005

5 C C.Cappa

6 ANSIA MCC.Cappa, marzo 2005

7 MCC.Cappa, marzo 2005

8 Storie sui gattiStorie di papere C C.Cappa, marzo 2005

9 SARCASMO ci penserà per il resto della giornata Chi trova la cosa divertente?  L’insegnante dimenticherà questo episodio in pochi minuti.  Voi lo dimenticherete in pochi minuti… ma il bambino NO V C.Cappa, marzo 2005

10 Storie sui gattiStorie di papere C C.Cappa, marzo 2005

11 Tutti avete avuto ora un disturbo di apprendimento per alcuni minuti. Pensate che cosa vuol dire averlo per tutti gli anni della scuola! Quando l’insegnante ha iniziato ad accettare la risposta non lo so molti di voi si sono arresi. CC.Cappa, marzo 2005

12 Con l’ansia l’allievo non conosce più nessuna storia in cui vi sono dei gatti, ma… ANSIA Quando non gli si concede tempo per raccogliere i propri pensieri, il bambino va in ansia e ciò altera la sua prestazione. domani, a mente fredda, sicuramente riuscirebbe A trovarne almeno una decina!!!! CC.Cappa, marzo 2005

13 Il gatto nero (E. A. Poe) Garfield La gabbianella e il gatto (Sepulveda) Il topo di campagna e il topo di citta’ (Fedro) Pinocchio (Collodi) Tom e Jerry Fiabe popolari Il gatto e il topo mettono su casa insieme (Germania) Il gatto demoniaco (Irlanda) Seanchan il bardo e il re dei gatti (Irlanda) La favola dei gattini (Italia) Il gatto del vicario (Italia) Il gatto mammone (Italia) Il gatto, la falce, il palo (Italia) La gatta mangiona (Norvegia) La gatta sul monte di Dovrev (Norvegia) La Baba Jaga (Russia) Il gattino e la topolina (Spagna) Il vecchio cane, il lupo e il gatto ( Ucraina) Il re gatto (Ungheria) Alice nel Paese delle Meraviglie Il gatto con gli stivali. (Perrault) Gli aristogatti La gattina bianca (Madame d' Aulnoy) Il gatto affamato e i piccioni (Esopo) Il gatto e i topi (Esopo) Il gatto e il formaggio (Esopo) Il gatto e il gallo (Esopo) Il gatto e la volpe (Esopo) Il gatto litigioso (Esopo) L’aquila, il gatto e la scrofa (Esopo) La gatta e Venere (Esopo) I topi campagnoli e il gatto appeso.(Esopo) Il gatto e le galline (Esopo) Tra il dire e il fare (Esopo) La gatta cenerentola (Giambattista Basile) Il gattino di gesso (Luigi Capuana) Gatto e topo in societa’ (Grimm) Il povero garzone e la gattina (Grimm) Il galletto, il gatto e il topolino (La Fontaine) Il gatto, la faina e il coniglio (La Fontaine) Il gatto e un vecchio ratto (La fontaine) V. C.Cappa, marzo 2005

14 Storie sui gattiStorie di papere MC C.Cappa, marzo 2005

15 Storie sui maialiStorie di cigni C+R C.Cappa, marzo 2005

16 Cosa sta succedendo adesso? Quando io non guardo l’insegnante, l’insegnante non guarda me. C. C.Cappa, marzo 2005

17 La prima reazione umana all’ansia è: distogliere lo sguardo dalla fonte dell’ansia. …eppure quando si sgridano i bambini si dice: Guardami mentre ti sgrido! C C.Cappa, marzo 2005

18 DEFICIT DI ELABORAZIONE LINGUISTICA MC Alcuni bamini con DSA hanno anche un deficit di elaborazione linguistica, mentre altri sono degli abili parlatori C.Cappa, marzo 2005

19 Elaborazione Storie sui maialiStorie di cigni C C.Cappa, marzo 2005

20 Che ne dite del ritmo della lezione? troppo veloce domanda elaborano subito una risposta elaborano la domanda elaborano una risposta bambini senza DSAbambini con DSA processo di elaborazione doppio C. +R C.Cappa, marzo 2005

21 Ah, si’ ora lo so!!!!! Esempio: e’ stato il primo presidente degli Stati Uniti?” “Chi C C.Cappa, marzo 2005

22 Puo’ succedere che: se le domande sono veloci, il bambino con deficit di elaborazione linguistica spesso risponda alla prima domanda senza accorgersi che l’insegnante ne ha già posta un’altra. Quante volte vi è successo in classe? Che cosa succede in classe? I ragazzi si mettono a ridere Che cosa fa il professore? Dice al bambino di smetterla di fare il buffone CC.Cappa, marzo 2005

23 Cosa ha fatto l’insegnante in questo caso? L’insegnante ha punito il bambino non perché non scrive correttamente o legge male o sbaglia i calcoli, ma… lo ha punito perchè ha un problema di elaborazione linguistica C+V C.Cappa, marzo 2005

24 Che cosa puo’ fare l’insegnante? C ACCORDO C.Cappa, marzo 2005

25 Il bambino ha capito che si può sopravvivere all’esperienza di farsi interrogare volontariamente a scuola. C C.Cappa, marzo 2005

26 DISTRAIBILITA’ e TEMPI DI ATTENZIONE “Si distrae facilmente, non ha assolutamente tempo di attenzione” DISTRAIBILITA’ Poco tempo di ATTENZIONE C presta attenzione a tutto contemporaneamente non presta attenzione a nulla C.Cappa, marzo 2005

27 L’ esistenza di un bambino con deficit di elaborazione linguistica può essere paragonata a quella di una persona residente in un paese straniero, che mentre parla la lingua del luogo fa un grande sforzo di concentrazione: alcuni riescono a tenere sotto controllo il deficit, ma a prezzo di molta fatica. CC.Cappa, marzo 2005

28 CORRERE RISCHI MC Il bambino con DSA ama affrontare cose che non conosce? C.Cappa, marzo 2005

29 Correre rischi CC.Cappa, marzo 2005

30 CORRERE RISCHI Le persone con DSA non amano affrontare qualcosa che non conoscono. non amano correre rischi percio’ stanno zitti C NO gratificazione Non sa che cosa l’aspetta dopo C.Cappa, marzo 2005

31 PERCEZIONE VISIVA VC.Cappa, marzo 2005

32 R

33 ????Guardarla meglio ???? VC.Cappa, marzo 2005

34 C

35 Vi ha aiutato sapere che vi toglie la merenda? Vi ha aiutato che l’insegnante vi dicesse di guardare meglio? Vi ha aiutato sapere che l’insegnante vi dà un premio se rispondete esattamente? C NO C.Cappa, marzo 2005

36 Lo si colpevolizza Non ti stai impegnando abbastanza! CC.Cappa, marzo 2005

37 “Non è MOTIVATO per cui non mi risponde” La motivazione può soltanto farci fare, al meglio delle nostre possibilità, quello che già siamo capaci di fare. CC.Cappa, marzo 2005

38 Il DSA ha poco a che fare con la motivazione MA ha a che fare con la PERCEZIONE Spesso si riesce a vedere, ma non a dare il giusto significato all’oggetto. C+VC.Cappa, marzo 2005

39 V

40 C.C.Cappa, marzo 2005

41 E’ come se qualcuno avesse acceso la luce. Il bambino con DSA ha bisogno di un bravo maestro che gli dia spiegazioni giuste, spiegazioni adatte a lui. C+RC.Cappa, marzo 2005

42 “ Mamma, ma io non avevo capito, mica non avevo sentito!” C.C.Cappa, marzo 2005

43 In questo caso nessuno era in grado di dare una risposta Mentre nel caso di un DSA lui è l’unico (fra tanti) a non riuscirci CC.Cappa, marzo 2005

44 COMPRENSIONE DELLA LETTURA Il 93% degli insegnanti insegna la comprensione di un testo con il… CC.Cappa, marzo 2005

45 Se ci sono parole difficili L’insegnante gli spiega le parole x cui sarà in grado di capire tutto il brano Questo non è affatto vero MCC.Cappa, marzo 2005

46 CHE CONSISTE CONTINUAMENTE CORRISPONDENTI CURVA DISEGNA VARIAZIONE GRAFICO CONOSCIUTA ISOLATI RICONOSCIUTO VARIANO SOLO SPESSO SE UNO PUNTI RELAZIONE INSIEME TABELLA VALORI VARIABILI MOSTRARE MCC.Cappa, marzo 2005

47 “ Se la relazione conosciuta tra le variabili consiste in una tabella di valori corrispondenti, il grafico consiste solo dell’insieme corrispondente di punti isolati. Se è riconosciuto che le variabili variano continuamente, spesso si disegna una curva per mostrare la variazione.” (Matematica di base per il College M. Michael Michaelson, 1945) MC.C.Cappa, marzo 2005

48 ? C.C.Cappa, marzo 2005

49 la comprensione di un testo non dipende dalla comprensione delle singole parole ma dal background culturale VC.Cappa, marzo 2005

50 Ecco che uno strezzo ditto buffa nel tresco di Finghedoro. Pribo glappa e glappa. C V Lo scorso sernio Finghedoro e Pribo stavano nel nerdino treppando cami gloppi e clemando grepi borli. “Oh Finghedoro,” chita ”lo strezzo ditto tunna nel tuo grappo!”. C.Cappa, marzo 2005

51 Nella prima storia capivate le parole era difficile rispondere Nella seconda storia non capivate le parole siete riusciti a rispondere. La comprensione della lettura è un compito molto complicato. Affinchè i bambini possano apprendano l’insegnante deve essere il loro facilitatore. esempi ma disegni rappresentazioni simboliche … C.C.Cappa, marzo 2005

52 EFFETTI DELLA PERCEZIONE SUL COMPORTAMENTO C.C.Cappa, marzo 2005

53 I problemi di percezione visiva influenzano il comportamento? Molte volte il bambino con DSA si mette nei guai non sapendo cosa ha fatto di male. MCC.Cappa, marzo 2005

54 IMMAGINE C MC Qual è il titolo? C.Cappa, marzo 2005

55 Molte volte il bambino con DSA si mette nei guai e non riesce letteralmente a capire che cosa ha fatto di male. C+RC.Cappa, marzo 2005

56 “ Oggi ho avuto dei problemi con la professoressa … ma non ho fatto nulla di male … fa sempre così … ha sempre una scusa per sgridarmi…” ? MCC.Cappa, marzo 2005

57 C

58 Molte volte il DSA capisce male e si comporta di conseguenza perché ha percepito male lo stimolo. Tutti voi avete dato una risposta frutto di una prima percezione. C Il bambino con DSA non riesce neanche a riconoscere l’incongruenza tra lui e gli altri Per cui si sente solo spiazzato C.Cappa, marzo 2005

59 COORDINAZIONE VISUO MOTORIA CC.Cappa, marzo 2005

60 Alcuni DSA hanno problemi di coordinazione visuo-motoria CC.Cappa, marzo 2005

61

62 L’integrazione visuo-motoria è un problema enorme per alcuni bambini con DSA. il processo di scrittura è difficilissimo per loro perciò C.C.Cappa, marzo 2005

63 è composto da elementi primitivi O C | STAMPATELLO MAIUSCOLO Ed è per questo che alcuni ragazzini con DSA preferiscono memorizzazione di poche sequenze motorie le lettere non cambiano al cambiare della posizione la separazione delle lettere favorisce la ricerca della corrispondenza suono simbolo CC.Cappa, marzo 2005

64 ESPRESSIONE ORALE CC.Cappa, marzo 2005

65 DISNOMIA Alcuni bambini con DSA soffrono di C “Che cosa hai fatto oggi dopo la scuola?”

66 IMMAGAZZINAMENTO RECUPERO Come funziona il nostro cervello? C C.Cappa, marzo 2005

67 I bambini con DSA possono avere problemi di immagazzinamento e di recupero. Non riescono a recuperare le informazioni e molte volte quando le recuperano, le usano e poi le ripongono nel posto sbagliato. Se servono di nuovo Non le trovano più. CC.Cappa, marzo 2005

68 I due emisferi C.C.Cappa, marzo 2005

69 Ogni cosa che si fa nella vita coinvolge o il sistema associativo il sistema cognitivo un compito cognitivo alla volta Si possono fare più compiti associativi alla volta ma C.C.Cappa, marzo 2005

70 ASCOLTARECOGNITIVA SCRIVEREASSOCIATIVA ma x i DSA SCRIVERECOGNITIVA I bambini con DSA non hanno automatizzato la scrittura CC.Cappa, marzo 2005

71 SCRIVERE COGNITIVE ASCOLTARE SE: Prendere appunti per molti ragazzi con DSA diventa quasi impossibile. CC.Cappa, marzo 2005

72 (associativi) Guidare + Parlare Guidare + Parlare (cognitivo) (associativo) C+VC.Cappa, marzo 2005

73 STORIA A CATENA CC.Cappa, marzo 2005

74 STORIA A CATENA ma parole senza N Parlare Cognitivo Parlerete come un bambino che soffre di DISNOMIA MCC.Cappa, marzo 2005

75 STORIA A CATENA ma parole senza N CC.Cappa, marzo 2005

76 se qualcuno fa uno sbaglio lui è il primo a farlo notare.” C “Se si occupasse dei fatti suoi come si occupa di quelli degli altri starebbe benissimo … C.Cappa, marzo 2005

77 Cosa abbiamo imparato? 1.Non appena vi siete sentiti “in preda” ad un disturbo di apprendimento vi siete accusati l’un l’altro. 2.E’ difficile parlare in questo modo MCC.Cappa, marzo 2005

78 …continuamo la nostra STORIA A CATENA con parole senza N CC.Cappa, marzo 2005

79 Che cosa prova quindi un bambino con DSA che ha problemi nell’esposizione orale? ANSIA Che cosa si può fare per facilitargli il compito? Dare più tempo Il dono più grande che si possa fare ad un bambino con DSA è dare più tempo. VC.Cappa, marzo 2005

80 il contrasto austro-russo per l'egemonia nei Balcani, la rivalità navale anglo-tedesca il contrasto franco-tedesco dopo la vittoria prussiana del 1870 gli irredentismi (es. per l'Italia che aspirava a Trento e a Trieste). Cause dello scoppio della prima guerra mondiale CC.Cappa, marzo 2005

81 seBer bia “Su”pis ta,”doq moracco gli top nno erepues odcor nappi amou trasc n’al ato qcorn.” ladido CC.Cappa, marzo 2005

82 biam gi qcor puti Doq oman aredo nca at chi anna. erra?” e seSus C.Cappa, marzo 2005

83 si liris eBer onide Pos var qos ta. Bu amola adis napossi varli. seSusan C.Cappa, marzo 2005

84 qin eroal lemol Ipam isimis avo vol roeci racc ere tii totem ogli tut qodcor dober npo noin ili taro cu eBer dor cina talilavo C.Cappa, marzo 2005

85 noche seu Ipam saro fos nadel i qiniden la pea. ami po Bert sei bcorn granpidal inbue le imet for berdo te l no. rline C.Cappa, marzo 2005

86 Anche se avete utilizzato tutto il vostro impegno a leggere non avete le idee chiare sul suo contenuto avete speso tutta la vostra energia nella decodifica. perché CC.Cappa, marzo 2005

87 CAPACITA’ VISIVE E UDITIVE CC.Cappa, marzo 2005

88 ? ? ? ? ? ? ? Legge Rilegge Ma continua a non capire V Ma non capisce C.Cappa, marzo 2005

89 Qua nule roede dumond rivo culi mille da quark amar sala l’ore compenso di cavu penso cae ra oradi fermarlo. A la campa gnadite ano: “Oh.. beh disco” fice lurò e “ Ca tusi loredelì talia!” Mapo cari baldi vide che cami lo penso di cavu rima seco lo papa e delli talia niente oli a fare; e cari baldi continuò ad infende reli debbo lidali soprusi deli forti. MORALE: lubbi di Enza non sempre con Pensa. CC.Cappa, marzo 2005

90 Input SONORO Comprensione del testo CC.Cappa, marzo 2005

91 GIUSTIZIA Il bambino impara i valori morali in base a quello che noi facciamo e non in base a quello che diciamo. Lorentz Colber Giustizia non è dare a tutti la stessa cosa ma ad ognuno ciò di cui ha bisogno. Rick D. Lavoie CC.Cappa, marzo 2005

92 "Non intendo trattare neppure due di voi allo stesso modo. E niente proteste al riguardo. Alcuni dovranno scrivere lunghe relazioni, altri avranno il permesso di farle più corte; alcuni dovranno leggere articoli chilometrici, altri articoli brevi. Così stanno le cose. Ognuno apprende in modo diverso e se qualcuno ha esigenze particolari, me lo faccia sapere e io penserò a studiare qualcosa di più adatto a lui. Ma non voglio sentire lamen­tele su quello che faccio per gli altri” Da: “A modo loro” Mel Levine RC.Cappa, marzo 2005


Scaricare ppt "Rielaborazione del video: “Come può essere così difficile?” di D. Lavoie A cura di C. Cappa Marzo 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google