La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I PASSI NELLA SCUOLA COMPITO DI REALTÀ ISTITUTO COMPRENSIVO FOGLIANISE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I PASSI NELLA SCUOLA COMPITO DI REALTÀ ISTITUTO COMPRENSIVO FOGLIANISE."— Transcript della presentazione:

1 I PASSI NELLA SCUOLA COMPITO DI REALTÀ ISTITUTO COMPRENSIVO FOGLIANISE

2

3

4 Definire il problema Analizzare il problema per far emergere proposte di soluzione Misurare la superficie interessata Progettare l’ intervento Partecipazione attiva e apprendimento cooperativo

5 Comunicare nella madre lingua Produrre testi di vario tipo, in relazione ai diversi scopi comunicativi (argomentativo, relazione, cronaca, lettera, etc) Competenza in matematicaApplica regole e procedure per ricavare dati Competenza in scienza e tecnologia Seleziona materiali idonei alla soluzione del problema Competenze informatiche Utilizza le nuove tecnologie per ricercare e comunicare informazioni Imparare ad imparare Trasferisce le esperienze e i saperi in campi diversi da quelli appresi Competenze sociali e civiche Partecipa nel gruppo alla soluzione di un problema per un bene comune Spirito di iniziativa e imprenditorialità Traduce le idee in azioni pianificando e gestendo un progetto per risolvere un problema Consapevolezza ed espressione culturaleUtilizza in modo consapevole i vari linguaggi

6 E’ da anni che la parete adiacente alla rampa di scale d’accesso al piano superiore della scuola, esposta ad ovest, presenta evidenti segni di ammaloramento con macchie di salnitro e scrostamento dell’intonaco. L’area in questione è stata più volte oggetto di interventi con prodotti repellenti che non hanno sortito esito positivo. Pertanto, il problema - tuttora sotto gli occhi degli alunni - ha suscitato in loro una forte motivazione a ricercare una possibile soluzione. Essi si sono chiesti: “Chissà se oltre a studiare l’italiano, la matematica e quant’altro, potremmo mai fare qualcosa per questa parete poco accogliente! magari in gruppo, dove ognuno di noi fa qualcosa!” A questo punto il problema reale si unisce al bisogno degli alunni di vivere in un ambiente più accogliente ed esteticamente più attraente. A tal fine si rende necessaria la progettazione di un intervento multidisciplinare, con la partecipazione attiva degli alunni che mettono in campo attitudini, abilità e creatività personale. Ogni docente programma il proprio intervento per calibrare l’approccio metodologico e creare un lavoro didattico che miri all’acquisizione di un sapere unitario e significativo.

7 ALUNNIPOSSIBILI SOLUZIONI LUCA Si potrebbe intervenire dall’esterno con materiale isolante che possa essere utile sia per il caldo sia per il freddo e l’umido MARIO… impiantare un deumidificatore GIORGIA… pitturare le pareti con colori vivaci, spray lucidi … MARIA TERESA Potremmo coprire la parete della scalinata con foto o dipinti realizzati da noi alunni in occasione dei vari concorsi MARIANO Giusto! Potremmo usare foto di personaggi che hanno lasciato un segno nella nostra storia: Obama, Martin Luther King, Mandela … MARIO Sfruttiamo le capacità del prof di arte; magari potrebbe dipingere direttamene sulla parete i loro ritratti GIORGIA Propongo di pitturare la parete e prima ancora che si asciughi ricoprirla con il riso: “assorbirebbe l’umido!” DOMENICOE’ un cappotto termico che andrebbe fatto!!! ANGELOPotremmo ricoprire la parete con doghette di legno e dipingerci sopra ANNASi potrebbe usare anche il polistirolo LUCAPropongo di scrostare l’intonaco e lasciare la parete con i mattoni a vista MARIA TERESACopriamo la parete con un tendaggio da abbellire “a tema” durante l’anno I FASE P ROBLEMA : “ LA PARETE DELLA SCALINATA INTERNA DELLA SCUOLA È UMIDA E BRUTTA !” L’insegnante pone il problema agli alunni e li invita a proporre le possibili soluzioni. Le risposte vengono registrate in tabella:

8 II FASE DISCUSSIONE SULLE POSSIBILI PROPOSTE DI SOLUZIONE VENGONO ESAMINATE LE SINGOLE RISPOSTE : ALUNNIPOSSIBILI SOLUZIONIARGOMENTAZIONI LUCA Si potrebbe intervenire dall’esterno con materiale isolante che possa essere utile sia per il caldo sia per il freddo e l’umido L’umido si copre, ma la pittura si potrebbe screpolare MARIO… impiantare un deumidificatore Occuperebbe spazio e sarebbe poco gradevole esteticamente GIORGIA… pitturare le pareti con colori vivaci, spray lucidi … Abbelliamo la parete ma non risolviamo il problema MARIA TERESA Potremmo coprire la parete della scalinata con foto o dipinti realizzati da noi alunni in occasione dei vari concorsi Non risolveremmo il problema e danneggeremmo le tele MARIANO Giusto! Potremmo usare foto di personaggi che hanno lasciato un segno nella nostra storia: Obama, Martin Luther King, Mandela … Sarebbe una bella idea, anche per sottolineare l’aspetto culturale, ma non sarebbe risolutivo MARIO Sfruttiamo le capacità del prof di arte; magari potrebbe dipingere direttamene sulla parete i loro ritratti La maggior parte degli alunni è d’accordo GIORGIA Propongo di pitturare la parete e prima ancora che si asciughi ricoprirla con il riso: “assorbirebbe l’umido!” Non sarebbe risolutivo DOMENICOE’ un cappotto termico che andrebbe fatto!!! Sarebbe molto costoso e richiederebbe troppo tempo ANGELO Potremmo ricoprire la parete con doghette di legno e dipingerci sopra La proposta è accettabile se si scelgono dei pannelli di materiale adatto e su cui si possa dipingere ANNASi potrebbe usare anche il polistiroloSarebbe esteticamente inaccettabile LUCA Propongo di scrostare l’intonaco e lasciare la parete con i mattoni a vista La scuola sarebbe inagibile e rimarrebbe imbrattata dai calcinacci per giorni! MARIA TERESA Copriamo la parete con un tendaggio da abbellire “a tema” durante l’anno Si abbellirebbe senza risolvere il problema

9 III FASE SOLUZIONI CONDIVISE Dopo aver discusso delle singole proposte e valutato le risposte, l’attenzione si è soffermata su 2 o 3 soluzioni che sono state condivise da tutti gli alunni: il problema può essere risolto intervenendo sulla parete con un trattamento isolante, ma tale soluzione è troppo costosa e richiederebbe troppo tempo. Si proverà, dunque, a risolvere il problema, anche dal punto di vista estetico, utilizzando pannelli di materiale isolante su cui poter dipingere. Gli alunni, a tal fine, consulteranno: l’insegnante di tecnologia, per valutare il tipo di materiale da utilizzare; l’insegnante di matematica, per misurare la parete; l’insegnante di arte, per dipingere ed abbellire.

10 D ALL ' OSSERVAZIONE ALLA MISURA REALE Consegna: osservare la zona, misurare e riportare i dati in una rappresentazione grafica. Gli alunni,portati sul luogo,utilizzando il metro misurano a turno la lunghezza del pianerottolo, la profondità e l'altezza di ciascun gradino e la lunghezza del corridoio alla fine delle scale. Si decide fino a che altezza coprire la zona. Le misure vengono riportate in una rappresentazione schematica della situazione (vedi in basso). Osservando il disegno, si comprende facilmente che l'intera zona può essere suddivisa in 12 rettangoli,ciascuno di diverse dimensioni.

11 A (n°1)=248x173=42904cm² A(n°2)=32x(248-18)=32x230=7360cm² A(n°3 )=32x(230x18)=32x212=6784cm² A( n°4)=32x(212-18)=32x194=6208cm² A( n°5)=32x(194-18)=32x176=5632cm² A( n°6)=32x(176-18)=32X158=5056cm² A (n°7)=32x(158-18)=32x140=4480cm² A (n°8)=32x(140-18)=32x122=3904cm² A( n°9)=32x(122-18)=32x104=3338cm² A( n°10)=32x(104-18)=32x86=2752cm² A (n°11)=614x68=41752cm² A( n°12)=512x3,5=1792cm² At=[A1+A2+A3+A4+A5+A6+A7+A8+A9+A10+(A11-A12)] At=[ ( )= At=[ ]= cm² Consegna: calcolare l'area totale composta dai 12 rettangoli. Sistemate le misure sui vari rettangoli,si determina l'area di ciascun rettangolo denominandolo in maniera progressiva A1, A2, A3....A12 (partire dalla zona pianerottolo )

12 Riprodurre la zona da trattare con una scala di riduzione. Considerate le dimensioni del foglio A4, si è deciso di usare una scala di riduzione 1:50. Per ciascuna misura si è operato il rapporto di riduzione 1:50 e con matita e righello passo passo si è realizzato il disegno in scala della superficie oggetto di intervento SCALA 1:50

13 Consegna:calcolare il numero di pannelli necessari a coprire la zona e il relativo costo. Considerato che ogni pannello in multistrato, di forma rettangolare ha le seguenti dimensioni 122x224, si è calcolato il numero di pannelli necessari. Dato il prezzo unitario del pannello pari a 20€ si è calcolato il costo totale dei pannelli necessari. DATIINCOGNITE At=128378cm² Pannello(misure)=122cmx244cm Costo di ogni pannello=20€ N°pannelli? Costo totale? Area di un pannello=(bxh)=122x244=29768cm² N°pannelli=At/area di un pannello=128378/29768=4,3 (≈5 pannelli) Costo totale=costo unitario x n° pannelli =20€x5=100€

14 La superficie interessata si estende dal pianerottolo della rampa di scale al primo piano della scuola, dove sono locate le aule. Le pareti sono diverse tra loro sia per superficie che per caratteristiche. Infatti, la parete del pianerottolo è vasta ed estesa, mentre quella attigua alla scala è stretta e lunga. Due sono gli elementi da tenere in considerazione: 1) la profondità dello spazio al di là del finestrone del primo piano; 2) la lunghezza della parete attigua alle scale percorse quotidianamente da decine e decine di adolescenti.

15 ALUNNIPOSSIBILI SOLUZIONI LUCA Certo, bisogna trovare un’idea ! Saliamo lungo le scale per andare in classe o nel laboratorio d’informatica e di artistica: coloriamo il muro disegnando le nostre gambe che salgono le scale ……. MARIO… che significato avrebbe? GIORGIA … noi saliamo e scendiamo tante volte queste scale; sarebbe come lasciare una traccia del nostro passaggio … MARIA TERESA Si, ma dovrà essere allegro, vivace ….. MARIANOCosa potremmo rappresentare per mostrare il nostro passaggio? MARIOLe nostre gambe e le nostre scarpe! GIORGIASi, magari con il logo delle mie! DOMENICOPossiamo anche aggiungere una nostra decorazione ….! ANGELOSi, sarebbe quel lavoro di design dell’industria che propone nuove tendenze …. ANNA Un giorno noi non passeremo più su questo pianerottolo, su e giù per le scale ….. Andremo altrove! E ci ricorderemo dei nostri passi che sono volati via ….. LUCASi, magari appesi ai palloncini ….. Sarebbe bello volare! Camminare senza toccare terra... MARIA TERESASi, come i nostri pensieri a questa età che è la più bella! Consegna: ipotizzare una soluzione decorativa che si colleghi al trompe l'oeil già realizzato nell’atrio della scuola, che sia espressione di un pensiero o un’idea creativa, un prosieguo del paesaggio, un’illusione ottica che sfondi lo spazio della parete e della scala …………….

16 I ragazzi decidono di “sfondare” la parete con un trompe l'oeil che porti i loro passi - illusoriamente - nello spazio verdeggiante dei prati, fluttuando liberamente nell'aria. Gli alunni compiono i loro “primi passi” nella scuola secondaria di primo grado e nella loro vita adolescenziale. I “passi” nella scuola, come momento di condivisione, di apprendimento, e - a volte - di sofferenza; tuttavia passi acerbi e leggeri, negli anni più belli e spensierati della vita. Passi leggeri e sogni di questa età, sospesi al filo dei palloncini colorati come nelle feste e sagre di paese.

17 Per rappresentare l'idea ogni alunno ha disegnato e colorato la propria scarpa con una gamba appena accennata. E' stata usata una sagoma di cartoncino dove ciascuno ha espresso con forme e colori l'idea di una calzatura vivace seguendo i ritmi della moda o motivi originali e creativi. Questo disegno è stato poi ritagliato in attesa di essere letteralmente incollato sul paesaggio in trompe l'oeil. Sulla superficie della parete è stato riprodotto uno scorcio della valle vitulanese circostante. E’ proprio questa l'immagine che si vede al di là del finestrone della scuola! Il dipinto si è sviluppato dal pianerottolo inerpicandosi su per le scale fino a smontarsi sul primo piano, snodandosi come un lungo fotogramma dai colori vivaci. Sono state applicate successivamente, con colla vinilica, le sagome dei disegni precedentemente ritagliati. Queste sono state legate a palloncini colorati, assicurate alle gambe sospese nell'aria. Alcuni palloncini si allontanano nell'azzurro del paesaggio portando con sé i sogni dei ragazzi !!!!!.

18 Colori acrilici: rosso, giallo, blu, bianco, nero, verde, arancio, confezioni da 1 kg (euro 17,00 cadauno) colori acrilici: viola, azzurro,rosa, grigio,verde chiaro, marrone, ocra gialla, confezioni da 400 g (euro 6,50 cadauno) matite colorate: colori assortiti 8 confezioni da 12 pezzi (euro 4,00 cadauno) 2 confezioni di colla vinilica NPC (euro 10,00 cadauno) 18 forbicine a norma (1,00 cadauno) 20 pennelli varie misure (totale euro 19,50) 4 confezioni pennarelli da 12 pezzi (4,00 euro cadauno) 20 fogli tipo bristol 70x100 (euro 25,00) carta gommata adesiva (euro 5,00)

19

20

21

22

23

24 Cosa ho imparato 1) Analizzare il problema e ipotizzare possibili soluzioni. 2) Utilizzare le formule e procedimenti matematici per risolvere problemi reali 3) Riprodurre la superficie interessata in scala 4) Come progettare la bonifica e l’abbellimento di una parete umida 5) Come realizzare una’opera di bonifica esteticamente gradevole Come l’ho imparato 1) Discutendo e accettando il punto di vista altrui 2) seguendo con attenzione le attività proposte 3) attraverso l’esperienza vissuta personalmente Quando l’ho imparato 1) quando ho verificato che i procedimenti appresi sono strumenti necessari alla soluzione di problemi reali Cosa mi è piaciuto di più 1) Essere gratificato da tutti per l’opera realizzata


Scaricare ppt "I PASSI NELLA SCUOLA COMPITO DI REALTÀ ISTITUTO COMPRENSIVO FOGLIANISE."

Presentazioni simili


Annunci Google