La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1. 2  Confina con l'Iraq, la Giordania, il Kuwait, l'Oman, il Qatar, gli Emirati Arabi Uniti e lo Yemen È bagnata dal Golfo Persico a nord-est e dal.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1. 2  Confina con l'Iraq, la Giordania, il Kuwait, l'Oman, il Qatar, gli Emirati Arabi Uniti e lo Yemen È bagnata dal Golfo Persico a nord-est e dal."— Transcript della presentazione:

1 1

2 2  Confina con l'Iraq, la Giordania, il Kuwait, l'Oman, il Qatar, gli Emirati Arabi Uniti e lo Yemen È bagnata dal Golfo Persico a nord-est e dal Mar Rosso ad ovest L'Arabia Saudita è uno stato dell'Asia La capitale è Riyadh Ha una superficie di km²

3 3  I centri abitati principali si trovano lungo le coste o in prossimità delle oasi interne come Hufuf e Burayda.  L'Arabia Saudita non ha fiumi o laghi permanenti per tutto l'anno, tuttavia la sua linea di costa si estende per km. La geografia dell’Arabia Saudita è variegata: deserto umido della Tihamah, posto al livello del Mar Rosso la catena montuosa del Jabal al-Hijaz che ad ovest taglia in lunghezza la penisola l'altopiano del Najd, che si estende nella parte centrale del paese le montagne della regione sud-occidentale dell' Asir la pianura rocciosa o sabbiosa che si estende fino alle rive del Golfo Persico il deserto del Rub al-Khālī a sud il deserto con un clima semi-arido nella zona continentale

4 4  Asciutto, ma desertico, con grandi sbalzi di temperature  Il regime delle precipitazioni rende il paese arido o semi-arido, con terreno principalmente stepposo e talora a prevalenza sabbioso  Nella maggior parte del regno la vegetazione è spontanea e arbustiva.  La zona costiera del mar Rosso, specialmente le barriere coralline, ha una fauna marina molto ricca. D'estate la temperatura può raggiungere i 50 gradi, d'inverno è mite con temporali vicino al canale dell'Egitto.

5 Storia Storia  1750 il Sultano del Najd Al Sa’ud da vita a uno Stato unito.  1900 la famiglia Al Sa’ud ha successi e decadenze, fondando poi il moderno stato dell’Arabia Saudita (Saudita deriva appunto da Saud).  1902 Al Sa’ud conquista Riyadh, sottraendola alla famiglia rivale Al Rashid.  1932 Regioni conquistate da Al Sa’ud vengono unificate nel regno dell’Arabia Saudita.  1938 Scoperta del petrolio trasforma economicamente il paese. 5

6 La bandiera  La scritta è la dichiarazione di fede islamica (Shahada): “Non c’è Dio all’infuori di Allah, e Maometto è il suo messaggero”  Il verde è legato al colore del mantello di Maometto  In origine la bandiera verde con la Shahada era la bandiera del movimento Wahhabita  Nel 1912 Ibn Saud, salito al trono, incorporò la spada nel disegno e, nel 1932, divenne la bandiera nazionale del Regno 6

7 7  Islam religione ufficiale  La libertà religiosa è molto limitata  L'ordinamento prevede la pena di morte per apostasia  Fra i lavoratori immigrati ve ne sono anche di religione cristiana  Il testo sacro dell’Islam è il Corano

8 Islam Islam L’Islam è basato su cinque principi:  Testimonianza di fede Sono testimone che non esiste altro dio all'infuori di Iddio e che Muhammed è il suo Profeta.  Preghiera Da recitare cinque volte al giorno con viso rivolto alla Mecca  Elemosina ai poveri Il debito verso Dio che il musulmano deve saldare per ciò che Egli gli ha dato  Ramadan Un mese di digiuno  Pellegrinaggio alla Mecca Da compiersi almeno una volta nella vita 8

9  Il termine significa “prostrarsi”, luogo della prostrazione.  Maometto costruì la prima Moschea con mattoni d’argilla e tetto in foglie di palma.  Struttura: edificio semplice con sala di preghiera e corte aperta.  Elementi architettonici:  Cupola dettata da motivi tecnici (mancanza di legname) e simbolici (rappresenta l'anelito del fedele verso l'unità divina)  Mirhab nicchia inserita nel muro orientato verso la Mecca; è sormontata da una semicupola e da qui l' Imam (colui che guida) conduce la preghiera  Minareto,"torre lucente", sovrasta la moschea, ma può apparire anche isolato per richiamare i fedeli alle preghiere. 9

10 10  La maggior parte dei Sauditi è di etnia araba  Alcuni hanno un'origine etnica mista e sono discendenti di turchi, iraniani, indonesiani, indiani, africani e di altre etnie  Ci sono inoltre numerosi asiatici, immigrati per lavoro principalmente dall'India, dal Pakistan, dal Bangladesh, dall'Indonesia e dalle Filippine

11 11 Popolazione  La popolazione saudita nel 2006 è stimata essere circa 27,02 milioni  Fino agli anni ‘60, la maggior parte della popolazione era nomade o semi- nomade. A causa del rapido sviluppo economico ed urbano, più del 95% della popolazione ora è sedentarizzato.  All'inizio degli anni ’90 la distribuzione della popolazione variava notevolmente fra le città delle zone costiere ad est e ad ovest del paese, le oasi interne densamente abitate e la maggioranza delle aree interne desertiche e, quindi, quasi totalmente disabitate.  Alcune oasi hanno una densità di popolazione di più di abitanti per chilometro quadrato.

12 12

13 13 Lingua e moneta  La lingua araba è la lingua ufficiale dello stato  Il riyāl è la valuta corrente (banconote da 1 riyal, 5, 10, 50, 100, 500) Attualmente è suddiviso in 100 halala

14 14 Attività economiche  Settori/prodotti principali : produzione del petrolio greggio, raffinazione del petrolio, petrolchimici, acciaio, cemento, fertilizzanti, plastica, frumento, orzo, pomodori, meloni, datteri, agrumi, montone, polli, uova, latte  Partner economici : USA, Giappone, Corea del Sud, Singapore, India, Germania, Regno Unito, Francia, Italia

15 15 Città da visitare Città da visitare  Periodo: tra Novembre e Febbraio il clima è mite  Viaggio: in aereo (quattro aeroporti per voli internazionali). Mi-Malpensa- Jeddah (durata: 6 h e 10 m).  Spostamenti interni: linea ferroviaria e mezzi pubblici (autobus)  Documenti: passaporto e visto  Riyadh : costruita con il denaro ricavato dalla vendita del petrolio, è un'oasi di vetro, acciaio e cemento ad alta tecnologia. Da vedere: Museo di Riyadh, espone reperti archeologici e manufatti che riguardano la storia del regno dall'era della pietra alla nascita dell'Islam Fortezza Masmak, costruita intorno al 1865, oggi è un museo dedicato ad Abdul Aziz e all'unificazione del regno dell'Arabia Saudita Rovine di Dir'aiyah, prima capitale del regno, oggi è il sito archeologico più famoso. Fondata nel 1446, raggiunse l'apice del potere alla fine del XVIII secolo, e fu rasa al suolo nel Le rovine ricostruite includono palazzi, moschee e le mura della città

16 16 JJeddah : sulla costa del Mar Rosso, è concentrata nel quartiere di Al-Balad, una striscia di edifici lungo la strada costiera con la città vecchia proprio alle sue spalle. Da vedere: Museo della Municipalità, ospitato in una vecchia casa tradizionale costruita con il corallo del Mar Rosso, offre un'interessante collezione di fotografie sullo sviluppo della città, insieme a stanze arredate nello stile tradizionale Al-Alawi, suq che entra serpeggiando nella città vecchia Tre porte della città vecchia

17 17  La Mecca : a circa 60 km dal Mar Rosso, non lontano da Jeddah, è la città più santa per l'islam, e ogni devoto musulmano, in qualsiasi parte del mondo viva, è tenuto a venire qui in pellegrinaggio almeno una volta nella vita  Il centro della Mecca è la Grande Moschea con il sacro Zamzam al suo interno. La Ka'ba, verso cui tutti i musulmani si rivolgono quando pregano, è collocata nel cortile centrale della moschea. Secondo la tradizione, la Ka'ba fu in origine costruita da Adamo, e più tardi ricostruita da Abramo e da suo figlio Ismaele per riprodurre la casa di Dio.  Palazzo Shubra ospita il museo cittadino. Fu costruito tra il XIX e il XX secolo, ed è stato residenza reale di numerosi re sauditi

18 18  Najran nel sud-ovest del paese, situata in un'oasi che si estende per circa 20 km, è abitata da circa 4000 anni e un tempo era una tappa importante sulla via dell'incenso. Il Palazzo Al-Aan è uno dei più interessanti esempi di architettura locale Museo con esposizioni sulla formazione dei wadi e dei deserti, reperti archeologici della zona, oggetti e attrezzi dell'artigianato locale

19 19 Gastronomia  La legge islamica proibisce il consumo della carne suina e delle bevande alcoliche  Il pane arabo, detto khubz, è consumato durante quasi tutti i pasti.  Altri generi alimentari molto apprezzati sono il pollo alla griglia, i felāfel (ceci bolliti e fritti dopo essere stati impastati con prezzemolo e cumino), la shawārma (agnello arrostito su un girarrosto verticale e quindi affettato) ed il fūl (fave bollite, aglio e limone)

20 20 Tradizioni e costumi  Tutte le tradizioni e costumi sono legate alla religione. I luoghi più sacri sono la Mecca e Medina  Il patrimonio culturale è celebrato nella festività annuale, chiamata Jenadriya.  Uno dei rituali folcloristici più rappresentativi dell'Arabia Saudita è l' Ardha, il ballo nazionale del paese. Questo ballo della spada è basato sulle tradizioni antiche dei beduini: i suonatori di tamburi tengono un ritmo sostenuto e un poeta canta i versi mentre gli uomini che portano la spada ballano spalla a spalla. La musica ha origini nella Spagna musulmana.  Il vestito saudita, simbolico, rappresenta i legami della gente alla terra, il passato e l'Islam: largo ed ondeggiante, riflette la praticità della vita in un paese desertico. Tradizionalmente, gli uomini portano solitamente una camicia lunga fino alla caviglia, tessuta con fibre di lana o cotone, con una ghutra portata sulla testa. Per i rari giorni freddi, gli uomini sauditi portano un mantello di pelo di dromedario indossato sopra i vestiti. I vestiti delle donne sono decorati con motivi tribali. Tuttavia, alle donne saudite è imposto di portare un cappotto nero lungo e il velo

21 21


Scaricare ppt "1. 2  Confina con l'Iraq, la Giordania, il Kuwait, l'Oman, il Qatar, gli Emirati Arabi Uniti e lo Yemen È bagnata dal Golfo Persico a nord-est e dal."

Presentazioni simili


Annunci Google