La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Francesco Daveri Inflazione. 2 Quando è iniziata effettivamente la crisi economica? Con il fallimento di Lehman Brothers? NO Dati trimestrali PIL ItaEuroUsaGerFraUKSpa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Francesco Daveri Inflazione. 2 Quando è iniziata effettivamente la crisi economica? Con il fallimento di Lehman Brothers? NO Dati trimestrali PIL ItaEuroUsaGerFraUKSpa."— Transcript della presentazione:

1 1 Francesco Daveri Inflazione

2 2 Quando è iniziata effettivamente la crisi economica? Con il fallimento di Lehman Brothers? NO Dati trimestrali PIL ItaEuroUsaGerFraUKSpa Q1 08 vs Q Q2 08 vs Q Q3 08 vs Q Q4 08 vs Q Q1 09 vs Q Q2 09 vs Q Q3 09 vs Q Q4 09 vs Q Q1 10 vs Q

3 3 La recessione è cominciata PRIMA del fallimento di Lehman. Perché?  È stato uno shock di domanda o uno shock di offerta che ha causato la recessione?  Per rispondere dobbiamo guardare anche all’INFLAZIONE, non solo al Pil

4 4 L’Indice dei Prezzi al Consumo (IPC) è un numero indice usato per controllare l’evoluzione del costo della vita nel tempo. Quando aumenta, la famiglia tipo deve spendere una quantità maggiore di unità monetarie (Euro, dollari) per mantenere un certo standard di vita. Indice dei prezzi al consumo L’IPC è una misura del costo complessivo dei beni e servizi acquistati da un consumatore tipico Definizione 1

5 5 I 5 passi per calcolare l’IPC (Istat website)(Istat website) Determinazione del paniere tipico: si determinano quali beni e servizi sono più importanti per il consumatore tipo. Il paniere viene periodicamente rivisto (ora: ogni anno). Attribuzione dei prezzi: si attribuiscono i prezzi a tutti i beni e servizi presenti nel paniere in un determinato momento. Calcolo del costo del paniere: si utilizzano i dati precedenti per calcolare il costo del paniere in ciascun momento. Scelta dell’anno base: si sceglie un anno quale riferimento per i confronti intertemporali. Calcolo dell’indice e del tasso di inflazione: si calcola il valore dell’indice dividendo il costo corrente del paniere in un determinato anno per il costo del paniere nell’anno base. Poi si moltiplica per 100. Il tasso di inflazione è la variazione in % dell’IPC sul periodo precedente.

6 6 Il paniere 2014 (link a sito Istat)link a sito Istat Il paniere usato per il calcolo degli IPC per l'intera collettività nazionale (NIC) e per le famiglie di operai e impiegati (FOI) si compone di prodotti (erano nel 2013). Il paniere si amplia per calcolare l’indice dei prezzi al consumo armonizzato (IPCA) fino a comprendere prodotti, aggregati in Posizioni Rappresentative. New entry 2014: Formaggio grattugiato in confezione, Formaggio spalmabile in confezione, Caffè in cialde o capsule, Macchina da caffè in cialde o capsule, Sacchetti ecologici per rifiuti organici, Sigaretta elettronica e ricariche. Il prezzo del Giornale quotidiano on line integra la posizione rappresentativa Giornale quotidiano. I Notebook ibridi - utilizzabili anche come tablet – integrano la posizione rappresentativa Notebook. Escono dal paniere le posizioni rappresentative Yogurt biologico, Tailleur e Riparazione apparecchio audiovisivo o informatico: le prime due sono sostituite rispettivamente dallo Yogurt probiotico e dall'Abito donna.

7 7 Tasso di inflazione Il tasso di inflazione è dato dalla variazione percentuale dell’IPC rispetto al periodo precedente. Definizione 2 Un’inflazione positiva implica che la ricchezza in euro sta perdendo potere d’acquisto Inflazione positiva = tasso di rendimento negativo sull’investmento

8 Oggi l’inflazione nell’Eurozona è +0.8%, dunque molto sotto al 2%. La core inflation è in rialzo, però. HICP? Vuol dire: Harmonised Index of Consumer Prices (IPCA in italiano) Core inflation? All-items minus food & energy. E’ ritenuta la componente di lungo periodo dell’inflazione (discussione)

9 L’inflazione media in Europa (linea continua marcata) oscilla intorno al 2 per cento 1.Oscillazioni dell’inflazione dovute a food ed energy 2.Nota: il grafico ha due scale, quella di dx per Energy e quella di sx per le altre voci

10 I prezzi salgono sempre ….. Ma la velocità del loro incremento varia nel tempo

11 11.. E comunque a tassi inferiori rispetto all’inflazione percepita dalla gente. Perché? La “gente” si lamenta del fatto che i prezzi crescono molto più che a tassi del 2% l’anno E’ l’Istat che fa male il suo mestiere o si sbaglia la gente? E’ per lo più un problema di illusione ottica Tendiamo a concentrare l’attenzione sui prezzi dei beni che acquistiamo con maggiore frequenza. Nel recente passato, i prezzi di questi beni sono spesso aumentati più rapidamente degli altri (vedi prossima slide)

12 12 I prodotti ad alta frequenza di acquisto sono aumentati più rapidamente degli altri 1) con il passaggio (changeover) all’€ e 2) nel

13 13 L’IPC tende a sovrastimare il costo della vita Tre ragioni di distorsione («bias» in inglese) Effetto di sostituzione: l’IPC non prende in considerazione la possibilità che un consumatore operi delle sostituzioni a favore di beni che sono diventati meno costosi. L’indice sovrastima l’incremento del costo della vita, non considerando tali sostituzioni. Introduzione di nuovi beni: quando viene introdotto un nuovo bene, i consumatori dispongono di una maggiore varietà di scelta. L’IPC non riflette tale variazione. Variazioni di qualità non misurati: se la qualità di un bene cambia da un anno all’altro, cambia anche la qualità della vita. Tale cambiamento potrebbe non essere registrato dai prezzi.

14 14 Economisti e politici usano sia IPC che deflatore del PIL (il «prezzo del Pil») per misurare quanto velocemente i prezzi stanno crescendo. I due indici sono diversi. Ecco le differenze: L’IPC non è il «prezzo del Pil» IPC: include solo beni di consumo; include le importazioni; è misurato utilizzando un paniere fisso di beni e servizi. Deflatore del PIL include tutti i beni e servizi prodotti internamente, ma non le importazioni. È misurato utilizzando i beni e servizi prodotti correntemente. La loro dinamica è piuttosto simile ( : IPC su del 2,2% annuo, deflatore del Pil su del 2%). Di anno in anno possono però verificarsi differenze anche significative (2012: IPC +2,8% vs Defl +1,7%). NB: per il rapporto debito-Pil conta il deflatore, non l’IPC

15 Come è andata l’inflazione nel tempo in Italia e negli altri paesi dell’eurozona

16 16 (1): Media ponderata degli indici dei paesi appartenenti all’area euro alla data indicata Fonte: Banca d’Italia Inflazione su fino al 4% nel luglio Poi giù fino a  0 a metà Un po’ ovunque nell’area euro. Discesa inflazione core più lenta

17 17 La precoce ripartenza dell’inflazione nel 2011

18 18 … e il rafforzarsi dell’inflazione nel 2012, alimentato dall’aumento dell’Iva (dal settembre 2011) e delle accise (altre imposte indirette, con l’inizio del 2012)

19 19 Perché è cambiato lo scenario? OIL e materie prime Una cosa è il mondo FINO AL luglio 2008 Un’altra cosa è il mondo DOPO il luglio 2008

20 20

21 21

22 22

23 23 La Cina e il prezzo del petrolio Oil outlook: If world growth depends on oil-thirsty countries, then oil price can’t but go up.

24 24 Riassunto  La crisi è cominciata con uno shock da offerta  Ma l’aumento del prezzo del petrolio e delle altre materie prime e prodotti primari è stato temporaneo  Già nel 2009 i prezzi di questi prodotti sono scesi a causa del massiccio spostamento della curva AD verso sinistra  La Grande Recessione non è stata uno shock da offerta


Scaricare ppt "1 Francesco Daveri Inflazione. 2 Quando è iniziata effettivamente la crisi economica? Con il fallimento di Lehman Brothers? NO Dati trimestrali PIL ItaEuroUsaGerFraUKSpa."

Presentazioni simili


Annunci Google