La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Treviso,12 aprile 2013 Angelo Motta Medico Benetton basket Specialista in diabetologia e malattie del ricambio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Treviso,12 aprile 2013 Angelo Motta Medico Benetton basket Specialista in diabetologia e malattie del ricambio."— Transcript della presentazione:

1 Treviso,12 aprile 2013 Angelo Motta Medico Benetton basket Specialista in diabetologia e malattie del ricambio

2

3 Cosa si intende per Dieta Equilibrata? Equilibrio tra cosa? Equilibrio tra grassi, zuccheri e proteine? Una dieta equilibrata deve assolvere a queste funzioni: 1. Fornire materiale energetico (Glucidi, Lipidi) 2. Fornire materiale plastico per la crescita e la riparazione dei tessuti (Proteine) 3. Fornire materiale con funzione regolatrice, che permetta il regolare svolgimento delle molteplici funzioni vitali (Vitamine, Sali Minerali)

4 E’ stato eseguito un test dalla ULS n°20 di Camposampiero al fine di valutare la preparazione individuale dei giovani atleti sui problemi alimentari che si possono presentare a chi pratica sport. Risultato:

5 1. Sapere COSA mangiare 2. Sapere QUANDO mangiare 3. Sapere QUANTO mangiare

6

7 Naturalmente questi rapporti possono variare a seconda dei periodi della stagione sportiva: -Potenziamento: + PROTEINE -Ripresa dopo sosta estiva: – LIPIDI -Fasi finali del campionato: + GLUCIDI

8  Prima dell’attività:  Carboidrati che non alterino la glicemia, di facile assimilazione  OBIETTIVO: aumento riserve organiche di energia  Durante l’attività:  Carboidrati che non alterino la glicemia, di immediata assimilazione  OBIETTIVO: rifornire l’organismo di nuova energia (per risparmiare le riserve o per quando diminuiscono)  Dopo l’attività:  Carboidrati di facile assimilazione  OBIETTIVO: ripristinare le riserve energetiche

9  CARNI, PESCE, UOVA  Proteine di alto valore biologico, ferro, vitamine del gruppo B, E e D  LATTE e DERIVATI  Proteine di alto valore biologico, calcio, vitamine liposolubili (A e D) e del gruppo B  CEREALI e TUBERI  Proteine di basso valore biologico, amidi, vitamine del gruppo B, fibra alimentare

10  GRASSI e OLI DA CONDIMENTO  Lipidi, acidi grassi essenziali, vitamina E  ORTAGGI e FRUTTA FONTE DI CAROTENI  Vitamine e caroteni (provitamina A), sali minerali, fibra alimentare, acqua, zuccheri  ORTAGGI e FRUTTA FONTI DI VITAMINA C  Vitamina C e altre vitamine del gruppo B, sali minerali, fibra alimentare, acqua, zuccheri

11 Acqua minerale 0 Vino Bianco 71 Caffe (tazzina) 2 Vino Rosso 75 The 1 Vermouth 140 Succo di limone 7 Aranciata / Cola 39 Succo di pompelmo 37 Cola light 1 Succo di arancia 44 Whisky / grappa 238 Latte intero 61 Spumante dry 91 Latte Parz. Scremato 49 Spumante dolce 112 Latte Scremato 36 Birra 34

12

13

14

15 Brusca caduta della glicemia Senso di fame, calo del rendimento sportivo Massiccia emissione di insulina Considerevole aumento della glicemia Rapido Assorbimento Rapida Digestione

16 II grafico indica l'andamento nel tempo (in min) della glicemia (in mmol/L) dopo l'assunzione di 50 g di glucosio (linea blu), di saccarosio (linea rossa) e di fruttosio (linea verde).

17 Di rilevante importanza è la distribuzione dei pasti nella giornata soprattutto nei giorni delle gare o degli allenamenti intensi. Il cosiddetto regime di gara inizia la sera precedente e termina la sera dopo la partita. Lo sportivo utilizza, durante la gara, le calorie accumulate con l’alimentazione dei giorni precedenti; la dieta pre-gara deve servire solo per mantenere il buon livello energetico ottenuto in precedenza. Attenzione agli errori nel pasto pre-gara che possono dare disturbi digestivi durante la partita

18 Di rilevante importanza è la distribuzione dei pasti nella giornata soprattutto nei giorni delle gare o degli allenamenti intensi. Il cosiddetto regime di gara inizia la sera precedente e termina la sera dopo la partita. Lo sportivo utilizza, durante la gara, le calorie accumulate con l’alimentazione dei giorni precedenti; la dieta pre-gara deve servire solo per mantenere il buon livello energetico ottenuto in precedenza. Attenzione agli errori nel pasto pre-gara che possono dare disturbi digestivi durante la partita

19 L’ultimo pasto prima della gara deve quindi avere queste caratteristiche: 1. Essere costituito da cibi facilmente digeribili (cercando di evitare soprattutto i grassi); 2. Avere un volume modesto; 3. Essere consumato 3-4 ore prima dell’inizio della gara; Se la gara è alla sera, se l’intervallo tra pranzo e gara diventa troppo lungo, può essere prevista una ‘razione d’attesa’ che potrebbe essere costituita da succo o spremuta di frutta e miele. Questa va bevuta 1 bicchiere ogni ora fino a ½ ora prima della partita. La razione d’attesa serve ad equilibrare e compensare brusche variazioni della glicemia e ad idratare l’organismo. Specialmente negli atleti emotivi l’ansia dell’attesa è in grado di abbassare la glicemia più del lavoro muscolare.

20 Il fabbisogno calorico varia a seconda di:  Altezza e Costituzione  Tipo di attività fisica  Periodo stagionale  Ruolo negli sport di squadra

21

22 1g di carboidrati (glucidi) Fornisce 4,5 calorie 1g di grassi (lipidi) Fornisce 9,0 calorie 1g di proteine (proteine) Fornisce 4,5 calorie 1g di alcool (etanolo) Fornisce 7,1 calorie

23

24

25

26

27

28

29

30

31

32

33 La più diffusa e semplice suddivisione del nostro organismo è quella del modello bicompartimentale, in:  Massa Grassa o Lipidica : corrisponde alla quantità di trigliceridi contenuta nel nostro nel nostro organismo. Questo termine non si identifica con tessuto adiposo che contiene oltre il grasso (circa 83% nell’adulto) anche le strutture di sostegno cellulari ed axtra, costituite per ca. il 2% da proteine e per ca. il 15% da acqua.  Massa corporea alipidica: consiste della massa corporea sottratta dei trigliceridi di deposito. La massa cellulare corporea è costituita da tutte le cellule dell’organismo esclusi i trigliceridi depositati nella cellula adiposa. Essa corrisponde a gran parte della cosiddetta massa metabolicamente attiva dove avviene la grande maggioranza dei processi di trasporto e le creazioni biochimiche. Fanno infine parte della massa corporea alipidica i solidi extracellulari, cioè i minerali ossei (ca. 80% del totale); dei legamenti, della cartilagine etc.

34 Sono state progressivamente sviluppate varie tecniche che mirano, con differente accuratezza, a valutare queste diverse componenti dell’organismo:  INDIRETTE:  Peso Corporeo  Rapporto tra circonferenze corporee  Plicometria  BIA: Analisi Bioimpedenziometrica  DIRETTE:  Densitometria  Assorbimento fotonico  TAC e RMN La più usata in medicina dello sport per la valutazione nutrizionale di un atleta è la metodica indiretta: plicometria

35 Percentuale di grasso corporeo calcolato dalla somma di 4 pliche:  Bicipitale  Tricipitale  Sottoscapolare  Sopra iliaca

36 Percentuale di grasso corporeo secondo Durnin-Womersley 1974 Maschi - Anni di età Somma delle 4 pliche cutanee -mm

37 Percentuale di grasso corporeo secondo Durnin-Womersley 1974 Femmine - Anni di età Somma delle 4 pliche cutanee -mm

38 L’alimentazione giornaliera deve tener conto di una certa varietà nei cibi. Si devono consumare:  POCHI GRASSI : preferire quelli vegetali  POCHI ZUCHERI SEMPLICI : Più cibi e bevande che ne contengono  NIENTE ALCOOL  MOLTE FIBRE : frutta, verdura, cereali integrali

39

40 Kcal 3440 così ripartite:

41  250 g di latte: si può macchiare con caffè o caffè d’orzo, zuccherare con 2 cucchiaini di zucchero oppure fruttosio in piccola quantità  Una porzione di torta secca: tipo ciambellone o torta margherita g oppure di crostata  1toast al prosciutto e formaggio: 2 fette di pan carrè, riempito con 1 fetta di prosciutto cotto o crudo magro da 25-30g e una fettina di fontina da 30g, tostare  Un succo o una spremuta di arancia o pompelmo: un bicchiere da 180cc, zuccherare a piacere con zucchero, miele o fruttosio

42  Pasta o riso al pomodoro: pasta g a crudo, oppure riso g, salsa di pomodoro con olio a crudo 5-10g, parmigiano 2-3 cucchiaini  Macedonia di frutta fresca: con 2 palline di gelato  1 porzione di crostata di marmellata o frutta: 60-70g Intervallo partita  Bevande: nervine come the o caffè leggero ed energetiche come succhi di frutta usando acqua minerale alcalina

43  Minestrone di verdura o passato di verdura con pasta o riso: pasta o riso 40-50g, verdura mista cotta, olio 5-10g, parmigiano 2-3 cucchiaini  Petto di pollo o tacchino: 200g, ai ferri  Contorno di verdura  1 porzione di formaggio: da 50g, Bel Paese o Fontina o Emmenthal  Pane: g

44 Kcal 3623 così ripartite:

45  250 g di latte: si può macchiare con caffè o caffè d’orzo, zuccherare con 2 cucchiaini di zucchero oppure fruttosio in piccola quantità  Pane da tostare: 70g  Marmellata o miele: 50g Spuntino  Frullato di frutta: latte 180cc, 2-3 frutti freschi, zucchero. Oppure uno yogurt alla frutta da 125g

46  Zuppa di verdure o legumi con pasta o riso: pasta o riso 30-40g a crudo, verdura varia q.b., olio 10-15g, evitare pancetta di maiale  Latticini vari: 350g circa, mozzarella, fior di latte, scamorza, ovoline  Contorno di verdura  Frutta fresca  Pane: 90g Merenda  Frullato di frutta: latte 180cc, 2-3 frutti freschi, zucchero. Oppure uno yogurt alla frutta da 125g (vedi spuntino ore 10-11)

47  Zuppa di verdura, legumi con riso: vedi pranzo di lunedì, sostituendo la pasta con il riso, 30-40g  Purea di patate: patate g, latte circa ¼ di bicchiere da 180cc, burro 5g  Carne ai ferri: 200g  Frutta fresca di stagione: in abbondanza  Pane: 90g

48 Kcal 3447 così ripartite:

49  250 g di latte: si può macchiare con caffè o caffè d’orzo, zuccherare con 2 cucchiaini di zucchero oppure fruttosio in piccola quantità  5/7 fette biscottate: con marmellata o miele 25-35g  1 uovo al tegamino: un uovo, 5-20g di burro o di olio di oliva  Pane: 50-60g meglio se tostato  Un succo o una spremuta di arancia o pompelmo: un bicchiere da 180cc, zuccherare a piacere con zucchero, miele o fruttosio

50  Riso alla pescatora: riso 100g a crudo, calamari, gamberetti, cozze, vongole e aromi vari q.b.  Crostini in carrozza: 2 fette di pan carrè, 50-60g di mozzarella, 2 fletti di acciughe  Contorno di verdura  Macedonia di Frutta fresca: con 1-2 palline di gelato misto a scelta Merenda  1 succo di frutta: una bottiglietta da 125g. Oppure uno yogurt da 125g alla frutta o intero

51  Spaghetti al tonno o spaghetti al pomodoro: spaghetti 100g a crudo con sugo di tonno sott’olio 30-35g, pomodori pelati q.b., olio 5-7g. Se spaghetti al pomodoro: spaghetti 120g a crudo e sugo di pomodoro q.b., grana 2-3 cucchiaini.  Sogliola alla mugnaia: filetti di sogliola fresca o surgelata 250g netto, farina q.b., burro 10-15g  Contorno di patate lesse prezzemolate: patate 200g, prezzemolo 30g, olio 20g  Formaggio: caciotta magra, Bel Paese, Fontina, Emmenthal o pecorino fresco, 50-60g  Pane: g

52

53

54

55 Sostanze Legali da assumere sotto controllo medico Principio Attivo Nomi Commerciali Effetti Benefici Contro Indicazioni Tipo di usoCosto per dose AMINOACIDI (RAMIFICATI) Meritene Friliver Sintesi delle proteine che il corpo non produce. Rallentano i processi di distruzione muscolare Consumo eccessivo danneggia i reni LARGO30 € CARBOIDRATI Vari (Maltodestrine) Forniscono energia che entra presto in circolo NO rispettando le dosi LARGOVario accessibile CARNITINA Carnavis Carnitene Trasforma il grasso in energia. Diminuisce il dolore muscolare dopo lo sforzo NOLARGO20 € CREATINA Neodin Aumenta potenza velocità e volume muscolare NOLARGO20 € DIURETICI Vari Nessuno se non quello di mascherare il doping NO IN CASO DI USO DI DOPING Vario basso FERRO Vari Integrazione di quello perduto con attività fisica intensa Uso eccessivo porta a cirrosi epatica LARGOVario basso GINSENG Infiniti Migliora la concentrazione. Diminuisce l'affaticamento NOLARGO Secondo percentuale di diluizione MAGNESIO E POTASSIO Vari (Bibite energetiche) Combattono i crampi In dosi eccessive sono tossici LARGHISSIMO 4€ / L nelle soluzioni "beverone" ZINCO Vari Combatte la formazione di acido lattico Ostacola l'assorbimento di ferro e rame LARGOVario basso

56 Sostanze Illegali Principio Attivo Nomi Commerciali Effetti BeneficiContro IndicazioniTipo di usoCosto per dose ANFETAMINE PLEGINE UPOPILL Tolgono la sensazione di fatica e caricano l'aggressività Aritmia, scompensi cardiaci, emorragia BASSO perché l'antidoping lo scova subito 30€ scatola AUTOEMOTRASF. (PRATICA)Aumenta gli "ottani" del sangueInfezioni e scompensi cardiaci BASSISSIMO superato - BETABLOCCANTI Vari Abbassano la pressione sanguigna e riducono i tremori Problemi cardiaci ALTISSIMO anche in sport di precisione Vario COCAINA - Miglioramento di veglia e reattività Dipendenza e connessi VENTILATO in tennis, basket, automobilismo 100€ grammo CAFFEINA Vari (presente in misura lecita nella Coca Cola) Aggressività, miglioramento della reattività, prolunga l'effetto di altri dopanti Danni a fegato e reni, Notti insonni LARGHISSIMO ma riscontrabile all'antidoping Vario EPO ERITOPOIETINA ERITROGEN GLOBUREN Aumenta l'ossigenazione del sangue Rende denso il sangue: trombosi, aneurismi, infarto SPORT DI RESISTENZA invisibile alll'antidoping 100€ giorno GH ORMONE DELLA CRESCITA Vari naturali e sintetici Stimola la crescita dei muscoli Acromegalia (ingrossamento di testa, mandibola,mani e piedi), diabete TUTTI GLI SPORT ma dovrebbe curare solo i casi di nanismo 100€ giorno PFC PERFLUOROCARBURO Solo per sale operatorie Porta il sangue ossigenato dove c'è carenza Distrugge reni e fegato NUOVO ma già diffuso ? STEROIDI ANABOLIZZANTI TESTOSTERONE NANDROLONE Aumentano massa e forza dei muscoli, favoriscono il recupero Squilibri ormonali. Cancro al fegato. Impotenza. Danni ai reni. Cancro ai testicoli SPORT DI POTENZAVario

57

58 1. Il doping contravviene ai principi etici dello sport e della medicina. Per doping si intende: a. la somministrazione, l'assunzione e l'uso di sostanze appartenenti alle classi proibite di agenti farmacologici e l'impiego di metodi proibiti da parte di atleti e di soggetti dell'ordinamento sportivo; b. il ricorso a sostanze o metodologie potenzialmente pericolose per la salute dell'atleta, o in grado di alterarne artificiosamente le prestazioni agonistiche; c. la presenza nell'organismo dell'atleta di sostanze proibite o l'accertamento del ricorso a metodologie non consentite facendo riferimento all'elenco emanato dal CIO ed ai successivi aggiornamenti

59 2. Il doping è contrario ai principi di lealtà e correttezza nelle competizioni sportive, ai valori culturali dello sport, alla sua funzione di valorizzazione delle naturali potenzialità fisiche e delle qualità morali degli atleti. 3. E' altresì vietato raccomandare, proporre, autorizzare, permettere oppure tollerare l'uso di qualsiasi sostanza o metodo che rientri nella definizione di doping allo stesso modo del traffico di tale sostanza. 4. Il doping è vietato e comporta l'attivazione di un procedimento disciplinare e l'applicazione delle sanzioni stabilite dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano e dalla FIP. 5. L'elenco formulato dal CIO, di cui all'articolo 1 comma 1 lettera c), relativo alle "Classi di sostanze vietate e dei metodi proibiti" viene recepito dalla Giunta Esecutiva del CONI e dalla FIP, rispettandone la medesima data di entrata in vigore stabilita dal CIO. La FIP provvede agli atti necessari per darne la massima divulgazione presso gli affiliati. L'elenco in questione è comunque applicato ai sensi del presente Regolamento anche nel caso in cui non venisse formalmente recepito dalla FIP.

60

61 SOSTANZE E METODI SEMPRE PROIBITI (IN E FUORI COMPETIZIONE) S0. SOSTANZE NON APPROVATE Qualsiasi sostanza farmacologica non compresa in alcuna delle sezioni della Lista sotto indicate e che non sia stata oggetto di approvazione da parte di autorità sanitarie governative di regolamentazione per l'uso terapeutico umano (ad es. farmaci in fase di sviluppo pre-clinico o clinico o non più autorizzati, farmaci in fase di sviluppo, medicinali ad uso veterinario) è sempre proibita.

62 S1. AGENTI ANABOLIZZANTI Gli agenti anabolizzanti sono proibiti. 1. Steroidi anabolizzanti androgeni (Anabolic Androgenic Steroids – AAS) a. Gli Steroidi anabolizzanti androgeni (SAA) esogeni*, includono: 1-androstenediolo (5 α -androst-1-ene-3 β,17 β -diolo); 1-androstenedione (5 α -androst-1- ene-3,17-dione); bolandiolo (estr-4-ene-3 β,17 β -diolo); bolasterone ; boldenone ; boldione (androsta-1,4-diene-3,17-dione); calusterone ; clostebol ; danazolo (17 α -etinil-17 β - idrossiandrost-4-eno[2,3-d]isoxazolo); deidroclormetiltestosterone (4-cloro-17 β -idrossi- 17 α -metilandrosta-1,4-dien-3-one); desossimetiltestosterone (17 α -metil-5 α -androst-2-en- 17 β -olo); drostanolone ; etilestrenolo (19-nor-17 α -pregn-4-en-17-olo); fluossimesterone ; formebolone ; furazabolo (17 β -idrossi-17 α -metil-5 α -androstano[2,3-c]-furazan); gestrinone ; 4-idrossitestosterone (4,17 β -diidrossiandrost-4-en-3-one); mestanolone ; mesterolone ; metenolone ; metandienone (17 β -idrossi-17 α -metilandrosta-1,4-dien-3-one); metandriolo ; metasterone (2 α,17 α -dimetil-5 α -androstane-3-one-17 β -olo); metildienolone (17 β - idrossi-17 α -metilestra-4,9-dien-3-one); metil-1-testosterone (17 β -idrossi-17 α -metil-5 α - androst-1-en-3-one); metilnortestosterone (17 β -idrossi-17 α -metilestr-4-en-3-one); metiltestosterone ; metribolone (metiltrienolone, 17 β -idrossi-17 α -metilestra-4,9,11-trien-3-one); mibolerone ; nandrolone ; 19-norandrostenedione (estr-4-ene-3,17-dione); norboletone ; norclostebol ; noretandrolone ; ossabolone ; ossandrolone ; ossimesterone ; ossimetolone ; prostanozolo (17 β -idrossi-5 α -androstano([3,2-c]pirazolo); quinbolone ; stanozololo ; stenbolone ; 1-testosterone (17 β -idrossi-5 α -androst-1-en-3-one); tetraidrogestrinone (18a-omopregna- 4,9,11-trien-17 β -ol-3-one); trenbolone ed altre sostanze con simile struttura chimica o simile/i effetto/i biologico/i.

63  b. Gli SAA endogeni** quando somministrati per via esogena: androstenediolo (androst-5-ene-3 β,17 β -diolo); androstenedione (androst-4-ene-3,17- dione); diidrotestosterone (17 β -idrossi-5 α -androstan-3-one); prasterone (deidroepiandrosterone, DHEA); testosterone ed i seguenti metaboliti ed isomeri: 5 α -androstan-3 α,17 α -diolo ; 5 α -androstan-3 α,17 β -diolo ; 5 α -androstan-3 β,17 α -diolo ; 5 α -androstan-3 β,17 β -diolo ; androst-4-ene-3 α,17 α -diolo ; androst-4-ene-3 α,17 β - diolo ; androst-4-ene-3 β,17 α -diolo ; androst-5-ene-3 α,17 α -diolo ; androst-5-ene- 3 α,17 β -diolo ; androst-5-ene-3 β,17 α -diolo ; 4-androstenediolo (androst-4-ene-3 β,17 β - diolo); 5-androstenedione (androst-5-ene-3,17-dione); epi-diidrotestosterone ; epitestosterone ; 3 α -idrossi-5 α -androstan-17-one ; 3 β -idrossi-5 α -androstan-17-one ; 7 α - idrossi-DHEA, 7 β -idrossi-DHEA, 7keto-DHEA, 19-norandrosterone ; 19- noretiocolanolone.  2. Altri agenti anabolizzanti, che includono ma non sono limitati ad essi: Clenbuterolo, modulatori selettivi dei recettori androgeni (SARMs), tibolone, zeranolo, zilpaterolo.  Relativamente a questa sezione:  *“esogeno” si riferisce a una sostanza che non può essere prodotta naturalmente  dall’organismo.  ** “endogeno” si riferisce a una sostanza che può essere prodotta naturalmente dall’organismo.

64 S2. ORMONI PEPTIDICI, FATTORI DI CRESCITA E SOSTANZE CORRELATE Sono proibite le seguenti sostanze ed i loro fattori di rilascio: 1. Agenti stimolanti l’eritropoiesi [ ad es. eritropoietina (EPO), darbepoetina (dEPO), stabilizzatori del fattore ipossia-inducibile (HIF), metossi polietilen glicolepoetina beta (CERA), peginesatide (Hematide)] ; 2. Gonadotropina corionica (CG) e Ormone luteinizzante (LH) proibiti negli uomini; 3. Insuline ; 4. Corticotropine ; 5. Ormone della crescita ( Growth Hormon, GH), fattore di crescita insulino-simile (IGF-1), fattori di crescita dei fibroblasti ( Fibroblast Growth Factors, FGFs), fattore di crescita degli epatociti ( Hepatocyte Growth Factor, HGF), fattori di crescita meccanici ( Mechano Growth Factors, MGFs), fattori di crescita di derivazione piastrinica ( Platelet-Derived Growth Factor, PDGF), fattore di crescita vascolare-endoteliale ( Vascular-Endotelial Growth Factor, VEGF) ed ogni altro fattore di crescita che influenzi la sintesi/degradazione di proteine, di muscoli, tendini o legamenti, la vascolarizzazione, utilizzazione di energia, capacità rigenerativa o transdifferenziazione del tipo di fibra; ed altre sostanze con struttura chimica simile o effetto/i biologico/i simile/i.

65 S3. BETA-2 AGONISTI Tutti i beta-2 agonisti (inclusi, ove pertinenti, entrambi gli isomeri ottici) sono proibiti, ad eccezione del salbutamolo (al massimo 1600 microgrammi nell’arco delle 24 ore), formoterolo (al massimo 36 microgrammi nell’arco delle 24 ore) ed il salmeterolo se assunto per via inalatoria nel rispetto del regime terapeutico indicato dalle case produttrici. La presenza nelle urine di salbutamolo in quantità superiore a 1000 ng/ml o di formoterolo in quantità superiore a 30 ng/ml fa presumere un uso non terapeutico della sostanza e dovrà essere considerata Esito Avverso, tranne nel caso in cui l’Atleta provi, attraverso un studio farmacocinetico controllato, che il risultato anomalo sia la conseguenza dell’uso di una dose terapeutica assunta per via inalatoria fino al valore massimo sopra indicato.

66 S4. MODULATORI ORMONALI E METABOLICI Sono proibite le seguenti classi: 1. Inibitori dell’aromatasi che includono, ma non sono limitati a: aminoglutetimide, anastrozolo, androsta-1,4,6-triene-3,17-dione (androstatrienedione), 4-androstene-3,6,17 trione (6-oxo), exemestano, formestano, letrozolo, testolattone. 2. Modulatori selettivi dei recettori estrogeni (SERM) che includono, ma non sono limitati a: raloxifene, tamoxifene, toremifene. 3. Altre sostanze anti-estrogeniche che includono, ma non sono limitate a: clomifene, ciclofenil, fulvestrant. 4. Agenti che modificano la/e funzione/i della miostatina che includono, ma non sono limitati a: inibitori della miostatina. 5. Modulatori metabolici: agonisti del recettore δ attivato dal Proliferatore del Perossisoma (PPAR δ ) (ad es. GW 1516) e gli agonisti dell’asse PPAR δ -AMPprotein chinasi attivato (AMPK) (ad es. AICAR).

67 S5. DIURETICI ED ALTRI AGENTI MASCHERANTI Gli agenti mascheranti sono proibiti. Essi includono: diuretici, desmopressina, espansori del plasma ( ad es. glicerolo ; somministrazione endovenosa di albumina, destrano, amido idrossietilico e mannitolo), probenecid ed altre sostanze con effetto/i biologico/i simile/i. L’applicazione locale di felipressina in anestesia dentale non è proibita I diuretici includono: acetazolamide, amiloride, bumetanide, canrenone, clortalidone, acido etacrinico, furosemide, indapamide, metolazone, spironolattone, tiazidi ( ad es. bendroflumetiazide, clorotiazide, idroclorotiazide), triamterene ed altre sostanze con una struttura chimica simile o simile/i effetto/i biologico/i (ad eccezione del drospirenone, pamabromo e della somministrazione topica di dorzolamide e brinzolamide, che non sono proibite). L’uso In e Fuori Competizione, nella misura in cui è applicabile, di qualsiasi quantità di una sostanza sottoposta ad un valore soglia (ossia formoterolo, salbutamolo, morfina, catina, efedrina, metilefedrina e pseudoefedrina) in associazione con un diuretico o altro agente mascherante richiede il rilascio di una specifica Esenzione a Fini Terapeutici (TUE) per quella sostanza, in aggiunta all’esenzione rilasciata per il diuretico o per altro agente mascherante.

68 M1. POTENZIAMENTO DEL TRASPORTO DI OSSIGENO Sono proibiti i seguenti metodi: 1. Il doping ematico, compreso l’uso di sangue autologo, omologo o eterologo o di prodotti contenenti globuli rossi di qualsiasi origine. 2. Potenziamento artificiale dell’assorbimento, del trasporto o del rilascio di ossigeno, che includono, ma non sono limitati alle sostanze chimiche perfluoridiche, all’efaproxiral (RSR13) e a prodotti di emoglobina modificata (ad es. sostituti del sangue basati sull’emoglobina, prodotti di emoglobina microincapsulata), ad esclusione dell’ossigeno supplementare.

69 M2. MANIPOLAZIONE CHIMICA E FISICA Sono proibiti i seguenti metodi: 1. È proibita la manipolazione, o tentata manipolazione, per alterare l’integrità e la conformità dei Campioni raccolti in occasione di Controlli Antidoping. Questi includono ma non si limitano alla sostituzione e/o alterazione dell’urina (ad es. proteasi). 2. Sono proibite le infusioni endovenose e/o le iniezioni di più di 50 ml per un periodo di 6 ore ad eccezione di quelle legittimamente ricevute nel corso di ricoveri in ospedale o di indagini cliniche. 3. E’ proibita la procedura sequenziale di prelievo, manipolazione e reinfusione di qualsiasi quantità di sangue totale nel sistema circolatorio.

70 M3. DOPING GENETICO Sono proibiti i seguenti metodi, cha hanno la capacità di migliorare la performance atletica: 1. Il trasferimento di acidi nucleici o sequenze di acido nucleico; 2. L’utilizzo di cellule normali o geneticamente modificate;

71 SOSTANZE E METODI PROIBITI IN COMPETIZIONE In competizione, in aggiunta alle classi sopra indicate da S0 a S5 e da M1 a M3, sono proibite le seguenti classi:

72 S6. STIMOLANTI Sono proibiti tutti gli stimolanti (inclusi, ove pertinenti, entrambi gli isomeri ottici), ad eccezione dei derivati dell’imidazolo ad uso topico e degli stimolanti inclusi nel Programma di Monitoraggio Gli stimolanti comprendono: a: Stimolanti “Non Specificati”: adrafinil ; amfepramone ; amifenazolo ; amfetamina ; amfetaminile ; benfluorex ; benzfetamina ; benzilpiperazina ; bromantan ; clobenzorex ; cocaina ; cropropamide ; crotetamide ; dimetilamfetamina ; etilamfetamina ; famprofazone ; fencamina ; fenetillina ; fenfluramina ; fenproporex ; furfenorex ; mefenorex ; mefentermina ; mesocarbo ; metamfetamina ( d -) ; pmetilamfetamina ; metilenediossiamfetamina ; metilenediossimetamfetamina ; modafinil ; norfenfluramina ; fendimetrazina ; fenmetrazina ; fentermina ; 4-fenilpiracetam (carfedone) ; prenilamina ; prolintano. Uno stimolante non espressamente elencato in questa sezione è una “Sostanza Specificata”. b: “Stimolanti Specificati” (esempi): adrenalina ; catina ; efedrina ; etamivan ; etilefrina ; fenbutrazato ; fencamfamina ; eptaminolo ; isometeptene ; levometamfetamina ; meclofenossato ; metilefedrina ; metilexaneamina (dimetilpentilamina); metilfenidato ; nichetamide ; norfenefrina ; octopamina ; ossilofrina ; paraidrossiamfetamina ; pemolina ; pentetrazolo ; fenprometamina ; propilesedrina ; pseudoefedrina ; selegilina ; sibutramina ; stricnina ; tuaminoeptano ed altre sostanze con una struttura chimica simile o con simile/i effetto/i biologico/i.

73 S7. NARCOTICI Sono proibite le seguenti sostanze: buprenorfina, destromoramide, diamorfina (eroina), fentanil e suoi derivati, idromorfone, metadone, morfina, ossicodone, ossimorfone, pentazocina, petidina. S8. CANNABINOIDI Sono proibiti i cannabinoidi naturali (ad es. cannabis, hashish, marijuana) o sintetici delta 9-tetraidrocannabinolo (THC) e i cannabinomimetici (ad es. “Spice” (una droga contenente JWH018, JWH073, HU-210). S9. GLUCOCORTICOSTEROIDI Sono proibiti tutti i glucocorticosteroidi quando somministrati per via orale, endovenosa, intramuscolare o rettale.

74 P1. ALCOOL L’alcool (etanolo) è proibito solo In Competizione, nei seguenti sport. L’individuazione verrà effettuata mediante analisi del respiro e/o analisi del sangue. La soglia di violazione delle norme antidoping (valori ematologici) è stabilita in 0.10 g/l. Aeronautica (FAI) Karate (WKF) Tiro con l’arco (FITA) Motociclistica (FIM) Automobilismo (FIA) Motonautica (UIM)

75 P2. BETA-BLOCCANTI Salvo diversamente specificato, i beta-bloccanti sono proibiti solo In Competizione, nelle seguenti discipline sportive.  Aeronautica (FAI)  Tiro con l’arco (FITA) (proibiti anche Fuori Competizione )  Automobilismo (FIA)  Biliardo (tutte le discipline) (WCBS)  Bocce (CMSB)  Bridge (FMB)  Freccette (WDF)  Golf (IGF)  Bowling a nove e dieci birilli (FIQ)  Motonautica (UIM)  Tiro (ISSF, IPC) (proibiti anche F uori Competizione )  Sci/Snowboard (FIS)

76

77

78

79  Steroidi ( ) - Fertilità ♂ Spermatozoi Volume Testicoli ♀ Amenorrea Voce Ipertricosi - CR - Fegato AST-ALT CT-LDLCT-HDL

80  Steroidi ( ) - Cute Acne Ginecomastia Irsutismo - App. Cardio Vascolare Infarto (87) Coagulazione aggr. Piastrine - Psiche Rabbia da Steroidi Aggressività

81 Sintesi Proteica Forza ? - Acromegalia - Encefalopatia (Jacob) Beta Bloccanti Tremore - Broncospasmo

82 Dolori Muscolari e Scheletrici Sanguinamento Gastro-Enterico - Ipertermia maligna (alterazione dei meccanismi della TERMOREGOLAZIONE) - Colpo di calore

83 Senso Fatica Resistenza - Aritmie Cardiache (Decessi: Anni 60) - Psiche: Comportamento Aggressivo «Sindrome della Domenica»

84 Ematocrito (50) Viscosità Ematica (Trombosi) Caffeina Resistenza - Aritmia Cardiaca - Disidratazione

85 Contenuto in grassi Massa corporea magra Alti dosaggi - Tachicardia - Tremori - Stato di agitazione - Alterazioni ECG

86

87

88 erbe ergogene, funghi e testicoli di toro decotto di asperella, della famiglia delle Rubiacee carne di capra carne di toro Ma Hoaung, efedra sinica, la pianta da cui si estrae l’efedrina

89 E ancora …  psylocibe e peyote in Sud America  caffè in Etiopia  Cola nitida in Sudan  Thabernatis Iboga in Congo  Paullinias sorbilis in Amazzonia  Betel nell’Asia tropicale  corteccia dell’albero Yohimbe nell’Africa occidentale  Ilex cassine tra gli indiani d’America  Catha edulis in Etiopia, Somalia e Yemen.

90 Dott. Motta Angelo Grazie per l’attenzione …


Scaricare ppt "Treviso,12 aprile 2013 Angelo Motta Medico Benetton basket Specialista in diabetologia e malattie del ricambio."

Presentazioni simili


Annunci Google