La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PIANO DI ATTUAZIONE DELLA GARANZIA GIOVANI Attuazione della Garanzia a livello regionale Piano esecutivo Regionale 2014-2020 24 Aprile 2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PIANO DI ATTUAZIONE DELLA GARANZIA GIOVANI Attuazione della Garanzia a livello regionale Piano esecutivo Regionale 2014-2020 24 Aprile 2014."— Transcript della presentazione:

1 PIANO DI ATTUAZIONE DELLA GARANZIA GIOVANI Attuazione della Garanzia a livello regionale Piano esecutivo Regionale Aprile 2014

2 La Garanzia Giovani - YEI  L’iniziativa Europea per l’Occupazione dei Giovani (YEI) è aperta a tutte le Regioni con un livello di disoccupazione giovanile superiore al 25%  Invita gli Stati Membri a garantire ai giovani con meno di 29 anni un’offerta qualitativamente valida di lavoro, di proseguimento degli studi, di apprendistato o di tirocinio o altra misura di formazione entro quattro mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema di istruzione formale  Il Piano nazionale di attuazione della Garanzia Giovani definisce le azioni comuni da intraprendere sul territorio italiano.  Le Regioni e le Province Autonome sono individuate come organismi intermedi e realizzano le attività attraverso i Piani Esecutivi  Il Piano Esecutivo della Regione del Veneto è stato approvato con DGR 551/14

3 La Garanzia Giovani – YEI: campagna informativa

4 Contesto  Un problema rilevante per il Veneto è costituito dalla disoccupazione giovanile, come dimostrato dalla crescita esponenziale del tasso di disoccupazione anni e dalla diffusione del fenomeno NEET (17% della popolazione giovanile veneta) Trend del Tasso di Disoccupazione anni per genereQuota di NEET fra la popolazione anni, Veneto e Italia

5 Tirocini : Esiti occupazionali 1/2 TIROCINI IN VENETO BIENNIO E PRIMO SEMESTRE 2013 oltre 44 MILA TIROCINI Promossi oltre 44 MILA TIROCINI 81% GIOVANI UNDER 29 ANNI; 19% ADULTI; 88% 88% dei casi cittadini italiani in possesso di licenza media o diploma scuola secondaria 88% dei tirocinanti sono cittadini italiani in possesso di licenza media o diploma scuola secondaria PER IL 74% DEI CASI DURATA TIROCINIO 1-6 MESI PER IL 15% DEI CASI DURATA TIROCINIO 12 MESI TV – PD - VI 60% rispetto al totale regionale province con % maggiore di tirocini realizzati 60% rispetto al totale regionale

6 Tirocini: Esiti occupazionali 2/2TOTALE VALORE ASSOLUTO % ,0% Entro 1 settimana ,0% Entro 1 mese ,7% Entro 3 mesi ,7% Entro 6 mesi ,1% Entro 1 anno ,4% DATI TEMPI DI ATTESA DEL PRIMO RAPPORTO DI LAVORO DOPO UN’ESPERIENZA DI TIROCINIO

7 La Garanzia Giovani – Elementi di contesto Piano Italiano di attuazione presentato alla Commissione Europea (31/12/2013) Piano Italiano definisce: TARGET RISORSE STRATEGIA STRUMENTI di SUPPORTO PROFILATURA PREMIALITÀ Finanziamento ad hoc su bilancio commissione europea POR regionali e PON occupazione

8 Piano esecutivo: strategia e target  La strategia è rivolta a:  prevenire e contrastare la dispersione scolastica e formativa  rafforzare le competenze dei giovani a vantaggio dell’occupabilità  favorire le occasioni di efficace inserimento nel mercato del lavoro  I destinatari delle attività previste dai progetti che verranno approvati nell’ambito delle diverse misure, sono i GIOVANI, che saranno costantemente ed immediatamente informati delle opportunità orientative, di formazione e di inserimento lavorativo attive a livello regionale.  I target individuati dalla Regione del Veneto comprendono:  i giovani di età compresa tra i 15 e i 18 anni – accesso prioritario al programma  i giovani di età compresa trai 19 e i 24 anni - accesso prioritario al programma  i giovani di età compresa tra i 25 e i 29 anni

9 Tipologia di percorsi previsti Orientamento specialistico

10 Risorse

11 Misure e risorse destinate Accoglienza e informazioni sul programma- Accoglienza, presa in carico, orientamento- Orientamento specialistico o di II livello Formazione mirata all’inserimento lavorativo Reinserimento di giovani 15-18enni in percorsi formativi Accompagnamento al lavoro Apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale- Apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere - Apprendistato per l’alta formazione e la ricerca- Tirocinio extra-curriculare, anche in mobilità geografica Servizio civile- Sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialià Mobilità professionale transnazionale e territoriale Bonus occupazionale TOTALE

12 Modello di Governance 1/2 Potenziamento dei servizi CPI tramite Italia Lavoro su risorse nazionali

13 Modello di Governance 2/2  I SOGGETTI COINVOLTI SONO:  Coordinamento e monitoraggio: la Regione del Veneto, Dipartimento Formazione Istruzione Lavoro in collaborazione con Veneto Lavoro  Informazione e accesso alla garanzia: piattaforma GaranziaGiovaniVeneto.it di Veneto Lavoro e servizi di accoglienza di Italia Lavoro  Youth Corner: CPI, servizi di placement universitari/scolastici, Servizi per il lavoro privati accreditati  Soggetti attuatori delle misure: organismi accreditati per l’obbligo formativo, formazione superiore, servizi al lavoro pubblici e privati accreditati, enti bilaterali, ecc.

14 Accoglienza e informazioni sul programma e presa in carico, orientamento Modalità di attuazione 1/2  Attraverso le misure di informazione delle iniziative di programma (GaranziaGiovaniVeneto.it), i servizi degli Youth Corner “APP. predisposte ad hoc”, i giovani saranno costantemente ed immediatamente informati delle opportunità (tirocini, formazione, mobilità professionale ecc.)  Al fine di dare pronta risposta alle esigenze delle imprese le modalità di attuazione privilegeranno un modello flessibile, “a sportello” e tempi brevi di approvazione di avvio dei progetti presentati Accoglienza e informazioni sul programma e presa in carico, orientamento

15 Modalità di attuazione 2/2 Elaborazione proposte progettuali da presentarsi agli sportelli previsti ogni 15 giorni

16 Misure: Accoglienza e informazioni sul programma Attività propedeutica volta a sostenere l'utente nell'acquisizione di una prima informazione utile a stabilire quali possano essere le attività di suo interesse e le relative condizioni di partecipazione Per supportare al meglio il Piano regionale di attuazione del programma, sarà resa disponibile una piattaforma tecnologica, che costituirà un sistema “unitario” sul territorio regionale utile a: 1. Garantire le informazioni in un unico punto d’accesso 2. Garantire una rete di servizi coordinata e interoperante con il nodo nazionale

17 Misure: Accoglienza, presa in carico, orientamento 1.Accoglienza e informazioni sul programma: “Youth Corner”  Attività, la cui erogazione è obbligatoria, volta a sostenere l'utente nell'acquisizione di una prima informazione utile a stabilire quali possano essere le attività/misure di suo interesse. L’attività di informazione erogata dagli “Youth Corner” (soggetti diretti attuatori) è garantita per il tramite di 1 o più colloqui individuali e/o di gruppo per una durata complessiva che al massimo ammonta a 2 ore. In esito a questo servizio/attività l’utente riceve una prima informazione sulle opportunità e i servizi previsti. Per tale servizio/attività non è previsto alcun riconoscimento economico. 2. Accesso alla YG 2. Accesso alla YG:  Attività volta a stabilire le misure/attività di specifico interesse dell’utente/destinatario e le condizioni di partecipazione alle medesime. Tale attività della durata complessiva di 2 ore, deve essere erogata in modo individuale. Tale attività si concretizza nella rilevazione e registrazione nel sistema informativo delle caratteristiche personali, formative e professionali, che sanciscono l’accesso formale del destinatario alle YG. In esito a questo servizio/attività sono previste la redazione e sottoscrizione del Patto di Servizio (PdS) e la elaborazione del Piano di Azione Individuale (PAI). Per tale servizio/attività non è previsto alcun riconoscimento economico.

18 DGR 555/2014: Individuazione degli Youth Corner REQUISITI Yc contestualmentetre requisiti Possono candidarsi a diventare Youth corner i soggetti privati che siano contestualmente in possesso dei seguenti tre requisiti :  Essere accreditati  Essere accreditati allo svolgimento dei Servizi per il lavoro (art. 25 legge regionale 13 marzo 2009 n. 3 e DGR n del 20/12/2011).  Essere agenzie autorizzate  Essere agenzie autorizzate ad operare nel mercato del lavoro con provvedimento ministeriale o regionale (artt. 4 e 6 del D. Lgs. n. 276/2003 oppure art. 23 della L. R. n. 3/2009), che abbiano sottoscritto la convenzione con Veneto Lavoro ai sensi dell’art. 28 della L. R. n. 3/2009.  Avere gestito interventi di politiche attive  Avere gestito interventi di politiche attive del lavoro nel corso del periodo di programmazione FSE I REQUISITI DEVONO ESSERE POSSEDUTI ALLA DATA DI PUBBLICAZIONE DEL PRESENTE AVVISO SUL SITO ISTITUZIONALE

19 DGR 555/2014: Individuazione degli Youth Corner GRATUITÀ Yc I SERVIZI SARANNO RESI DAGLI YOUTH CORNER A TITOLO GRATUITO PER FAVORIRE L’ACCESSO DEI GIOVANI ALLA RETE E GARANTIRE LA NEUTRALITÀ DI APPROCCIO I SERVIZI SARANNO RESI DAGLI YOUTH CORNER A TITOLO GRATUITO. GLI YOUTH CORNER PUBBLICI E PRIVATI POTRANNO COMUNQUE ESSERE GESTORI DELLE ALTRE MISURE/SERVIZI PREVISTI DAL PIANO REGIONALE DI GARANZIA GLI YOUTH CORNER PUBBLICI E PRIVATI POTRANNO COMUNQUE ESSERE GESTORI DELLE ALTRE MISURE/SERVIZI PREVISTI DAL PIANO REGIONALE DI GARANZIA ATTRAVERSO LA PARTECIPAZIONE AI BANDI PER LE MISURE DI PAL.

20 Attuazione della Garanzia Giovani: misure e soggetti coinvolti SchedaDescrizione misura Accreditati per OBBLIGO FORMATIVO (ex allievi) CENTRI PER L ’ IMPIEGO SERVIZI AL LAVORO PRIVATI accreditati Accreditati per FORMAZIONE SUPERIORE 3 Orientamento specialistico o di II livello Nell’ambito dell’attività istituzionale € € € 4 Formazione mirata all'inserimento lavorativo € Voucher per corsi di specializzazione anche al di fuori del territorio regionale € Risorse destinate ai partecipanti € Risorse destinate ai partecipanti 5 Reinserimento dei giovani in percorsi formativi € 6 Accompagnamento al lavoro Nell’ambito dell’attività istituzionale 10 Tirocinio extra- curriculare, anche in mobilità geografica € Risorse destinate ai partecipanti € Risorse destinate ai partecipanti € Risorse destinate ai partecipanti 12 Sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità € 13 Mobilità professionale transnazionale e territoriale € Risorse destinate ai partecipanti € Risorse destinate ai partecipanti € Risorse destinate ai partecipanti Bonus occupazionale Premio di risultato IMPRESE AGENZIE Risorse destinate ai partecipanti € Applicazione di costi standard € Attività istituzionale

21 Misure: modalità di riconoscimento spese 1/2 Orientamento specialistico o di II livello Formazione mirata all’inserimento lavorativo Reinserimento dei giovani in percorsi formativi Sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità Applicazione di costi standard €

22 Misure: modalità di riconoscimento spese 2/2 TIROCINIO extra-curriculare, anche in mobilità geografica € Risorse destinate ai partecipanti VOUCHER per corsi di specializzazione anche al di fuori del territorio regionale MOBILITÀ professionale transnazionale e territoriale Accompagnamento al lavoro TIROCINIO extra-curriculare, anche in mobilità geografica Bonus Occupazionale -> IMPRESE Premio di risultato -> AGENZIE

23 Attuazione della Garanzia Giovani: target e proponenti 1/2 Reinserimento dei giovani in percorsi formativi Giovani che hanno assolto l’obbligo di istruzione e formazione Età Accesso prioritario alla Garanzia Nell’ambito dell’attività istituzionale Presentano proposte progettuali in risposta a specifici avvisi Limitatamente agli ex-allievi Presentano proposte progettuali in risposta a specifici avvisi Risorse destinate ai partecipanti Orientamento specialistico o di II livello Formazione mirata all’inserimento lavorativo VOUCHER per corsi di specializzazione anche al di fuori del territorio regionale Limitatamente agli ex-allievi Partenariato con imprese e Enti Bilaterali, ecc. Partenariato con Org. di Formazione o Ist. Prof. di Stato che eroghi percorsi triennali di IeFP Presentano proposte progettuali in risposta a specifici avvisi

24 Attuazione della Garanzia Giovani: target e proponenti 2/2 Giovani che hanno assolto l’obbligo di istruzione e formazione Nell’ambito dell’attività istituzionale Presentano proposte progettuali in risposta a specifici avvisi Limitatamente agli ex-allievi Risorse destinate ai partecipanti Partenariato con imprese e Enti Bilaterali, ecc. Accompagnamento al lavoro TIROCINIO extra-curriculare, anche in mobilità geografica MOBILITÀ professionale transnazionale e territoriale Sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità Giovani che hanno assolto l’obbligo di istruzione e formazione Presentano proposte progettuali in risposta a specifici avvisi Partenariato con Enti Bilaterali, Università/Centri di ricerca, Banche e/o altri Istituti finanziari + Presentano proposte progettuali in risposta a specifici avvisi

25 Misure: Orientamento specialistico o di II livello Azioni previste  Attività di orientamento del giovane verso nuovi progetti formativi e professionali, al fine di promuovere e sviluppare la consapevolezza personale e migliorarne l’occupabilità supportandolo nella presa di decisioni. Ha la finalità di fornire al giovane elementi utili ad inquadrare il suo futuro ruolo professionale, orientarlo alle attività da svolgere durante un eventuale esperienza di tirocinio ed è propedeutico alla definizione e condivisione di un progetto di inserimento lavorativo. L’attività viene erogata in modalità individuale, attraverso colloqui. Principali attori coinvolti  Servizi per il lavoro pubblici, nell’ambito della propria attività istituzionale, e privati accreditati. Soggetti accreditati per la formazione superiore.

26 Misure: Formazione mirata all’inserimento lavorativo Azioni previste  Le attività sono indirizzate alla formazione di profili di tipo esecutivo (basso livello di complessità e che richiedono conoscenze generali e operative) o di profili di tipo specialistico (elevata specializzazione e complessità) a seconda dei fabbisogni individuati dalle aziende. Le attività possono prevedere formazione professionalizzante o di specializzazione da 16 ore fino ad un massimo di 200 ore. Le attività possono essere di tipo individuale (max 24 ore) o di gruppo (da 3 a 15 partecipanti; nel caso di formazione di specializzazione settoriale/funzionale possono essere creati sottogruppi di minimo 3 partecipanti). Principali attori coinvolti  Soggetti accreditati per l’ambito della formazione superiore e soggetti accreditati per l’obbligo formativo, limitatamente ai propri ex allievi. I servizi al lavoro pubblici e privati accreditati potranno erogare ai partecipanti voucher per la frequenza di percorsi specialistici.  Partenariato obbligatorio, già in fase di progettazione del percorso, con imprese disponibili ad accogliere i giovani formati presso la propria realtà aziendale; partenariato con Enti Bilaterali.

27 Misure: Reinserimento di giovani 15-18enni in percorsi formativi Azioni previste  Percorsi di istruzione e formazione per il conseguimento di un diploma professionale ai sensi dell’art. 17 comma 1 lettera B del D. Lgs 226/2005, finalizzati all’acquisizione delle competenze di base e tecnico-professionali definite nel Repertorio nazionale dell’offerta di istruzione e formazione professionale. Principali attori coinvolti  Soggetti accreditati per l’ambito dell’obbligo formativo, che negli anni formativi e abbiano concluso un intervento di terzo anno conclusivo triennale di istruzione e formazione, di cui il progetto di quarto anno costituisce il naturale sviluppo.  Ogni intervento dovrà prevedere un partenariato obbligatorio con almeno un diverso Organismo di Formazione o Istituto Professionale di Stato che eroghi percorsi triennali di IeFP nella qualifica corrispondente al percorso di quarto anno proposto.

28 Misure: Accompagnamento al lavoro Azioni previste  Attività di affiancamento e supporto al destinatario nella prima fase di inserimento nel nuovo contesto lavorativo. Attivazione di specifici strumenti: interventi di ricerca attiva del lavoro, individuazione delle opportunità professionali (scouting delle diverse opportunità lavorative, promozione e invio della candidatura, supporto alla valutazione delle proposte di lavoro e nella partecipazione a colloqui di selezione, visita in aziende diverse da quella in cui si svolge il tirocinio) e l’accompagnamento del giovane nella prima fase di inserimento (tutoring) alle esperienze lavorative. L’attività viene erogata in modalità individuale o di gruppo. Principali attori coinvolti  Servizi per il lavoro privati accreditati e, nell’ambito della propria attività istituzionale, i servizi per il lavoro pubblici;  Accreditati al lavoro e partenariato obbligatorio, già in fase di progettazione del percorso, con imprese disponibili ad accogliere i giovani. Partenariato con Agenzie per il Lavoro o Servizi per il lavoro pubblici e privati accreditati, Enti Bilaterali Il servizio erogato sarà rimborsato al conseguimento del risultato BONUS ASSEGNATI IN BASE AL PROFILING DEL GIOVANE E DELLE DIFFERENZE TERRITORIALI BASSAMEDIAALTAMOLTO ALTA Tempo indeterminato Tempo determinato o somministrazione ≥ 12 mesi Tempo determinato o somministrazione 6-12 mesi

29 Misure: Tirocinio extra-curriculare, anche in mobilità geografica Azioni previste  Interventi della durata minima di 2 mesi e massima di 6 mesi (a seconda della tipologia dei destinatari, così come stabilito da Dgr 1324/2013 “Disposizioni in materia di tirocini ai sensi dell’art. 41 della legge regionale 13 marzo 2009 n. 3”)  Al fine di favorire l’effettivo inserimento lavorativo dei giovani coinvolti è previsto il “Patto di prima Occupazione” e “Patto di Occupazione”  L’attività di tirocinio è soggetta a monitoraggio qualitativo, finalizzato a rilevare gli esiti e la soddisfazione dei partecipanti  L’attività di tirocinio potrà prevedere inoltre la realizzazione di esperienze formative interregionali o transnazionali Principali attori coinvolti  Soggetti accreditati per l’obbligo formativo limitatamente ai propri ex allievi  Servizi al lavoro privati accreditati e pubblici limitatamente all’indennità di tirocinio da erogare ai partecipanti  Partenariato obbligatorio, già in fase di progettazione, con imprese disponibili ad accogliere in tirocinio; Enti Bilaterali IN BASE AL PROFILING DEL GIOVANE E DELLE DIFFERENZE TERRITORIALI BASSAMEDIAALTAMOLTO ALTA remunerazione a risultato All’ente promotore è corrisposta una remunerazione a costi standard a risultato

30 Misure: Sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità Azioni previste  Attività di accompagnamento all’avvio d’impresa  Attività di supporto allo start-up d’impresa Principali attori coinvolti  Soggetti accreditati per l’ambito della formazione superiore  Partenariato con Enti Bilaterali, Università/Centri di ricerca e eventuale partenariato (premiante) con Banche e/o altri Istituti finanziari

31 Misure: Mobilità professionale transnazionale e territoriale Azioni previste L’azione è rivolta in particolare ai profili professionali che trovano maggior sblocco nei mercati esteri. Si prevede inoltre il raccordo con la rete EURES. Principali attori coinvolti enti accreditati  gli enti accreditati per la formazione superiore servizi per il lavoro pubblici e privati accreditati  i servizi per il lavoro pubblici e privati accreditati Eures  i servizi Eures, per la facilitazione nell’individuazione degli organismi ospitanti  Partenariato obbligatorio, già in fase di progettazione del percorso, con imprese disponibili ad accogliere i giovani; partenariato con Enti Bilaterali

32 Misure: Bonus occupazionale Modalità di attuazione  Riconoscimento di un bonus ai datori di lavoro che, sulla base dell’intermediazione dei servizi competenti, assume un giovane e lo inserisce nel proprio contesto aziendale.  Il sistema di assegnazione dei bonus è diversificato in funzione della tipologia di contratto con cui avviare l’assunzione del giovane (inseriti in un’azienda ubicata sul territorio regionale), del profiling del giovane, una volta definite le sue componenti, e delle differenze territoriali Principali attori coinvolti  Il bonus è accordato alle imprese private, aventi sede legale in Veneto oppure almeno un’unità operativa ubicata in Veneto tramite i soggetti promotori anche Enti Bilaterali.  Partenariato obbligatorio, già in fase di progettazione del percorso, con imprese che intendono inserire nuove figure professionali. BONUS ASSEGNATI IN BASE AL PROFILING DEL GIOVANE E DELLE DIFFERENZE TERRITORIALI BASSAMEDIAALTAMOLTO ALTA Contratto a tempo determinato o somministrazione superiore o uguale a 6 mesi Contratto a tempo determinato o somministrazione maggiore o uguale a 12 mesi Contratto a tempo indeterminato Bonus accordato alle imprese

33 Bando: IV Anno Formazione Iniziale Accreditati per l’Obbligo Formativo (ex allievi) Reinserimento dei giovani 15-18enni in percorsi formativi Partenariato obbligatorio con almeno un diverso Organismo di Formazione o I.P.S. che eroghi percorsi triennali di IeFP nella qualifica corrispondente al percorso di IV anno Soggetto Proponente

34 Bando: Imprendiamo Accreditati per la Formazione Superiore Sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità Partenariato con Enti Bilaterali, Università/Centri di Ricerca e eventuale partenariato (premiante) con le Banche e/o altri Istituti finanziari Soggetto Proponente

35 Bando: Work Experience A seconda delle attività, partenariato con servizi per il lavoro pubblici e privati, imprese, enti bilaterali,ecc. Soggetto Proponente Accreditati per la Formazione Superiore € Risorse destinate ai partecipanti ORIENTAMENTO specialistico o di II livello FORMAZIONE mirata all’inserimento lavorativo MOBILITÀ professionale transnazionale e territoriale + + OFFERTA DI LAVORO fabbisogno delle aziende TIPOLOGIA 1: Percorsi formativi per l’inserimento lavorativo

36 Bando: Work Experience A seconda delle attività, partenariato con enti accreditati per l’obbligo formativo, per la formazione superiore, imprese, enti bilaterali,ecc. Soggetto Proponente Servizi per il lavoro pubblici e privati accreditati € Risorse destinate ai partecipanti ACCOMPAGNAMENTO al lavoro TIROCINIO extra-curriculare MOBILITÀ professionale transnazionale e territoriale TIPOLOGIA 2: Percorsi per l’inserimento lavorativo OFFERTA DI LAVORO fabbisogno delle aziende ORIENTAMENTO specialistico o di II livello + + VOUCHER per corsi di specializzazione +

37 Soggetto Proponente: accesso alle misure 1/2 Soggetto Proponente Accreditati per la Formazione Superiore Soggetto Proponente Servizi al lavoro privati accreditati OrientamentoAccompagnamento Voucher Tirocinio Mobilità Formazione Mobilità € Risorse destinate ai partecipanti € + + Orientamento € Risorse destinate ai partecipanti

38 Soggetto Proponenti: accesso alle misure 2/2 € Risorse destinate ai partecipanti CENTRI PER L’IMPIEGO Nell’ambito dell’attività istituzionale + OrientamentoAccompagnamento Voucher TirocinioMobilità


Scaricare ppt "PIANO DI ATTUAZIONE DELLA GARANZIA GIOVANI Attuazione della Garanzia a livello regionale Piano esecutivo Regionale 2014-2020 24 Aprile 2014."

Presentazioni simili


Annunci Google