La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Etiopia. BANDIERA Adottata il 6 Febbraio 1996, l’attuale bandiera riproduce la versione del 1897 I cui colori sono diventati la base dei colori panafricani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Etiopia. BANDIERA Adottata il 6 Febbraio 1996, l’attuale bandiera riproduce la versione del 1897 I cui colori sono diventati la base dei colori panafricani."— Transcript della presentazione:

1 Etiopia

2 BANDIERA Adottata il 6 Febbraio 1996, l’attuale bandiera riproduce la versione del 1897 I cui colori sono diventati la base dei colori panafricani presenti nelle bandiere di molti altri stati africani

3 IL TERRITORIO L’Etiopia confina a est con la Somalia e il Gibuti A nord con l’Eritrea A ovest con il Sudan A sud con il Kenya Un vasto altopiano formato da depositi lavici occupa oltre metà dell’Etiopia, ed è composto principalmente da materiale eruttato da centinaia di vulcani La montagna più alta del paese, il Ras Dascian (4533 m) Nel Nord-Ovest si trova il lago Tana, da cui nasce il Nilo Azzurro Nel Nord-Est l’altopiano si abbassa nella regione di Dancalia L’alta quota mitiga il clima equatoriale e offre buone precipitazioni, soprattutto nel Nord

4 LA POPOLAZIONE L’Etiopia è fra i 17 Paesi al mondo con più di 80 milioni di abitanti L’Etiopia presenta la crescita demografica più marcata, pari al 31,21% annuo Oltre metà degli etiopi ha meno di 16 anni La città più popolosa, Addis Abeba, ospita appena il 3,6% della popolazione complessiva Nel Paese prevalgono due etnie principali: L’etnia semiticia (amariti e tigrini, circa il 42%) L’etnia cuscitica (oromo, somali e altri, 55%) Circa il 60% della popolazione è di religione cristiana e un altro 30% è di religione islamica e le lingue più parlate sono l’oromo e l’amarico

5 L’ECONOMIA L’Etiopia è fra i Paesi più poveri del mondo Il paese produce soprattutto caffè, legname e qat destinati all’esportazione Inoltre teff, orzo e grano per il consumo interno L’Etiopia dispone di un ingente patrimonio zootecnico, soprattutto bovino e ovino Il settore industriale è poco sviluppato, infatti i settori agroindustriali e tessile producono solo per soddisfare il fabbisogno interno Il sottosuolo è ricco di risorse minerarie ma ancora poco sfruttato

6 AGRICOLTURA Settore primario. Il sistema agricolo è arretrato. La terra appartiene allo stato che la cede in affitto. Nelle regioni meno elevate, a clima caldo e umido (quollá), si coltivano mais, cotone e tabacco. Negli altopiani fra i 1800 e i 2400 m (voiná degá), che sono le zone più salubri e popolate, si coltivano cereali (orzo, sorgo e una varietà di miglio, il taf) per uso alimentare interno e caffè per l’esportazione, diffuso soprattutto nelle zone di Harar, Caffa, Sidamo, Gimma, Uolleggà. Più in alto, nella degá, prevalgono i pascoli. Il patrimonio zootecnico è rilevante. Vasti possedimenti sono stati presi in affitto da società agricole straniere.


Scaricare ppt "Etiopia. BANDIERA Adottata il 6 Febbraio 1996, l’attuale bandiera riproduce la versione del 1897 I cui colori sono diventati la base dei colori panafricani."

Presentazioni simili


Annunci Google