La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

POLIGLOTTI4.EU – UN PROGETTO IDEATO DALLA PIATTAFORMA UE DELLA SOCIETÀ CIVILE PER LA PROMOZIONE DEL MULTILINGUISMO BOLOGNA, 20 OTTOBRE 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "POLIGLOTTI4.EU – UN PROGETTO IDEATO DALLA PIATTAFORMA UE DELLA SOCIETÀ CIVILE PER LA PROMOZIONE DEL MULTILINGUISMO BOLOGNA, 20 OTTOBRE 2011."— Transcript della presentazione:

1 POLIGLOTTI4.EU – UN PROGETTO IDEATO DALLA PIATTAFORMA UE DELLA SOCIETÀ CIVILE PER LA PROMOZIONE DEL MULTILINGUISMO BOLOGNA, 20 OTTOBRE 2011

2 “La diversità linguistica rappresenta una sfida per l’Europa, ma dal nostro punto di vista è una sfida gratificante.” (Amin Maaloof, Gruppo degli intellettuali per il dialogo interculturale) “La lingua dell’Europa è la traduzione.” (Umberto Eco) “Chi non parla una lingua straniera, non conosce la propria lingua.” (Johann Wolfgang von Goethe) Uwe Mohr Goethe-Instituto Brussels2

3 Il contesto Il multilinguismo è stato indicato dalla Commissione Europea come uno dei principali campi d’intervento politico “Obiettivi di Barcellona”: lingua materna più due lingue straniere Il Commissario per il multilinguismo: molto attivo nella precedente Commissione, Leonard Orban Unità del multilinguismo Il multilinguismo è ora di competenza della Direzione Generale “Istruzione e Cultura”, non più del Commissario Ciononostante, sono molte le attività nell‘ambito del multilnguismo Quadro strategico per la cooperazione europea nel settore dell’istruzione e della formazione (ET 2020) Goethe-Institut Uwe Mohr3

4 Direttive e policy papers della Commissione Europea Comunicazione della Commissione al Parlamento Europeo, al Consiglio, al Comitato Economico e Sociale Europeo e al Comitato delle Regioni : “Il multilinguismo: una risorsa per l’Europa e un impegno comune” ( ) Risoluzione del Consiglio del 21 novembre 2008 relativa a una strategia europea per il multilinguismo Goethe-Institut Uwe Mohr4

5 DIRETTIVE E REGOLAMENTI DELLA COMMISSIONE EUROPEA Conclusioni del Consiglio del 12 maggio 2009 su un quadro strategico per la cooperazione europea nel settore dell’istruzione e della formazione (ET 2020)  Nuove competenze per nuovi lavori  Nuove tecnologie, innovazione e creatività  Competenze di base: computer, lettura, matematica, scienze  Abbandono prematuro di istruzione e formazione, migranti, discenti con bisogni specifici Goethe-Institut Uwe Mohr5

6 ET 2020 –Quattro obiettivi strategici Fare in modo che l’apprendimento permanente e la mobilità diventino una realtà Migliorare la qualità e l’efficacia dell’istruzione e della formazione Promuovere l’equità, la coesione sociale e la cittadinanza attiva Incoraggiare la creatività e l’innovazione, compresa l’imprenditorialità, a tutti i livelli dell’istruzione e della formazione Goethe-Institut Uwe Mohr6

7 INDICATORI E “CRITERI DI RIFERIMENTO EUROPEI” FINO AL 2020 La percentuale di abbandoni precoci dovrà essere inferiore al 10% Almeno il 95% dei bambini tra i 4 anni e l’età dell’istruzione primaria obbligatoria dovrebbe partecipare all’istruzione della prima infanzia Attenzione speciale sarà dedicata ai seguenti temi: mobilità, occupabilità, apprendimento delle lingue (lingua materna + 2) Goethe-Institut Uwe Mohr7

8 Due modalità per la definizione dei temi e per incidere sulle politiche Metodo di coordinamento aperto tra gli Stati Membri : Due gruppi con rappresentanti dei governi di tutti gli stati membri sull’ apprendimiento precoce delle lingue e “lingua e business” Dialogo strutturato con rappresentanti della “società civile” - Piattaforme della società civile: “Piattaforma del business per il multilinguismo” (Industria, organizzazioni di datori di lavoro, sindacati, altri networks e lobbysti) “Piattaforma della società civile per il multilinguismo (istituti culturali, traduttori, apprendimento permanente, progammi per l’integrazione di migranti e soggetti socialmente svantaggiati, minoranze) Goethe-Institut Uwe Mohr8

9 Piattaforma della società civile per la promozione del multilinguismo Commissione Europea ottobre 2009 Dialogo strutturato con la società civile Obiettivo: multilinguismo in Europa nelle aree della cultura, dei media e nella promozione dell’istruzione civile Goethe-Institut Uwe Mohr9

10 TEMI E PROGETTI DELLA PIATTAFORMA organizzazioni attive in tutta l’Europa in vari campi: l’istruzione per gli adulti, l’appredimento precoce delle lingue, la cultura, la traduzione, la sottotitolazione, la terminologia, le minoranze, il lavoro sociale, i migranti, gli scrittori, il teatro, i media, la certificazione, i corsi di lingua Settore non-governativo, tutto ciò che resta fuori dal sistema ufficiale di istruzione = “società civile”, istruzione non istituzionale Gruppi di lavoro Presidenza: EUNIC in Brussels, Uwe Mohr Traduzione e terminologia Istruzione Diversità linguistica e inclusione sociale Pianificazione e politiche linguistiche Goethe-Institut Uwe Mohr10

11 TEMI E PROGETTI DELLA PIATTAFORMA Traduzione vs. multilinguismo Nuovi strumenti informatici, software per facilitare il multilinguismo Apprendimento fin dalla prima infanzia di una/due lingua/e straniera/e Apprendimento delle lingue per i disoccupati (nuove abilità per nuove occupazioni) Inclusione sociale per mezzo del multilinguismo (“best practices”, dimostrazioni concrete dei benefici nelle situazioni quotidiane: ospedali, scuole, negozi, autisti di autobus) Goethe-Institut Uwe Mohr11

12 TEMI E PROGETTI DELLA PIATTAFORMA Multilinguismo nella comunità in rete (Facebook ecc.) Motivazione e communicazione Attività di lobby Edutainment (istruzione per adulti) Sottotitolaggio Etichetta per il multilinguismo (sigillo di qualità per comuni, amministrazioni, organizzazioni, imprese, attrazioni turistiche) Goethe-Institut Uwe Mohr12

13 RACCOMANDAZIONI POLITICHE CSPM La politica linguistica della UE è ancora piena di lacune; abisso tra intenzioni e pratica Inchieste CSPM in tutti campi della società civile: raccomandazioni L’istruzione multilingue dovrebbe essere una regola (lingua materna + 2 lingue straniere) Goethe-Institut Uwe Mohr13

14 RACCOMANDAZIONI POLITICHE CSPM Ampia difusione per mezzo dell’apprendimento integrato delle lingue straniere e nella scuola elementare Creazione e sviluppo di possibilità di apprendimento informale fuori delle aule scolastiche Maggiore appoggio agli immigrati per imparare  incentivazione dell’integrazione e della coesione sociale Goethe-Institut Uwe Mohr14

15 RACCOMANDAZIONI POLITICHE CSPM Migliorare le competenze linguistiche delle organizzazioni pubbliche Introduzione di solidi corsi di studio Sviluppo delle opportunità per la mobilità Goethe-Institut Uwe Mohr15

16 RACCOMANDAZIONI POLITICHE CSPM La traduzione non dovrebbe essere considerata come la seconda migliore soluzione (superamento delle frontiere linguistiche e culturali) Miglioramento delle condizioni di lavoro dei traduttori Affinare la conoscenza dei politici, pedagoghi e genitori riguardo il multilinguismo Goethe-Institut Uwe Mohr16

17 RACCOMANDAZIONI POLITICHE CSPM Sviluppare una politica linguistica che osservi l’uso della lingua e garantisca una equiparazione delle diverse lingue CSPM permanente come luogo di dialogo 07/04/2015Goethe-Institut Uwe Mohr17

18 Incentivazione del multilinguismo in Europa Risultato delle consulte CSPM: creazione osservatorio linguistico online Scrittura di rapporto sulle “Best Practices” nella politica e nell’apprendimento linguistici Finanziato dal programma di educazione per l’apprendimento permanente dell’Unione Europea (LLP) Goethe-Institut Uwe Mohr18

19 PARTNER Goethe-Institut Uwe Mohr19

20 Per chi? Politici Società civile Enti sociali e di utilità pubblica Alunni/Studenti Docenti Goethe-Institut Uwe Mohr20

21 Obiettivi Acquisire dati sul multilinguismo e analizzarli Elaborare un catalogo con gli strumenti del multilinguismo Sensibilizzare l’opinione pubblica verso una politica del multilinguismo Consigliare i politici nello sviluppo e nella realizzazione di politiche linguistiche Diffondere le “best practices” tramite i contatti dei politici Goethe-Institut Uwe Mohr21

22 OUTPUT Osservatorio linguistico multilingue in rete Piattaforma di discussione per alunni, docenti, società civile, enti sociali e di utilità pubblica e politici sulle politiche del multilinguismo Goethe-Institut Uwe Mohr22

23 OUTPUT Esempi di “best practices”: incitare i politici a creare migliori condizioni per progetti sul multilinguismo Informazioni sicure sul mutlilinguismo per i politici Strumenti per parlare del multilinguismo (Blog) Goethe-Institut Uwe Mohr23

24 OUTPUT Catalogo con gli strumenti del multilinguismo Banca dati con notizie, documenti ed eventi Incentivazione dello scambio di idee Significato del multilinguismo per l’Europa Possibilità di incentivo alla base Goethe-Institut Uwe Mohr24

25 SOSTENIBILITÀ Osservatorio linguistico in rete anche 5 anni dopo la fine del progetto (garantito da EUNIC) Ambasciatore + associati della Piattaforma della Società rimarranno impegnati Conoscenze tecniche dei partner del progetto rimarranno disponibili Rafforzamento di reti di esperti che lavorano in tutta l’Europa per il multilinguismo Goethe-Institut Uwe Mohr25

26 Goethe-Institut Uwe Mohr26

27 CONTATTO Uwe Mohr Direttore del dipartimento linguistico con coordinamento regionale per l’Europa del Sud Ovest Goethe-Institut Brussels 58, rue Belliard BE Bruxelles Tel Fax Goethe-Institut Uwe Mohr27


Scaricare ppt "POLIGLOTTI4.EU – UN PROGETTO IDEATO DALLA PIATTAFORMA UE DELLA SOCIETÀ CIVILE PER LA PROMOZIONE DEL MULTILINGUISMO BOLOGNA, 20 OTTOBRE 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google