La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNIVERSITA’ DI MODENA E REGGIO EMILIA Medicina di Comunità Prof. Maria Angela Becchi I Servizi di Assistenza Primaria CdL in Medicina e Chirurgia 5° anno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNIVERSITA’ DI MODENA E REGGIO EMILIA Medicina di Comunità Prof. Maria Angela Becchi I Servizi di Assistenza Primaria CdL in Medicina e Chirurgia 5° anno."— Transcript della presentazione:

1 UNIVERSITA’ DI MODENA E REGGIO EMILIA Medicina di Comunità Prof. Maria Angela Becchi I Servizi di Assistenza Primaria CdL in Medicina e Chirurgia 5° anno a.a

2 In Italia c’è distinzione fra: Finanziamenti: FSR Gestione: Aziende Sanitarie Attività: assistenza sanitaria + sociale Sede: Distretti Finanziamenti: Fondo Sanitario Nazionale/Regionale Gestione: Aziende Sanitarie pubbliche e private accreditate Attività: assistenza sanitaria (prevenzione, diagnosi, cura, riabilitazione) Sede: Distretti e Ospedali Finanziamenti: Fondo Sociale Nazionale/Regionale Gestione: Comuni Attività: assistenza sociale (aiuto alla persona, contributi economici, trasporti, inserimento sociale e lavorativo di disabili, tutela sociale e giuridica delle fasce deboli, adozioni e affido…) Sede: Circoscrizioni comunali

3 Aziende Sanitarie 1.Ospedali (Presidi di AUSL e AOA) 2. Dipartimento di Cure Primarie 4. Dipartimento di Sanità Pubblica 3. Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche Strutture territoriali Reparti ospedalieri 5. Strutture private accreditate 1.Aziende Sanitarie (AUSL) 2. Aziende Ospedaliere Autonome (AOA)

4 Dipartimenti ospedalieri Dipartimento di Cure Primarie Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche Dipartimento di Sanità Pubblica Servizi sociali 1.aiuto alla persona 2.contributi economici 3.trasporti 4.inserimento sociale e lavorativo di disabili 5.tutela sociale e giuridica delle fasce deboli 6.adozioni e affido

5 Distretti: Assistenza primaria/Cure Primarie Ospedali: Assistenza secondaria/Cure Specialistiche Ospedali ad alta specializzazione: Assistenza terziaria LEA 1 Prevenzione collettiva (5% FSN, 4.5%FSR) LEA 2 Assistenza Distrettuale-ASP (49.5% FSN, 51.5% FSR) LEA 3 Assistenza Ospedaliera (45.5% FSN, 44% FSR) Assistenza sanitaria Assistenza socio-sanitaria Ambulatori Domicili dei pazienti Residenze (RSA, RP, Hospice) Semiresidenze (CD) Istituti penitenziari (DPCM ) Ospedali

6 Sinonimi: cure primarie, assistenza di 1° livello, assistenza sanitaria primaria, assistenza territoriale,. E’ erogata nei Distretti/Dipartimenti di Cure Primarie in regime ambulatoriale, domiciliare, residenziale e semiresidenziale E’ assistenza sanitaria (medica, infermieristica, riabilitativa, psicologica….) e sociale Sinonimi: assistenza di 2° livello, ospedaliera. E’ erogata negli Ospedali/Reparti (Aziende ospedaliere e Presidi ospedalieri di Aziende USL) E’ assistenza prevalentemente sanitaria (medica, infermieristica, riabilitativa) e solo in parte socio- assistenziale (OSS) Sinonimi: assistenza di 3° livello, ospedaliera di alta specializzazione. E’ erogata negli Ospedali/Reparti di eccellenza (Unità spinali, Centro trapianti, Trauma center...) E’ assistenza solo sanitaria (medica, infermieristica, riabilitativa)

7 Assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro LEA 1 Assistenza Distrettuale LEA2 Assistenza Ospedaliera LEA3 Profilassi delle malattie infettive e diffusive, Tutela dei rischi da inquinamento ambientale, Tutela dei rischi in ambienti di vita e lavoro, Sanità pubblica veterinaria, Tutela igienico-sanitaria degli alimenti, Attività di prevenzione alla persona (vaccinazioni, diagnosi precoce) Assistenza sanitaria di base, Emergenza sanitaria territoriale, Assistenza farmaceutica, Assistenza specialistica ambulatoriale, Assistenza protesica, Assistenza territoriale ambulatoriale e domiciliare, Assistenza territoriale residenziale e semiresidenziale, assistenza termale Pronto soccorso, Degenza ordinaria (per acuti), Day Hospital e Day Surgery, Ospedalizzazione a domicilio (modelli regionali), Riabilitazione, Lungodegenza, Servizio trasfusionale, Trapianto organi Finanziamenti per:

8 Assistenza socio- sanitaria DPCM Assistenza domiciliare, ambulatoriale, residenziale, semiresidenziale per: area materno-infantile, disabili, anziani e persone non autosufficienti con patologie cronico-degenerative, dipendenze da droghe, alcool e farmaci, patologie psichiatriche, patologie da HIV, patologie terminali Assistenza penitenziaria DPCM Assistenza negli Istituti penitenziari garantita da SSN/SSR/AUSL: attività di promozione della salute, prevenzione, diagnosi, cura, riabilitazione (LEA 1 e LEA2) attraverso la collaborazione dei Servizi di Salute mentale e dipendenze patologiche, Cure Primarie, sanità Pubblica

9 Attività di promozione della salute e di mantenimento delle capacità residue, di prevenzione (1°, 2°, 3°), diagnosi, cura, riabilitazione Le prestazioni sanitarie sono finanziate dal SSN

10 Attività di sostegno (supporti economici, abitativi, di aiuto alla persona) alle aree sociali deboli in difficoltà: famiglie problematiche, bambini, adolescenti, adulti, anziani, disabili, dipendenti, immigrati, emarginati sociali... Le prestazioni sociali sono finanziate dai Comuni con eventuale partecipazione alla spesa da parte dell’Utente

11 Attività nei confronti di pazienti non autosufficienti per i quali risulta inscindibile la assistenza sanitaria da quella sociale Sono erogate in regime domiciliare (ADI), Residenziale (RSA, CP) e semiresidenziale (CD) Le prestazioni socio-sanitarie sono finanziate dalle ASL con eventuale partecipazione alla spesa da parte degli Utenti, secondo criteri prestabiliti in ambito regionale

12 Integrazione fra attività sanitarie e attività di protezione sociale attuate da Equipe socio- sanitarie nei confronti di pazienti non autosufficienti per i quali risultano inscindibili cura e assistenza Successione delle prestazioni sanitarie e delle azioni di protezione sociale erogate da Servizi fra loro collegati (Servizi in rete) per rispondere ai bisogni sociali e sanitari del Paziente, dal momento della emergenza del bisogno fino all’esaurimento dello stesso

13 Servizi sanitari e socio-sanitari di 1° livello (servizi distrettuali), di 2° e 3° livello (servizi ospedalieri) e servizi sociali fra loro collegati in modo funzionale (Procedure) Garantire continuità assistenziale ai pazienti ed appropriatezza delle prestazioni erogate da professionisti diversi ed a diversi regimi assistenziali Pazienti che mostrano bisogni complessi di salute di tipo acuto o cronico Modello “Nodi e Maglie” per tutti i servizi Modello “Hub-Spoke” per Ospedali

14 (Mozzo-Raggi) Ospedali di eccellenza (3° livello): elevata tecnologia e bassi volumi di attività. Sono in numero limitato e in ambito Regionale Aree: Cardiochirurgia, Neurochirurgia, Trapianti, Grandi ustioni, Traumi, Cure intensive perinatali, Emergenze-Urgenze, Riabilitazione Ospedali di minore specializzazione (2° livello): tecnologia normale e alti volumi di attività. Sono in numero più elevato e in ambito Provinciale

15 Centri di produzione delle prestazioni: servizi degli Ospedali (Hub-Spoke) e servizi dei Distretti (118, servizi ambulatoriali, domiciliari, residenziali, semiresidenziali) Collegamenti funzionali: mobilità dei pazienti e degli operatori secondo Procedure H Spoke H Hub Distretto 118 Residenza AD

16 Servizi in Rete Assistenza primaria ambulatoriale (MG, PLS) Emergenza sanitaria territoriale Assistenza specialistica ambulatoriale (MS) Assistenza farmaceutica, integrativa e protesica Assistenza Domiciliare (ADP, ADI,SADI,SAD) Assistenza Residenziale e Semiresidenziale Assistenza ospedaliera Cittadino

17 Assistenza territoriale residenziale e semiresidenziale Assistenza ospedaliera (Reparti per acuti, Diagnosi e Cura) Assistenza farmaceutica, integrativa e protesica Ospedale nella Rete Ricovero da Medico di Assistenza primaria (MG, PLS) o di Specialistica ambulatoriale (SERT…..) Ricovero da Emergenza sanitaria territoriale, TSO Ricovero autonomo Assistenza Domiciliare (ADP, ADI,SADI,SAD) Lungodegenza- Degenza Post Acuzie

18 Distretto Sanitario Articolazione territoriale della Azienda Sanitaria Assicura alla popolazione servizi sanitari e socio-sanitari di 1° livello e l’accesso ai servizi di 2° e 3° livello Nella AUSL di Modena vi sono 7 Distretti: Modena, Castelfranco E, Sassuolo, Vignola, Pavullo, Carpi, Mirandola

19 Assistenza di base: scelta e revoca del MMG, PLS, esenzioni ticket, assistenza integrativa e protesica Punto Unico di Accesso (PUA): ricezione segnalazioni DOP, ADI, RSA, CP Medicina e pediatria generale, guardia medica Medicina specialistica ambulatoriale Assistenza domiciliare integrata Pediatria di Comunità Consultori (familiari, per demenze) Assistenza anziani: residenze (RSA, RP), semiresidenze (CD) Assistenza farmaceutica, integrativa e protesica Assistenza psichiatrica ambulatoriale (CSM), domiciliare Assistenza psichiatrica residenziale (RTI, RTP, RSR) e semiresidenziale (CD) Assistenza alle tossicodipendenze (SERT) Assistenza di Neuropsichiatria infantile Assistenza di Psicologia clinica Medicina preventiva individuale: vaccinazioni Medicina dello sport Medicina del lavoro Medicina legale + Servizi di tutela sanitaria ambientale, degli alimenti, degli ambienti di vita e lavoro Medicina veterinaria

20 Destinatari: persone parzialmente o totalmente non autosufficienti che vivono sole o in famiglie con difficoltà a farsi carico delle necessità assistenziali del congiunto Prestazioni: assistenza tutelare: aiuto nella igiene della persona, cura della casa, cura della alimentazione (fare la spesa, preparazione pasti, consegna pasti a domicilio), disbrigo pratiche burocratiche Luogo di segnalazione: Servizi Sociali dei Comuni, Circoscrizioni (Modena), PUA (Punto Unico di Accesso alle Cure Domiciliari) Attivazione del servizio: AS, dopo valutazione bisogno in H o a domicilio Professionisti coinvolti: AS, OSS dei Comuni o di Cooperative convenzionate Valutazione del P: AS in H (se il paziente è degente) o a domicilio Costi: senza oneri le prime prestazioni (per insegnare alla famiglia) poi partecipazione alla spesa della famiglia in proporzione al reddito

21 Destinatari: pazienti con bisogni di nursing infermieristico Prestazioni: gestione di cateteri (CV, CVC), stomie, apparecchi per respirazione assistita, terapie infusionali, terapie del dolore, nutrizione artificiale, medicazione piaghe decubito, ulcere… Luogo di Segnalazione: PUA (Punto Unico di Accesso alle Cure Domiciliari) che provvede ad organizzare gli accessi a domicilio Valutazione del P: a domicilio da IP del SADI Professionisti coinvolti: IP territoriali Attivazione del servizio: MMG, AS Costi: Azienda USL * Nella Regione E-R è associata alla assistenza medica=ADI

22 Destinatari: pazienti con problemi di assistenza medica + nursing infermieristico (e/o riabilitazione estensiva) Prestazioni: visita medica + nursing infermieristico e/o prestazioni di riabilitazione Luogo di Segnalazione: PUA Valutazione del P: a domicilio da MMG (o MF) + IP con stesura del PAI (*) Professionisti coinvolti: MMG, IP, (+ TR) Attivazione del servizio: MMG Costi: AUSL Destinatari: pazienti con problemi di assistenza medica + nursing infermieristico (e/o riabilitazione estensiva) + assistenza tutelare Prestazioni: mediche + infermieristiche + tutelari Luogo di Segnalazione: PUA Valutazione del P: a domicilio da MMG (e/o MF) + IP territoriale + AS del Comune con stesura del PAI (*) Attivazione del servizio: MMG Professionisti coinvolti: MMG, IP (e/o TR), AS, OSS Costi: AUSL + Famiglia in relazione al reddito * Se il paziente è in H e ci sono dubbi nella attivazione dell’ADI (problemi sanitari, assistenziali, familiari), viene attivata la UVG

23 Patologie croniche stabilizzate con necessità di monitoraggio sanitario (MMG, IP) o socio-sanitario (MMG, OSS) integrato Medico e IP : 1 accesso ogni g OSS: 1-5 accessi a settimana (se richiesto) Periodo di presa in carico: lungo (> 12 mesi) RdC: AS o IP ADI sanitaria e ADI socio-sanitaria sono classificate in 3 livelli assistenziali

24 Patologie croniche e pluripatologie con rischio di riacutizzazioni Medico 1 accesso ogni 7-15 g IP : accessi al bisogno OSS: 1-5 accessi a settimana (se richiesto) Periodo di presa in carico: medio lungo (> 6 mesi) Possibilità di ricoveri-sollievo RdC: IP

25 Patologie in fase terminale Patologie con ISM elevato, frequenti riacutizzazioni o scompensi Medico: 2 o più accessi a settimana, reperibilità diurna IP : accessi al bisogno, anche giornalieri MS: al bisogno OSS: 1-5 accessi a settimana (se richiesto) Periodo di presa in carico: breve (2-4 mesi) Possibilità di ricoveri-sollievo RdC: MMG

26 Struttura: Residenza Sanitario-Assistenziale di Riabilitazione (RSA-R) Destinatari: pazienti non autosufficienti con necessità di riabilitazione motoria o psichiatrica estensiva Prestazioni: mediche + riabilitative + infermieristiche + socio-assistenziali Luogo di Segnalazione: PUA Valutazione del P: UVG (Geriatra + Infermiere + AS) o UVM (altro MS) Attivazione del servizio: Medico di UVG/UVM Tempi di ricovero: 1 mese rinnovabile fino a 3 Costi: AUSL (1 mese), poi contributo dalla F per prestazioni alberghiere

27 Struttura: Residenza Sanitario-Assistenziale ad elevata intensità sanitaria (RSA ad elevata intensità sanitaria) Destinatari: pazienti con patologie complesse non autosufficienti e con necessità di assistenza sanitaria e assistenziale continuativa Prestazioni: mediche + infermieristiche + palliative + socio-assistenziali Luogo di Segnalazione: PUA Valutazione del P: UVM (altro MS + IT+ AS) Attivazione del servizio: Medico di UVM Tempi di ricovero: 1 mese rinnovabile fino a 3 Costi: AUSL (1 mese), poi contributo dalla F per prestazioni alberghiere

28 Struttura: Residenza Sanitario-Assistenziale sollievo (RSA-S) Destinatari: pazienti non autosufficienti le cui famiglie chiedono un periodo di tempo per organizzare la assistenza (es. post dimissioni da H) o un periodo di pausa dal carico assistenziale sostenuto Prestazioni: mediche e/o riabilitative e/o infermieristiche e/o socio- assistenziali Luogo di Segnalazione: PUA Valutazione del P: UVG (MG + IP + AS) o AS per problemi solo tutelari Attivazione del servizio: UVG, AS (per problemi solo tutelari) Tempi di ricovero: 1 mese prorogabile fino a 3 Costi: subito partecipazione alla spesa della Famiglia in relazione al reddito

29 Struttura: RSA-S Destinatari: pazienti con demenza associata a disturbi comportamentali Prestazioni: tutelari, ricreative, socializzazione Luogo di Segnalazione: PUA Valutazione del P: UVG (MG + IP + AS) Attivazione del servizio : UVG Tempi di ricovero: da 2 a 12 mesi Costi: subito partecipazione alla spesa della Famiglia in relazione al reddito

30 Struttura: Residenza Sanitario-Assistenziale a prevalente componente assistenziale (Residenza Protetta) Destinatari: pazienti non autosufficienti con necessità di lungoassistenza Prestazioni: tutelari + infermieristiche + mediche al bisogno + ricreative e di socializzazione Luogo di Segnalazione: PUA Valutazione del P: UVG o AS Attivazione del servizio: AS Costi: partecipazione alla spesa della Famiglia in relazione al reddito

31 Previsione della assistenza a breve, medio e lungo termine Regimi di Assistenza territoriale ObiettiviDurataCosti Residenza Sanitaria Assistenziale di Riabilitazione (RSA-R) Riabilitazione motoria o psichiatrica estensiva Breve termine (1-3 mesi) 1 mese a carico di SSR Poi partecipazione di Famiglia Residenza Sanitaria Assistenziale ad elevata intensità sanitaria (RSA-S) assistenza sanitaria e assistenziale temporanea (sollievo) Breve termine (1-3 mesi) 1 mese a carico di SSR Poi partecipazione di Famiglia Residenza Sanitaria Assistenziale a prevalente componente assistenziale (Residenza Protetta RP) Assistenza sanitaria e assistenziale continuativa Medio termine (2-6 mesi) o lungo termine (6-12 mesi) prolungabile Partecipazione di Famiglia Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) Assistenza sanitaria e assistenziale continuativa Lungo termine (6-12 mesi) prolungabile SSR, fatta eccezione di OSS

32 Destinatari: anziani parzialmente non autosufficienti che vivono in famiglia Prestazioni: tutelari, somministrazione pasti, ricreative, socializzazione Tempi di permanenza: ½ giornata o giorno intero Luogo di Segnalazione: PUA Valutazione del P: AS o UVG (se in H) Attivazione del servizio : AS Costi: partecipazione alla spesa della Famiglia in relazione al reddito e alle fasce orarie di utilizzo

33 Destinatari: pazienti con demenza e disturbi comportamentali di lieve-media entità che vivono in famiglia Prestazioni: tutelari, somministrazione pasti, ricreative, socializzazione Tempi di permanenza: ½ giornata o giorno intero Luogo di Segnalazione: PUA Valutazione del P: AS o UVG Attivazione del servizio :AS Costi: partecipazione alla spesa della Famiglia in relazione al reddito e alle fasce orarie di utilizzo

34 Che cosa è: indennità mensile (480 € /mese) erogata con fondi statali (INPS) per persone bisognose di assistenza continua per le attività della vita giornaliera e/o non in grado di camminare autonomamente Chi ne ha diritto: persone non autosufficienti (riconosciuti invalidi civili al 100%) non vincoli di età e reddito, attività lavorativa (Es. ciechi assoluti, malati in terapia DH non autonomi, sindrome Down, Alzheimer, epilessia) Valutazione del P: commissione medica della AUSL Luogo di Segnalazione: Ufficio Invalidi Civili del Distretto direttamente o tramite un Ente di Patronato Attivazione del servizio: la domanda viene inoltrata dalla famiglia su Modulo ministeriale con allegato un certificato rilasciato (a pagamento) dal MMG

35 Che cosa è: contributo (di ammontare variabile in relazione al reddito) erogato con fondi comunali alle famiglie che assistono in casa anziani non autosufficienti, direttamente o come voucher per acquisto di servizi privati Chi ne ha diritto: persone non autosufficienti assistite a domicilio Valutazione del P: AS o UVG in base al reddito Luogo di Segnalazione: Servizio sociale comunale, PUA Attivazione del servizio :AS

36 Chi ne ha diritto: cecità e sordità civile, handicap e disabilità Quali sono: assegno di invalidità (ordinario e parziale), pensione di invalidità, assegno di accompagnamento (invalidità 100%) Altre agevolazioni: esenzione ticket sanitario (per invalidità), assistenza protesica gratuita, agevolazioni fiscali (detraibilità spese per assistenza, presidi, e ausili, non pagamento bollo auto, contributi per modifica strumenti guida) agevolazioni per familiari (permessi, congedi lavorativi) inserimento scolastico e lavorativo Chi ne ha diritto: lavoratori che subiscono un infortunio o contraggono malattia a causa del lavoro. Il grado di invalidità può variare fra 11% e 100% Quali sono: rendita mensile di invalidità (INAIL)

37 Strutture: ambulatori nei Distretti Operatori: Psichiatri, Infermieri, Tecnici della riabilitazione psichiatrica Attività: diagnosi, cura, riabilitazione delle patologie psichiatriche Accesso: diretto Operatori: Psichiatri, Infermieri, Tecnici della riabilitazione psichiatrica Attività: diagnosi, cura, riabilitazione delle patologie psichiatriche Accesso: previa valutazione psichiatrica Ambulatori pubblici, Residenze e Semiresidenze private accreditate, Appartamenti protetti, Laboratori Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura (SPDC in Presidi di AUSL), Strutture private accreditate di Diagnosi e Cura (Villa Igea, Villa Rosa per AUSL Modena), DH

38 Strutture private accreditate: Operatori: Psichiatri, Infermieri, Tecnici della riabilitazione psichiatrica Attività: trattamento terapeutico intensivo (Residenze TI e Residenze TI specialistiche: alcologiche, droghe, degenza 1-3 mesi), trattamento terapeutico protratto (Residenze TP, degenza 6-12 mesi) e trattamento socio-riabilitativo (Residenze SR, degenza > 12 mesi) Accesso: previa valutazione psichiatrica Strutture: pubbliche residenziali Operatori: Tecnici della riabilitazione psichiatrica OSS, Attività: riabilitative di lungoassistenza per pazienti psichiatrici stabilizzati privi di supporto familiare Accesso: previa valutazione psichiatrica Strutture:private accreditate Operatori: Psichiatri, Tecnici della riabilitazione psichiatrica, Educatori Attività: reinserimento lavorativo e sociale Accesso: previa valutazione psichiatrica Strutture private accreditate Operatori: Psichiatri, Infermieri, Tecnici della riabilitazione psichiatrica Attività: riabilitative estensive terapeutico-riabilitative e socio- riabilitative Accesso: previa valutazione psichiatrica

39 Operatori:Psichiatri, Educatori, Infermieri Attività: prevenzione, diagnosi e cura, disassuefazione, riabilitazione delle dipendenze (droghe, alcool, fumo) Strutture: ambulatori pubblici, residenze private accreditate per disassuefazione (RTI Villa Igea per disassuefazione da droghe, RTI Villa Rosa per disassuafazione alcolica), residenze e semiresidenze private accreditate per riabilitazione (RSR CEIS, Angolo) Accesso: diretto (ambulatoriale), previa valutazione (residenziale e semiresidenziale) Operatori: Neuropsichiatri infantili, Infermieri, Educatori Attività:diagnosi, cura riabilitazione delle disabilità di origine neurologica, genetica, dismetabolica, dei disturbi dello sviluppo psichico, cognitivo, dell’ apprendimento scolastico Strutture:ambulatori Accesso:diretto Operatori:psicologi Attività:counselling, psicoterapia, consulenza nei settori di “tutela minori, terapia familiare, psicologia ospedaliera, adolescenza” Strutture:ambulatori del DCP, DSM, H Accesso:segnalazione da parte dei servizi


Scaricare ppt "UNIVERSITA’ DI MODENA E REGGIO EMILIA Medicina di Comunità Prof. Maria Angela Becchi I Servizi di Assistenza Primaria CdL in Medicina e Chirurgia 5° anno."

Presentazioni simili


Annunci Google