La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

P EDAGOGIA SPERIMENTALE Docente Dott.ssa Antonia Stefanelli a.a.2011-2012 Università degli Studi Firenze Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "P EDAGOGIA SPERIMENTALE Docente Dott.ssa Antonia Stefanelli a.a.2011-2012 Università degli Studi Firenze Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea."— Transcript della presentazione:

1 P EDAGOGIA SPERIMENTALE Docente Dott.ssa Antonia Stefanelli a.a Università degli Studi Firenze Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Fisioterapia

2 FISIOTERAPIA AREA ORTOPEDICA CINESIOLOGI A SPECIALE NEUROLOGIA ORTOPEDIA BIOMECCANICA CINESIOLOGICA ANATOMIA NEUROANATOMIA FISIOLOGIA PEDAGOGIA SPERIMENTALE NEUROFISIOLOGIA FISIOTERAPIA AREA NEUROLOGICA FISIOTERAPIA AREA CARDIO_RESP FISIOTERAPIA AREA INFANTILE TIROCINI

3 IL TIROCINIO: LAPPRENDIMENTO NASCE DALLA SUA COSTRUZIONE

4 Passare da un contesto formativo, spesso esterno a una comunità di pratiche di lavoro,implica un complesso processo di adattamento. Segue quella che può essere definita una pratica riflessiva, che porta a poco a poco ad accumulare adeguata esperienza, sulla quale innestare un processo di sempre maggiore consapevolezza critica, di concettualizzazione e di confronto con quanto era già posseduto prima di affrontare il nuovo contesto.

5 UN MODELLO DI APPRENDIMENTO PER TRANSIZIONE La transizione dellapprendimento allapprendimento, si realizza quando le conoscenze ottenute nellaula o in organizzazioni, si applicano e si esperenzano nel contesto di tirocinio. Il ruolo del Tutor, diventa fondamentale, non solo per la capacità di affrontare la nuova situazione del tirocinante, al fine di trasferire le competenze necessarie ad affrontarla,ma anche della sua disponibilità affettiva, motivazionale, volitiva a farlo E altrettanto coinvolta una capacità di tipo analitico- prospettico per individuare quali risorse e modalità per affrontare la sfida incontrata.

6 PRENDERSI CURA PER UNA MALATTIA VUOL DIRE PRENDERSI CURA DELLA PERSONA NELLA SUA INTEREZZA E NON SOLO DELLORGANO MALATO E QUESTO COMPORTA E QUESTO COMPORTA APPROCCIO CULTURALE DEGLI OPERATORI MECCANISMI OPERATIVI E MODELLI ORGANIZZATIVI

7 Ambito CURA e RIABILITAZIO NE IDENTIFICARE LE NECESSITA DI CURA E RIABILITAZIONE RACCOLTA DATI e ESAMI FORNIRE CONSULENZA VALUTAZIONE VERIFICARE IL RISULTATO REALIZZARE LINTERVENTO PIANIFICARE INTERVENTO CURA E RIABILITAZIONE PROGNOSI FUNZIONALE DIAGNOSI FISIOTERAPICA OBIETTIVIOBIETTIVIOBIETTIVIOBIETTIVI ABABIILLIITATAededATTEGGIAMENTATTEGGIAMENTIIABABIILLIITATAededATTEGGIAMENTATTEGGIAMENTIIILII

8 Negoziazione e gestione dei conflitti Comunicazione e collaborazione interpersonale Comunicazione con il paziente e care-givers AMBITO COMUNICAZIONE E RELAZIONE OBBIETTIVIABILITAATTEGGIAMENTI

9 PRENDERSI CURA è essere in grado di: valutare la Persona valutare la Persona formulare la diagnosi e la prognosi fisioterapica formulare la diagnosi e la prognosi fisioterapica definire e pianificare lintervento fisioterapico definire e pianificare lintervento fisioterapico oggettivare la malattia oggettivare la malattia assumere atteggiamenti professionali nel rispetto del codice deontologico assumere atteggiamenti professionali nel rispetto del codice deontologico instaurare una relazione efficace con la persona assistita, con i familiari e lequipe instaurare una relazione efficace con la persona assistita, con i familiari e lequipe ascoltare ( una funzione cognitiva ed emotiva che permette di capire cosa cè stato detto diversamente dalludire, che è un atto fisico di riconoscimento di suoni) ascoltare ( una funzione cognitiva ed emotiva che permette di capire cosa cè stato detto diversamente dalludire, che è un atto fisico di riconoscimento di suoni)

10 ALLA BASE UNA BUONA COMUNICAZIONE Finalizzata a raccogliere e restituire informazioni (Rogers 1942)

11 ASCOLTO ATTIVO ( silenzio, tecniche di continuazione,facilitazioni paraverbali [ Mmh…]) PORRE DOMANDE (tecnica di eco ) PORRE DOMANDE (tecnica di eco Così come per le domande aperte, anche per la tecnica di eco lasciare che sia il paziente a portare informazioni, contenuti, ricostruzioni della situazione di disagio.) LINGUAGGIO ADEGUATO (tecniche della parafrasi, ricapitolazione, riformulazione) Es. Parafrasi (ad esempio, "Se ho capito bene, mi ha detto che il dolore al ginocchio è comparso dopo una distorsione...") Brevi ricapitolazioni (ad esempio, "Dunque abbiamo detto del dolore è comparso dopo una distorsione scendendo lultimo scalino e poi mi sembra che il medico le abbia ordinato un esame RM..) ESPRESSIONI EMPATICHE (Mi sembra abbia vissuto una brutta giornata, vedrà che noi sapremo starle vicino..) Interventi di legittimazione (ad esempio, "Tutti sarebbero altrettanto spaventati...")

12 FASE FINALE – CAPACITA DI ORIENTAMENTO Focusing (ad es : Signor Mauro mi ascolti..) _Focusing (ad es : Signor Mauro mi ascolti..) Categorizzazioni (ad esempio, "Adesso le spiego come dovrà muovere la gamba…) Sintesi : allora abbiamo detto che dovrà tornare dal suo medico … Feedback (ad esempio, "... È tutto chiaro?"

13 METACOMUNICAZIONE Meta vuol dire sopra, metacomunicazione sta a indicare una comunicazione su un atto di comunicazione Metacomunicare è quellazione che fa uscire lemittente dal piano di contenuto e lo fa entrare nel piano di relazione, in cui viene esplicitato il COME SI PARLA, COME CI SI RELAZIONA - comprende quello che voglio dire?..

14 METACOMUNICAZIONE Franceschini (1998) definisce gli atti metacomunicativi come atti discorsivi con i quali i parlanti tematizzano fatti dellevento comunicativo in cui sono integrati, aventi lobbiettivo di assicurare ladeguatezza della propria attività comunicativa verbale e quella della reazione dellinterlocutore

15 ARTE DI ASCOLTARE Alcune tra le sette regole dellarte di ascoltare : le emozioni sono strumenti conoscitivi fondamentali, se sai comprendere il loro linguaggion non ti informano su cosa vedi, ma su come guardi, il loro codice È relazionale e analogico Se vuoi comprendere quel che un altro sta dicendo, devi assumere che ha ragione e chiedergli di aiutarti a vedere le cose e gli eventi dalla sua prospettiva Per diventare esperto nellarte di ascoltare devi adottare una metodologia umoristica, ma quando hai imparato, lumorismo viene da se ( Sclavi 2003)

16 CREARE LE CONDIZIONI PER UNA BASE COMUNE(De Sario,2005) ORIENTAMENTO ALLE EMOZIONI: Strumento di base, acquisibile in modo formale o informale, indirizzato a risolvere il problema dellinserimento adeguato dellindividuo in contesti lavorativi particolari e del suo mantenimento in una posizione attiva di gestione efficace dei compiti assegnatigli.

17 Mamma ascoltami dentro gli occhi Mamma ascoltami dentro gli occhi ORIENTAMENTO ALLE EMOZIONI: essere autoconsapevoli, osservare se stessi e riconoscere i propri sentimenti e la relazione tra pensieri e reazioni; essere autoconsapevoli, osservare se stessi e riconoscere i propri sentimenti e la relazione tra pensieri e reazioni; Controllare i sentimenti, trovare controllo delle paure e delle ansie;Controllare i sentimenti, trovare controllo delle paure e delle ansie; Essere empaticiEssere empatici Essere aperti,costruire fiducia nei rapporti;Essere aperti,costruire fiducia nei rapporti;

18 ANALISI CRITICA Interruzione della routine Consapevolez za della dissonanza Narrativa Riconosciment o e descrizione della situazione/eve nto Implicazioni Decisioni, nuove domande, cambiamento Contesto relazionale, Interattivo,app rendimento SCENARIO TOTALITA DELLESPERIENZA

19 Interruzione della routine - Creazione di uno squilibrio che può essere progettato per portare alla ricerca di un punto di vista alternativo Inciampa pure così rifletti (Argyris 1991) -Mettere in discussione modelli mentali e mappe cognitive -Dissonanza cognitiva - consonanza cognitiva -Dissonanza cognitiva - consonanza cognitiva Secondo Leon Festinger, questo accade perché ogni incoerenza percepita tra i vari aspetti della conoscenza, dei sentimenti e del comportamento instaura uno stato interiore di disagio - dissonanza cognitiva - che la gente cerca di ridurre tutte le volte che le è possibile (Festinger, 1957).

20 Contesto relazionale Contesto di apprendimento, costruzioni, negoziazioni, osservazioni, affettività, emotività Narrativa Descrizione ed interpretazione di ciò che avviene in una attività. La pratica professionale come quella di tirocinio è ricca di narrativa istituzionale: audit organizzativi, audit clinici, verbali, riunioni. Ma nella pratica riflessiva è rappresentato da forme soggettive: storie dei pazienti, interviste, blog, forum, autocasi, ecc…

21 Implicazioni -Cambiamento, agire su modi di pensare partendo dalla riflessione critica delle proprie modalità di costruzione cognitiva -Favorire nei tirocinanti un processo di consapevolezza rispetto alle proprie strategie di apprendimento

22 - Lindividuo che apprende deve essere capace di rendersi aperto, senza pregiudizi verso nuove esperienze -Riflettere ed osservare queste esperienze da differenti prospettive -Creare concetti che integrino le sue osservazioni in teorie logiche ed usare queste teorie per prendere decisioni e risolvere problemi ( D. Kolb 1997)) Lanalisi critica

23 La riflessione (Schon ). Riflessione durante lazione( informazioni a disposizione,organizzazione della conoscenza, ipotesi fatte ecc), riflessione sullaazione fatta a posteriori.

24 LA PRATICA RIFLESSIVA E APPRENDIMENTO TRASFORMATIVO Loperatore può fermarsi a pensare separando il momento dellazione dal momento della riflessione. Può riflettere nel corso dellazione determinando una modifica di questultima durante il suo svolgimento : Riflessione nellazione Apprendimento riflessivo sulle pratiche finalizzato al loro rinnovamento attraverso nuove conoscenze, competenze e lApprendimento trasformativo della professionalità degli operatori

25 NON LASCIARE CHE QUELLO CHE SEI ADESSO INTERFERISCA TROPPO CON QUELLO CHE POTRESTI DIVENTARE. Eran Katz


Scaricare ppt "P EDAGOGIA SPERIMENTALE Docente Dott.ssa Antonia Stefanelli a.a.2011-2012 Università degli Studi Firenze Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea."

Presentazioni simili


Annunci Google