La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SOCIETA' TRIVENETA DI CHIRURGIA SEDUTA DEL 15 DICEMBRE 2007, Aula Vesalio del Policlinico Universitario - Padova Presidente: Heinrich Pernthaler TRATTAMENTO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SOCIETA' TRIVENETA DI CHIRURGIA SEDUTA DEL 15 DICEMBRE 2007, Aula Vesalio del Policlinico Universitario - Padova Presidente: Heinrich Pernthaler TRATTAMENTO."— Transcript della presentazione:

1 SOCIETA' TRIVENETA DI CHIRURGIA SEDUTA DEL 15 DICEMBRE 2007, Aula Vesalio del Policlinico Universitario - Padova Presidente: Heinrich Pernthaler TRATTAMENTO CHIRURGICO DELLE METASTASI EPATICHE DA CARCINOMA PRIMITIVO DEL COLON-RETTO: LA NOSTRA ESPERIENZA DEGLI ULTIMI 4 ANNI. Tonin D., Rota G., Favero A., Scatà A., Stuto A., Tosolini G. SOC 2° Chirurgia Generale Azienda Ospedaliera Santa Maria degli Angeli PORDENONE

2 In Italia i nuovi casi di CCR sono circa 34.000/anno. In Italia i nuovi casi di CCR sono circa 34.000/anno. Tra questi dal 15 al 40% circa svilupperà una malattia metastatica, localizzata in circa il 30% dei casi solamente nel fegato. Tra questi dal 15 al 40% circa svilupperà una malattia metastatica, localizzata in circa il 30% dei casi solamente nel fegato. In assenza di terapia: sopravvivenza mediana compresa tra 6 e 12 mesi in relazione allestensione del coinvolgimento epatico ed una mortalità del 60-70% ad 1 anno e quasi del 100% a 3 anni. In assenza di terapia: sopravvivenza mediana compresa tra 6 e 12 mesi in relazione allestensione del coinvolgimento epatico ed una mortalità del 60-70% ad 1 anno e quasi del 100% a 3 anni. Chemioterapia sistemica (5-FluoroUracile): sopravvivenza mediana 12-18 mesi. Chemioterapia sistemica (5-FluoroUracile): sopravvivenza mediana 12-18 mesi.

3 StudioAnno N˚ pazienti Mortalità (%) Sopravvivenza 1anno5anni10anni Adson198414128225- Hughes1986607--33- Schlag199012248530- Doci19911005-30- Gayowski199420409233- Scheele19954694833320 Fong199557748535- Nordlinger199615682.58828- Jenkins199713148125- Rees199715019437- Jamison19972804842720 Elias19981361.5-28- Fong199910012.8893722 Minagawa20002350-3826 Choti20022261934026 Abdalla2004190--58- Mutsaerts20051023-29- Resezione chirurgica delle metastasi epatiche è la sola terapia potenzialmente curativa, in grado di aumentare significativamente la sopravvivenza a medio-lungo termine.

4 Negli ultimi 4 anni abbiamo eseguito 402 resezioni coliche 122 143 102 20 15

5 Tumore primitivo TFrequencyPercent Valid2 525 3 1050 4 525 Total 20100,0 NFrequencyPercent Validneg 420 pos 1680 Total 20100,0 GFrequencyPercent Valid2 1680 3 420 Total 20100,0 Sede Tum PrimFrequencyPercent colon dx 315 colon sn 735 sigma 315 retto 735 Total 20100,0

6 serie consecutiva di 20 pazienti sottoposti a 24 resezioni epatiche per metastasi epatiche da CR negli ultimi 4 anni. 4 pazienti sono stati riresecati dopo 12.6 ± 9.2 mesi 12 M (60%), 8 F (40%) età media allintervento 67.6 ± 9.1 (range 41-79) follow up medio 22.5 mesi (range 3-48)

7 Caratteristiche delle metastasi epatiche Sincrone: 10 (41.7%) e 2 pazienti resezione combinata Metacrone: 14 (58.3%) ; Intervallo 18.7 ± 8.0 mesi Numero lesioni: medio 1.4 ± 0.6 (1-3) 1 in 14 pazienti (58.3%) 2 in 7 pazienti (29.2%) 3 in 3 pazienti (12.5%) 22 (91.7%) unilobari e 2 (8.3%) bilobari Diametro massimo: 2.5 ± 1.7 cm (0.5-5.5)

8 Caratteristiche resezioni epatiche FrequencyPercent epat dx 210 bisegm+wedge 315 bisegm 420 segm 525 wedge 630 Total 20100

9 Le ri-resezioni epatiche sono state 4 1 epatectomia dx 2 bisegmentectomie 1 wedge resection

10 Mortalità perioperatoria 0 Morbilità 5 casi (20.8%) : raccolta 3, versamento pleurico 2

11 Sopravvivenza attuariale globale a 1 anno 82.4% a 2 anni 74.9% a 3 anni 65.6 % a 4 anni 32.8 %

12 Conclusioni Pur con i limiti di una casistica ridotta e di un tempo osservazionale limitato, possiamo affermare che i pazienti da noi trattati hanno presentato una sopravvivenza del tutto sovrapponibile a quella descritta in letteratura. La resezione chirurgica radicale R0 è lunico trattamento con intento curativo pertanto esso deve essere preso in considerazione in tutti i casi di metastasi epatiche da cancro colo-rettale. Non bisogna comunque dimenticare che la multidisciplinarietà data dalla collaborazione con la figura del Radiologo e dellOncologo sono determinanti, al fine di valutare la resecabilità con intento curativo in prima battuta o con lintento di portare il paziente ad intervento R0 in un successivo momento.


Scaricare ppt "SOCIETA' TRIVENETA DI CHIRURGIA SEDUTA DEL 15 DICEMBRE 2007, Aula Vesalio del Policlinico Universitario - Padova Presidente: Heinrich Pernthaler TRATTAMENTO."

Presentazioni simili


Annunci Google