La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Focus sul Carcinoma della mammella Ruolo delle antracicline Chieti 11.12.2012 CASO CLINICO D. Natale Dipartimento Oncologia ASL Pescara.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Focus sul Carcinoma della mammella Ruolo delle antracicline Chieti 11.12.2012 CASO CLINICO D. Natale Dipartimento Oncologia ASL Pescara."— Transcript della presentazione:

1 Focus sul Carcinoma della mammella Ruolo delle antracicline Chieti CASO CLINICO D. Natale Dipartimento Oncologia ASL Pescara

2 Novembre 2012 Donna di 53 anni operata nel 2005 per Ca duttale infiltrante; ER 0%, PgR0%, Mib-1: 35%, G3, HER2: 3+ Seconda ricaduta epatica dopo trattamento adiuvante, chirurgia epatica R0 e Trastuzumab in mantenimento.

3 Novembre 2012 Non indicazione a nuova chirurgia epatica Non suscettibile in prima istanza di trattamento termo- ablativo

4 ANAMNESI ONCOLOGICA Familiarità negativa per carcinoma mammario. Dicembre 2005 ( 48 anni e stato pre-menopausale ): diagnosi di neoplasia della mammella sinistra con adenopatia ascellare. Febbraio 2006: quadrantectomia supero interna sinistra + ALND Esame istologico: Ca duttale infiltrante 22 m ; ER 0%, PgR0%, Mib-1: 35%, G3, HER2: 3+ Metastasi in 8/29 linfonodi pT2 pN 2 M0

5 Marzo-agosto 2006: chemioterapia adiuvante TAC x 6 (dose di doxorubicina 300 mg/mq). Radioterapia su mammella sinistra e linfonodi sovraclaveari a sinistra Al termine del trattamento LVEF 52% A seguire Trastuzumab adiuvante 6 mg/kg q3w. Dopo 6 mesi ( febbraio 2007) LVEF: 38% Stop Trastuzumab Inizia trattamento con ACE inibitori e beta bloccanti, LVEF 48%. TRATTAMENTO INIZIALE

6 FOLLOW-UP SUCCESSIVI Negativi AGOSTO 2009 (dopo 42 mesi) Comparsa di alterazione dei parametri di funzione epatica (GOT, GPT, GGT) > 10% con Bilirubina nella norma. RISTADIAZIONE Ecografia epatica: lesione di aspetto ripetitivo al III segmento PET-TAC FDG: lesione sostitutiva epatica al III segmento di 3.5 cm Agobiopsia epatica: conferma le caratteristiche molecolari del T primitivo (ER 0%, PgR 0%, HER2 pos ) Ecocardiogramma: LVEF 50% (valore antecedente la CT adiuvante: 65%) PS 0

7 SETTEMBRE 2010 Intervento di resezione della metastasi epatica R0. Trastuzumab 6 mg/kg q3w ( la paziente rifiuta la chemioterapia ) Durante lintero periodo di trattamento LVEF stabilmente compresa tra 50% e 55%

8 Ottobre 2012 Dopo 25 mesi dall intervento sul fegato la TAC TB e PET dimostrano ripresa di malattia al parenchima epatico (2 lesioni al lobo destro; una di 2.5 e 1.8cm) Valutazione chirurgica Valutazione del radiologo interventista

9 Valutazione clinica oncologica attuale 53 anni. PS 0 GOT 55 U/I,GPT 51UI, Bilirubina Totale 1.3mg/dl CEA: 7.1, CA 15.3: 40 LVEF 55%. Fortemente motivata a ricevere ulteriore trattamento locoregionale ( termoablativo) In tale ottica accetterebbe anche un trattamento chemioterapico citoruduttivo.

10 Trastuzumab +/- chemioterapia Trastuzumab in combinazione con chemioterapico. ( Vinorelbina? Capecitabina? Paclitaxel settimanale?) Altro agente anti-Her2 Lapatinib + capecitabina Altri agenti biologici Bevacizumab + Paclitaxel (Bevacizumab + Capecitabina) Chemioterapia senza terapia anti Her2 Monochemioterapia? (Nab-paclitaxel? Altro?) Chemioterapia di combinazione senza antraciclina? ( 5FU + VNR? CMF? Platino+/- gemcitabina o paclitaxel? Altro?) Antraciclina liposomiale + ciclofosfamide? OPZIONI TERAPEUTICHE

11


Scaricare ppt "Focus sul Carcinoma della mammella Ruolo delle antracicline Chieti 11.12.2012 CASO CLINICO D. Natale Dipartimento Oncologia ASL Pescara."

Presentazioni simili


Annunci Google