La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ANAFILASSI ANAFILASSI Come riconoscerla? Come riconoscerla? Come trattarla? Come trattarla? Dr Sergio Loiacono –Dssa Simonetta Cozzani Dr Sergio Loiacono.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ANAFILASSI ANAFILASSI Come riconoscerla? Come riconoscerla? Come trattarla? Come trattarla? Dr Sergio Loiacono –Dssa Simonetta Cozzani Dr Sergio Loiacono."— Transcript della presentazione:

1 ANAFILASSI ANAFILASSI Come riconoscerla? Come riconoscerla? Come trattarla? Come trattarla? Dr Sergio Loiacono –Dssa Simonetta Cozzani Dr Sergio Loiacono –Dssa Simonetta Cozzani Lerici Lerici

2 UN PODI STORIA Il primo caso di anafilassi risale al 2640 a.C

3 UN PODI STORIA C.R. Richet ( ) P.J. Portier ( ) Nel 1902 coniarono il termine anafilassi (ana; fülaxis = difesa senza difesa) Iniezione nel cane di una dose non letale di veleno di anemone di mare Reinoculo del veleno di anemone di mare sempre a dosi non letali PhysaliaActinia sulcata

4 UN PODI STORIA 1921 (Prausnitz): Prausnitz e Küstner identificano come alla base della reazione allergica ci sia una componente sericale reagine (Dale): individua lISTAMINA come mediatore chimico coinvolto 1966 (Johansson, Ishizaka ) : identificazione delle reagine con gli anticorpi IgE 1978 (Watkins): individua la reazione anafilattoide,causata da liberazione di mediatori chimici in assenza di IgE specifiche Otto Karl Prausnitz Dale Ishizaka Johansson

5 DEFINIZIONE A perusal of various textbooks and reviews on the topic indicates that there is no consensus on exactly how to define anaphylaxis (Sampson 2006)

6 DEFINIZIONE Symposium on the Definition and Management Of Anaphylaxis: Summary Report Sampson HA, Munoz-Furlong A, Bock A., et al. JACI march 2005; 115:

7 DEFINIZIONE Second symposium on the definition and management of anaphylaxis : Summary report National Institute of Allergy and Infectious Disease / Food Allergy and Anaphylaxis Network symposium Sampson HA, Munoz-Furlong A, Campbell R., et al., JACI febr. 2006; 117:

8 DEFINIZIONE La anafilassi è una reazione allergica acuta, sistemica,severa, a rapida insorgenza e potenzialmente fatale che compare allimprovviso dopo contatto con una sostanza che causa allergia. NIAID,FAAN Symposium, JACI 2006;117:391-7

9 ANAFILASSI La reazione anafilattica è una reazione allergica di tipo 1° secondo la classificazione di Gell e Coombs, tipo 1° secondo la classificazione di Gell e Coombs, IgE mediata con liberazione di istamina, PG, LT. IgE mediata con liberazione di istamina, PG, LT. La reazione anafilattoide è una reazione non IgE è una reazione non IgE mediata ma che riproduce mediata ma che riproduce gli stessi sintomi clinici. gli stessi sintomi clinici. Anafilassi idiopatica allergene Istamina Proteasi neutre (Triptasi,Chimasi) Chemiotattic Factors (NCF-ECF) Arachidonid Acid PAF Leukotrienes B4,C4,D4 Prostaglandine Primary mediatorsSecondary mediators

10 ANAFILASSI Meccanismi delle reazioni anafilattoidi: Degranulazione dei mastociti Attivazione del complemento Blocco della ciclossigenasi (ASA-FANS) (ASA-FANS) MMannitolo Morfina Mezzi di contrasto e.v Fformazione di anafilotossine(C3a,C4a,C5a)

11

12 Istamina Proteasi neutre (Triptasi,Chimasi) Chemiotattic Factors (NCF-ECF) Primary mediatorsSecondary mediators LeukotrienesB4,C4,D4 Prostaglandine PAF Ossido nitrico

13 FISIOPATOLOGIA Liberazione mediatori permeabilità vascolare dilatazione dei capillari spasmo m.liscia secrezione gh.mucose cardiotossicità sequestro liquidi diarrea vomito broncospasmo ostruzione bronchiale contrattilità aritmia ipovolemia ipossia acidosi scompenso cardiaco SHOCK

14 Allergic Acute Coronary Syndrome Case reports of underlying fixed coronary artery disease presenting with acute myocardial infarction beginning within 48 hours of an allergic event. Mediators released by mast cells might cause significant vasospasm and plaque ulceration, triggering angina or infarction Myocardial ischaemia and infarction can also occur due to diastolic hypotension and hypoxia, perhaps contributed to by underlying cardiac disease. Brown SGA : Cardiovascular aspects of anaphylaxis. Implication for treatment and diagnosis, Curr Opin Allergy Clin Immunol., 2005; 5:

15 CLASSIFICAZIONE Lanafilassi può essere: Unifasica Bifasica Protratta 0 ore 6- ore remissione 1° reazione2° reazione

16 ANAFILASSI BIFASICA E possibile prevedere quali pazienti manifesteranno una anafilassi bifasica ? No No Ma………. Ma……….

17 Sembrano predisponenti alla recidiva: assunzione dellantigene per via orale assunzione dellantigene per via orale pazienti in trattamento con betabloccanti pazienti in trattamento con betabloccanti intervallo superiore a 30 tra assunzione intervallo superiore a 30 tra assunzione dellantigene e comparsa dei sintomi dellantigene e comparsa dei sintomi ipotensione o edema della glottide nel primo evento Non vi è consenso circa le misure terapeutiche in Non vi è consenso circa le misure terapeutiche in grado di prevenire la recidiva, ma alcuni autori citano alcune differenze tra reazioni unifasiche e bifasiche: ritardo nella somministrazione di adrenalina nel primo evento inadeguata dose di adrenalina nel primo evento scarsa o assente somministrazione di corticosteroidi nel primo evento

18 ANAFILASSI BIFASICA Non potendo prevedere quali pazienti manifesteranno una anafilassi bifasica,è opportuno ospedalizzare e monitorare per ore,tutti i soggetti che hanno presentato un episodio di anafilassi sistemica.

19 ANAFILASSI PROTRATTA Circa il 25% dei pazienti con anafilassi da alimenti ha una anafilassi protratta. Rappresenta il 25% delle forme di anafilassi grave. anafilassi grave.

20

21 ALIMENTI CAUSA DI ANAFILASSI IN PEDIATRIA IN ITALIA Sedano Grano Uova e alimenti contenenti uova 11% Frutta secca 11% Crostacei e molluschi Pesce 30% Arachidi 13% Latte e derivati e alimenti contenenti latte 22%

22 ALIMENTI CAUSA DI ANAFILASSI IN PEDIATRIA ALIMENTI CAUSA DI ANAFILASSI IN PEDIATRIA Nel 47% dei casi le reazioni anafilattiche da alimenti sono dovuti ad alimenti nascosti.

23 Allergeni vecchi ma nuovi perché nascosti Gli alimenti possono essere nascosti per: contaminazione di cibo ritenuto sicuro presenza di alimenti non dichiarati etichette poco chiare manipolazione genica

24 FISIOPATOLOGIA REAZIONE SISTEMICA

25 FISIOPATOLOGIA Quando interessati, la vita del paziente può essere compromessa.

26 CAUSE DI MORTE PER ANAFILASSI COLLASSO CIRCOLATORIO ED ARRESTO CARDIACO OSTRUZIONE DELLE VIE AEREE (edema del laringe)

27 SINTOMATOLOGIA Quadro clinico variabile per esordio ed evoluzione successiva. Linsorgenza è rapida, levoluzione è rapida, il decorso imprevedibile.

28 SINTOMATOLOGIA I sintomi compaiono in genere entro 5-30 min dallesposizione), ma anche dopo 1 ora, o nel caso dellanafilassi da esercizio (EIAn - Exercise-induced anaphylaxis) anche entro quattro ore dallultimo pasto. Più rapida è la reazione allalimento o al veleno di imenotteri o al farmaco, maggiore è la gravità dei sintomi.

29 Cosa è definibile Anafilassi Il particolare chiave sta nel fatto che almeno due organi devono essere coinvolti Da notare la presenza della distinzione in gradi di severità: lieve moderata grave a cura della Commissione Allergie Alimentari, Analassi e Dermatite Atopica della SIAIP, RIAP (adattato da Sampson 2003)

30 CLASSIFICAZIONE IN BASE ALLA GRAVITA Sampson SIAIP 2005 GRADO1GRADO1 LIEVELIEVE Prurito, ed eruzione cutanea localizzata. (Orticaria, Angio- edema localizzati) Prurito in bocca Lieve gonfiore delle labbra Prurito Eruzione cutanea diffusa, (Orticaria Angioedema diffusi) Come sopra + dolori addominali e/o nausea o vomito Ostruzione nasale e/o ripetuti starnuti 2

31 CLASSIFICAZIONE IN BASE ALLA GRAVITA Sampson SIAIP 2005 GRADO3GRADO3 MODERATAMODERATA Come sopra Come sopra + vomito ripetuto o rigonfiamento della lingua Secrezione e marcata ostruzione nasale. Sensazione di prurito o gonfiore o ostruzione della gola Tachicardia Aumento > 15 battiti per minuto. Pallore Variazione nel comportamento o malessere Ansia

32 GRAVEGRAVE 4 Come sopraCome sopra + diarrea Come sopra + raucedine, tosse abbaiante difficoltà nel deglutire o nel respirare, asma (cianosi) Come sopraCome sopra + confusione mentale e/o sensazione di morte imminente e/o collasso Come sopraCome sopra + perdita di controllo dellintestino Come sopra + arresto respiratorio Severa bradicardia e/o ipotensione o arresto cardiaco Perdita di coscienza 5 Sampson SIAIP 2005

33 Muraro e coll. The management of anaphylaxis in childhood: position paper of the EEACI (European academy of allergology and clinical immunology.) 2007: DIAGNOSI

34 CRITERI DI DIAGNOSI PER ANAFILASSI La diagnosi di anafilassi è altamente probabile quando uno dei seguenti 3 criteri è soddisfatto: CRITERIO 1 Esordio acuto (da minuti ad alcune ore) con coinvolgimento Esordio acuto (da minuti ad alcune ore) con coinvolgimento della cute o delle mucose o di entrambe (es. orticaria della cute o delle mucose o di entrambe (es. orticaria generalizzata, prurito o flushing, rigonfiamento di labbra, generalizzata, prurito o flushing, rigonfiamento di labbra, della lingua, e ugola) della lingua, e ugola) e almeno uno dei seguenti e almeno uno dei seguenti Compromissione respiratoria (dispnea, broncospasmo, Compromissione respiratoria (dispnea, broncospasmo, stridore, riduzione del PEF, ipossiemia) stridore, riduzione del PEF, ipossiemia) Riduzione della pressione arteriosa, ipotonia (collasso), Riduzione della pressione arteriosa, ipotonia (collasso), sincope. sincope. Criteri clinici NIAID( National Institutes of Allergy and Infectious Diseases ) per la diagnosi di Anafilassi Adattata da Sampson et al, 2006

35 CRITERI DI DIAGNOSI PER ANAFILASSI CRITERI DI DIAGNOSI PER ANAFILASSI CRITERIO 2 Due o più delle seguenti condizioni che si verifichino rapidamente dopo la esposizione a un probabile allergene per quel paziente (da minuti ad alcune ore) Sintomi cutanei mucosi (es. orticaria generalizzata, prurito o flushing, rigonfiamento di labbra, lingua, ugola) Sintomi gastrointestinali persistenti (dolori addominali crampiformi, vomito) Sintomi respiratori (dispnea, broncospasmo, stridore, riduzione del PEF, ipossiemia) Riduzione della pressione arteriosa o ipotonia (collasso), sincope.

36 CRITERI DI DIAGNOSI PER ANAFILASSI CRITERIO 3 CRITERIO 3 Riduzione della pressione arteriosa dopo esposizione a un Riduzione della pressione arteriosa dopo esposizione a un allergene conosciuto per quel paziente (da minuti ad allergene conosciuto per quel paziente (da minuti ad alcune ore) alcune ore) a) nei lattanti e bambini: bassa pressione sistolica (per letà) o diminuizione di oltre il 30% della pressione sistolica a) nei lattanti e bambini: bassa pressione sistolica (per letà) o diminuizione di oltre il 30% della pressione sistolica b) adulti: pressione sistolica inferiore a 90 mmHg o riduzione di oltre il 30% della pressione basale b) adulti: pressione sistolica inferiore a 90 mmHg o riduzione di oltre il 30% della pressione basale

37 CRITERI DI DIAGNOSI PER ANAFILASSI ELEONORA 7 mesi ELEONORA 7 mesi PRIMOGENITA, D.A nei primi mesi di vita Familiarità atopica Allergica al latte (Prick test: positivo (diametro medio del pomfo 5 mm) Comparsa di diarrea……..

38 CRITERI DI DIAGNOSI PER ANAFILASSI Lanafilassi è altamente probabile quando uno dei seguenti 3 criteri è soddisfatto: CRITERIO 1 Esordio acuto (da minuti ad alcune ore) con Esordio acuto (da minuti ad alcune ore) con o delle mucose o di entrambe (es. orticaria o delle mucose o di entrambe (es. orticaria generalizzata, prurito o flushing, rigonfiamento di labbra, generalizzata, prurito o flushing, rigonfiamento di labbra, lingua, ugola) lingua, ugola) e almeno uno dei seguenti e almeno uno dei seguenti Riduzione della pressione arteriosa o sintomi di Riduzione della pressione arteriosa o sintomi di disfunzione di organo [ipotonia (collasso), sincope, incontinenza] disfunzione di organo [ipotonia (collasso), sincope, incontinenza] coinvolgimento della cute Compromissione respiratoria (dispnea, broncospasmo, stridore, riduzione del PEF, ipossiemia)

39 CRITERI DI DIAGNOSI PER ANAFILASSI PAOLO a.5 PAOLO a.5 Allergica al latte (Prick test: positivo diametro medio del pomfo 5 mm) Ricoverato per otomastoidite……

40 CRITERI DI DIAGNOSI PER ANAFILASSI Esordio acuto (da minuti ad alcune ore) con ) Compromissione respiratoria (dispnea, broncospasmo, stridore, riduzione del PEF, ipossiemia) stridore, riduzione del PEF, ipossiemia) Riduzione della pressione arteriosa o sintomi di disfunzione di organo [ipotonia (collasso), sincope, incontinenza] coinvolgimento della cute o delle mucose o di entrambe (es. orticaria generalizzata, prurito o flushing, rigonfiamento di labbra, lingua, ugola) Sintomi gastrointestinali persistenti (dolori addominali crampiformi, vomito) CRITERIO 2

41 Anafilassi la diagnosi differenziale Anafilassi in pediatria : diagnosi differenziale (da Ellis,Montanaro, Tang.) Ipotensione Shock ipovolemico Shock settico Shock cardiogeno Altre cause di lipotimia Reazione vaso-vagale Convulsioni Ipoglicemia Attacchi di panico Distress respiratorio Asma Corpo estraneo Disfunzione corde vocali Embolia polmonare Angioedema ereditario Attacchi di panico Presentazione Diagnosi differenziale

42 Anafilassi la diagnosi differenziale Anafilassi in pediatria : diagnosi differenziale (da Ellis,Montanaro, Tang.) Presentazione Diagnosi differenziale Flush syndrome Carcinoide Mastocitosi Red man s. (Vancomicina) Leucemia (iperproduzione di istamina) Miscellanea Sindrome sgombroide S. del ristorante cinese (metabisolfito) S. Munchausen

43 PROTOCOLLO DEL DR.HOUSE PROTOCOLLO DEL DR.HOUSE

44 Paziente con possibile/probabile anafilassi valutazione iniziale indica una reazione anafilattica ? Considera possibili diagnosi differenziali NO SI Intervento immediato Valuta: A-pervietà vie aeree(Airways)( stridore laringeo,fame daria) B-Respirazione adeguata(Breathing) (dispnea, asma,apnea) C-Circolo(Circulation)(ipotensione) D-Alterazione dello stato di coscienza ecc..(Disability) Intervento immediato Valuta: A-pervietà vie aeree(Airways)( stridore laringeo,fame daria) B-Respirazione adeguata(Breathing) (dispnea, asma,apnea) C-Circolo(Circulation)(ipotensione) D-Alterazione dello stato di coscienza ecc..(Disability) Grado Lieve? Anitistaminici Corticosteroidi Osservazione temporanea Anitistaminici Corticosteroidi Osservazione temporanea Grado Moderato/Grave? Segni e sintomi di anafilassi Sintomi respiratori o shock

45 Inietta Adrenalina i.m; in caso di sintomi protratti può essere ripetuta dopo 5-15 min. Antistaminici H1 Cortisonici Inietta Adrenalina i.m; in caso di sintomi protratti può essere ripetuta dopo 5-15 min. Antistaminici H1 Cortisonici e e Prendi in considerazione: Salbutamolo aerosol Bolo di cristalloidi Ringer lattatato o soluzione fisiologica (20 ml/kg in 20 minuti) Prendi in considerazione: Salbutamolo aerosol Bolo di cristalloidi Ringer lattatato o soluzione fisiologica (20 ml/kg in 20 minuti) Ottieni una buona risposta SI Osservazione Temporanea NO Attivazione Terapia Intensiva Secondo bolo Ringer lattato o SF(20 ml/Kg in 20 min.) Adrenalina in infusione mg(0,6xkg) in 100cc>1ml/ora Antistaminici anti H2 Ranitidina1mg/kg Vasopressori Dopamina 2-20 μg/kg/min Glucagone nellanafilassi protratta o se assume betabloccanti Coricare il paziente e somministrare O2 Laccio emostatico a monte del sito di iniezione(veleno imenotteri). Accesso venoso Laccio emostatico a monte del sito di iniezione(veleno imenotteri). Accesso venoso

46 Effetti delladrenalina nello shock Ladrenalina è un agonista alfa e beta-adrenergico ed è in grado di contrastare tutti i segni e i sintomi della anafilassi: riduce la vasocostrizione periferica e ledema(effetto alfa), induce broncodilatazione(effetto beta 2), ha un effetto inotropo e cronotropo positivo sul miocardio (aumento della forza e frequenza cardiaca)(effetto beta 1), e infine sopprime lulteriore rilascio di mediatori.

47 ADRENALINA E il farmaco di scelta nelle reazioni anafilattiche. E il primo farmaco da somministrare in ordine di tempo (seguito dallantistaminico e dal cortisonico). Non è un farmaco salvavita. Il mancato o il ritardato impiego delladrenalina viene considerato il più importante fattore di rischio di morte per anafilassi nel bambino e nelladolescente I trattamenti alternativi (come antiistaminici, isoproterenolo, adrenalina per via inalatoria e cortisonici in mancanza di adrenalina) non si sono dimostrati in grado di prevenire o affrontare con successo reazioni anafilattiche severe. Porca miseria

48 Timing Adrenalina In una serie di 13 casi di reazioni anafilattiche fatali e quasi fatali in un periodo di 14 mesi,solo due dei sei pazienti che sono morti hanno ricevuto adrenalina nella 1° ora contro 6 dei sette sopravvissuti. Sampson HA,Mendelson L,Rosen SP:Fatal and near fatal anaphylactic reactions to food in children and adolescents. N.Engl J.Med 1992;327: In uno studio retrospettivo di 27 pz con anafilassi extraospedaliera,tutti quelli trattati in 30 minuti sono stati dimessi contro due deceduti trattati dopo 45 minuti. Soreide E,Buxrud T,Harboe S : Severe anaphylactic reactions outside hospital: aetiology,symptoms,and teatment.Acta Anaesthesiol. Scand.1988; 32:339-42

49 Timing Adrenalina Uno studio dimostra che ladrenalina è usata nel trattamento del 62% delle reazioni fatali,ma solo nel 14% dei casi prima dellarresto cardiaco. Pumphrey RSH:Lessons for the management of anaphylaxis from a study of fatal reactions. Clin.Exp.Allergy 2000; 30: Ne risulta che le linee guida attuali suggeriscono di somministrare ladrenalina il prima possibile. Macdougall CF,Cant AJ,Colver AF.How dangerous is allergy in childhood?The incidence of severe and fatal allergic reactions across the UK and Ireland.Arch Dis Child 2000:236-9

50 ADRENALINA L assorbimento delladrenalina per via intramuscolare nella coscia è paragonabile, se non addirittura superiore, alla somministrazione è paragonabile, se non addirittura superiore, alla somministrazione per via sottocutanea negli arti superiori. per via sottocutanea negli arti superiori. Non è necessaria la conservazione in frigorifero. Attenzione alla scadenza:scade dopo 6 mesi. si ossida e imbrunisce alla luce

51 Medico e Bambino

52 ADRENALINA I.M. SEDE: coscia (superficie antero-laterale) DOSE: bambini: 0,01 ml/Kg IM (dose massima 0,5 ml nel bambino ) In pratica: 0,1 ml ogni 10 Kg (PURA). La somministrazione risulta difficoltosa per le piccole quantità di liquido necessaria (0,1 ml per un bambino di 10 Kg, 0,2 ml per 20 Kg di peso) quindi …… ……si utilizza una siringa da tubercolina con ago lungo.

53 ADRENALINA I.M. Dosaggio dell'Adrenalina fiale 1 mg=1 ml,1:1000 : 0,01 ml per Kg PesoDiluizioneML 5PURA0,05 10PURA0,1 15PURA0,15 20PURA0,2 25PURA0,25 30PURA0,3 50 PURA 0,5 Dosaggio calcolato in base alletà Schema suggerito da Yocum e al 1999,mod (1:1000) < 1 a1:10000,05 ml 1 a1:10000,1 ml 2-3 a1:10000,2 ml 3-4 a1:10000,3 ml 4-5 a1:10000,4 ml 6-12a1:10000,5 ml >12 a1:10000,5-1ml

54 ADRENALINA EV Endovena: diluire la fiala in 9 ml di soluzione fisiologica (1:10000) : 0,1 ml/kg,praticamente 1 ml ogni 10 Kg di peso. Va somministrata lentamente (5) La via e.v. va riservata in caso di : arresto cardiaco e ipotensione Se dopo una 2° o 3° dose i.m. (a distanza di minuti) e dopo l infusione di liquidi non si ha nessuna risposta. Una infusione controllata è più sicura di quella in bolo. 0,1 ml/kg i.m./e.v. 1: mg in 500 cc SF a 0,25 – 2,5 ml/min (0,5-5 µg/min)) Deve essere somministrata in rianimazione con monitorizzazione ECG e dei parametri e con personale medico e infermieristico esperti nellimpiego.

55 ADRENALINA ENDOTRACHEALE Nel soggetto con intubazione naso tracheale e ventilazione meccanica la somministrazione di adrenalina può avvenire anche per via endotracheale con un dosaggio di adrenalina dieci volte superiore a quello utilizzato per linfusione e.v.

56

57 Effetti collaterali ADRENALINA Boh! Ma ricordiamoci che siamo davanti ad una situazione che provoca pericolo di vita.

58 Paura della adrenalina? Se somministrata con la giusta modalità, alle giusta dose, con le giuste indicazioni No. Lethal or life-threatening allergic reactions to food The main risk factor for fatal anaphylaxis was the fact that the victims did not carry their emergency kit with adrenaline, antihistamines and steroids with them No

59 Indicazioni alla prescrizione di Adrenalina (Fastjekt) Indicazioni Assolute Ladrenalina deve essere prescritta ad ogni bambino con pregresso episodio di anafilassi grave (grado 4-5). Indicazioni Relative In bambini con precedente episodio di anafilassi lieve-moderata sono Indicazione relativa La presenza dei seguenti fattori che in alcuni casi aumentano di rischio di avere reazioni più gravi: Età>5aa Affetti da asma grave. Con pregresso episodio da arachidi, noci, pesci e crostacei Con pregresso episodio verificatosi con minime quantità Con pregresso episodio con sintomi respiratori Affetti da allergia al grano e/o anafilassi da sforzo Residenti lontano da un PS Affetti da Dermatite atopica In terapia con Beta bloccanti o inibitori dellangiotensin converting enzime Con valori di Ige > UI/ml

60 FAST-JEKT FAST-JEKT ladrenalina auto-iniettabile Esistono 2 confezioni: una da 0,165 mg (dai 15 ai 30 Kg di peso) e una da 0,33 mg (oltre i 30 Kg di peso). 0,33 mg in 0,30ml 0,165 mg in 0,30ml

61 0,165 mg PesoDiluizioneML 15PURA0,15 20PURA0,2 25PURA0,25 30PURA0,3 Dosaggio dell'Adrenalina fiale 1 mg=1 ml,PURA : 0,01 ml per Kg FAST-JEKT FAST-JEKT Il FAST-JEKT junior da 0,165 mg è sottodosato per i bambini dai 20 ai 30 Kg, per cui………..

62 Può essere prescritto il dosaggio di 0,33 mg nei soggetti di peso inferiore a 30 Kg nei soggetti ad alto rischio di decorso severo. 0,33 mg FAST-JEKT FAST-JEKT

63 The use of epinephrine inthe treatment of anaphylaxis Everyone at risk of Everyone at risk of anaphylaxis should be anaphylaxis should be educated in the use of educated in the use of the available prescription the available prescription epinephrine selfinjection epinephrine selfinjection kits. kits. Position statement - JACI 1994 Position statement - JACI 1994

64 FASTJEKT Bisogna seguire però scrupolosamente alcune regole: Rimuovere il tappo grigio Prendere in mano il FastJekt tenendo lestremità in plastica nera a contatto con la coscia e fare una pressione decisa nella regione antero laterale della gamba per determinare lo scatto della siringa automatica (anche attraverso i vestiti) Mantenere la pressione per un secondi per favorire l'iniezione del farmaco. Allontanare il FastJekt dalla coscia e massaggiare il punto per 10 secondi. Tappo grigio Estremità in plastica nera Pressione decisa

65 FASTJEKT Recarsi al più presto al 1° PS o medico portando il Fast Jekt utilizzato.

66 FASTJEKT Nota Bene Nota Bene Per il corretto funzionamento liniettore viene riempito con una quantità di liquido (2,05 ml) nettamente superiore a quella da iniettare; quindi è del tutto normale che dopo luso la maggior parte della soluzione rimanga nelliniettore. La presenza di una piccola bolla di azoto non è pericolosa perchè che, tenendo Fast Jekt perpendicolare alla coscia,questa rimane nel collo dellautoiniettore. La presenza di una piccola bolla di azoto non è pericolosa perchè che, tenendo Fast Jekt perpendicolare alla coscia,questa rimane nel collo dellautoiniettore. Nel caso in cui lazoto viene iniettato nel tessuto muscolare,questo è in grado di assorbire la piccola quantità di gas senza difficoltà. Togliere il tappo nero Siringa Premere il cappuccio nero sulla coscia Tenere fermo per almeno 10 sec. Fig.1 Fig.2

67 FASTJEKT Validità del Fast jekt : 20 mesi Accertarsi ogni 15 giorni che la soluzione di adrenalina sia incolore e non vi siano precipitati. In tal caso non deve essere utilizzato.

68 OSSIGENO Farmaco di prima linea nel trattamento e gestione dellanafilassi sistemica. La sua somministrazione si basa sulla determinazione transcutanea della saturazione di O2 o sui valori di emogasanalisi l/min

69 ANTISTAMINICI- RANITIDINA Farmaci di seconda linea nel trattamento dellanafilassi. Contrastano la cascata di eventi innescata dalla liberazione di istamina ed in particolare sui recettori H 1 e H 2. Più efficace lassociazione dei due farmaci rispetto alluso singolo. CLORFENAMINA Trimeton ® fiale da 10mg = 1 ml Effetto: contrasta laumento della permeabilità vascolare e la contrazione delle fibrocellule muscolari lisce bronchiali 0,20 mg/kg i.m o e.v. (lenta) in 10 cc di S.F da 6 anni 1 fiala intera ripetibile ogni 4-6 h a seconda delle necessità delle necessità RANITIDINA(Ranidil®) fiale 5 ml 50 mg Effetto:contrasta le aritmie,i ritardi di conduzione ventricolare e la vasocostrizione coronarica 1 mg/kg e.v. (lenta) ripetibile ogni 8 h a seconda delle necessità

70 CORTISONICI Desametazone Decadron® 4 mg/1 ml 0,3 – 0,6 mg/kg per os o e.v. Idrocortisone Flebocortid Fiale e.v mg/Kg ripetibili ogni 6 ore (fino a 10 mg/kg. max: 500 mg/6 h) Metilprednisolone Urbason® 1 – 2 mg/kg ripetibili ogni 6 ore (max: 10 mg/kg) Gli steroidi, più che per la fase acuta, sono indicati per limitare la durata delle forme protratte e la prevenzione di anafilassi bifasica in inibendo la sintesi di istamina e aumentando la risposta dei tessuti alladrenalina

71 LIQUIDI E.V. Modalità dazione: contrasta lipotensione causata dalla vasodilatazione e dal passaggio di liquidi nellinterstizio. I lquidi vanno integrati rapidamente, perché nei primi 10 minuti può stravasare fino al 35% dei liquidi plasmatici. Bolo di soluzione fisiologica 20 ml/kg in 20, ripetibili in relazione alla risposta clinica

72 VASOPRESSORI Quando tutti i tentativi non hanno condotto a miglioramento Dopamina(Revivan® fiale da 5 ml 200 mg): 2-10 μg /Kg/min. e.v fino a avere una pressione 2-10 μg /Kg/min. e.v fino a avere una pressione sistolica adeguata alletà.

73 CONCLUSIONI Lanafilassi è fortunatamente poco frequente, ma vista limportanza dei suoi effetti pone sempre dei problemi limportanza dei suoi effetti pone sempre dei problemi gravi gravi E necessario avere chiaro il problema per riconoscere precocemente i sintomi e per intervenire rapidamente. Non ci sono controindicazioni allimpiego di adrenalina in un bambino con una reazione allergica pericolosa per la vita. Il ritardo di somministrazione è uno dei fattori che ricorre più frequentemente nei casi mortali di anafilassi.

74 GRAZIE


Scaricare ppt "ANAFILASSI ANAFILASSI Come riconoscerla? Come riconoscerla? Come trattarla? Come trattarla? Dr Sergio Loiacono –Dssa Simonetta Cozzani Dr Sergio Loiacono."

Presentazioni simili


Annunci Google