La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Progetto DI.SCOL.A. MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A Giugno 2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Progetto DI.SCOL.A. MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A Giugno 2007."— Transcript della presentazione:

1 1 Progetto DI.SCOL.A. MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A Giugno 2007

2 2 PARTNERS PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico

3 3 costruiamo una Scuola Europea di Qualità

4 4 INDICE GENERALE PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico IL PROGETTO DI.SCOL.A OBIETTIVO GENERALE DEL PROGETTO DI.SCOL.A SISTEMA SCOLASTICO E SUCCESSO SCOLASTICO SOTTOBIETTIVI DESTINATARI RISULTATI ATTESI PIANO DI LAVORO QUADRO LOGICO DEL PROGETTO DI.SCOL.A. TERMINOLOGIA DEL PROGETTO DI.SCOL.A. IL PORTALE DI.SCOL.A.: ANALISI DI CASI DI SUCCESSONELLA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI ANALISI DI CASI DI SUCCESSO NELLA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI OBIETTIVI SPECIFICI CRITERI PER LA SELEZIONE DEI CASI DI SUCCESSO CRITERI PER LANALISI DEI CASI DI SUCCESSO: GRIGLIA RISULTATI EMERSI IL MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A. PER LA FORMAZIONE DELLA PROFESSIONALITÁ DOCENTE MACROINDICATORI MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A.: SCHEMA GENERALE AREE DELLE MODELLO DINAMICO AREA RICOGNIZIONE AREA PROGETTAZIONE AREA DEI PERCORSI FORMATIVI AREA DELLA VALUTAZIONE STRUTTURA METODOLOGICA

5 5 OBIETTIVO GENERALE MIGLIORARE QUALITÁ FORMAZIONE PROFESSIONALE PROMUOVERE FORMAZIONE CONTINUA DOCENTI E FORMATORI QUALITÁ FORMAZIONE SCOLASTICA PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico IDENTIFICAZIONE MACROINDICATORI PROFESSIONALITÁ DOCENTE STUDIO E RICERCA SPERIMENTALE DI METODOLOGIE E STRATEGIE INNOVATIVE

6 6 SISTEMA SCOLASTICO PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico Il Sistema Scolastico è caratterizzato dai seguenti 4 aspetti in relazione tra loro: Contesto Sociale Insegnamento Docente Apprendimento Alunni Organizzazione Scolastica INSEGNAMENTODOCENTE ORGANIZZAZIONE SISTEMA SCOLASTICO APPRENDIMENTOALUNNI CONTESTO SOCIALE CONTESTO EDUCATIVO

7 7 PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico SUCCESSO SCOLASTICO il Successo Scolastico è caratterizzato dal Miglioramento della Professionalità Docente (Insegnamento), secondo un circolo virtuoso e ricorsivo illustrato di seguito: 1 MIGLIORAMENTO PROFESSIONALITA DOCENTE 2 MIGLIORAMENTO QUALITA DELLA FORMAZIONE 3 MIGLIORAMENTO QUALITA DEL SISTEMA SCOLASTICO 4 SUCCESSO FORMATIVO DEGLI ALUNNI

8 8 SOTTOBIETTIVI LA CREAZIONE DI UN SITO WEB PER SPERIMENTARE CONCRETAMENTE LA REALIZZAZIONE DIDATTICA DEL PROGETTOLA CREAZIONE DI UN SITO WEB PER SPERIMENTARE CONCRETAMENTE LA REALIZZAZIONE DIDATTICA DEL PROGETTO LA RICERCA SUI PROCESSI DI FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI MEDIANTE LANALISI DEI CASI CONCRETILA RICERCA SUI PROCESSI DI FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI MEDIANTE LANALISI DEI CASI CONCRETI LANALISI DEL MODELLO EFQM DI QUALITÀ DELLINSEGNAMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA PROFESSIONALITÀ DOCENTELANALISI DEL MODELLO EFQM DI QUALITÀ DELLINSEGNAMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA PROFESSIONALITÀ DOCENTE LA PROGETTAZIONE DI UN MODELLO DINAMICO DI FORMAZIONE SULLA PROFESSIONALITÀ DOCENTE DA CONTESTUALIZZARE E SPERIMENTARE DAI PARTNER LA PROGETTAZIONE DI UN MODELLO DINAMICO DI FORMAZIONE SULLA PROFESSIONALITÀ DOCENTE DA CONTESTUALIZZARE E SPERIMENTARE DAI PARTNER LA DEFINIZIONE DI PERCORSI DI FORMAZIONE BASATI SULLATTUAZIONE DEI MODELLI PROGETTATILA DEFINIZIONE DI PERCORSI DI FORMAZIONE BASATI SULLATTUAZIONE DEI MODELLI PROGETTATI LA VALUTAZIONE DEI PERCORSI ATTRAVERSO UNO STUDIO PILOTA- SPERIMENTALE.LA VALUTAZIONE DEI PERCORSI ATTRAVERSO UNO STUDIO PILOTA- SPERIMENTALE. PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico

9 9 DIRETTI INDIRETTI Docenti e formatori di studenti dai 14 ai 16 anni Organismi di formazione e enti istituzionali pubblici. PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico DESTINATARI

10 10 RISULTATI ATTESI LA CREAZIONE DI UN SITO WEB IN GRADO DI DOCUMENTARE, DI COMUNICARE E DI DIFFONDERE I PRODOTTI E I RISULTATI DELLA RICERCA, I MODELLI ELABORATI ED I PERCORSI REALIZZATI LA CREAZIONE DI UN ARCHIVIO EUROPEO DI DOCUMENTAZIONE SU DIVERSI E MULTIFORMI CASI DI SUCCESSO SCOLASTICO LA COSTRUZIONE DI STRUMENTI PER LA QUALITÁ CHE AIUTINO A PIANIFICARE I PROCESSI ED IL SISTEMA PER MIGLIORARE LA QUALITÀ DELLINSEGNAMENTO, I PERCORSI DI FORMAZIONE E LA VALUTAZIONE DEI PERCORSI REALIZZATI PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico

11 11 PIANO DI LAVORO Il progetto si articola nelle seguenti fasi: Start up e organizzazione gestionale di progettoStart up e organizzazione gestionale di progetto I-Realizzazione del portale DI.SCOL.A II-Ricerca,selezione e implementazione di casi di successo nellarea dei processi di formazione dei docenti III- Definizione di macroindicatori di qualità dellinsegnamento secondo il modello EFQM IV-Progettazione di modelli dinamici di formazione sulla professionalità docente definita sui macroindicatori V-Elaborazione di percorsi di formazione basata sul modello/i individuato/i VI-Validazione dei modelli e dei percorsi formativi ValorizzazioneValorizzazione CRONOLOGIA DEL LAVORO E SVILUPPO DELLE FASI PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico

12 12 QUADRO LOGICO DI PROGETTO PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico Il Progetto DI.SCOL.A., può essere schematicamente rappresentato con il seguente Quadro Logico : OBIETTIVI GENERALI RIDURRE LA DISPERSIONE SCOLASTICA SCOPO POTENZIARE LA PROFESSIONALITÀ EUROPEA DEL DOCENTE MIGLIORANDO LA QUALITÀ DELLA FORMAZIONE CONTINUA E LACCESSO ALLA STESSA RISULTATI modello dinamico di formazione docente comunità di pratica nazionale in rete (500 partecipanti) moduli formativipercorsi innovativi di formazione metodologia di progettazione partecipata (GOPP) ATTIVITA ricercare casi di successo in ciascuno dei 7 paesi partner realizzare un archivio europeo di casi di successo definire macroindicatori europei di qualità di insegnamento definire la struttura del modello di professionalità docente centrato sui macroindicatori creare un portale in tre lingue realizzare un ambiente tecnologico di apprendimento scegliere il campione di scuole a livello nazionale analizzare il contesto di formazione di ciascun paese definire gli elementi essenziali di formazione sulla professionalità docente definire i moduli di formazione sulla professionalità docente realizzare un quadro comparativo europeo di compatibilità del modello definire percorsi di formazione centrati sul modello e sui moduli laboratorio GOPP nelle istituzioni scolastiche con i beneficiari per la condivisione delle scelte del modello e dei percorsi applicare i percorsi allinterno delle comunità di pratica

13 13 TERMINOLOGIA del Progetto DI.SCOL.A. PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico DISPERSIONE SCOLASTICA. Con questo termine si intende non solo labbandono scolastico ma anche linsuccesso scolastico degli alunni che, pur acquisendo un titolo di studio, in seguito non lo utilizzano nel loro inserimento nel mondo del lavoro. Quindi, il Progetto si rivolge alla promozione del successo scolastico.

14 14 TERMINOLOGIA del Progetto DI.SCOL.A. PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico BUONA PRATICA Una pratica educativa/formativa si concretizza in una buona pratica quando: raggiunge i risultati e gli obietti attesi; produce cambiamenti visibili nei destinatari dellazione, nelle organizzazioni, sul territorio; presenta il carattere della riproducibilità; presenta il carattere della transferibilità.

15 15 TERMINOLOGIA del Progetto DI.SCOL.A. PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico CABINA DI REGIA. È la struttura fondamentale per la valorizzazione e la qualità del progetto. È costituita in ciascun paese da attori-chiave della formazione, decisori politici, beneficiari diretti ed indiretti e dal/i partner di progetto rappresentante di quel paese. Ha il compito centrale di analizzare i prodotti ed i materiali di progetto, fornendo il feedback necessario in funzione della loro possibile applicazione nel sistema.

16 16 TERMINOLOGIA del Progetto DI.SCOL.A. PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico COMUNITÀ DI PRATICA. È formata in ciascun paese dai beneficiari diretti ed indiretti Ha lo scopo di analizzare i prodotti ed i materiali di progetto durante lo sviluppo dello stesso e di continuare la possibile azione di ricaduta sul sistema dopo la fine dello stesso. Si ipotizza una comunità di pratica per ogni paese ed una comunità di pratica europea.

17 17 PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico Il PORTALE DI.SCOL.Awww.discola.org

18 18 IL PORTALE DI.SCOL.A PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico Il sito del progetto DI.SCOL.A. è strutturato nel seguente modo:

19 19 IL PORTALE DI.SCOL.A PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico È indispensabile andare a visitare il portale DI.SCOL.A. per i seguenti motivi: vedere il percorso realizzato; analizzare la documentazione delle buone pratiche e dei documenti elaborati durante il progetto; conoscere il percorso di validazioni; entrare in rete con il progetto e la diffusione del modello poter sperimentare il modello, comunicare i risultati e confrontarsi sulle esperienze

20 20 PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico ANALISIdei CASI DI SUCCESSO nellaFORMAZIONEdegliINSEGNANTI

21 21 ANALISI DI CASI DI SUCCESSO Obiettivi specifici: Analizzare la situazione di formazione nei paesi partner e la ricaduta sulla professionalità docente definendo indicatori per la ricerca di casi di successo. Ricercare casi di successo nei processi di formazione dei docenti in ciascun paese partner rispondenti agli indicatori fissati. Selezionare i casi di successo in base agli indicatori fissati. Implementare sul portale DI.SCOL.A. i casi di successo individuati. PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico RICERCA, SELEZIONE E IMPLEMENTAZIONE DI CASI DI SUCCESSO NELLAREA DEI PROCESSI DI FORMAZIONE DOCENTE

22 22 ANALISI DI CASI DI SUCCESSO Attraverso lo studio dei casi di successo si potranno individuare gli indicatori per la costruzione di un modello di formazione dinamico e concreto. Fondamentale limpiego di un approccio basato non sullindividuazione di caratteristiche astrattamente ideali della professionalità docente ma sulla specificazione di parametri concreti di pratiche di insegnamento. PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico RICERCA, SELEZIONE E IMPLEMENTAZIONE DI CASI DI SUCCESSO NELLAREA DEI PROCESSI DI FORMAZIONE DOCENTE

23 23 CRITERI PER LA SELEZIONE DEI CASI DI SUCCESSO Il caso deve riguardare: la formazione docenti svolta negli ultimi cinque anni ( ) I docenti devono appartenere alla scuola secondaria di secondo grado ed insegnare o aver insegnato alle allievi di età compresa tra 14 e 16 anni; La formazione è avvenuta in servizio o in subordine si è trattato di formazione continua I temi della formazione hanno riguardato la metodologia di insegnamento e/o le modalità organizzative e in generale dovevano tendere allo sviluppo della professionalità docente non gli aspetti di contenuto della disciplina insegnata La formazione ha utilizzato le tecnologie dellinformazione e della comunicazione e/o la rete come strumenti tecnologici più che come oggetto della formazione. PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico NELLAREA DEI PROCESSI DI FORMAZIONE DOCENTE

24 24 CRITERI PER LANALISI DEI CASI DI SUCCESSO Questi macroindicatori guidano lanalisi dei Casi di Successo della Formazione docenti: Logica di sistema Apprendimento collaborativo e cooperativo Valutazione Risultati concreti Significatività e rilevanza Innovazione prodotta PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico NELLAREA DEI PROCESSI DI FORMAZIONE DOCENTE

25 25 CRITERI PER LANALISI DEI CASI DI SUCCESSO PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico NELLAREA DEI PROCESSI DI FORMAZIONE DOCENTE INDICATORI PER LANALISIELEMENTI DESCRITTIVI PRESENTI NELLA GRIGLIA (ALLEGATO 1) APPRENDIMENTO COLLABORATIVO E COOPERATIVO Strategia didattica (elemento n.12) e Modalità di erogazione (elemento n.13) Ruolo svolto dalle tecnologie (elemento n.21) RISULTATI CONCRETIRisultati raggiunti (elemento n.16) Impatto (elementi n ) VALUTAZIONE Procedure e metodi per la valutazione e la certificazione (elemento n.17) Modalità e tipologia di valutazione della soddisfazione/ gradimento (elemento n.18) LOGICA DI SISTEMA Conteso di riferimento (elemento n.3) Attori coinvolti (elemento n.4), tipologia delliniziativa (elemento n.6), Finanziamento (elemento n.7) SIGNIFICATIVITÀ E RIVEVANZA Elementi della buona pratica (elemento n. 26), Elementi/principali ragioni di successo di questo caso (elemento n.27) INNOVAZIONEElementi di innovazione (elemento n.25)

26 26 GRIGLIA PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico

27 27 CRITERI PER LANALISI DEI CASI DI SUCCESSO PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico NELLAREA DEI PROCESSI DI FORMAZIONE DOCENTE RISULTATI EMERSI 1. LOGICA DI SISTEMA In tutti i casi selezionati - interventi a dimensione europea o nazionale o regionale con forte impatto e ricaduta sul sistema scolastico. - coinvolge un soggetto importante del settore educativo (Ministero, Direzione Regionale Scolastica, Istituti di Ricerca Enti accreditati di Formazione dei docenti scolastici, Ispettorato Scolare, ecc.) In alcuni casi: - hanno previsto investimenti ingenti e un alto numero di partecipanti. - si tratta di una esperienza pilota significativa per linnovazione prodotta e per la validazione di modelli di formazione ripetibili su vasta scala nel sistema educativo.

28 28 PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico 2. APPRENDIMENTO COLLABORATIVO E COOPERATIVO Nella quasi totalità dei casi: - la metodologia è quella partecipativa, In cui la formazione porta alla crescita professionale In alcuni casi sono state sviluppate: - la metodologia della ricerca-azione o modalità composte di formazione in presenza e on line in dimensione collaborativa. - modelli di apprendimento attivo basati sul costruttivismo sociale - le nuove tecnologie dellinformazione a supporto dellapprendimento collaborativo e della costituzione di comunità di pratiche educative. CRITERI PER LANALISI DEI CASI DI SUCCESSO NELLAREA DEI PROCESSI DI FORMAZIONE DOCENTE RISULTATI EMERSI

29 29 PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico 3. VALUTAZIONE In molti casi: - è presente una valutazione dei risultati o del processo per consentire una dinamicità di progettazione ed un feedback per adattare decisioni. - prevedono la valutazione formativa dellattività per il miglioramento continuo della qualità dellofferta. - si utilizzano metodi e strumenti diversificati: tracciamento del percorso, indagini, prove oggettive, autovalutazione, intervista, focus group, questionari, simulazioni, costruzioni di portfolio, lavoro su progetto, documentazione dei risultati. In alcuni casi - è fornita la certificazione delle competenze acquisite. CRITERI PER LANALISI DEI CASI DI SUCCESSO NELLAREA DEI PROCESSI DI FORMAZIONE DOCENTE RISULTATI EMERSI

30 30 PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico 4. RISULTATI CONCRETI I casi mostrano che lo sviluppo delle competenze a supporto della didattica e della gestione degli interventi formativi è un obiettivo trasversale comune Nella maggior parte dei casi si sviluppa -la capacità di lavorare in rete a livello collaborativo, - la creazione e condivisione di nuova conoscenza e di nuovi prodotti. In quasi tutti i casi si rileva - la concretezza dei risultati basati sul proprio agire nella modificazione reale dell attività di docente. - numerose ricadute sullorganizzazione complessiva dellattività didattica e di istituto. NELLAREA DEI PROCESSI DI FORMAZIONE DOCENTE RISULTATI EMERSI CRITERI PER LANALISI DEI CASI DI SUCCESSO

31 31 PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico 5. SIGNIFICATIVITÀ E RILEVANZA Quasi tutti i casi hanno avuto una ricaduta positiva sullattività delle scuole coinvolte spesso contribuendo ad innovare i processi di formazione, le azioni di valutazione e di organizzazione e i modelli di approccio, di lettura e di interpretazione della realtà. In alcuni casi hanno stimolato la formazione di reti e di partneriati. CRITERI PER LANALISI DEI CASI DI SUCCESSO NELLAREA DEI PROCESSI DI FORMAZIONE DOCENTE RISULTATI EMERSI

32 32 PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico 6. INNOVAZIONE PRODOTTA In molti casi la formazione - è innovativa per la metodologia o per i contenuti. -promuove saperi, conoscenze e una nuova idea di crescita. -dà un alto spazio per il lavoro di gruppo (docenti protagonisti del proprio percorso di apprendimento) -facilita lelaborazione di processi e di progettazione -è la possibile trasferirla facilmente in altre realtà europee e confrontare scientificamente lesperienza. Linnovazione prodotta riguarda -lutilizzo consapevole di strumenti di apprendimento collaborativo. -lassunzione di un ruolo attivo da parte dei docenti -la presenza diversificata e qualificata di una partnership di progetto. NELLAREA DEI PROCESSI DI FORMAZIONE DOCENTE RISULTATI EMERSI CRITERI PER LANALISI DEI CASI DI SUCCESSO

33 33 PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico Il MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A. per la FORMAZIONE della PROFESSIONALITÀ DOCENTE

34 34 MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico Tenendo conto delle ricerche effettuate nella fase iniziale di progetto, si possono considerare ulteriori macroindicatori per la definizione del modello, dellambiente di apprendimento e del contesto organizzativo, quali: 1.una metodologia di progettazione basata sugli obiettivi e sulla partecipazione di più attori chiave; 2.un apprendimento in cooperazione o in collaborazione, anche con attori esterni alla scuola; 3.una considerazione delle competenze possedute da ciascun allievo ed acquisite anche in percorsi informali e non formali; 4.la ricerca-azione come principale metodologia di lavoro;

35 35 MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico 5.una conoscenza puntuale dei problemi del contesto entro cui si sviluppa lattività didattica; 6.una flessibilità dellazione didattica caratterizzata anche dal learning by doing e dal work based learning; 7.lacquisizione di competenze di progettazione dei percorsi didattici; 8.la scelta dei temi della formazione bottom up, direttamente dai docenti della comunità; 9.lintervento formativo inserito in una logica di sistema; 10.il processo formativo inserito allinterno di una micro-innovazione

36 36 MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico AREE DEL MODELLO DINAMICO Il Modello Dinamico per la Formazione della Professionalità Docente è basato su 4 aree collegate in modo ciclico e gerarchico: 1. RICOGNIZIONE 2. PROGETTAZIONE 3. PERCORSI FORMATIVI 4. VALUTAZIONE DI PROCESSO E DI RISULTATO E DI RISULTATO

37 37 MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico AREE DEL MODELLO DINAMICO Il Modello Dinamico per la Formazione della Professionalità Docente è basato su 4 aree collegate in modo ciclico e gerarchico: AREA RICOGNIZIONE AREA PROGETTAZIONE AREA PERCORSO FORMATIVO AREA VALUTAZIONE

38 38 MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico AREA RICOGNIZIONE AREA PROGETTAZIONE AREA PERCORSO FORMATIVO AREA VALUTAZIONE VALUTAZIONE DI PROCESSO AREA VALUTAZIONE VALUTAZIONE RISULTATI Comunità di Apprendimento su tema 1 Comunità di Apprendimento su tema 2 informazione analisi innovazione informazione analisi innovazione SCHEMA GENERALE

39 39 MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico AREA della RICOGNIZIONE

40 40 IL MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A. PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico AREA della PROGETTAZIONE Nellarea della Progettazione si sviluppa il Laboratorio di Progettazione basato sulla multiattorialità e condivisione a partire dai risultati della ricognizione In questa area si utilizza il LABORATORIO GOPP È una metodologia che pianifica le varie fasi in attività laboratoriali, secondo una progettazione condivisa, coinvolgendo lazione diretta di ogni singolo attore chiave, in un clima attivo, costruttivo e partecipativo.

41 41 IL MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A. PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico AREA del PERCORSO FORMATIVO PRATICA RIFLESSIVA E COLLABORATIVA INNOVAZIONE E VALUTAZIONE SIGNIFICATIVA RETE E TECNOLOGIE DELLINFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE I percorsi formativi sono caratterizzati dalle seguenti macrodimensioni: Questi aspetti vengono analizzati secondo 3 stadi di itinerari formativi, da intendersi in modo flessibile (ciclico e fluttuante) e in modo non rigido. Informazione Moduli a,b,c, d… Analisi Moduli a,b,c, d… Innovazione, Autoformazione e Autonomia Moduli a,b,c, d…

42 42 IL MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A. PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico AREA PERCORSO FORMATIVO Informazione analisi innovazione Informazione analisi innovazione Comunità di apprendimento su tema 1 Comunità di apprendimento su tema 2 Immaginando ad esempio di selezionare due temi, si creeranno due comunità di pratica, ognuna con le caratteristiche proprie dellitinerario formativo: AREA del PERCORSO FORMATIVO

43 43 IL MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A. PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico AREA della VALUTAZIONE Nellarea della Valutazione si sviluppano: - la Valutazione di processo - la Valutazione di risultato della formazione e della ricerca in ciascuna comunità di apprendimento - la Riprogettazione della formazione in funzione del feedback. La VALUTAZIONE DI RISULTATO viene realizzata con i 6 FATTORI: Apprendimento Collaborativo e Cooperativo Risultati concreti Valutazione Logica di Sistema Significatività e Rilevanza Innovazione prodotta La VALUTAZIONE DI PROCESSO è realizzata sui seguenti FATTORI: Leadership Gestione del Personale Politiche e strategia Partnership e Risorse Processi RIPROGETTAZIONE

44 44 IL MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A. PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico Le 4 fasi del Modello Dinamico DI.SCOL.A. sono caratterizzati dalla seguente STRUTTURA METODOLOGICA AREA RICOGNIZIONE AUTONOMIA SCOLASTICA LABORATORIO GOPP AREA PROGETTAZIONE COMUNITA DI PRATICA AREA PERCORSO FORMATIVO VALUTAZIONE DI PROCESSI VALUTAZIONE DI RISULTATI AREA VALUTAZIONE

45 45 IL MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A. PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico Il Modello Dinamico per la Formazione della Professionalità Docente è basato su 4 aree collegate in modo ciclico e gerarchico: AREA RICOGNIZIONE AREA PROGETTAZIONE AREA PERCORSO FORMATIVO AREA VALUTAZIONE

46 46 PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI PROGETTO DI.SCOL.A Prog. n. I/05/B/F/PP Dispersione Scolastica Addio-La professionalità docente per garantire il successo scolastico costruiamo una Scuola Europea di Qualità


Scaricare ppt "1 Progetto DI.SCOL.A. MODELLO DINAMICO DI.SCOL.A Giugno 2007."

Presentazioni simili


Annunci Google