La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ROSSI 19991. UN GRUPPO DI MMG HA DISCUSSO SU CASI CLINICI DI CRISI IPERTENSIVE (VERE O PRESUNTE)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ROSSI 19991. UN GRUPPO DI MMG HA DISCUSSO SU CASI CLINICI DI CRISI IPERTENSIVE (VERE O PRESUNTE)"— Transcript della presentazione:

1 ROSSI UN GRUPPO DI MMG HA DISCUSSO SU CASI CLINICI DI CRISI IPERTENSIVE (VERE O PRESUNTE)

2 ROSSI ESIGENZE DEI MMG DEFINIRE COSA SI INTENDE PER CRISI IPERTENSIVA ELABORARE UN PROTOCOLLO DI COMPORTAMENTO SEMPLICE E FACILMENTE APPLICABILE SUL TERRITORIO

3 ROSSI COSA SI RICAVA DALLESAME DELLA LETTERATURA INTERNAZIONALE SUL TRATTAMENTO DELLE CRISI IPERTENSIVE?

4 ROSSI BUSSMAN WD ET AL. - Z. KARDIOL 1991, 82: PAZIENTI TRATTATI CON NITROGLICERINA SL O NIFEDIPINA SL ENTRAMBI I FARMACI EFFICACI E SENZA EFFETTI COLLATERALI PREFERIRE LA NITROGLICERINA DATO CHE SPESSO LE CRISI IPERTENSIVE SONO ACCOMPAGNATE DA INSUFF. VENTRICOLARE SX O ISCHEMIA CARDIACA

5 ROSSI ANGELI P. ET AL. - ANN. INTER. MED : PAZIENTI CON EMERGENZA IPERTENSIVA TRATTATI CON CAPTOPRIL S. L. (25 mg) OPPURE CON NIFEDIPINA S. L. (10MG) ENTRAMBI I FARMACI EFFICACI, SOLO IN 3 CASI EFFETTI COLLATERALI MINORI

6 ROSSI WU SG ET AL. - NEPHRON, 1993, 65: EMERGENZE IPERTENSIVE DURANTE EMODIALISI TRATTATE CON CAPTOPRIL SL,NIFEDIPINA SL E PRAZOSINA SL IL PRAZOSIN NON E RACCOMANDATO PER LA SCARSA EFFICACIA (SOLO 11% DI RISPOSTE) CAPTOPRIL E NIFEDIPINA SONO ENTRAMBI EFFICACI, MA GLI EFFETTI COLLATERALI (FLUSHING, CEFALEA, TACHICARDIA) SI SONO VERIFICATI SOLO NEL GRUPPO NIFEDIPINA

7 ROSSI DADKAR VN ET AL. - INDIAN HEART J, 1993, 45: PAZIENTI CON PAD >= 115 mmHG CON/SENZA COMPLICAZIONI ACUTE TRATTATI CON NIFEDIPINA SL O CAPTOPRIL SL ENTRAMBI I FARMACI SI SONO DIMOSTRATI EFFICACI NESSUN EFFETTO COLLATERALE NEI DUE GRUPPI

8 ROSSI GALES MA ET AL.- ANN PHARMACOTHER 1994, 28:352-8 RIVALUTA I DATI DISPONIBILI CIRCA 4 FARMACI USATI NELLE URGENZE IPERTENSIVE CLONIDINA E NIFEDIPINA EFFICACI, MA CON POSSIBILI EFFETTI COLLATERALI GRAVI CAPTOPRIL E LABETALOLO PIU SICURI NON VI E DIMOSTRAZIONE DI BENEFICIO DALLABBASSAMENTO BRUSCO DELLA PRESSIONE NEI PAZIENTI ASINTOMATICI

9 ROSSI ABDELWAHAB W ET AL.- J CLIN PHARMACOL, 1995, 35: FA UNAMPIA REVISIONE DEL TRATTAMENTO DELLE EMERGENZE E DELLE URGENZE IPERTENSIVE

10 - ROSSI ABDELWAHAB W. EMERGENZE: TRATTARE CON FARMACI IN INFUSIONE IDRALAZINA (ECLAMPSIA) NITROPRUSSIATO (IL PIU USATO) NITROGLICERINA (ISCHEMIA CARD) ESMOLOLO (TACHIARITMIE S.V.) ENALAPRIL (ISCHEMIA CEREBRALE) FENOLDOPAM (EFFICACE E SICURO)

11 ROSSI ABDELWAHAB W. URGENZE : SI DEVONO USARE FARMACI PER OS: NIFEDIPINA CAPTOPRIL CLONIDINA LABETALOLO PRAZOSINA

12 ROSSI GROSSMAN E. ET AL, JAMA, 1996, 276: LA NIFEDIPINA SL NELLE CRISI IPERTENSIVE PUO PROVOCARE SEVERA IPOTENSIONE, STROKE, INFARTO, DISTURBI CONDUZ. CARDIACA, MORTE A CAUSA DI CIO E DELLA MANCANZA DI DOCUMENTAZIONE CHE NE ATTESTI IL BENEFICIO, IL SUO USO DEVE ESSERE ABBANDONATO

13 - ROSSI HIRSCHL MM ET AL. - INTENSIVE CARE MED 1997, PAZIENTI CON EMERGENZA IPERTENSIVA TRATTATI CON NITROPRUSSIATO IV O URAPIDIL IV LURAPIDIL E ALTRETTANTO EFFICACE DEL NITROPRUSSIATO E PUO ESSERNE UNA VALIDA ALTERNATIVA

14 ROSSI DAMASCENO A. ET AL. - J HUM HYPERTENS, 1997, 11: PAZIENTI TRATTATI CON CAPTOPRIL SL, NIFEDIPINA SL E NIFEDIPINA RETARD TUTTI I TRATTAMENTI SI SONO DIMOSTRATI EFFICACI LA FORMA RETARD DELLA NIFEDIPINA E SICURA PERCHE NON PROVOCA LE BRUSCHE CADUTE PRESSORIE DELLA FORMA A PRONTO RILASCIO

15 ROSSI HIRSCHL MM ET AL. - J. HYPERTENSION, 1998, 16: NELLE URGENZE IPERTENSIVE RACCOMANDA LUSO DELLURAPIDIL PER OS

16 ROSSI GROSSMAN E. ET AL.- DRUG SAF, 1998, 19: NELLE URGENZE NON CE EVIDENZA CHE SIA UTILE ABBASSARE BRUSCAMENTE LA PRESSIONE, CHE DOVRA ESSERE RIDOTTA IN ORE CON FARMACI PER OS ( LEFFICACIA DEI VARI FARMACI APPARE SIMILE, COSI SARA LA PRESENZA DI SPECIFICHE INDICAZIONI O DI CONTROINDICAZIONI CHE NE GUIDERA LA SCELTA) NELLE EMERGENZE SI DEVE ABBASSARE LA PRESSIONE DEL 25% IN 2-4 ORE CON FARMACI IN INFUSIONE (NITROPRUSSIATO, NITROGLICERINA, BETABLOCCANTI, DIURETICI DELLANSA, URAPIDIL, ECC.). CI SONO POCHI STUDI CHE ABBIANO PARAGONATO EFFICACIA E SICUREZZA DEI TRATTAMENTI PROPOSTI

17 ROSSI VARGAS AYALA G. ET AL. - GYNECOL OBSTET MED, 1998, 66: DONNE CON CRISI IPERTENSIVA PRE- ECLAMPTICA TRATTATE CON SOLFATO DI MAGNESIO IN INFUSIONE O ISOSORBIDE SPRAY LISOSORBIDE AEROSOL SI DIMOSTRA PIU EFFICACE DEL SOLFATO DI MAGNESIO

18 ROSSI RUBIO GUERRA FA. ET AL. - J HUM HYPERTENS, 1999, 13: PAZIENTI CON EMERGENZA IPERTENSIVA TRATTATI CON ISOSORBIDE DINITRATO SPRAY O CON NIFEDIPINA NESSUN EFFETTO COLLATERALE NEL GRUPPO ISOSORBIDE NEL GRUPPO NIFEDIPINA : 8 PAZ HANNO MANIFESTATO CEFALEA, 4 REBOUND IPERTENSIVO, 2 CRISI DI ANGOR CON REGISTRAZIONE ELETTROCARDIOGRAFICA DI ISCHEMIA SUBEPICARDICA

19 ROSSI 19991

20 1 NON CE ACCORDO SUI VALORI DI PRESSIONE OLTRE I QUALI SI PUO PARLARE DI CRISI IPERTENSIVA A SECONDA DEGLI AUTORI I VALORI VANNO DA 200 A 220 mmHg PER LA PAS E DA 110 A 125 mmHG PER LA PAD

21 ROSSI LE CRISI IPERTENSIVE DEVONO ESSERE SUDDIVISE IN: EMERGENZE URGENZE

22 ROSSI EMERGENZE IPERTENSIVE DEFINIZIONE:ELEVATI VALORI PRESSORI ASSOCIATI A DANNO ACUTO DORGANO NON E TANTO IL VALORE DELLA PRESSIONE QUANTO LA PRESENZA DI DANNO DORGANO ACUTO CHE CARATTERIZZA LE EMERGENZE IPERTENSIVE

23 ROSSI TERAPIA DELLE EMERGENZE BISOGNA RIDURRE LA PRESSIONE DEL 25% CIRCA IN 2-4 ORE IL PAZIENTE VA SUBITO RICOVERATO SI DEVONO USARE FARMACI PER INFUSIONE ENDOVENOSA

24 ROSSI DEFINIZIONE DI DANNO ACUTO DORGANO SEGNI NEUROLOGICI:CEFALEA INGRAVESCENTE, STATO CONFUSIONALE, DISTURBI VISIVI,DISARTRIA, DISFASIA, MONO- EMIPARESI, COMA SEGNI CARDIACI: ANGOR, INSUFF. VENTRICOLARE SX, E.P.A. SEGNI OCULARI: EMORRAGIE ED ESSUDATI RETINICI DI RECENTE INSORGENZA SEGNI RENALI: RAPIDO DETERIORAMENTO DELLA FUNZIONALITA RENALE

25 ROSSI URGENZE IPERTENSIVE DEFINIZIONE:ELEVATI VALORI PRESSORI IN ASSENZA DI DANNO ACUTO AGLI ORGANI BERSAGLIO (PSEUDOEMERGENZE) LA PRESSIONE VA RIDOTTA IN MODO GRADUALE, NEL GIRO DI ORE, CON FARMACI PER OS SI POSSONO USARE: ACEINIBITORI, CALCIOANTAGONISTI A LUNGA DURATA, BETABLOCCANTI, DIURETICI. ALFA2AGONISTI (ADATTATO DAL VI REPORT DEL JNC, 1997)

26 ROSSI CRISI IPERTENSIVE IN AMBIENTE EXTRA- OSPEDALIERO UNA PROPOSTA OPERATIVA

27 ROSSI EMERGENZE IPERTENSIVE RICOVERARE IL PAZIENTE NEL FRATTEMPO SOMMINISTRARE: NITRATO S.L CPS FUROSEMIDE I.V MG (SE COESISTONO SEGNI DI SCOMPENSO VENTRICOLARE SINISTRO)

28 ROSSI URGENZE IPERTENSIVE DEFINIZIONE: PAS >= 210 mmHg e PAD >= 115 mmHg IN SOGGETTI ASINTOMATICI O COMUNQUE SENZA EVIDENZA DI DANNO CARDIACO O CEREBRALE

29 ROSSI PAZIENTE NON TRATTATO CAPTOPRIL 25 mg x 2 /die (O ALTRO FARMACO ANTIPERTENSIVO EQUIVALENTE) RICONTROLLARE IL PAZIENTE DOPO 24 ORE ED IN SEGUITO PER EVENTUALE VARIAZIONE DELLA TERAPIA E PER PROGRAMMARE INDAGINI STRUMENTALI

30 ROSSI PAZIENTE IN TRATTAMENTO INDAGARE SULLA ADESIONE ALLA TERAPIA AGGIUNGERE UN FARMACO DI CLASSE DIVERSA E/O AUMENTARE LA DOSE DEI FARMACI RICONTROLLARE DOPO 24 H E IN SEGUITO PROGRAMMANDO EVENTUALI ACCERTAMENTI

31 ROSSI IPERTENSIONE ED EPISTASSI LEPISTASSI NON E ANNOVERATA TRA LE EMERGENZE IPERTENSIVE LIPERTENSIONE NON E UNA CAUSA FREQUENTE IL RISCONTRO DI VALORI PRESSORI ELEVATI E SPESSO UNA CONSEGUENZA PIU CHE UNA CAUSA (PAZIENTE SPAVENTATO)

32 ROSSI SEDI DELLEPISTASSI ANTERIORE: SETTO ANTERO- INFERIORE (PLESSO DI LITTLE) OVE SI ANASTOMIZZANO LE ARTERIE PALATINE, LA SFENOPALATINA E LA ETMOIDALE INFERIORE LEPISTASSI ANTERIORE E LA PIU FREQUENTE

33 ROSSI SEDI DELLEPISTASSI POSTERIORE: SITUATA AL LIMITE POSTERIORE DEL TURBINATO MEDIO (AREA DI WOODRUFF) OVE LARTERIA SFENOPALATINA ENTRA NELLA CAVITA NASALE E MENO FREQUENTE DI QUELLA ANTERIORE

34 ROSSI CAUSE DELLEPISTASSI ANTERIORE TRAUMI E TOCCAMENTI CON LE DITA FLOGOSI ACUTE E CRONICHE NASALI E SINUSALI DEVIAZ. SETTO O SPERONI OSSEI RARE: LEUCEMIE, COAGULOPATIE TUMORI RINOFARINGEI, POLIPO GIOVANILE SANGUINANTE

35 ROSSI CAUSE DELLEPISTASSI POSTERIORE FREQUENTE NELLA 5° E 6° DECADE SI PENSA SIA DOVUTA A UN EFFETTO LESIVO DELLIPERTENSIONE E DELLARTERIOSCLEROSI SUI PICCOLI VASI ALTRE VOLTE PUO ESSERE DOVUTA ALLUSO CRONICO DI FANS

36 ROSSI COSA FARE ARRESTARE LEMORRAGIA: CHIEDERE AL PAZIENTE DI STRINGERE IL NASO TRA LE DITA PER 10 MINUTI TAMPONAMENTO ANTERIORE: CON GARZA TUBOLARE INTRODOTTA NELLA NARICE A FISARMONICA O CON PREPARATI SPUGNOSI CHE SI GONFIANO UNA VOLTA INTRODOTTI FACENDO DA TAMPONE TAMPONAMENTO POSTERIORE: MANOVRA GENERALMENTE ESEGUITA DALLO SPECIALISTA ORL

37 ROSSI COSA FARE RIDURRE LA PRESSIONE SE LA PRESSIONE E ELEVATA SI SOMMINISTRA UN ANTIPERTENSIVO PER OS (PER ESEMPIO UN ACEINIBITORE O UN BETABLOCCANTE)

38 . EMERGENZA---> ? URGENZA--->


Scaricare ppt "ROSSI 19991. UN GRUPPO DI MMG HA DISCUSSO SU CASI CLINICI DI CRISI IPERTENSIVE (VERE O PRESUNTE)"

Presentazioni simili


Annunci Google