La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Psicologia dello sviluppo lezione 2 Prof. Caterina Fiorilli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Psicologia dello sviluppo lezione 2 Prof. Caterina Fiorilli."— Transcript della presentazione:

1 Psicologia dello sviluppo lezione 2 Prof. Caterina Fiorilli

2 2 Aspetti generali della Memoria Atkinson e Shiffrin: il modello HIP –Registro sensoriale (es.) –Memoria a breve termine (span) –Memoria a lungo termine (strategie) Processi implicati nella memoria: –Immagazzinamento –Recupero ricordo riconoscimento

3 3 Misura il tuo span di memoria Cifre: Lettere:A Z I M B P S V Parole: »Occhiale »Sedia »Lavatrice »Borsa »Foglio »Telefono »Macchina

4 4 Processi di immagazzinamento Uso delle strategie: comportamenti finalizzati ed intenzionali Tipi di strategie: »Reiterazione subvocalica (es.) »Organizzazione (categorie) »Elaborazione (associazioni)

5 5 Processi di organizzazione melabiciclettacasaorso formaggioleoneappartamentotigre carota macchinahotelautobus

6 6 Processi di elaborazione TELEFONINO SEDIA IMBUTO QUADRO PERA BOTTIGLIA VASCA CUSCINO LUCE MACCHINA

7 7 Memoria e Sviluppo Comè la memoria nel primo anno di vita? Il bambino ha qualche capacità di memoria? ______________________ Es. di Meltzoff

8 8 Memoria e sviluppo I bambini di pochi mesi fanno molte cose che implicano lesistenza della memoria: –Abituazione dellattenzione –Imitazione –Ricerca di oggetti nascosti –Condizionamento classico e operante

9 9 Memoria e sviluppo Alcuni dati di ricerca: Rovee-Collier (1987): bambini di 3 mesi sottoposti a condizionamento operante mantengono lassociazione tra lo stimolo e il comportamento per due settimane Fagan (1973); a 5 mesi i bambini a cui è stata presentata la fotografia di una faccia per due soli minuti mostrano di riconoscerla fino a due settimane più tardi

10 10 Memoria e sviluppo Anche se la memoria può essere operativa ed efficiente sin da molto precocemente non è al massimo della potenza sin dallinizio Durante il primo anno di vita hanno luogo molti miglioramenti: –Incremento del tempo di conservazione –Migliore codifica delle caratteristiche dello stimolo –Consapevolezza della familiarità di eventi-stimolo già incontrati –Impiego esplicito di strategie di immagazzinamento

11 11 Memoria e sviluppo Fattori che intervengono nel favorire lincremento delle capacità di memoria nei bambini: 1.capacità 2.strategie per limmagazzinamento e il recupero 3.conoscenze 4.metamemoria

12 12 Capacità della memoria Lo span di memoria aumenta con letà: - a 5 anni: span di 4 ca. - a 6-7 anni:span > di 5

13 13 Strategie I bambini di 1-2 anni mostrano segni della presenza di strategie semplici, soprattutto per la localizzazione degli oggetti: DeLoache, Cassidy e Brown (1979): già a mesi i bambini impiegano strategie per ricordare anche se rudimentali (es. delloggetto nascosto da ricordare) Flavell, Miller e Miller (1993): a 5 anni impiego della reiterazione

14 14 Conoscenze Legami tra memoria e conoscenza: –Le conoscenze acquisite influenzano fortemente ciò che viene conservato e recuperato dal magazzino di memoria –Leffetto delle conoscenze sulla memoria è specifico per dominio

15 15 Conoscenze In che modo il contenuto delle conoscenze può migliorare il ricordo dei bambini? –Bjorklund (1987): 1.Rendendo alcuni elementi specifici più disponibili 2.Rendendo il ricordo accessibile con minor sforzo 3.Liberando il carico cognitivo per ulteriori elaborazioni

16 16 Conoscenze Legami tra memoria e conoscenza: –M. Chi (1978): rievocazione della posizione degli scacchi sulla scacchiera migliore in bambini di 10 anni esperti che negli adulti –Baltes e Baltes (1990): compensazione della memoria di lavoro deficitaria negli anziani con le conoscenze e la familiarità

17 17 Conoscenze Lexpertise di un bambino in un particolare dominio può influenzare anche più di quanto non faccia la sua capacità di apprendimento generale

18 18 Conoscenze Schneider et al. (1989): presentarono a bambini di 7, 9 e 11 anni una storia relativa ad una partita di calcio. I bambini erano stati classificati in esperti e non e con buone e scarse capacità di apprendimento. Risultati della prestazione di memoria furono: –esperti ricordarono la storia meglio degli inesperti e con migliori inferenze –Lexpertise fu un migliore predittore della prestazione rispetto alla capacità di apprendimento generale

19 19 QUALI CONSEGUENZE PER LEDUCAZIONE?

20 20 I bambini con scarse capacità possono ricordare materiale nuovo discretamente bene se esso viene introdotto nel contesto di un campo in cui hanno delle buone conoscenze

21 21 Metamemoria si fa riferimento alla conoscenza che un individuo ha del proprio funzionamento cognitivo e dei processi di controllo che mette in atto nellesecuzione di un compito

22 22 METACOGNIZIONE PROCESSI DI CONTROLLO STATEGIASTATEGIA STATEGIASTATEGIA STATEGIASTATEGIA STATEGIASTATEGIA STATEGIASTATEGIA STATEGIASTATEGIA STATEGIASTATEGIA STATEGIASTATEGIA A B I L I T À PRESTAZIONE

23 23 Metamemoria Chi, 1985: La strategia: regola o insieme di regole necessarie per risolvere un problema e sufficientemente generali per essere applicate ad una grande varietà di situazioni

24 24 Metamemoria Meccanismi di apprendimento dei comportamenti strategici: 1.Imitazione 2.Modellamento 3.Produzione spontanea casuale La produzione di benefici grazie allimpiego di una determinata strategia aumenta la probabilità che questa venga usata ripetutamente ed in modo intenzionale

25 25 Memoria a lungo termine Memoria dichiarativa (proposizionale): –Memoria episodica e memoria semantica Memoria procedurale: script di sequenze comportamentali Memoria prospettica: conserva informazioni relative a piani di azione


Scaricare ppt "Psicologia dello sviluppo lezione 2 Prof. Caterina Fiorilli."

Presentazioni simili


Annunci Google