La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Osteoartrosi. Osteoartrosi: definizione È una malattia degenerativa delle articolazioni, caratterizzata da rammollimenti ed erosioni superficiali della.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Osteoartrosi. Osteoartrosi: definizione È una malattia degenerativa delle articolazioni, caratterizzata da rammollimenti ed erosioni superficiali della."— Transcript della presentazione:

1 Osteoartrosi

2 Osteoartrosi: definizione È una malattia degenerativa delle articolazioni, caratterizzata da rammollimenti ed erosioni superficiali della cartilagine articolare. In particolare sono coinvolti losso subcondrale e la membrana capsulo- sinoviale, con uno scompenso funzionale a carico dellarticolazione di cui essi fanno parte. Può essere idiopatica o primaria e secondaria a traumi, o a precedenti malattie articolari

3 Osteoartrosi: eziologia Età: in seguito alla perdita fisiologica di condroitin-solfato dalla matrice del collagene che segue allinvecchiamento Sesso: il rapporto M\F è inferiore ad 1 per la forma primaria, mentre è uguale a 1 per quella secondaria ad altre cause Ereditarietà: i noduli di Heberden hanno una notevole tendenza familiare Traumi articolari: acuti (lussazioni o fratture), sovraccarico funzionale cronico (obesità, anormali sollecitazioni articolari) Precedenti artropatie (gotta, artrite reumatoide), endocrinopatie (diabete mellito, ipotiroidismo ed acromegalia), malattie metaboliche (emocromatosi, ocronosi, condrocalcinosi), morbo di Paget dellosso, emofilia Fattori climatici: freddo ed umidità Fattori dietetici

4 Osteoartrosi: patogenesi La cartilagine articolare diviene molle e meno elastica in seguito alla perdita dei proteoglicani della sostanza fondamentale. Vi è una frammentazione del reticolo del collagene con irruvidimento della cartilagine Losso diviene esposto laddove la cartilagine è denudata. Si ha neoformazione ossea subcondrale con comparsa di osteofiti alla periferia La membrana sinoviale si ipertrofizza a causa dellingestione di frammenti di cartilagine degenerata da parte delle cellule A della sinovia La capsula articolare diviene fibrotica

5 Osteoartrosi: patogenesi Vi è presenza di corpi liberi in cavità costituiti da frammenti di villi sinoviali e di cartilagine calcificata Vi sono versamenti spesso nella fase precoce. Il liquido si presenta limpido, ad alta viscosità, ed a basso contenuto proteico Sono presenti i noduli di Heberden e di Bouchard, costituiti da tessuti molli sovrastanti larticolazione, a forma di cisti che contengono acido jaluronico puro, che si trasformano per metaplasia in cartilagine ed osso

6 Osteoartrosi: clinica Articolazioni principalmente interessate: Temporo-mandibolari Sterno-claveari Interapofisarie del rachide Carpo-metacarpali (base dei pollici) Interfalangee distali delle dita delle mani Metatarso-falangee dellalluce

7 Osteoartrosi: clinica Le articolazioni diventano rigide, dolenti e talora tumefatte La rigidità articolare è aggravata dal riposo con difficoltà a riprendere il movimento dopo periodi di immobilità Il dolore può essere lieve o molto intenso e peggiora sotto carico ed alla mobilizzazione La tumefazione articolare può essere dovuta a versamento sinoviale negli episodi acuti osteoartrosici a carico di ginocchia e gomiti, ad osteofiti ed a cisti sinoviali (cisti di Baker a livello del cavo popliteo)

8 Osteoartrosi: clinica Limitazione dei movimenti a causa di: fibrosi articolare Ipotrofia muscolare Deformità articolari (ginocchio valgo, noduli di Heberden e Bouchard) Nessun esame di laboratorio ha un valore diagnostico specifico

9 Osteoartrosi: radiologia Restringimento della rima articolare per la perdita della cartilagine articolare Osteofiti Sclerosi para-articolare Cisti e pseudocisti ossee che possono trovarsi ad una certa distanza dal cavo articolare (geoidi, composte da tessuto connettivo libero, mucoide e vasi sanguigni) Erosioni delle piccole articolazioni Condrocalcinosi, osservata frequentemente nelle ginocchia

10 Osteoartrosi: quadri clinici I traumi professionali rappresentano un importante fattore predisponente. Il dolore può essere confuso con quello dellepicondilite laterale e mediale. Osteoartosi dei gomiti:

11 Osteoartrosi: quadri clinici È assai diffusa ed interessa particolarmente i segmenti del rachide dotati di maggiore mobilità (cervicale e lombare). Le cause predisponenti sono fattori di natura meccanica come: gli atteggiamenti viziati, lobesità, alcune attività professionali o sportive, anomalie congenite e traumi. Le articolazioni intersomatiche vertebrali sono il bersaglio principale della malattia Rachide (spondiloartrosi):

12 Osteoartrosi: quadri clinici Vengono interessate le articolazioni intersomatiche, interapofisarie ed uncovertebrali. Il disco intervertebrale si riduce di spessore così come lo spazio interdiscale. Compaiono osteofiti aggettanti nello speco vertebrale. I sintomi e segni principali sono dolore e rigidità del collo con cefalea a partenza nucale con irradiazione al vertice; la brachialgia è solitamente monolaterale, si associa cervicalgia se vi è interessamento radicolare. Possono associarsi crisi vertiginose, acufeni e rush cutanei al volto Rachide cervicale

13 Osteoartrosi: quadri clinici La scarsa motilità di questo segmento ne determina lo scarso coinvolgimento clinico e radiologico Rachide dorsale

14 Osteoartrosi: quadri clinici Tale tratto è maggiormente sottoposto a sollecitazioni meccaniche di tipo statico e dinamico. Allo stadio precoce si ha riduzione di spessore del disco intervertebrale. La riduzione progressiva del disco altera i rapporti tra le faccette articolari posteriori, innescandone la lenta e progressiva degenerazione. Tra le condizioni predisponenti ricordiamo la spondilolistesi, ovvero lo scivolamento in avanti di una vertebra sulla sottostante. Osteoartrosi del rachide lombare:

15 Osteoartrosi: quadri clinici lombalgia acuta, dopo uno sforzo in flessione lombalgia cronica, che si instaura nelle forme più avanzate di malattia. manifestazioni radicolari che si presentano sottoforma di: - cruralgie (radici L2-L3-L4) - sciatalgie (L4-L5-S1): il dolore sciatico è profondo, si irradia alla natica e lungo larto inferiore. Si accompagna a parestesie, deficit della forza ed alterazioni dei plessi. Osteoartrosi del rachide lombare – sintomi:

16 Osteoartrosi: quadri clinici osteofitosi raddrizzamento antalgico della lordosi riduzione dello spazio intersomatico sclerosi delle limitanti Osteoartrosi del rachide lombare – segni radiologici:

17 Osteoartrosi: quadri clinici Comporta deformità fissa con lanca in flessione, adduzione e rotazione interna. Il dolore può essere riferito alla faccia mediale del ginocchio, alla coscia e allinguine. Si può avere un accorciamento della gamba dovuto alla riduzione della rima articolare coxofemorale. Osteoartrosi delle anche

18 Osteoartrosi: quadri clinici Radiologicamente sono evidenti: alterazioni del polo superiore, con restringimento della rima articolare precoce restringimento dello spazio articolare mediale riduzione bilaterale concentrica delle rime articolari. Diagnosi differenziale: Artrite reumatoide Artrite settica Morbo di Perthes Osteoartrosi delle anche

19 Osteoartrosi: quadri clinici È la più tipica espressione della forma primaria, con localizzazione alle interfalangee distali dove si riscontrano i noduli di Heberden. Colpisce elettivamente il sesso femminile, dopo i 45 anni ed è eredofamiliare. Sintomi principali sono: algie a livello delle articolazioni delle dita con intorpidimento e rigidità. Osteoartrosi delle mani

20 Osteoartrosi: quadri clinici Esame obiettivo: allispezione sono rilevabili caratteristiche nodosità. Meno frequentemente sono interessate le interfalangee prossimali dove si riscontrano i noduli di Bouchard. Può essere presente linteressamento dellarticolazione carpo-metacarpica del pollice, che conferisce alla mano laspetto di mano quadrata. Radiologicamente si riscontrano erosioni dei capi articolari. Osteoartrosi delle mani

21 Osteoartrosi: quadri clinici È rara la forma primaria e coinvolge generalmente la prima metatarso-falengea. Clinicamente vi è dolore, limitazione funzionale, deformazione e rigidità articolare. Obiettivamente è presente un disassamento in valgo dellalluce che non consente luso di calzature. Si associa spesso una borsite reattiva mediale (cipolla). Radiologicamente sono evidenti i classici segni a livello metatarso-falangeo Osteoartrosi dei piedi

22 Osteoartrosi: quadri clinici È molto comune nelletà media e negli anziani. Lesordio coinvolge larticolazione patello femorale. Si riscontra generalmente valgismo a causa del restringimento della rima articolare mediale o laterale. La diagnosi differenziale si pone radiologicamente nei confronti dellartrite reumatoide, di infezioni, della sinovite villo-nodulare pigmentata, dell osteocondromatosi sinoviale, etc… Osteoartrosi del ginocchio

23 Angina masticatoria Dolore allarticolazione per interessamento acuto dellarticolazione temporo-mandibolare. Può portare a una sublussazione dellarticolazione. Click di apertura e chiusura della bocca.

24

25

26

27

28

29

30

31

32

33

34

35

36

37

38

39

40

41

42


Scaricare ppt "Osteoartrosi. Osteoartrosi: definizione È una malattia degenerativa delle articolazioni, caratterizzata da rammollimenti ed erosioni superficiali della."

Presentazioni simili


Annunci Google