La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dott.ssa Elisabetta Muccioli DIVEZZAMENTO IN ETA PEDIATRICA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dott.ssa Elisabetta Muccioli DIVEZZAMENTO IN ETA PEDIATRICA."— Transcript della presentazione:

1 Dott.ssa Elisabetta Muccioli DIVEZZAMENTO IN ETA PEDIATRICA

2 Dott.ssa Elisabetta Muccioli DEFINIZIONE Il divezzamento è il periodo di transizione della storia alimentare del bambino durante il quale il latte materno o artificiale cessa di essere lunico alimento del bambino e viene gradualmente sostituito da cibi semisolidi diversi fino al raggiungimento di una dieta varia Passaggio graduale da una alimentazione esclusivamente lattea ad unalimentazione mista, diversificata per lintroduzione di cibi semisolidi diversi Parallelamente alla minore richiesta da parte del bambino, la produzione di latte da parte della madre si riduce in modo tale da evitare disturbi di ingorgo mammario

3 Dott.ssa Elisabetta Muccioli UN MOMENTO DELICATO … Il passaggio dal latte agli alimenti solidi è un momento particolarmente delicato per il bambino. Infatti il piccolo si trova ad assumere un alimento di consistenza diversa attraverso il cucchiaino seduto sul seggiolone: non più succhiando al seno della madre stando accoccolato in braccio Il divezzamento sottopone il bambino a numerosi cambiamenti. Questi cambiamenti andrebbero eseguiti in maniera graduale, così da rappresentare una piacevole esperienza, non un motivo di conflitto tra la madre ed il bambino. Elogi, attenzioni premurose e coccole sono di vitale importanza per la riuscita dello svezzamento. È necessaria pazienza senza avere ansia che questo passaggio debba avvenire in tempi brevi. Non ci sono infatti generalmente problemi nutrizionali, essendo il latte a questa età ancora sufficiente per soddisfare i fabbisogni del bambino. Dunque è possibile concedere al bambino un periodo di assestamento senza che venga compromessa la sua crescita.

4 Dott.ssa Elisabetta Muccioli QUANDO INIZIARE Non prima del 4° mese Non dopo la fine del 6° mese Letà di inizio della prima pappa non è necessariamente uguale per tutti i lattanti. Finchè lalimentazione lattea è esclusiva, soprattutto se da latte materno, riesce a garantire un adeguato accrescimento non è necessario iniziare assaggi di nuovi cibi né una vera pappa. È comunque consigliabile che lo svezzamento inizi non prima del 4 mese, per prevenire allergie o intolleranze alimentari, e non dopo il compimento del 6 mese, per evitare carenze nutrizionali (soprattutto di ferro, calcio, vitamina D). In letteratura studi controversi

5 Dott.ssa Elisabetta Muccioli ALIMENTAZIONE fino ad ora … NASCITA Soluzione Glucosata prime ore di vita Latte Materno/Artificiale LATTANTE Latte Materno/Artificiale PASTI DI LATTE Nei primi mesi di vita : Kcal/Kg/die

6 Dott.ssa Elisabetta Muccioli 6 mesi Obiettivo 2 pasti di latte + 2 pappe Soddisfare il fabbisogno ai sei mesi : 100 Kcal/Kg/die Si inizia introducendo un solo pasto [pranzo] Una pappa = Kcal Quando un pasto è ben accetto si passa a due pappe al giorno [pranzo e cena] Inserire un alimento nuovo alla volta !!

7 Dott.ssa Elisabetta Muccioli NOTA BENE Per tutto il primo anno di vita la pappa deve essere priva di sale (periodo durante il quale si completa la maturazione della funzionalità renale) e di consistenza cremosa (per ovviare alla incapacità masticatoria del bambino) È bene cominciare il divezzamento introducendo la prima pappa al pasto di mezzogiorno, ponendo il bambino sul seggiolone e sedendosi di fronte a lui, pronti ad un suo eventuale rifiuto. Se nei primi giorni mangerà anche solo pochi cucchiaini sarà già soddisfacente. Se si rifiuterà è bene non forzarlo, riprovando il giorno successivo; i nuovi alimenti vanno sempre proposti e mai imposti! Durante tutto il periodo dello svezzamento è importante aggiungere un nuovo alimento alla volta ed aspettare 5 – 6 giorni prima di inserirne un altro, per rendersi conto se ci sono difficoltà da parte del bambino o allergie.

8 Dott.ssa Elisabetta Muccioli COME FARE LA PRIMA PAPPA Brodo vegetale : volume tot ml Sciogliere nel brodo crema di Riso/Mais/Tapioca Iniziare con 2 cucchiai = 10 gr in 200 ml = crema al 4% passare poi a 3-4 cucchiai (al 8%,poi al 10% in modo graduale) Aggiungere la crema al brodo in ebollizione lentamente continuando a mescolare (per evitare il formarsi di grumi) e cuocere per il tempo indicato Fare intiepidire e aggiungere 1 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva a crudo 1 2 cucchiaini di parmiggiano reggiano grattugiato Liofilizzato di carne coniglio, agnello, tacchino Aumento graduale 1 cucchiaino mezzo vasetto 1 intero Frutta a fine pasto Omogeneizzato Fresca : mela, pera, banana grattuggiato/schiacciato/frullato

9 Dott.ssa Elisabetta Muccioli NOTA BENE 1 CUCCHIAIO = 7 GR

10 Dott.ssa Elisabetta Muccioli RICETTA BRODO VEGETALE inizio divezzamento Le verdure devono essere ben pulite, lavate, sbucciate e tagliate a pezzetti Patate 2 Carote 2 Sedano Un pugno di fagiolini secchi Acqua 3-4 litri Fare bollire per 3 ore circa Colare il brodo con un setaccio fine per non fare passare la cellulosa senza schiacciare gli ortaggi Conservare Frigo Freezer quando si scongela, far bollire per 5 minuti per sterilizzarlo di nuovo prima di rimetterlo in frigorifero; meglio tanti piccoli contenitori monouso

11 Dott.ssa Elisabetta Muccioli RICETTA BRODO VEGETALE successiva e veloce Le verdure devono essere ben pulite, lavate, sbucciate e tagliate a pezzetti Patate 1 Carote 1 Zucchine 1 Bietola 1-2 foglie [Verdure di stagione : evitare quelle più aromatiche che darebbero al brodo un sapore troppo forte : cavolo, cipolla, bietole, asparagi, verze] Acqua 1 litro : bollire per circa 1 ora, finchè si riduce della metà Colare il brodo con un setaccio fine per non fare passare la cellulosa senza schiacciare gli ortaggi

12 Dott.ssa Elisabetta Muccioli NOTA BENE Le verdure ottenute dal brodo vegetale Possono essere consumate dai genitori Successivamente possono essere passate e aggiunte alla pappa Liofilizzato : dopo aver aperto ilvasetto conservalo in freezer per evitare la crescita di batteri che, se entrano, vi trovano un buon terreno per crescere

13 Dott.ssa Elisabetta Muccioli DIVEZZAMENTO INIZIATO Mattina : latte materno Pranzo : una pappa Merenda yogurt magro con biscottini sbriciolati Oppure frutta fresca (come indicato prima) Cena : latte materno successivamente sostituito dalla seconda pappa Sera : latte materno

14 Dott.ssa Elisabetta Muccioli GRADUALMENTE … I tempi vanno adattati in base al bambino, continuando a fare cambiamenti graduali e immettendo sempre un cambiamento alla volta Semolino/pasta piccola[glutine] Liofilizzato Suino, vitello, cavallo, pollo, manzo, struzzo

15 Dott.ssa Elisabetta Muccioli 9 mesi Pesce Trota, platessa, orata, salmone

16 Dott.ssa Elisabetta Muccioli mesi Legumi Yogurt / yogurt con frutta frullata Formaggino da sciogliere nella pappa Meglio iniziare con formaggino ipolipidico 1/2 vasetto oppure gr di ricotta Agrumi Prosciutto crudo/cotto a pezzettini

17 Dott.ssa Elisabetta Muccioli 12 mesi Tuorlo duovo Se prima dellanno di vita, introduci mezzo ovetto tuorlo nella pappa solo una volta alla settimana, successivamente un tuorlo intero una volta alla settimana sempre nella pappa del pranzo; allanno di vita inserisci anche lalbume In particolare : si inizia con un cucchiaino di tuorlo nella pappa calda e aumentando fino ad un tuorlo intero da fare cuocere 1 -2 minuti insieme alla minestrina (massimo 2 volte alla settimana). successivamente albume : preferibilmente cotto (insieme alla minestra) perché altrimenti è poco digeribile e allergizzante. È possibile iniziare ad utilizzare anche la pasta alluovo. Latte vaccino Parzialmente scremato 1/3 di latte + 2/3 acqua Poi ½ latte + ½ latte Poi latte intero

18 Dott.ssa Elisabetta Muccioli DIETA SETTIMANALE volte alla settimana CARNE4 FORMAGGIO3 PESCE2 UOVA2 LEGUMI2 AFFETTATI1

19 Dott.ssa Elisabetta Muccioli RIASSUMENDO … LA LINEA DEL TEMPO NASCITA S G LM/LA 6 mesi Brodo vegetale Crema di riso 4-10% Olio 2 cucchiaini Parmiggiano 2 cucchiaini Liofilizzato bianco ½ 1 Frutta 1 PASTO 2 PASTI 1 aa10-11 mesi 9 mesi Verdura passata Semolino Pasta piccola Liofilizzato rosso Pesce trota, platessa, orata, salmone Legumi Yogurt- formaggino Agrumi Prosciutto

20 Dott.ssa Elisabetta Muccioli ACQUA NATURALE NON GASSATA BASSO RESIDUO FISSO Evitare camomille o tisane molto zuccherate: il bambino potrebbe abituarsi al gusto dolce e rifiutare le pappe che hanno sapore salato


Scaricare ppt "Dott.ssa Elisabetta Muccioli DIVEZZAMENTO IN ETA PEDIATRICA."

Presentazioni simili


Annunci Google