La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TIZIANA MINISCALCO. CENNI STORICI DELLA DIALISI DOMICILIARE La dialisi nacque nel 1961 in Giappone con lo scopo di poter permettere la sopravvivenza dei.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TIZIANA MINISCALCO. CENNI STORICI DELLA DIALISI DOMICILIARE La dialisi nacque nel 1961 in Giappone con lo scopo di poter permettere la sopravvivenza dei."— Transcript della presentazione:

1 TIZIANA MINISCALCO

2 CENNI STORICI DELLA DIALISI DOMICILIARE La dialisi nacque nel 1961 in Giappone con lo scopo di poter permettere la sopravvivenza dei paz. affetti da IRA/IRC. Nel 1970 fu eseguita la prima dialisi domiciliare a Torino con un monitor prototipo. In quei tempi, definibili forse pionieristici, il ridotto numero di posti dialisi, concentrati in pochi Centri ospedalieri, favorì lo sviluppo della dialisi domiciliare come soluzione migliore per risolvere il problema delle distanze tra il domicilio dei pazienti e lospedale.

3

4 Nel 1980 il Centro Dialisi dellospedale G. Bosco arrivò a contare circa 100 pazienti in trattamento domiciliare. Il trattamento emodialitico domiciliare dimostrò diversi vantaggi relativi alla qualità di vita del paziente:, migliore autogestione, una miglior tolleranza, possibilità di dialisi giornaliera in orari preferenziali, buone possibilità di riabilitazione socio-lavorativa ed altri vantaggi di carattere economico determinati da un costo minore per lazienda ospedaliera. Sono tutti elementi ancora oggi validi.

5 INFORMAZIONE AL PAZIENTE AMBULATORIO I. R. C. ALTRI PAZIENTI BROCHURE ALTRI OPERATORI

6 Visite periodiche di controllo. In regime di ricovero colloquiando col vicino di letto. Durante una seduta dialitica ospedaliera. Lettura di opuscoli nelle giornate di prevenzione della salute. QUANDO …

7 LOCANDINA INFORMATIVA Tel /242 NOTA BENE EMODIALISI DOMICILIARE RESPONSABILE MEDICO Dott. Marco Borca RESPONSABILE INFERMIERISTICO I.P. Tiziana Miniscalco TORINO EMERGENZA NORD Ospedale S. Giovanni Bosco Divisione di Nefrologia e Dialisi Direttore: Dr. Francesco QUARELLO Avrai a disposizione il numero di cellulare dellinfermiera e del tecnico del monitor. Avrai diritto a un rimborso per i lavori che farai per adeguare gli impianti. Avrai diritto a un rimborso annuale per il consumo di energia elettrica. Avrai diritto ad un rimborso parziale della benzina che userai per venire in ospedale (per laddestramento e per i successivi controlli). Il partner avrà diritto a dei permessi dal lavoro retribuiti per assisterti. PER ULTERIORI INFORMAZIONI Tel /242 NOTA BENE EMODIALISI DOMICILIARE RESPONSABILE MEDICO Dott. Marco Borca RESPONSABILE INFERMIERISTICO I.P. Tiziana Miniscalco TORINO EMERGENZA NORD Ospedale S. Giovanni Bosco Divisione di Nefrologia e Dialisi Direttore: Dr. Francesco QUARELLO Avrai a disposizione il numero di cellulare dellinfermiera e del tecnico del monitor. Avrai diritto a un rimborso per i lavori che farai per adeguare gli impianti. Avrai diritto a un rimborso annuale per il consumo di energia elettrica. Avrai diritto ad un rimborso parziale della benzina che userai per venire in ospedale (per laddestramento e per i successivi controlli). Il partner avrà diritto a dei permessi dal lavoro retribuiti per assisterti. PER ULTERIORI INFORMAZIONI Tel /242 NOTA BENE EMODIALISI DOMICILIARE RESPONSABILE MEDICO Dott. Marco Borca RESPONSABILE INFERMIERISTICO I.P. Tiziana Miniscalco TORINO EMERGENZA NORD Ospedale S. Giovanni Bosco Divisione di Nefrologia e Dialisi Direttore: Dr. Francesco QUARELLO Avrai a disposizione il numero di cellulare dellinfermiera e del tecnico del monitor. Avrai diritto a un rimborso per i lavori che farai per adeguare gli impianti. Avrai diritto a un rimborso annuale per il consumo di energia elettrica. Avrai diritto ad un rimborso parziale della benzina che userai per venire in ospedale (per laddestramento e per i successivi controlli). Il partner avrà diritto a dei permessi dal lavoro retribuiti per assisterti. PER ULTERIORI INFORMAZIONI Tel /242 NOTA BENE EMODIALISI DOMICILIARE RESPONSABILE MEDICO Dott. Marco Borca RESPONSABILE INFERMIERISTICO I.P. Tiziana Miniscalco TORINO EMERGENZA NORD Ospedale S. Giovanni Bosco Divisione di Nefrologia e Dialisi Direttore: Dr. Francesco QUARELLO Avrai a disposizione il numero di cellulare dellinfermiera e del tecnico del monitor. Avrai diritto a un rimborso per i lavori che farai per adeguare gli impianti. Avrai diritto a un rimborso annuale per il consumo di energia elettrica. Avrai diritto ad un rimborso parziale della benzina che userai per venire in ospedale (per laddestramento e per i successivi controlli). Il partner avrà diritto a dei permessi dal lavoro retribuiti per assisterti. PER ULTERIORI INFORMAZIONI

8

9 INCONTRO CON IL CANDIDATO Viene fissato un incontro con il medico e linfermiera al fine di conoscere il paziente e il partner; si presenterà così ai suddetti il programma ed il luogo dell addestramento.

10 Postazione ospedaliera per addestramento

11 Programma teorico di addestramento TITOLOFIRMA INSEGNANTE FIRMA DEL PAZIENTE L'insufficienza renale e l'uremia Le funzioni del rene (medico) Principi generali dell emodialisi (medico) Il peso ideale (medico) Dializzatori a capillare (medico e infermiera) Schema del monitor in uso ( infermiera) Il liquido di dialisi (medico) "Controllo di qualità" del trattamento dialitico (medico)

12 Trattamento acqua ( medico) Preparazione di una seduta Emodialitica ( infermiera) L'eparinizzazione ( infermiera) Accessi vascolari e norme perla Veno puntura (medico ed infermiera) Descrizione di una dialisi normale principali parametri sorvegliati in corso di dialisi (pressione venosa,tmp,flusso ematico, etc.) (infermiera) Incidenti in corso di dialisi (infermiera) Chiusura della dialisi (infermiera) L'anemia in dialisi (medico)

13 Disinfezione dell'apparecchiatura (infermiera) Norme di igiene e prevenzione delle infezioni (infermiera) L'epatite virale (infermiera) La terapia d'appoggio in corso di Trattamento emodialitico (infermiera) La dieta del paziente in dialisi (infermiera) Programmazione ed esecuzione degli esami e loro significato (infermiera) Compilazione e lettura delle schede di sorveglianza (infermiera) Modalità operative in caso di mancanza di corrente elettrica (infermiera)

14 VISITA AL DOMICILIO DEL PAZIENTE per valutarne lidoneità Ambiente sufficientemente ampio per poter contenere il monitor, una poltrona reclinabile, un addolcitore ed unosmosi. Presenza di un locale dove posizionare il materiale stoccato (che viene consegnato ogni 2 mesi) per effettuare la dialisi.

15 INFORMAZIONI varie indicative per il paziente AZIENDA REGIONALE ASL 4 TO OSPEDALE G. BOSCO Divisione di Nefrologia e Dialisi Dirigente II Livello : Dott.. Francesco Quarello GENT. SIG. DESIDERIAMO FORNIRE ALCUNI AGGIORNAMENTI PER LA GESTIONE DEL TRATTAMENTO EMODIALITICO DOMICILIARE. ORARIO DEI TRATTAMENTI EMODIALITICI DAL LUNEDI' AL SABATO LE SEDUTE EMODIALITICHE DOMICILIARI POTRANNO ESSERE EFFETTATE TRA LE ORE : E LE ORE IN CASO DI NECESSITA' URGENTE DI COMUNICARE CON IL MEDICO DI GUARDIA, POTRA' CHIAMARE I SEGUENTI NUMERI TELEFONICI : 011/ /889 TRA LE ORE E LE ORE / TRA LE ORE E LE ORE AL DI FUORI DI QUESTI ORARI ( NELLE ORE NOTTURNE E NEI GIORNI FESTIVI) IL MEDICO REPERIBILE E' RINTRACCIABILE TRAMITE L'INFERMIERA PROFESSIONALE DEL REPARTO DI NEFROLOGIA TEL IL MEDICO RESPONSABILE Dott. M. BORCA

16 Consegna di materiale didattico al paziente Dispensa che tratta: 1.legge x dial. Domic. (Piemonte) 2.Programma corso 3.Preparazione AK 95 (Monitor in dotazione) 4.Disinfezione integrata di osmosi più monitor AK 95 5.Disinfezione AK 95 6.Incidenti in dialisi: -CRISI PIROGENICA -FUORI-VENA - EMBOLIA GASSOSA -IPERTENSIONE, IPOTENSIONE, COLLASSO -EMOLISI ( CON PROVA EMOLISI) -ROTTURA FILTRO 7. FARMACI IN DOTAZIONE AI PAZIENTI (come e quando somministrarli) 8. MODALITA DI ESECUZIONE DEI PRELIEVI

17 OSPEDALE G. BOSCO Divisione di Nefrologia e Dialisi Dirigente II Livello : Dr. Francesco Quarello GENT. SIG. CONTROLLO DEI FARMACI IN DOTAZIONE A DOMICILIO RICORDIAMO L'IMPORTANZA DEL CONTROLLO PERIODICO SEMESTRALE DEI FARMACI IN DOTAZIONE ; QUALORA RISULTINO SCADUTI O IN FASE DI SCADENZA DEVONO ESSERE RESTITUITI AL PERSONALE DEL TRAINING PER LA SOSTITUZIONE. CHIAMATE TELEFONICHE NON URGENTI PER INFORMAZIONI VARIE NON URGENTI POTRETE TELEFONARE IN TRAINING TEL VI PREGHIAMO DI NON RICHIEDERE SISTEMATICAMENTE AL PERSONALE DEL TRAINING I RISULTATI DEGLI ESAMI EMATOCHIMICI E STRUMENTALI : NE SARETE INFORMATI DURANTE LE VISITE PERIODICHE. EVENTUALI DATI ALTERATI VI SARANNO COMUNICATI TEMPESTIVAMENTE. ASSISTENZA TECNICA IN CASO DI INCONVENIENTI TECNICI DEL MONITOR O DELL'APPARECCHIATURA DI DEPURAZIONE DELL'ACQUA, SI PUO' TELEFONARE AL CENTRO DI ASSISTENZA DITTA… TEL. … IN ORARI DUFFICIO, AVVISARE IL PERSONALE DEL TRAINING. IL PAZIENTE NON DEVE MAI MANOMETTERE LE APPARECCHIATURE. IL MEDICO RESPONSABILE Dott. M. BORCA

18 Esempio di calendario prelievi Azienda Regionale ASL 4 To Ospedale G. Bosco Divisione di Nefrologia e Dialisi Dirigente II Livello Dr. Francesco Quarello PAZIENTE gennaiofebbraiomarzoaprilemaggiogiugno AI AF AI Gruppo B clearance AI AF AI Emocromo Ass.marziale Prot.C clearance Citotossici (se lista Trap attiva ) AI AF AI Emocromo Ass.marziale Prot.C clearance luglioagostosettembreottobrenovembredicembre AI AF AI Gruppo B Citotossici clearance AI AF AI Emocromo Ass.marziale Prot. C clearance CitotossiciAI AF AI Emocromo+ Ass.marziale Prot. C clearance

19 N.B. Per chi fa la Clearance: la raccolta delle urine la incominciate la domenica alle 13 e la finite il lunedì alle 13. Fate il prelievo allinizio dialisi (prelevate una provetta gialla) va centrifugato il prelievo della clearance ( gialla), ma non va separato. I prelievi vanno messi in frigo e vanno portati in Training insieme a tutti gli altri entro le ore 9,30. Ricordarsi di portare anche il campione delle urine delle 24 ore. Se non potete venire siete pregati di avvisare. Per gli esami del gruppo B presentarsi al mattino, (a digiuno), entro le ore 9,30 Le date possono variare sia per esigenze vostre che del training I prelievi falli dal polmoncino rosso dopo aver fatto il salasso e prima di attaccare la linea venosa. Il medico responsabile Dr. M.Borca RACCOMANDAZIONI

20 Paziente in addestramento

21 MODULISTICA termine addestramento… Dopo aver letto la modulistica inerente a: legge x dial. Domic. (Piemonte) Privacy Dopo aver superato lesame orale (si chiede che intervento adottare in caso di…) e visivo (si controlla landamento di una seduta dialitica). Il pz ed il partner firmano alcuni moduli di avvenuto addestramento, di aver frequentato il corso etc. UN ESEMPIO…….

22 Azienda Regionale USL TO4Ospedale San Giovanni Bosco - Torino Nord Emergenza Divisione di Nefrologia e Dialisi Dirigente II Livello: Dr. F. Quarello Servizio Emodialisi domiciliare Medici M. BORCA Assistenza Infermieristica T.MINISCALCO Psicologa Consulente Telefono Fax Torino, ___________ Il/la sottoscritto/a __________________________________ _____ avendo frequentato il corso di addestramento allemodialisi domiciliare presso codesto Centro Dialisi dal giorno ______________ ad oggi _________________ Dichiara di sentirsi in grado di eseguire la terapia dialitica come partner in assistenza al /alla sig./sig.ra __________________________________ ___ e di poter procedere a tale tipo di assistenza presso il domicilio del/della paziente sunnominato/a. Firma _______________________ Divisione di Nefrologia e Dialisi - P.zza Donatore di Sangue, TorinoTel /274/287 - Fax Internet: italy.org/reparti/togbosco/home.htm

23 RICHIESTA INVIO MATERIALE A DOMICILIO AZIENDA REGIONALE A.S.L. IV OSPEDALE G. BOSCO TORINO Spett/le S.p.A Via C.A.P. ( ) RICHIESTA DI MATERIALE SERVIZIO EMODIALISI DOMICILIARE Data consegna : Data richiesta : PAZIENTE: indirizzo:

24 COD:KITTOGB17LD Materiale Codice Descrizione prodotto quantità FiltroIN Dializzatore Polyflux 17 L26 Linee ASet A-V BL 105 Ago doppio26CartucceB17332 Cartuccia Bicart gr.72026Sacche Sacca Soft-Pac S20426 Aghi Fistola Ago Fistola F-16 B52Fisiologiche Sodio Cloruro 0,9% Lt. 126Fisiologiche Sodio Cloruro 0,9% Lt.226 Kit Attacco-staccoEMOG2Kit

25 Medicazione Attacco-Stacco26 Set infusioni Set infusioneI20026 DisinfettantiDisinfettante clean cart26 Siringhe Siringa25a19gSiringa2.5cc con ago 19g26 SiringheSireparina21gSiringhe20ml con ago21g per eparina ago eccentrico52 Reagenti per durezza acqua Firma del responsabile Del Servizio Dott. M.Borca

26 Rimborso delle spese per impianto elettrico, idraulico, telefonico e opere murarie fino ad un massimo di 1240 Rimborso delle spese per impianto elettrico, idraulico, telefonico e opere murarie fino ad un massimo di 1240 Legge Regionale 7 maggio 2002 n° RIMBORSI

27 Rimborso delle spese relative alladeguamento della messa a terra dellimpianto elettrico fino ad un massimo di 434 Rimborso delle spese relative alladeguamento della messa a terra dellimpianto elettrico fino ad un massimo di 434 Rimborso delle spese di fornitura dellenergia elettrica nella misura di 670 allanno Rimborso delle spese di fornitura dellenergia elettrica nella misura di 670 allanno

28 - Per adeguamento impianto elettrico ed idraulico i professionisti dovranno applicare sulle fatture I.V.A. 4%. Riferimento al DPR 633/72 Tabella A parte II n Rimborso benzina per i viaggi effettuati durante addestramento o per altri esami. (Moduli compilati e consegnati dal centro dialisi). -Rimborso spesa elettricità annuale (Moduli compilati e consegnati dal centro dialisi).


Scaricare ppt "TIZIANA MINISCALCO. CENNI STORICI DELLA DIALISI DOMICILIARE La dialisi nacque nel 1961 in Giappone con lo scopo di poter permettere la sopravvivenza dei."

Presentazioni simili


Annunci Google