La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ALCOLISMO. ALCOLEMIA Effetti sulla guida: 30 mg% Alterazioni del tono dellumore e del comportamento: 50-100 mg% Perdita di autocontrollo e difficoltà

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ALCOLISMO. ALCOLEMIA Effetti sulla guida: 30 mg% Alterazioni del tono dellumore e del comportamento: 50-100 mg% Perdita di autocontrollo e difficoltà"— Transcript della presentazione:

1 ALCOLISMO

2 ALCOLEMIA Effetti sulla guida: 30 mg% Alterazioni del tono dellumore e del comportamento: mg% Perdita di autocontrollo e difficoltà nelleloquio e nel movimento: mg% Ubriachezza: > 300 mg% Stato stuporoso, ipotermia, ipoglicemia, convulsioni: mg% Riduzione dei riflessi, depressione respiratoria, ipotensione, ipotermia, coma, morte: 500 mg% Per il bevitore abituale si ha un aumento della tolleranza ed effetti oltre i 500 mg%

3 ALCOL COME SOSTANZA PSICOATTIVA ALCOL AGISCE A LIVELLO DI MENBRANA, AUMENTANDO LA FLUIDITA E LA PERMEABILITA RIDUZIONE DELLANSIA. –Rec. GABA A –RIDUCE REUPATAKE DI ADENOSINA –SEROTONINA EFFETTI ECCITANTI/EUFORIZZANTI –AZIONE SISTE. SEROTONINERGICO LIBERAZIONE OPPIOIDI SECREZIONE DOPAMINA SIST. MESOLIMBICO –INTERAZIONE GABA AREA VENTRALE TEGMENTALE ORIGINE N. DOPAMIN. EFFETTI ANESTETICI (ANESTESIA – AMNESIA) –AZIONE INIBITORIA N-METIL- ASPARTATO [NMDA] (rec glutammato)

4 Lubriachezza patologica Con questo termine si descrive linsorgere improvviso, in individui che da sobri sono in genere tranquilli, di comportamenti aggressivi e spesso violenti in seguito allassunzione di quantità di alcol modeste, che nella maggior parte delle persone non sarebbero in grado di indurre uno stato di ubriachezza (Coid, 1979).

5 Lubriachezza patologica Lepisodio è caratterizzato da successiva amnesia; Lindividuo agisce come in uno stato di trance o in maniera automatica; Sono seguiti da un lungo sonno; Si associano ad anormalità EEG, in particolare a carico del lobo frontale.

6 Blackout alcolico En block –Amnesia profonda e totale –Esordio e fine bruschi –Durata da 30 a 60 fino a due o tre giorni –Nessun ricordo spontaneo o indotto Frammentario –Amnesia irregolare e discontinua –Limiti poco distinti –Minore durata –Ritorno di ricordi parziali o totali

7 ALCOLISMO CRONICO Abitudine ad assumere in modo continuativo forti quantità di alcol, tali da provocare alterazioni fisiche e psichiche permanenti (Torre) Alcolismo come malattia e alcolista come malato. Alcol come farmaco.

8 Alcolismo e DSM-IV Dipendenza (modalità patologica duso in 12 mesi) –tolleranza –astinenza –non controllo sulla sostanza –desiderio di ridurre luso e tentativi infruttuosi –tutta la vita gira intorno alla sostanza –riduzione attività lavorativa e sociale –si continua a bere anche se si ha la consapevolezza di avere un problema correlato allalcol

9 Alcolismo e DSM-IV Abuso (modalità patologica duso in 12 mesi) –uso ricorrente con incapacità di adempiere ai principali compiti. –uso ricorrente in situazioni fisicamente rischiose –ricorrenti problemi legali –uso sostanza nonostante problemi sociali e relazionali

10 Astinenza Tremori Nausea Aumento della sudorazione Disturbi dellumore Iperacusia, Tinniti, prurito, crampi muscolari, disturbi del sonno fino a convulsioni di tipo tonico-clonico o grande male

11 Alcolismo secondo Cloninger Tipo 1 –Età adulta –Capacità ad astenersi –Rare complicanze psicosociali –Dipendenza psicologica –Sensi di colpa –Ricerca della novità evitamento del pericolo dipendenza dalla ricompensa Tipo 2 –Età giovane –Incapacità ad astenersi –Complicanze psicosociali –Dipendenza psicologica rara –No sensi di colpa –Ricerca della novità evitamento del pericolo dipendenza dalla ricompensa

12 Alcolismo e disturbi psichici Prevalenza alcolismo: 13,5%; Prevalenza altri disturbi mentali: 22,5% Il 37% degli individui con storia di bere problematico presenta un disturbo psichiatrico associato: –19%disturbi dansia –13,4% disturbi dellumore –3,8% schizofrenia –14,3% disturbo antisociale

13 PSICOSI FONDAMENTALE Deterioramento globale della personalità (senso etico, controllo emozionale, volontà,..) Inizio insidioso con evoluzione lenta e progressiva Inizia con un indebolimento della volontà, seguono alterazioni della sfera etico- affettiva ed intellettiva

14 PSICOSI FONDAMENTALE Emotivamente instabile (facilità alla commozione, alla collera, violento…) Arresto della capacità di nuove acquisizioni intellettive, irrigidimento Ipomnesie e amnesie di fatti recenti Diminuzione delle capacità attentive, il pensiero diviene povero e slegato

15 DELIRIUM TREMENS favorito da scadimento condizioni generali esordio improvviso ( con o senza prodromi) confusione mentale: disorientamento spazio-temporale, falsi riconoscimenti, stato oniroide allucinazioni visive tipiche (microzooptiche, lillipuziane), correlate a profonda angoscia delirio occupazionale intensa agitazione psicomotoria, tremori a scosse ampie, insonnia febbre, scompenso metabolico e cardiocircolatorio decorso: 3-7 gg, con risoluzione per crisi (sonno prolungato); rischio di morte in 10% casi

16 PSICOSI DI KORSAKOFF diagnosi differenziale con altre forme: e.g dopo amenza post-traumatica, nel corso di paralisi progressiva triade caratteristica con amnesia anterograda, confabulazioni, falsi riconoscimenti > > associata a polineurite mista, sensitivo-motoria nella maggior parte dei casi consegue ad una crisi di delirium tremens possibile agitazione motoria caratteristica leuforia con completa mancanza del senso di malattia decorso: regressione con restitutio, parziale miglioramento con deficit mnestici e/o intellettivi di variabile gravità

17 ALLUCINOSI ALCOLICA diagnosi differenziale con forma paranoide della schizofrenia possibile fase prodromica allucinazioni uditive: voci ostili (condanna, minaccia, offesa), ripetizione sonora del pensiero, pseudo- allucinazioni delirio persecutorio, secondario o contemporaneo alle voci stato di coscienza lucido affettività dominata da ansia e paura fino ad angoscia e terrore assenza segni somatici o neurologici peculiari prognosi favorevole con cure tempestive; in alcuni casi possibile cronicizzazione

18 PARANOIA ALCOLICA -DELIRIO DI GELOSIA nel corso dellalcolismo cronico si possono verificare deliri bene sistematizzati, coerenti ed anche verosimili assenza di evidente deterioramento intellettivo, alterazioni percettive, confusione mentale non rari i temi di nocumento, persecuzione, querela il più frequente è il delirio di gelosia: indebolimento potenza virile da cronica intossicazione accompagnato però ad aumento del desiderio sessuale > frequenti frustrazioni reazioni di collera, sospetti, gelosia correlate o meno allatteggiamento del partner accuse continue, spesso bizzarre ed inverosimili; controlli minuziosi ed esasperanti; pedinamenti; limitazioni della libertà; atteggiamenti violenti fino alluxoricidio prognosi generalmente sfavorevole

19 Vizio di mente 88 Non è imputabile che, nel momento in cui ha commesso il fatto, era, per infermità, in tale stato di mente da escludere la capacità di intendere o di volere 89 Chi, nel momento in cui ha commesso il fatto, era, in tale stato di mente da scemare grandemente, senza escluderla, la capacità dintendere o di volere, risponde del reato commesso, ma la pena è diminuita

20 Alcolismo ed imputabilità 91 Ubriachezza derivata da caso fortuito o forza maggiore 92 Ubriachezza volontaria o colposa ovvero preordinata 93 Fatto commesso sotto lazione di sostanze stupefacenti 94 Ubriachezza abituale 95 Cronica intossicazione da alcol o da sostanze stupefacenti (segni di deterioramento organico della personalità o di destrutturazione psicotica)

21

22

23


Scaricare ppt "ALCOLISMO. ALCOLEMIA Effetti sulla guida: 30 mg% Alterazioni del tono dellumore e del comportamento: 50-100 mg% Perdita di autocontrollo e difficoltà"

Presentazioni simili


Annunci Google