La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Www.isipm.org Intervento allinterno del convegno Linee guida sulla Qualità delle Forniture ICT: evoluzione ed applicazione 10 maggio 2006 - ore 15:00 FORUMPA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Www.isipm.org Intervento allinterno del convegno Linee guida sulla Qualità delle Forniture ICT: evoluzione ed applicazione 10 maggio 2006 - ore 15:00 FORUMPA."— Transcript della presentazione:

1 Intervento allinterno del convegno Linee guida sulla Qualità delle Forniture ICT: evoluzione ed applicazione 10 maggio ore 15:00 FORUMPA 2006 Roma Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico Arch. Eugenio Rambaldi Presidente ISIPM – Istituto Italiano di Project Management

2 LIstituto Italiano di Project Management (ISIPM) non ha scopi di lucro ed è aperto a tutti senza alcuna discriminazione. LIstituto vuole costituire da centro di riferimento per quanti si occupano e/o sono interessati direttamente o indirettamente al Project Management, con particolare riferimento ai progetti ICT, alla Pubblica Amministrazione ed ai nuovi approcci agili. Le principali attività che ISIPM si prefigge sono: Analisi e Ricerca Formazione Networking

3 Controllare Misurare Pianificare Non si controlla ciò che non si misura (Tom de Marco) Non si controlla ciò che non si pianifica (Achibald) da cui Non si misura ciò che non si pianifica

4 Progetto Uno sforzo temporaneo intrapreso per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management Institute, 1996) Sforzo complesso, comportante compiti interrelati eseguiti da varie organizzazioni, con obiettivi, schedulazioni e budget ben definiti (Russel D. Archibald, 1994) Un insieme di sforzi coordinati nel tempo (Kerzner, 1995) Un insieme di persone e di altre risorse temporaneamente riunite per raggiungere uno specifico obiettivo, di solito con un budget determinato ed entro un periodo stabilito (Graham, 1990) Un insieme di attività tra loro correlate e interdipendenti, volte al raggiungimento di un obiettivo preciso, con un limite di tempo determinato, un budget di risorse stabilite, che vengono avviate alla ricerca di un aumento di valore per lorganizzazione o per il soddisfacimento delle esigenze del cliente (SDA Bocconi - Div. Ricerche 1999)

5 Definizione di Project Management "Il Project Management è la pianificazione, l'organizzazione, il monitoraggio e il controllo di tutti gli aspetti di un progetto e di tutte le motivazioni che implicato il raggiungimento degli obiettivi di progetto entro tempi, costi e criteri di performance prestabiliti" (APM) Cost (Limiti di Budget) Performance (requisiti, qualità) Target Date attese

6 Aree di Conoscenza del Project Mng. Gestione dellAMBITO di progetto Gestione dei TEMPI di progetto Gestione dei COSTI di progetto Gestione della QUALITA di progetto Gestione delle RISORZE UMANE Gestione della COMUNICAZIONE Gestione dei RISCHI di progetto Gestione degli APPROVVIGIONAMENTI Gestione dellINTEGRAZIONE Il Project Management Institute individua 9 Aree di Conoscenza per il PM: Ruolo fondamentale del Project Manager

7 Gruppi di Processi CONCEZIONE/ AVVIO CONCEZIONE/ AVVIO PIANIFICAZIONE CONTROLLO ESECUZIONE CHIUSURA Il PMI individua 5 gruppi di processi per il Project Management

8 Pianificare Controllare …. Una puntuale ed attenta azione di governo, espressa durante tutto il ciclo di vita della fornitura, rappresenta un atto di maturità dellAmministrazione …………. Ciò avviene sia definendo i requisiti e gli obiettivi del contratto da sottoporre a governo, sia controllandolo dotandosi degli strumenti operativi idonei a verificare che le esigenze contrattualmente espresse siano soddisfatte nel migliore dei modi possibili. Il governo del contratto comprende quindi lo svolgimento di attività di pianificazione, di controllo, di valutazione dei risultati, nonché la definizione e applicazione di azioni correttive…... (Tratto da Governo dei Contratti ICT – Cap )

9 Dal Produrre al Gestire La Pubblica Amministrazione …..deve pertanto abbandonare il ruolo di produttore diretto, per assumere quello di regolatore di servizi, che ha la responsabilità di: definire gli standard essenziali che il produttore effettivo deve rispettare; verificare che il servizio sia erogato alle condizioni previste, e con le modalità di trasparenza dei comportamenti tipiche dell'attività pubblica. (Tratto da Governo dei Contratti ICT – Cap. 3) Gestire Pianificare (a livello preliminare) Controllare

10 Dai fattori produttivi ai prodotti finiti … Ciò comporta, in un numero crescente di casi, la necessità che la Pubblica Amministrazione, nella misura in cui non svolge più il ruolo di attore primario nell'attività di produzione, si ponga nei confronti dei Fornitori come acquirente non più di singoli beni (fattori produttivi che poi deve combinare), bensì di prodotti e servizi finiti….. (Tratto da Governo dei Contratti ICT – Cap. 3) Prodotti I progetti realizzano :

11 TEMPO Fasi del Project Management (Life Cycle) CHIUSURA Esame critico dei risultati Adeguamento degli standard Storicizzazione Fattibilità Analisi Costi/Benefici Gara /Offerta Definizione obiettivi Lancio CONCEZIONE PIANIFICAZIONE di massima di dettaglio CONTROLLO RILEVAZIONE dei tempi effettivi dei costi effettivi CONSOLIDAMENTO Approvazione dati Inserimento dati VERIFICA Analisi degli scostamenti Analisi delle cause RIPIANIFICAZIONE Attuazione dei correttivi Nuove stime a finire ToTz REALIZZAZIONE IDEAZIONEPROGETTAZIONE CONSEGNA Fasi produttive parallele ESECUZIONE

12 Rapporti Contratto-Progetto-Prodotto 1 Contratto N Contratti 1 Progetto N Progetti 1 Progetto M Progetti 1 Prodotto N Prodotti N Prodotto M Prodotti Rapporto ideale Rapporto problematico Rapporto molto problematico

13 Livelli di pianificazione PIANIFICAZIONE OPERATIVA PIANIFICAZIONE ESECUTIVA PIANIFICAZIONE STRATEGICA Contesto di governo del contratto Direttore Lavori della PA Project Manager del fornitore Eventualmente:: Project Manager in staff al DL …. Pertanto, la pianificazione di un progetto è di fondamentale importanza sia per lAmministrazione, perché esplicita le scadenze previste (milestone) e le consente di esercitare il controllo sullandamento del progetto, sia per il Fornitore, perché prevede le aree di criticità e di rischio, consentendo il coordinamento delle risorse e lottimizzazione dei costi…..

14 Governo del contratto, governance e PM PM Dal Progetto Al Contratto AmministrazioneFornitore Direzione lavori Pianificazione Controllo e verifica Project Management (Predisposizione SAL, eventualmente in contatto con il Monitore) Governance (Rif.: Figura 2, pag.13)

15 Informazioni di PM e tecniche PIANIFICAZIONE OPERATIVA PIANIFICAZIONE ESECUTIVA Direttore Lavori della PA Project Manager del fornitore Come: Reticolo Attività Con che cosa:Risorse Quando:Gantt Con quale qualità:Piano di qualità Perché fare:Scheda Prog (Esigenze/Ambito) Cosa fare: WBS Chi fa:OBS Chi fa cosa: Matrice responsabilità Quanto costa:Budget Entro quanto fare:Milestone Informazioni Tecniche di PM Piano di progetto Baseline per il controllo = La pianificazione di progetto, realizzata in conformità ai vincoli esplicitati nel capitolato di appalto, una volta approvata, costituisce la baseline per lesecuzione ed il controllo del progetto …..

16 Capitolato Tecnico come base al PM Necessità che il Capitolato Tecnico contenga fra le altre cose il piano di progetto specificando: gli obiettivi da raggiungere le attività principali i prodotti contrattualmente attesi gli impegni di risorse tecnologiche e umane la gestione della comunicazione La gestione dei rischi I tempi di massima di attuazione del contratto. (Tratto da Governo dei Contratti ICT – Cap ) WBS Work Package Deliverable Carichi Communications plan Risk plan Gantt/Cronoprogramma di massima.

17 La WBS è una scomposizione gerarchica del progetto nei suoi elementi ed azioni costitutivi, generata allo scopo di migliorarne la gestione e il controllo. La WBS a livelli contratto (CWBS) deve poter facilitare il committente nelle attività di coordinamento durante le fasi di pianificazione e controllo. Processo Top Down Scomposizione dallalto verso il basso WBS - Work Breakdown Structure

18 ESEMPIO: Scomposizione di Progetto informatico con 20 Work Package WBS: Preparazione

19 WBS: Strumento di aggregazione Processo Bottom Up Aggregazione dal basso verso lalto

20 WBS: Strumento di controllo direzionale Descrizione: Documentazione Responsabile: sig. Rossi Durata: 5 giorni Inizio: Fine: Costo previsto totale: Impegno : 90 gg./uomo Risorse coinvolte: 2 persone Ditte esterne: Copisterie Attività X Attività Y Attività Z Ottobre Piano tempiPiano costi Documentazione

21 Work Package (WP): pacchetto di lavoro da realizzare E lelemento finale (foglia) della WBS Informazioni associate al Work Package: Una descrizione (WPD - Work Package Description) - cosa si deve fare ? Un solo responsabile - chi lo fa ? Un costo - quanto costa ? I prodotti dinput - cosa serve per poterlo eseguire ? I prodotti di output - cosa viene prodotto ? I tempi di realizzazione (data dinizio e di fine, durata) - quando si realizza ? Attività necessarie per la realizzazione del WP - cosa bisogna fare ? Documentazione a supporto (specifiche, norme, disegni, ecc.) DEFINIZIONE WP: Work Package

22 WP: Work Package BC D3 D2 D1 AEFG Reticolo sviluppo Moduli Ad un WP contrattuale posso corrispondere nel piano esecutivo di progetto più attività elementari (task)

23 Primo scopo della WBS: essere di aiuto alla gestione del progetto Per costruirla: individuare tutte le parti componenti e le azioni da seguire Grande utilità per non dimenticare parti di lavoro ed evitare duplicazioni Possono essere individuate per lo stesso progetto più …BS (Breakdown Structure) in modo da permettere viste differenti dei dati Ogni elemento finale di una WBS è detto Work Package e deve poter essere descritto adeguatamente ed assegnato ad una unica responsabilità La WBS è un ottimo strumento di comunicazione fra i livelli coinvolti: client, prime contractor e subsuppliers La WBS è uno strumento di aggregazione di dati elementari (tempi, costi, ricavi,..) e di controllo, di tali dati, rispetto a quelli di baseline La WBS viene usata come strumento di selezione e filtraggio dei dati La generazione della WBS deve essere un processo democratico a cui partecipano tutte le parti interessate Nota: Non esistono WBS giuste o sbagliate, ma esistono WBS più o meno utili WBS: Conclusioni


Scaricare ppt "Www.isipm.org Intervento allinterno del convegno Linee guida sulla Qualità delle Forniture ICT: evoluzione ed applicazione 10 maggio 2006 - ore 15:00 FORUMPA."

Presentazioni simili


Annunci Google