La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Un modello per il riconoscimento delle competenze non formali e informali: Il progetto Argo Enrico Bressan Fondazione Giacomo Rumor – Centro Produttività

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Un modello per il riconoscimento delle competenze non formali e informali: Il progetto Argo Enrico Bressan Fondazione Giacomo Rumor – Centro Produttività"— Transcript della presentazione:

1 Un modello per il riconoscimento delle competenze non formali e informali: Il progetto Argo Enrico Bressan Fondazione Giacomo Rumor – Centro Produttività Veneto – Vicenza

2 Accreditare le competenze non formali e informali nella formazione degli adulti I progetti della Regione Veneto DGR 4124/2008 Progetto Transnazionalità: Metodologie innovative ed accreditamento delle competenze per una formazione integrata in chiave europea DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità

3 Progetto Transnazionalità: Metodologie innovative ed accreditamento delle competenze per una formazione integrata in chiave europea Seminario di studio per docenti in Francia presso …. Metodologia VAE Seminario di studio per docenti in Romania presso Metodologia Back to work La sperimentazione

4 DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità Motivazione del progetto Scenario di riferimento Identificazione e convalida degli apprendimenti acquisiti tramite esperienze non formali e informali Fabbisogni Esplorare quesiti metodologici e operativi legati allacquisizione di competenze in contesti non formali e informali Istituzionalizzare procedure per la realizzazione dellaccreditamento Specificità e funzionalità relative a figure di sostegno al processo di riconoscimento competenze Coniugare la dimensione individuale e istituzionale nel processo di accreditamento

5 DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità Obiettivi del progetto 1. S trategia di promozione e supporto nel riconoscimento delle competenze non formali e informali (locus of control interno ed esterno) 2. Analisi ed applicazione accreditamento in campi diversi Scuola superiore tecnica e professionale IFTS 3 settori: assicurativo, viniticolo/agrario, spettacolo 3. Elaborazione di un modello di accreditamento sostenibile, sperimentazione e validazione con il metodo storie di vita 4. Realizzazione interventi di disseminazione in fiere in occasione di Job Orienta e di Aziende Studenti

6 DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità Gli interventi 1. Management progetto 2. Piattaforma di dialogo on line 3. Ricerca Desk su modelli e buone prassi a livello Europeo, nazionale e regionale 4. Viaggio nel mondo EDA: banca esigenze/esperienze per lideazione di un modello applicabile 5. Elaborazione modello di accreditamento e Strumenti Applicabili 6. Validazione modello e strumenti accreditamento 7. Testbed audiovisivo di sperimentazione e ritaratura modello 8. Disseminazione: Giorni dellaccreditamento e Stand di simulazione

7 DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità Attività progettuali Analisi desk presso Istituti formazione Analisi documentale nei tre settori identificati (video) Elaborazione modello per accreditamento Collaborative learning su piattaforma on line Testing Valutazione e monitoraggio del processo e prodotti Diffusione dei risultati attraverso giornate accreditamento e partecipazione fiere di settore

8 DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità Intervento 4 Storie di vita Trasversale: IFTS – EDA- Serali Settore Spettacolo Settore Vitivinicolo- agroalimentare Settore Assicurativo Intervento 5 Costruzione modello Intervento 7 Sperimentazione Storie di vita: ingressi in percorsi formativi di adulti beneficiario e istituzione Questionario rilevazione accreditame nti e fabbisogni IFTS e serali Storie di vita: danzatori, attore, tecnico, gestionale Storie di vita: imprenditori settore vitivinicolo e agroalimentare Storie di vita: percorsi in azienda, ingresso, cambiamento mansioni Modello francese: VAE (transnaz ) Modello rumeno: back to work (transnaz ) Analisi modello interno mappatura delle competenze applicato nei processi di -selezione - valutazione e formazione - cambio mansione e confronto con modello olandese - Scelta profili - Mappatura di competenze - Riferimento repertori ISFOL - Individuazione indicatori - Costruzione set di prove - Utilizzo modalità di descrizione delle esperienze precedenti (portfolio Europass, libretto formativo) - Predisposizione di cv tipici per ogni settore Assicurativo Sperimentazione corso Formazione Formatori Sperimentazione settore creditizioi VAE transnaz Beneficiario Istituzione Interviste Back to work transnaz Beneficiario Istituzione Interviste Spettacolo - Sperimentazione ingresso corsi spettacolo - Sperimentazione e validazione mondo del lavoro Vitivinicolo agroalimentare: - Sperimentazione ingresso corsi settore vitivinicolo-agroalimentare - Sperimentazione riconoscimento mondo del lavoro Intervento 8 Diffusione Job Orienta novembre Aziende studenti 2-3 dicembre stand + video+ workshop+ materiale orientativo su settori e per autovalutazioni su figure professionali

9 DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità Progetto Argo e attività EDA Analisi delle informazioni presenti nei siti internet degli Istituti Scolastici con corsi serali Reperibilità delle informazioni Diversità nella reperibilità delle informazioni allinterno del sito. non reperibile o di difficile reperibilità (pochi) disponibile, ma non di facile accessibilità, (nel POF o di sottosezioni organizzative e strutturali, con una navigazione attraverso sottopagine interne). abbastanza reperibile nelle sottosezioni di offerta formativa (spesso immediatamente visibili in home page allinterno di menù a tendina). di facile reperibilità, con dei link specifici dedicati direttamente nella home page o con sito internet dedicato solo ai corsi serali.

10 DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità Progetto Argo e attività EDA Analisi delle informazioni presenti nei siti internet degli Istituti Scolastici con corsi serali Tipologie di informazioni presenti informazioni generiche sul percorso formativo o sullorario dei percorsi serali (maggior parte dei siti) informazioni più specifiche sul percorso e sul riconoscimento di competenze possedute acquisite in contesti formali. generico riferimento alla possibilità di riconoscimento di crediti formativi e/o esperienze lavorative, senza precisare le modalità. riferimento al riconoscimento di crediti formativi e/o esperienze lavorative, indicando la procedura per la valutazione (pochi)

11 DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità Progetto Argo e attività EDA Rilevazione processi di accreditamento delle competenze informali e non formali nei percorsi IFTS ed EDA Questionario rivolto alle scuole superiori con diplomi serali Il processo di accreditamento Esperienze passate Attuale avvio del corso Le richieste dell'utenza Requisiti per un sistema di accreditamento delle competenze non formali e informali

12 DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità Progetto Argo e attività EDA Scelta profili Mappatura di competenze Riferimento repertori ISFOL Individuazione indicatori su competenze chiave Costruzione set di prove Utilizzo modalità di descrizione delle esperienze precedenti (portfolio Europass, libretto formativo) Predisposizione di cv tipici per ogni settore

13 DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità Progetto Argo e attività EDA La sperimentazione Autovalutazione sulle competenze chiave individuate Valutazione competenze mediante set di prove Coinvolgimento di referenti del mercato del lavoro Sintesi profilo con confronto con Cv esemplari Focus su vissuto del beneficiario e della struttura e ritaratura del modello

14 Autovalutazione sulle competenze chiave individuate Valutazione competenze mediante set di prove Coinvolgimento di referenti del mercato del lavoro Sintesi profilo con confronto con Cv esemplari Focus su vissuto del beneficiario e della struttura e ritaratura del modello DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità La sperimentazione

15 MERCOLEDI 13 OTTOBRE 2010 Mappatura del profilo; GIOVEDI 28 OTTOBRE 2010 (dalle ore alle ore 18.00) – Costruzione degli strumenti di verifica; LUNEDI 8 NOVEMBRE 2010 (dalle ore 15 alle ore 18.00) – Organizzazione della sperimentazione DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità I laboratori

16 La mappatura del profilo

17 Attivita 1 Competenza 1 Attività 2 Competenza 2 Attività 3 Competenza 3 I processi sono flussi di attività che utilizzano risorse e che permettono di trasformare degli elementi in ingresso in elementi in uscita. Mappatura del profilo: I processi DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità

18 Individuare il profilo di riferimento Mappare le competenze di un profilo esperto, definendo i processi principali di lavoro in termini di 4-6 macroattività ognuna delle quali si caratterizza con un alto grado di autonomia; Mettere in sequenza le macroattività seguendo un ordine cronologico oppure secondo un indice di complessità (dal semplice al complesso). Scomporre ogni attività in compiti disposti secondo un criterio cronologico; utilizzare il verbo allinfinito; Articolare ogni compito in conoscenze (risultato dellassimilazione di informazioni attraverso lapprendimento) e in abilità (le capacità di applicare conoscenze e di utilizzare know-how per portare a termine compiti e risolvere problemi); descrivere le abilità utilizzando il verbo allinfinito; Descrivere i risultati attesi DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità Mappatura del profilo: metodologia

19 Laboratorio in gruppo Laboratorio 1: Simulazione di mappatura in gruppo; Laboratorio 2: Lavoro di mappatura in sottogruppo sui profili specifici DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità

20 Individuazione: Il lavoratore presenta un portfolio, report autoprodotto o prodotto in riferimento alle prestazioni della persona, Strumenti utilizzati: Portfolio o report Accoglienza e orientamento Incontro fra il valutatore assegnato (responsabile dellintero processo di valutazione) e il candidato. Illustrazione da parte del valutatore delle competenze presenti negli standard professionali richiesti per una determinata qualifica nonché delle procedure previste nel percorso di accreditamento. DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità Il modello rumeno – back to work

21 Valutazione: Lutente provvede ad una sua personale auto valutazione rispetto alle unità di competenze prese in esame sulla base degli standard professionali. Il valutatore esamina lelaborato e suggerisce allutente di intraprendere lintero processo di valutazione, solo una parte o niente di tutto ciò. Vengono predisposte un set di prove per la valutazione E presente una commissione desame che valuta la prova scritta o esame orale (2 ore di test, o 20 minuti di discussione - punteggio minimo 5) e la prova pratica (punteggio minimo 6). Il soggetto ha la possibilità di essere supervisionato dal coordinatore della commissione desame prima dellesecuzione dello stesso. La valutazione finale è espressa in decimi ed è la media aritmetica dei due punteggi precedenti. Strumenti utilizzati: Schede di valutazione DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità Il modello rumeno – back to work

22 Scheda 1 Scheda 1 – modello per lautovalutazione Il profilo viene articolato in Uc – Unità di competenza. Per ogni unità di competenza si identificano le conoscenze e competenze critiche (riconducendole alle relative UC) Su tale scheda avviene lautovalutazione del candidato. Scheda 2 Scheda 2 Identificazione aspetti critici. Ciascuna UC viene descritta da conoscenze e competenze critiche e vengono definiti criteri di performance individuando per ciascun aspetto critico la modalità di accertamento più adeguata Scheda 3 Scheda 3 Piano di valutazione Le modalità di valutazione vengono condivise con il candidato. Scheda 4 Scheda 4 Questionario per lorale La scheda 2 viene ulteriormente elaborata e ogni aspetto critico assume la veste di una domanda con relativa risposta corretta e una scala di valutazione da 1 a 5. La scheda 5 La scheda 5 costituisce la simulazione con le relative attività richieste. La scheda 5.1 Valutazione della simulazione, consente di valutare i singoli aspetti critici delle UC della simulazione in base al grado di performance nelle singole attività richieste (precedentemente abbinate ai relativi aspetti critici delle UC) La scheda 6 La scheda 6 Quadro valutazione UC prevede per ciascuna UC e ciascun aspetto critico individuato la trasformazione del punteggio in base a un peso assegnato. La scheda 7 La scheda 7 da noi rielaborata, fornisce la sintesi delle valutazioni per UC e le necessità formative. DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità Modello BtoW Descrizione degli strumenti di valutazione

23 Individuare i profili settore vitivinicolo – agroalimentare e spettacolo Effettuare la mappatura di competenze Predisporre la scheda di autovalutazione (orientativa) per Job Orienta Predisporre cv tipici per ogni settore e figura professionale per Job Orienta Individuare gli indicatori su competenze chiave Costruire il set di prove Scegliere quale modalità utilizzare per il portfolio del beneficiario per la descrizione delle esperienze precedenti (portfolio Europass, libretto formativo) Contattare le strutture per concordare la sperimentazione (verificare tempi e scadenze) Le azioni da intraprendere DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità

24 Costruzione degli strumenti di verifica Individuare gli indicatori su competenze chiave Costruire il set di prove Scegliere quale modalità utilizzare per il portfolio del beneficiario per la descrizione delle esperienze precedenti (portfolio Europass, libretto formativo) Il prossimo laboratorio: 28 ottobre pomeriggio DGR1758/2009 LINEA B ARGO- Accreditare le Competenze non formali ed informali a Garanzia dell'Occupabilità


Scaricare ppt "Un modello per il riconoscimento delle competenze non formali e informali: Il progetto Argo Enrico Bressan Fondazione Giacomo Rumor – Centro Produttività"

Presentazioni simili


Annunci Google