La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DAL BARATTO ALLA MONETA Scuola Vivaldi Primo Circolo di Spinea (VE) Classe quinta settembre 2010 Ins. N. Paterno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DAL BARATTO ALLA MONETA Scuola Vivaldi Primo Circolo di Spinea (VE) Classe quinta settembre 2010 Ins. N. Paterno."— Transcript della presentazione:

1 DAL BARATTO ALLA MONETA Scuola Vivaldi Primo Circolo di Spinea (VE) Classe quinta settembre 2010 Ins. N. Paterno

2 Conoscenze e concetti messi in gioco ad un livello introduttivo di complessità Un mercato senza moneta è più complesso da gestire perché: - i beni di cui dispone chi vende devono rappresentare i bisogni di chi compra - i valori di scambio dei beni sono tendenzialmente infiniti La moneta semplifica gli scambi perché - deve essere accettata, per legge, da tutti - permette di avere un unico (anche se variabile) parametro di confronto per quantificare il valore di scambio dei beni

3 Sequenza delle attività Prodotti esaminati (verifica) Condivisione del significato delle paroleTrascrizione del parlato SimulazioneImmagini, tabelle individuali e di gruppo Riflessione subito dopo il giocoTrascrizione del parlato, testi scritti Raccolta ragionata dei valori di scambio sperimentati Tabella collettiva Testi scritti Riflessioni sulla tabellaTesti scritti Riflessioni sui problemi emersiTesti scritti Ragionamenti sui possibili perché dellinvenzione della moneta metallica Testi scritti

4 Condivisione del significato delle parole Discussione

5 … per esempio i Cretesi che abbiamo studiato avevano tipo tanti ulivi e quindi scambiavano per esempio con gli Egizi, cose che loro non avevano. Barattavano perché di quella merce ne hai tanta e non ti serve e laltra ne hai poca. Tipo ho tanto olio e poco … … lapislazzulo Ins. ma per fare questo scambio da chi vai? … da quelli che invece di lapislazzuli ne hanno tanto … se vai da una civiltà che ne ha pochissima di quella pietra, non è che te la danno perché gli serve anche a loro … dipende anche dalle civiltà dove sono messe. Una civiltà che è in mezzo al mare e magari ha la porpora, e allora la scambia con le merci che non ha Brani dalla conversazione

6 Valori di scambio senza denaro

7 … bisogna che uno ha bisogno di quello che ha laltro … se lei ha già lolio e non ha cose che gli servono anche a lui, e invece se lui avrebbe ins: avesse … avesse i soldi, glieli dà perché dopo lei, con i soldi, si può prendere quello che non ha … coi soldi va meglio anche a metterti daccordo … siccome tutti vogliono i soldi perché poi ti puoi comprare quello che vuoi, e allora è meglio, mentre se hai quella cosa hai solo quella, e magari non la vogliono, e non puoi prendere quello che ti serve

8 … scambio figurine con figurine, è uno scambio … e bisogna mettersi daccordo, perché magari la mia è più rara o più bella e vale di più … ma li deve interessare anche allaltro … si potrebbe fare anche un baratto di lavoro, per esempio una persona viene da me a fare il vino che io non lo so fare, e io in cambio gli faccio lolio … ma è anche che fai come tipo un baratto denaro con denaro.. tipo quando vai allestero scambi gli euro con le sterline, è come un baratto tipo … ho visto un negozietto di monete che vendeva tipo un euro e dei centesimi. Ma non ha senso … tipo compro un euro con un euro, a cosa serve?...ma forse erano gli stranieri che li compravano

9 … tipo una mela grossa la scambi con due mele piccole … 1 per 2 … dipende dalla grandezza della merce … dipende anche dalla preziosità e non dalla grandezza … tipo scambio un pallone con lautografo con tanti palloni normali, perché il pallone con lautografo vale di più … il valore di scambio vuol dire un oggetto può valere più oggetti … bisogna mettersi daccordo

10 Simulazione Descrizione del gioco

11 Che confusione: ma credete di essere al mercato?!! Sìììììì

12 Io ho fatto anche i saldi, ma non è andata bene

13 Riflessione subito dopo il gioco Brani dalla conversazione De briefing … per noi potrebbe essere andata anche bene, ma potrebbe anche essere andata male, perché noi abbiamo avanzato un pochi di beni e quindi potevano scambiare ancora secondo me … invece secondo me va bene perché non ne abbiamo avanzati troppi, ne abbiamo solo due di pani, però se rimanevamo senza, poi non ne avevamo proprio niente, e allora diventava dei bisogni

14 Ins. perché hai fatto questo ragionamento proprio con il pane? … perché il pane è fondamentale, le penne se non ce le hai non importa, però per vivere si deve mangiare e allora un po di pane si deve tenere … io pensavo che era più semplice fare questa cosa invece, perché non tutti andiamo daccordo nel gruppo, tipo io non volevo cambiare le mie uova e il mio sale perché io ne avevo bisogno … io mi sentivo arrabbiato quando gli altri venivano da noi e noi li dicevamo:Adesso non possiamo scambiare niente, e loro che non sanno bene il motivo si arrabbiavano … anche a me come N., loro venivano qua e volevano il sale e noi dicevamo di no perché era il nostro bisogno e se dopo vendevamo tutto il sale … e loro insistevano e noi però abbiamo detto no

15 … poi sono andato da F. a chiederli le uova e non me le hanno date e mi sono arrabbiato anchio, però le uova non erano il loro bisogno e ne avevano ancora 5 o 6 di uova! … perché noi volevamo tenerci un po di tutto, di più di quello che ci serviva ( bisogni indicati) però poi ci siamo tenuti anche il pane e le uova … per noi è stato un po difficile perché avevamo bisogni non molto importanti (penne e libri), invece loro avevano il pane e le uova che sono più importanti, e quindi anche se erano tante andava bene lo stesso. Invece noi di penne e di libri ne bastavano poche e invece ne abbiamo troppe Ins. a cosa potrebbe servire avere tante penne e tanti libri? … potrebbero servirci per fare ancora scambi con altre cose che servono di più

16 … e poi gli uomini preistorici non se ne facevano niente delle penne e dei libri perché non sapevano scrivere … noi abbiamo preso una penna perché poi volevamo scambiarla con quello che ci serviva, ma poi nessuno la voleva, ma una ci serve lo stesso … la B. aveva un casino di uova e di sale e non voleva scambiare e mi faceva arrabbiare … ma se io non volevo!?

17 … prima avevamo tante uova e mele e adesso abbiamo tanto sale Ins.Ma come mai avete tanto sale, voi non avevate bisogno di sale … non sto dicendo che avete sbagliato … volevamo avere sale per poi scambiarlo, anche se non ci serviva … è che volevamo avere cose più necessarie, le penne e i libri non erano cose proprio necessarie come il pane … cerano tanti che venivano a chiederci pane e sale e allora abbiano deciso di prenderli (acquistarli) … la pubblicità, certi andavano in giro a dire di comprare. … io ho fatto anche i saldi, ma non è andata bene …

18 … non sono tanto soddisfatto perché il pane che era il nostro bisogno ne abbiamo 15 e poi 8 di mele, che non mi piace tanto perché sono troppo poche, abbiamo più libri di pane e dovevamo vendere più libri … e magari comprare più mele Ins. perché è successo questo? Qual è stato il problema? … perché i libri non gli interessavano tanto agli altri gruppi … ci siamo basati di più sul sale perché interessava di più, e infatti ne abbiamo solo 1 … lei per 2 penne mi chiedeva 4 uova, mi sembrava esagerato però ho fatto lo scambio perché ci servivano le penne Ins. e come ti sei sentito? … un po triste … lui mi voleva dare solo una penna e gli ho detto di no, troppo poco

19 Ins. sono serviti i cartelli con scritti i beni e i bisogni? … se non cerano bisognava andare a chiedere, se no non sai da chi andare … ma nella preistoria non cerano mica i cartelli con scritto, bisognava andare a chiedere … bisognava ricordarselo a mente … ma non servono le parole, la vedi la merce, non serve neanche che chiedi … io mi sono sentito allegro perché è stato bello, sembrava un mercato, e poi però quando cercavamo di chiudere il mercato, poi ricominciava e non si riusciva a chiudere

20 Osservazioni Sono stati assegnati beni e bisogni non sempre inseribili in una storia di realtà. Per correggere alcuni gruppi hanno allargato il numero di bisogni prevedendo anche quelli fondamentali per la sopravvivenza (il cibo) La complessità e difficoltà della contrattazione è stata avvertita Non ci si poteva muovere a caso (attenzione e autocontrollo) Serviva un interlocutore consenziente Perché pensano che un pacco di sale valga più di una mela? Nella realtà odierna non è così. Forse lostacolo cognitivo è sapere che il sale è stato usato come moneta e, per il senso comune, il denaro sembra avere un valore di per sé Penne, libri e cartelli fanno capire che non siamo uomini preistorici

21 Ripenso al gioco e scrivo Non è per niente facile fare il baratto perché devi andare in cerca della persona giusta. Prima pensavo che non sapessero (gli uomini del passato) che ci fosse un modo più semplice Cercavo di barattare un po di tutto, ma quello che serviva di più come il cibo doveva essercene in maggiore quantità Sembrava proprio che eravamo al mercato, perché cera rumore e cera la pubblicità, ma a voce. Nel nostro gruppo cera qualcuno che sbagliava e comprava cose che non ci servivano Barattare è molto più complicato che pagare perché con i soldi cè un cartellino con scritto il prezzo. Con il baratto invece devi metterti daccordo ogni volta e a volte non si riesce. Bisognava convincere la gente a venderti le cose che ti servivano

22 Mi sono resa conto che devi trovare chi ha la merce che vuoi tu, ma tu devi avere quello che vuole lui, e mi devo mettere daccordo di quanto per quanto. Mi è piaciuto perché siamo riusciti ad avere quello che ci serviva A volte devi fare più passaggi: il mio gruppo aveva bisogno di libri, però il venditore li aveva finiti e allora siamo andati a comprare altre cose anche se non mi servivano, poi sono andata con le uova a barattare penne che non mi servivano e poi però le ho scambiate con i libri, finalmente Il baratto non è una cosa facile perché ci possono essere delle discussioni, ad esempio qualcuno voleva scambiare con me ma io non ero daccordo. Allora lui provava a convincermi ma io dicevo di no, allora lui si arrabbiava e protestava. A. aveva provato con gli sconti e E. con la pubblicità.

23 Quando scambiavo i miei beni con quelli degli altri, se li barattavo tutti dopo diventavano dei bisogni, quindi io lho fatto apposta ad avanzare del pane e delle penne. Non era per niente facile perché si doveva calcolare il valore degli oggetti e cera confusione perché andavo in un gruppo a comprare per esempio le mele, ma loro non ce le avevano, e allora dovevo andare da un altro gruppo Ho capito che tutto non ha lo stesso valore, es. due uova hanno il valore di 4 pacchi di sale, invece luovo vale di meno con il pane Un oggetto non ha sempre lo stesso valore di scambio, dipende con cosa lo baratti Il mio villaggio non riusciva a dire ai clienti che per un po era chiuso per scrivere quello che avevamo già venduto. Cera tanta confusione.

24 É molto più difficile barattare che vendere con i soldi, perché barattando non puoi avere quasi tutto quello che vuoi, perché le persone con cui baratti possono dire di no, invece al supermercato, se vuoi una mela, la prendi, la paghi con i soldi e non ti possono mai dire di no La cosa più importante è riuscire a mettersi daccordo su quali cose scambiare e a quale prezzo Fare un mercato non è semplice perché ci sono litigi perché gli scambi non vanno bene e non si è daccordo, cè molta confusione e non si capisce niente. Mi è piaciuto quando abbiamo fatto finta di essere un villaggio e cera chi organizzava il baratto che era come un capo villaggio.

25 Bisognava essere molto organizzati, ma anche se questo viene fatto cè sempre un gran caos: è meglio scrivere cartelli che urlare. Bisogna anche sapere quali merci hanno gli altri commercianti, così se ha una cosa che ti serve, ma tu hai già le sue cose, puoi fare una catena di baratti. Si dovevano barattare cose che non servivano con cose che servivano. Il nostro gruppo aveva bisogno di penne e libri, ma abbiamo comprato anche pane perché serve anche il cibo L cosa che mi è piaciuta è stata la difficoltà. I giochi non servono solo per divertirsi, ma a volte per imparare come quello che abbiamo fatto noi

26 Raccolta ragionata dei valori di scambio sperimentati Un oggetto non ha sempre lo stesso valore, dipende con cosa lo baratti

27 I numeri scritti a matita sono il valore di scambio che i vari gruppi hanno dato alle merci; invece quelli in pennarello sono le medie del valore perché non tutti erano daccordo, e allora abbiamo fatto più o meno la media. Quelli a pennarello sono delle medie calcolate Il valore che abbiamo deciso noi nel gruppo, sono numeri reali.I numeri in pennarello sono la media della media che avevamo scritto nel gruppo, sono dei numeri falsi che servono per accontentare tutti … quelli che sono venuti fuori facendo la media dei numeri in matita. Riflessioni scritte sui problemi emersi

28 Righe e colonne

29 La riga gialla … e le altre righe rappresenta quanto vale una mela scambiata con tutte le altre merci. rappresenta tutti i valori di scambio di una merce, che bisognava ricordarsi prima dellinvenzione dei soldi vuol dire che una merce può avere valori infiniti significa scambiare una mela con tutte le altre (tutti i prezzi di una mela, ma questo vale per tutte le altre merci) vuol dire tutte le merci scambiate con tutte le merci. ti fa capire che una mela può avere migliaia di prezzi mostrano i vari e infiniti valori che può avere una merce, e tutti da ricordare.

30 Per il sale però bisogna dire quanto grande è il pacco, bisogna dire quanto pesa La colonna arancio Rappresenta i vari prezzi del sale scambiato con le altre merci È quella del sale perché un tempo è stato denaro, e con questa invenzione bastava ricordarsi solo un prezzo, e poi con il sale potevi comprare tutto. È il denaro che si potrebbe usare, perché il sale non si rompe, non muore e lo puoi usare a mucchietti piccoli ti fa capire i valori di scambio del sale, scambiato con tutte le merci è il modo primitivo dei soldi, cioè una ex merce che viene scambiata con le altre merci che così hanno un solo prezzo.

31 Dopo un po di tempo, per evitare le baruffe e perché non si trovava la merce che ti interessava, hanno scelto una merce come denaro Andava bene il sale perché era divisibile perché se devono fare parti piccole con le uova non ce la fanno, ma col sale basta fare pacchi piccoli Con il sale che pagava tutto cè solo un prezzo delle cose e non tanti con il baratto cera un sacco di confusione e dovevi spostarti e allora è stata inventata una merce che era come i soldi, come il sale,così le cose sono migliorare, ma comunque cerano problemi: cera chi estraeva il sale dal mare di nascosto imbrogliando e poi se pioveva si scioglieva tutto.

32 Con il sale, il pepe, le conchiglie,… ci potevano essere persone che abitavano vicino al mare e magari facevano evaporare lacqua e avevano soldi-sale senza lavorare. Hanno inventato le monete di metallo perché sono leggere e più trasportabili rispetto al sale e se si bagnano e cadono non succede niente; si possono anche fare più piccole perché si possono fondere. Ma per non essere dei semplici pezzi di metallo hanno messo un timbro del valore, delle scritte e dietro il simbolo di un re, ed è difficile da falsificare. Ragionamenti sui possibili perché dellinvenzione della moneta metallica

33 Se il sale si scambiava con cose preziose ce ne voleva tantissimo, e era ingombrante e poi si poteva ricavare senza lavorare, mentre le monete non le trovi e non le coltivi I soldi sono stati uninvenzione quasi perfetta, erano leggeri e tascabili e non si scioglievano con la pioggia, era più difficile falsificarli perché cera un marchio e delle scritte, perciò il truffatore faceva molta fatica a ricopiarle

34 In ogni moneta ci deve essere la faccia di un re o un politico, questa è legge Le monete sono marchiate con un simbolo preciso che decidono i politici La politica centra con le monete e le banconote perché cè una legge che dice cosa cè disegnato sulle banconote e le monete Anche le monete però avevano problemi, se dovevi comperare una casa, ce ne voleva un grande carico e allora hanno inventato le banconote che valgono di più. Ma anche loro hanno un problema, se si bagnano si rovinano. Allora hanno inventato la carta di credito di plastica. Gli uomini preistorici che usavano le conchiglie hanno scoperto che qualcuno poteva imbrogliare perché abitava vicino alla spiaggia e ne trovava tante, e diventava ricco senza lavorare

35 Ci mettevano un timbro particolare (del capo di solito) per riconoscere le monete vere Le monete sono state inventate per gestire meglio lo scambio, non sono ingombranti e pesanti e non si sciolgono con la pioggia Linvenzione della moneta di metallo è stata probabilmente fatta perché ogni merce usata come denaro aveva almeno un problema, quindi, siamo stati obbligati ad inventare un modo di pagare che non avesse nessun difetto, allora ci hanno pensato a lungo, alla fine, hanno pensato che la cosa migliore era la moneta di metallo; il suo vantaggio era quello che si può distinguere da quella falsa, poi è anche leggera. I soldi sono stati inventati per semplificare le cose, perché possono essere scambiati con qualunque cosa e più soldi hai meglio è.

36 Prima solo il baratto, poi per esempio il sale ( o unaltra cosa) usato come denaro, poi le monete così i prezzi sono uguali per tutti Le monete sono più comode da trasportare ( né leggere e né pesanti), ma avevano dei difetti e allora inventarono le banconote, ma avevano dei difetti, così inventarono gli assegni, ma … La moneta sopra ha vari simboli, per esempio il re o qualche persone che ha inventato qualcosa: è questo che distingue le monete vere da normali pezzi di ferro, così nessuno può falsificare le monete. Secondo me luomo con il denaro ha fatto molti progressi dalletà della pietra ad adesso.

37 Le monete di metallo sono state inventate perché non si rompono facilmente, ed è luomo che le produce: non si trovano in natura ( come il sale che uno se lo può procurare senza faticare al mare). In più la moneta di metallo non si può mai falsificare alla perfezione, perché cè la faccia del re, oppure dei disegni che decidono i politici Le monete non marciscono e si possono dividere in sottomultipli rimpicciolendole e dandoli un valore più basso, se si bagnano non si rovinano e il materiale (i minerali, la materia prima) per ora non finisce e finirà nei prossimi secoli. I vari tipi di soldi di solito li decidono i politici negli stati in cui cè la democrazia, e i re per chi ha la monarchia e nelle antiche civiltà

38 Osservazioni finali Ci vuole sempre una storia ( un gruppo immagina di essere gli abitanti di un villaggio; due gruppi contestano lindicazione dei bisogni perché non primari ) La media è un concetto accessibile dal punto di vista logico,mentre il suo calcolo, quando riguarda frazioni, non è alla portata dei ragazzi di quinta. Il problema è superabile accontentandosi di una stima I ragazzi sono consapevoli del fatto che il gioco era strumentale alla comprensione di qualcosa La forma dei testi scritti era di norma adeguata ai concetti da organizzare e comunicare I ragazzi intuiscono la relazione tra moneta e potere politico


Scaricare ppt "DAL BARATTO ALLA MONETA Scuola Vivaldi Primo Circolo di Spinea (VE) Classe quinta settembre 2010 Ins. N. Paterno."

Presentazioni simili


Annunci Google