La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LLP – PROGRAMMA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE Partenariato bilaterale Comenius (2008/2010) Scuola partner: Srednja Šola Slovenska Bistrica (Slovenia)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LLP – PROGRAMMA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE Partenariato bilaterale Comenius (2008/2010) Scuola partner: Srednja Šola Slovenska Bistrica (Slovenia)"— Transcript della presentazione:

1 LLP – PROGRAMMA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE Partenariato bilaterale Comenius (2008/2010) Scuola partner: Srednja Šola Slovenska Bistrica (Slovenia)

2

3 Cosè un progetto Comenius? Progetto finanziato dalla Comunità Europea per promuovere lo scambio di esperienze e favorire la conoscenza delle varie realtà europee in vista di una Europa delle Nazioni Vari tipi di Comenius (possono riguardare gli alunni, i soli docenti, le istituzioni scolastiche)

4 Titolo del nostro progetto: Immigrations into Europe Il nostro progetto è un partenariato bilaterale che ha un tema attualissimo e dibattuto: limmigrazione nei suoi vari aspetti (legale, illegale) nei due Paesi Slovenia e Italia, con uno sguardo ravvicinato alla Sicilia e al suo ruolo di terra di passaggio, vedi Lampedusa e il suo centro di accoglienza. Il progetto prevede la partecipazione attiva di 14 studenti sloveni e 14 studenti del nostro Istituto che, dopo la selezione, si sono messi in contatto tra di loro (a coppie) tramite , chat, per cominciare a conoscersi in previsione del soggiorno presso le rispettive famiglie.

5 Soggiorno in Slovenia dal 18 al 27 aprile 2009 Attività svolte prima del viaggio: – Corso dinglese per il gruppo di ragazze di IIIB che lo conoscevano poco (alcune per niente): prezioso contributo della Prof.ssa Verona –Incontri con il gruppo coinvolto per preparare la presentazione ai loro compagni sloveni: Della Sicilia (le città, le isole, la gastronomia) Di Termini Imerese (breve storia, foto della città, caratteristiche: la FIAT, il carnevale ) Del nostro Istituto Del sistema scolastico italiano Dei dati raccolti sul tema del partenariato: tipologia di immigrati, paesi di provenienza, tipologia di lavori, accenni alla situazione di Lampedusa

6 Attività svolte durante il soggiorno a Slovenska Bistrica E stato rispettato il programma che i colleghi ci avevano inviato la settimana prima: Visite mirate riguardanti il tema del partenariato: –Sede di Amnesty International e ufficio del Garante dei Diritti Umani nella capitale Lubiana –A Postunia : Centro di raccolta dei clandestini in attesa di rimpatrio

7 Visite culturali e paesaggistiche: Le città di Lubiana e Maribor La cittadina di Slovenska Bistrica Le Grotte di Postunia Il lago di Bled Passeggiata ecologica a Pohorja (rinomata stazione sciistica)

8 Lavoro allinterno dellIstituto, con spazi già preventivamente assegnati alluopo (aula musica, aula magna, facile accesso ai computer della biblioteca e dellaula informatica,) : Attività inerenti il progetto: –Formazione dei gruppi e dei leaders di ogni gruppo (a scelta dei ragazzi, secondo la loro attitudine) –Scelta delle foto e dei video fatti nel corso delle varie attività –Impaginazione dellopuscolo (il prodotto finale che sarà completato al momento del soggiorno in Sicilia dei ragazzi sloveni) con: le impressioni dei ragazzi coinvolti, i risultati dei dati sullimmigrazione in Slovenia il diario di bordo delle attività svolte Qualche ora di lezione in classe (piccoli gruppi a lezione di scienze, sloveno, educaz. Fisica, ecc.) Attività ricreative: di socializzazione, giochi in palestra, video-giochi interattivi, karaoke.

9

10 Attività svolte dopo il viaggio: Scelta di foto e impressioni da inserire sul sito del nostro Istituto Redazione di articoli da far pubblicare sul Giornale di Sicilia e sul giornalino della scuola Organizzazione della presentazione dellesperienza agli altri studenti in occasione della Giornata dellEuropa il 9 maggio Ancora da fare: preparare le attività per larrivo dei nostri amici sloveni previsto per il 30 settembre 2009 !!

11 Osservazioni Organizzazione del tempo-scuola: Settimana corta Orario scolastico dalle 7,45 alle 14,30 Mensa scolastica gratuita per alunni e prof (apertura della mensa alle 9,30, con turnazione fino alle 13,30) Non gruppo-classe, ma spostamento degli studenti nei vari corsi da seguire Pausa di 5 minuti tra un corso e laltro, per facilitare il passaggio da un corso allaltro (estremo ordine e mancanza di baraonda tra un corso e laltro)

12 Organizzazione degli spazi interni delledificio scolastico, nuovissimo (2005) : Aule super attrezzate, con computer, schermi giganti Armadietti per i singoli alunni (che hanno la possibilità di cambiarsi anche le scarpe e stare comodamente in ciabatte durante il tempo scuola) in unala delledificio Grande biblioteca, con vari tavoli per chi (studenti e prof) vuole sostare e vari computer a disposizione Grande sala dei professori, anchessa con computer, stampante, distributore di acqua e bibite Bagni degli studenti: puliti, senza scritte sui muri, senza rubinetteria divelta o WC intasati da oggetti vari, dotati di carta igienica

13

14 Osservazioni sui comportamenti Massimo rispetto della cosa pubblica e delle regole: Raccolta differenziata (in giro, dentro e fuori ledificio, niente cartacce, lattine, bicchieri di plastica, cicche di sigarette) Divieto (rispettato!!) di fumare sigarette oltre che dentro ledificio scolastico (i bagni non erano delle camere a gas, perché nessuno si sognava di andarvi a fumare) anche nellarea esterna circostante: sono stati gli stessi studenti sloveni a farci conoscere tale regola. (A proposito di sigarette: la percentuale dei ragazzi che fumano è visibilmente molto inferiore che da noi). Rispetto delle attrezzature dellIstituto: computer tutti funzionanti, forse perché nessuno si era passato il tempo a smontarli, portare via qualche pezzo come souvenir o per il solo gusto di danneggiare qualcosa che non è sentito come proprio.

15 E per finire … –Atteggiamento di ascolto verso linsegnante, (non abbiamo mai sentito il nostro collega alzare la voce) : niente inutili polemiche, ognuno aveva un ruolo ben definito e se veniva richiamato accettava senza doversi difendere o giustificarsi ad ogni costo. –Tutto programmato nei dettagli, senza improvvisazione; rispetto degli orari, dei tempi e dei compiti assegnati (autonomia nellesecuzione) –Accoglienza calorosa da parte di tutti (famiglie e insegnanti)


Scaricare ppt "LLP – PROGRAMMA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE Partenariato bilaterale Comenius (2008/2010) Scuola partner: Srednja Šola Slovenska Bistrica (Slovenia)"

Presentazioni simili


Annunci Google