La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Prevenzione Secondaria delle Fratture Stefania Bandinelli UO Geriatria, ASF Il percorso ospedale territorio del paziente ortopedico traumatologico Aula.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Prevenzione Secondaria delle Fratture Stefania Bandinelli UO Geriatria, ASF Il percorso ospedale territorio del paziente ortopedico traumatologico Aula."— Transcript della presentazione:

1 La Prevenzione Secondaria delle Fratture Stefania Bandinelli UO Geriatria, ASF Il percorso ospedale territorio del paziente ortopedico traumatologico Aula Muntoni San Giovanni di Dio

2 La Prevenzione Secondaria delle Fratture

3 Quando prevenire losteoporosi e le fratture da fragilita? I: favorire il massimo picco di massa ossea ed il suo mantenimento II:blocco della perdita di massa ossea nelle forme primitive e in quelle secondarie III:riduzione della incidenza della prima frattura in pazienti con osteoporosi IV:riduzione della incidenza di ulteriori fratture in soggetti con osteoporosi severa complicata da fratture

4 La Prevenzione Secondaria delle Fratture Pazienti a basso rischio Pazienti a rischio intermedio Pazienti ad elevato rischio Pazienti con precedenti fratture Pazienti con nuove fratture Prevenzione secondaria Prevenzione primaria 1,7 milioni donne 8.9 milioni donne 50% di fratture nel 16% di popolazione 50% di fratture nell 84% di popolazione Osteoporosis Int, 2011

5 ETA SESSO BMD DEL COLLO FEMORALE PRECEDENTI FRATTURE DA FRAGILITA DOPO I 50 ANNI INDICE DI MASSA CORPOREA USO DI CORTICOSTEROIDEI OSTEOPOROSI SECONDARIA (e.s., artrite reumatoide) ANAMNESI FAMILIARE POSITIVA PER FRATTURA DI FEMORE FUMO DI SIGARETTA ASSUNZIONE DI ALCOOL > 2 unita/day Fattori di rischio nel modello predittivo dellOMS La Prevenzione Secondaria delle Fratture

6 Fattori di rischio clinici Bassa Frattura massa ossea Massa ossea - 1a Età 1a 1a Fratture da fragilità dopo i 40 anni 2 1a Familiarità per fratture 2 2 Terapia cronica steroidea 1a 1a Menopausa precoce (<45 anni) 1a 2 Peso 1a 2 Ridotto apporto di calcio 1a 1a Ridotta attività fisica 2 2 Fumo 2 1a Abuso di alcolici 2 3 Fattori rischio cadute - 1a La Prevenzione Secondaria delle Fratture

7 FATTORI di RISCHIO e FATTORI PREDISPONENTI in TRAUMI a BASSA ENERGIA OSSOCADUTA FRATTURA Età Sesso Ereditarietà Peso corporeo Stili di vita - mobilità quotidiana - esposizione solare - fumo - nutrizione Malattie - fratture - immobilizzazione - malassorbimento - renali/ epatiche - ormoni sessuali Farmaci - cortisone Equilibrio e massa muscolare Malattie età correlate - visive - CNS - cardio-vascolari - infezioni Farmaci Rischi ambientali

8 La Prevenzione Secondaria delle Fratture Modello inglese di continuita assistenziale per il Paziente fratturato (Blue Book, rev 2007)

9 La Prevenzione Secondaria delle Fratture

10 FATTORI DI RISCHIO La Prevenzione Secondaria delle Fratture

11 FRACTURE INDEX La Prevenzione Secondaria delle Fratture

12


Scaricare ppt "La Prevenzione Secondaria delle Fratture Stefania Bandinelli UO Geriatria, ASF Il percorso ospedale territorio del paziente ortopedico traumatologico Aula."

Presentazioni simili


Annunci Google