La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CLASSE 2°M a.s. 2009/10 Alunno: Marini Francesco Insegnanti: Prof..ssa Rossi Roberta, Prof. Troiani Emiliano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CLASSE 2°M a.s. 2009/10 Alunno: Marini Francesco Insegnanti: Prof..ssa Rossi Roberta, Prof. Troiani Emiliano."— Transcript della presentazione:

1 CLASSE 2°M a.s. 2009/10 Alunno: Marini Francesco Insegnanti: Prof..ssa Rossi Roberta, Prof. Troiani Emiliano

2 UNA ALIMENTAZIONE QUALITATIVAMENTE CORRETTA E QUANTITATIVAMENTE EQUILIBRATA E FONDAMENTALE PER MANTENERE UN BUONO STATO DI SALUTE E UN FISICO EFFICIENTE. GIA IPPOCRATE, PIU DI 2400 ANNI FA, DICEVA:

3 VALUTAZIONE DEL NOSTRO PESO CORPOREO Per gli uomini < 94 cm Superiore a 102 cm = adiposità addominale Per la donna < 80 cm Superiore a 88 cm= adiposità addominale IMC = peso in kg/altezza in m 2 IMC < 18.5 = sottopeso IMC = 18,5-25 = normopeso IMC > 25 = sovrappeso IMC > 30 = obesità Circonferenza vita Per valutare il nostro peso abbiamo calcolato lIndice di Massa Corporea (IMC) e la circonferenza vita

4 NOME E COGNOMEPESO (Kg) ALTEZZA (m) CIRCONFERENZA (cm) ETAIMC ANASETTI ANDREA721, ,24 ARIZAJ ARDIT651, ,51 MARINI FRANCESCO1101, ,71 MONTEOLIVETO LUCA851, ,40 ONOFRI NICO701, ,59 ONORATO RICCARDO641, ,19 PIACENTI MIRKO631, ,01 SCARPONE MATTEO721, ,51 VIALI MICHELE651, ,62 LIMC ha un suo limite in quanto non tiene conto della struttura fisica generale del soggetto in esame..Con questo metodo, ad esempio, lalunno Monteoliveto, che presenta una sviluppata massa muscolare perchè svolge sports di potenza (sollevamento peso …), risulta erroneamente soprappeso.

5 NOME E COGNOMEPESO (Kg) ALTEZZA (m) CIRCONFERENZA (cm) ETAIMC CARAMAN TADIANA501, ,36 DANGELIS ROBERTA571, ,45 GRECHI NATASHIA661, ,30 IORDACHE DANIELA591, ,93 LUISTRO BEATRICE551, ,03 MARINELLI GLORIA561, ,56 MERIGIOLI VALENTINA431, ,66 PAOLONI VALENTINA491, ,21 PETRUCCI CRISTINA751, ,54 TODOR NOEMI601, ,04 VIRILI MASHA481, ,97 BABIYCHUK JULIYA551, ,48

6 FABBISOGNO ENERGETICO TOTALE Il nostro organismo giornalmente deve introdurre con gli alimenti energia per compiere le funzioni vitali di base, per la termogenesi indotta dalla dieta, per i processi di termoregolazione e per un appropriato livello di attività fisica. Per mantenersi in bilancio energetico (energia in entrata = energia in uscita) e quindi non ingrassare o dimagrire è necessario valutare il proprio FE. Fabbisogno energetico giornaliero degli alunni della classe ° 2 M Un sistema semplice e veloce per calcolare approssimativamente il fabbisogno calorico giornaliero è quello proposto dalla FAO-WHO (FAO:Food and Agriculture Organization. WHO: World Health Organization, chiamata anche OMS): basta moltiplicare il valore di MB per il livello di attività fisica. FE = MB x LAF Maschi 15 anni [ 17,5 x peso ideale + 651] Femm. 15 anni [ 12,2 x peso ideale + 746] 1,62 1,54 x x

7 RIPARTIZIONE DELLA RAZIONE GIORNALIERA IN NUTRIENTI (in base ai LARN) Fabbisogno calorico giornaliero indicativo delle studentesse 2°M FE= kcal 2100 Kcal fornite dai glucidi 55% Equivalente in g Kcal/4 Amido 90% 260 g 1155 kcal289 g Zuccheri semplici 10% 29 g Kcal fornite dai lipidi 30% Equivalente in g Kcal/9 2/3 di origine vegetale 47 g 630 kcal70 g 1/3 di origine animale 23 g Kcal fornite dai protidi 15% Equivalente in g Kcal/4 1/2 di origine vegetale 39,3 g 315 kcal79 g 1/2 di origine animale 39,3 g

8 Fabbisogno calorico giornaliero indicativo degli studenti 2°M Kcal fornite dai glucidi 55% Equivalente in g Kcal/4 Amido 90% 347 g 1540 kcal385 g Zuccheri semplici 10% 38 g FE= kcal 2800 Kcal fornite dai lipidi 30% Equivalente in g Kcal/9 2/3 di origine vegetale 63 g 840 kcal94 g 1/3 di origine animale 31 g Kcal fornite dai protidi 15% Equivalente in g Kcal/4 1/2 di origine vegetale 52,5 g 420 kcal105 g 1/2 di origine animale 52,5 g

9 GRUPPO DI ALIMENTI ALIMENTIPORZIONIPESOQUANTITA PRINCIPIO ALIMENTARE Cereali e tuberi Pane Pasta o riso Patate 1 fetta media 1 porzione media 2 patate piccole 50 g 80 g 200 g 32 g di amido 59 g di amido 27 g di amido Carne, pesce uova, legumi, formaggi Uovo Carne Pesce Formaggio fresco Formaggio stagionato Legumi secchi (fagioli) Legumi freschi (fagioli) 1 uovo 1 fettina piccola 1 porzione piccola 1 porzione media 60 g 70 g 100 g 50 g 30 g g 7 g di proteine 15 g di proteine Circa 17 g di proteine Circa 18 g di proteine Circa 13 g di proteine Circa 7 g di proteine Circa 10,2 g di proteine Grassi da condimento Olio burro 1 cucchiaio 1 porzione 10 g 8 g di lipidi 9,9 g di lipidi FruttaMela Banana 1 porzione 150 g 13 g di zuccheri semplici 15 g di zuccheri semplici ENTITA DELLE PORZIONI STANDARD NELLA ALIMENTAZIONE ITALIANA

10 Risultati del questionario: classe 2M Hanno risposto al questionario 23 alunni. Le domande che sono state analizzate sono 15 su un totale di 36. Ad alcune domande era possibile dare risposte multiple. 1) Fai i 5 pasti principali?

11 2) Cosa mangi a colazione? Altro: uova al bacon, farinacei

12 3) Cosa aggiungi nel latte?

13 4) Cosa mangi nello spuntino? Altro: mele, calzone, pizza (4)

14 5) Cosa mangi a pranzo?

15 6) Cosa mangi a merenda? Altro: cioccolato, pizza (5), piadine, biscotti

16 7) Cosa mangi a cena?

17 8) Cosa bevi durante i pasti? Altro: Tè

18 9) Ti capita di mangiare dopo cena?

19 10) Cosa mangi fuori pasto?

20 11) Quante volte in una settimana mangi carne?

21 12) Come ti rechi a scuola? Altro: motorino (5)

22 13) Quante ore al giorno guardi la tv?

23 14) Pratichi sport?

24 15) Quale è il tuo sport preferito? Altro: Danza (7), Badminton

25

26 CEREALI E TUBERI (5 PORZIONI AL GIORNO ) 1 PORZIONE PRIMA COLAZIONE 2 PORZIONI PRANZO 2 PORZIONI CENA FRUTTA (3 PORZIONI – SPUNTINI ) VERDURA (2 PORZIONI ABBONDANTI AL DI) LATTE E/O YOGURT (3 PORZIONI AL DI) CARNE,PESCE,UOVA, LEGUMI SECCHI, FORMAGGI (2 PORZIONI AL DI, NEI PASTI PRINCIPALI ) OLIO DI OLIVA (2/3 CUCCHIAI AL DI) DOLCI GRASSI ANIMALI

27 MENU CICLICO GIORNALIERO pastilunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatoDomenica colazioneLatte Biscotti da forno Latte Fette biscottate Latte Fetta di crostata Latte e cerealiLatte pane con nutella Latte e fette biscottate con marmellata Latte e cornetto(mar mellata o nutella) spuntinoYogurt Frutta Yogurt Frutta Yogurt Frutta Yogurt Frutta Yogurt pescaYogurt mirtilli pranzoPasta alluovo con ragù Contorno Frutta Pasta con erbe aromatiche Prosciutto Contorno Panzanella (pane, pomodoro, olio,fagioli) Frutta Spaghetti con vongole Trota Contorno Risotto con funghi Petto di tacchino Contorno Cannelloni ricotta e spinaci Contorno Orecchiette con broccoli Pollo arrosto Contorno spuntinoGelato alla frutta Tè con biscotti Latte frutta Gelato alla frutta Yogurt e latte frutta Yogurt e latte frutta Yogurt e latte frutta cenaFrittata con patate, Pomodori Frutta Brodo vegetale Bistecca di vitello contorno frutta Pizza margherita, contorno Polpette al pomodoro, Contorno frutta Zuppa di pesce Contorno Macedonia di frutta Bruschette miste con legumi Contorno Frutta Misto salumi con piadina. Contorno Macedonia di frutta

28 Fare movimento è sempre fondamentale per la salute, da bambini fino a quando si diventa anziani. La prolungata mancanza di attività fisica può provocare notevoli danni come laumento della quantità di grasso presente nellorganismo e la riduzione del contenuto di calcio nelle ossa che diventano più fragili. Gli sport sono suddivisibili in tre grandi gruppi a seconda della durata, dellimpegno fisico e delle modalità con le quali viene fornita e usata lenergia necessaria ai muscoli per funzionare 1.Gli sport di lunga durata o aerobici o di resistenza impegnano lorganismo per periodi che vanno oltre i 15 minuti, non comportano uno sforzo massimo ma richiedono un forte dispendio di energia. I muscoli prima consumano le proprie riserve di zuccheri di pronto impiego, poi sono riforniti da carburante proveniente dal fegato (glicogeno) e dai depositi adiposi (gliceridi) che viene quindi bruciato. Sport Kcal/minuto Corsa campestre ricreativa Ciclismo ricreativo 7 Nuoto ricreativo Gli sport anaerobici o di potenza richiedono sforzi di breve o brevissima durata, ma di massima intensità. Praticamente non cè tempo di respirare e i muscoli consumano soltanto le loro riserve di zuccheri, in assenza di ossigeno. Per sostenere limpegno, i muscoli devono essere, quindi, molto forti e sviluppati, così da immagazzinare quanta più energia possibile di pronto intervento. 3.Gli sport misti si basano sullalternanza di fasi aerobiche e anaerobiche Sport 100 m piani Sollevamento pesi Tuffi Sport Kcal/minuto Sci ricreativo Calcio 11,7 pallavolo 8,5


Scaricare ppt "CLASSE 2°M a.s. 2009/10 Alunno: Marini Francesco Insegnanti: Prof..ssa Rossi Roberta, Prof. Troiani Emiliano."

Presentazioni simili


Annunci Google