La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CSR Opportunità e sfida per un Main Contractor 16 Maggio 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CSR Opportunità e sfida per un Main Contractor 16 Maggio 2006."— Transcript della presentazione:

1 CSR Opportunità e sfida per un Main Contractor 16 Maggio 2006

2 2 Ricerche di Mercato Studi di Fattibilità Ingegneria Finanziaria Direzione Progetti Progettazione Approvvigionamenti MISSIONE AZIENDALE Realizzazione di Impianti Industriali Direzione Lavori Montaggi Avviamento di Impianti Conduzione e Manutenzione di Impianti Addestramento del Personale

3 3 La Societa La TECHNIP ITALY, Società di Ingegneria e Costruzioni, con sede a Roma opera dal 1969 nella realizzazione di grandi impianti industriali Portafoglio di oltre 500 grandi progetti realizzati con successo in cinque continenti ed una capacità produttiva annua di di ore di servizi; è il maggiore Main Contractor privato in Italia Fatturato 2005: 634 Milioni di Euro, di cui 82% allestero Forza lavoro disponibile: oltre 2500 persone, di cui circa 1000 su pay-roll 500 grandi progetti in 60 paesi, 23 progetti in corso in 15 paesi Contratti Chiavi in Mano: 180 grandi progetti per un valore superiore a 11 Miliardi di Euro Personale: 55% laureati Età media 44 anni Esperienza lavorativa media 20 anni Esperienza lavorativa media in Società 15 anni

4 4 La Societa Fatturato per area geografica (media ) Medio Oriente62 % Asia 8 % Europa22 % Africa 3 % America 5 % Posizione leader in Medio Oriente Consolidata presenza in Europa Attività costante in Africa, Asia e America Fatturato per settore di attivita (Media 2003 – 2005) Raffinazione 43% Petrolchimica/Fert. 14% Settori Industriali 6% Gas 34% Upstream 3%

5 5 Chiavi in mano75% Forfait di Servizi15% Alleanze2% Rimborsabili e Altri8% Garanzia di qualità globale di progetto: Grande esperienza in progetti Chiavi in Mano project management a controllo totale valutazione analitica dei costi efficace controllo di budget monitoraggio tempestivo del programma del progetto Fatturato per tipo di contratto (Media 2003 – 2005)

6 6 AZIONISTI Addestramento del Personale TECHNIP ITALY è una Società strategica del Gruppo internazionale TECHNIP Con uno staff di persone ed un fatturato annuo di circa 5,4 miliardi di Euro, il Gruppo TECHNIP - quotato alla Borsa di Parigi e di New York - è classificato tra i primi cinque a livello mondiale per ingegneria, costruzione e servizi nei settori degli idrocarburi e della petrolchimica

7 7 Italia SNAM RETE GAS: Gasdotti (vari siti) DOW POLIURETANI ITALIA: Contratto di Alleanza per Progetti EPCM ANONIMA PETROLI ITALIANA (api): Ammodernamento Impianti HDS3/H2 RAFFINERIA DI GELA: Automazione Isole 8 & 12 ENERGIA MOLISE: Centrale Elettrica 800 MW Arabia Saudita SAUDI ARAMCO: Impianto gas grass-root SABIC: Impianto Olefine di Yansab Libia ENI GAS BV Libyan Branch: FEED & PMC-sviluppo campo olio e gas on-offshore Qatar ORYX GTL: Impianto GTL Technip Italy: 23 progetti in corso in 15 Paesi Canada CANADIAN NATURAL RESOURCES Ltd: Progetto Sabbie Bituminose : - Contratto EPC per Primary Upgrading - Specifiche Progettazione (FEL 3) per Fasi II/III – di Primary & Secondary Upgrading Cile ENAP REFINERIAS S.A.: Produzione di gasolio a basso contenuto di zolfo China BP ZHUHAI CHEMICAL CO. LTD: Impianto PTA - Zhuhai #2 BP-YPC ACETYLS CO. (BYACO) Impianto Acido Acetico Venezuela ITALFERR: Sistema Ferroviario Centrale (Tramopuerto Cabello - La Encrucijada) Algeria NAFTEC: Espansione/ammodernamento Raffineria (servizi consulenza ingegneria & supervisione alla realizzazione) Isole Vergini (USA) HOVENSA: Idrotrattamento benzina a basso contenuto di zolfo Kuwait The Kuwait Olefins Company (TKOL): Impianto Etilene Iran NIOEC Espansione e upgrading della Raffineria di Esfahan/ reinstrumentazione e automazione impianti (Ingegneria di Base) Poland GRUPA LOTOS S.A. Espansione della Raffineria di Gdansk - FEED Brasile OXITENO S.A. INDUSTRIA E COMERCIO: Complesso Petrolchimico Integrato (FEL) Nigeria BG INTERNATIONAL: Progetto LNG di Olo Kola (FEED)

8 8 TECHNIP ITALY: PERCORSO VERSO LA CSR 1993 : certif. del Sistema di Qualità secondo ISO : enunciazione di una Politica di Technip Italy a tutela della salute delle persone nel quadro di tutte le attività aziendali e creazione di un Sist. Aziendale di Gestione HSE …TECHNIP ITALY designates as essential corporate objectives the health and welfare of persons, the safety of plants and the protection of the environment: these objectives govern TECHNIPITALYs activities with employees, clients, partners, subcontractors, vendors and all other parties interested inCompany business… 1996 : DLgs 494, Prescrizioni minime di sicurezza e salute nei cantieri mobili

9 9 TECHNIP ITALY: PERCORSO VERSO LA CSR Giugno 2001 : il Sistema di gestione della salute, sicurezza e ambiente della TECHNIP ITALY è certificato in conformità alle norme ISO per lambiente e OHSAS per gli aspetti di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

10 10 PANORAMA NORMATIVO EUROPEO SULLA RSI/CSR :La commissione della Comunità Europea pubblica il Libro Verde. Promuovere un quadro europeo per la responsabilità sociale delle imprese (CSR, Corporate Social Responsibility) che avvia iniziative volte a predisporre strumenti di rendicontazione sociale (sviluppo sostenibile) new expectations from citizens, consumers, public authorities and investors in the context of globalisation… social criteria are increasingly influencing the investment decisions increased concern about the damage caused to the environment by economic activity transparency of business brought about by the media… Il Libro Verde definisce la CSR …essentially a concept whereby companies decide voluntarily to contribute to a better society and a cleaner environment. (Par. 8) ed individua nei seguenti fattori la spinta mondiale verso la CSR (Par. 10):

11 11 NORMATIVA EUROPEA SULLA RSI E RECEPIMENTO IN ITALIA :Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali presenta il Libro Bianco sul mercato del lavoro in Italia con ampie proposte per promuovere una società attiva ed un lavoro di qualità Nel Libro Bianco si ribadisce che per responsabilità sociale si deve intendere un ripensamento della gestione aziendale, orientata a dare soddisfazione alle aspettative di tutti gli stakeholders, sia interni (personale) sia esterni (ambiente e collettività ) facendo della RSI un investimento integrato nella strategia dimpresa, negli strumenti di gestione aziendale e nelloperazione corrente.

12 12 TECHNIP ITALY: PERCORSO VERSO LA CSR Giugno 2002 : emissione del Code of Business Ethics di Gruppo

13 13 Technip Italy e la Responsabilità Sociale dImpresa 2003 : adesione al Global Compact il Global Compact è uniniziativa lanciata nel 2000 dal Segretario dellONU, tesa a promuovere principi universali riguardanti i diritti umani, i diritti lavorativi e la tutela dellambiente mira a promuovere la responsabilità sociale delle imprese è uniniziativa volontaria di imprese responsabili propone numerosi meccanismi di partecipazione e concertazione è una rete globale

14 14 D Lgs 231 e CERTIFICAZIONE SA : Istituzione di un Gruppo di lavoro per la rivisitazione del modello organizzativo alla luce della normativa vigente (D Lgs 231) 2003 : Avvio del processo di creazione di un Sistema di Gestione RSI e conseguente certificazione (Aprile 2004) Viene nominato un CSR Manager che risponde al CEO/AD

15 15 CODICE ETICO I valori e le responsabilità etiche e sociali della Technip Italy nei confronti dei portatori di interesse sono stati resi espliciti nel Codice Etico. La RSI ne costituisce un Articolo.

16 16 Valori e Codice Etico Valori identificati: Etica nella condotta aziendale Salute delle persone Sicurezza degli impianti Tutela dellambiente Principi di responsabilità sociale nellazione imprenditoriale in un contesto di sviluppo sostenibile Impegni sociali della Società nei confronti dei propri dipendenti, clienti, azionisti, partner, subappaltatori, fornitori, Istituzioni e del mercato in generale Per la sua attuazione è predisposto un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D.Lgs. 231/2001 ed è attivo un Organismo di Vigilanza (ODV) Il Codice Etico è il documento che esplicita i valori e le responsabilità etiche e I principi espressi nel Codice Etico rendono altresì possibile un reciproco vantaggio delle parti coinvolte, alle quali si richiede pertanto di operare secondo unanaloga condotta etica

17 17 SA 8000 Il Sistema di CSR di Technip Italy è certificato secondo la SA 8000: cosa significa? La Mission di SA 8000 : migliorare le condizioni di lavoro nel mondo lavorare con le organizzazione del lavoro e per i diritti umani a livello mondiale La Vision di SA 8000: privilegiare la prevenzione e promuovere il miglioramento piuttosto che censurare e prescrivere

18 18 SA 8000 e CONVENZIONI INTERNAZIONALI La SA 8000 recepisce le Convenzioni ILO più significative e fissa 9 REQUISITI cui uniformarsi per essere certificati: ILO (International Labour Organization): agenzia delle NU che persegue la promozione della giustizia sociale ed il riconoscimento universale dei diritti umani nel lavoro ILO formula, sotto forma di CONVENZIONI e di RACCOMANDAZIONI, le norme internazionali in materia di lavoro Ogni Nazione decide se ratificare o meno ciascuna convenzione

19 19 REQUISITI di CERTIFICAZIONE SA LAVORO MINORILE: non meno di 15 anni, regolamentato sino a 18 anni 2.LAVORO FORZATO: né ricorrervi né sostenerlo 3.SALUTE: tutelare la salute ed assicurare formazione/informazione 4.LIBERTÀ DI ASSOCIAZIONE: rispettare il diritto allassociazione ed alla rappresentanza sindacale 5.DISCRIMINAZIONE: né ricorrervi, né sostenere discriminazioni per razza, religione, ceto, sesso… 6.PRATICHE DISCIPLINARI: né utilizzare né sostenere luso di punizioni corporali e/o coercizioni mentali 7.ORARIO DI LAVORO ore settimanali, i superamenti del massimale vanno compensati

20 20 REQUISITI di CERTIFICAZIONE SA 8000 (cont.) 8.RETRIBUZIONI: conformi allo std industriale locale e sufficienti a sostenere i bisogni fondamentali 9.SISTEMA DI GESTIONE: regolamentato secondo gli schemi ISO Atteggiamento propositivo dellAzienda Certificata per promuovere il rispetto delle regole (incluso il sistema di gestione) presso i propri stakeholders: – fornitori di servizi – fornitori di materiali – appaltatori

21 21 Representative for Social Accountability Social Accountability Designated Officers Personnel Representative Top Management Human Resources De pt RESPONSABILITA SOCIALE DELLA TPIT: ORGANIZZAZIONE

22 22 Azioni Tutela e valorizzazione delle ricchezze aziendali: le persone e le competenze: Istituzione di protocolli sanitari speciali per mansioni a rischio Attenzione alle esigenze dei disabili Formazione sistematica sui temi della CSR Spazio istituzionale dedicato alle istanze HSE nelle riunione periodiche di verifica dellandamento dei progetti Sostegno finanziario ad un asilo nido privato vicino agli uffici Creazione di un portale partecipativo sul sistema intranet Allocazione nel bilancio di donazioni ad Enti, ONLUS, istituzioni benefiche, ma ricerca di iniziative di solidarietà sociale affini alla missione aziendale e condivise dal personale Creazione di un codice di comportamento ambientale sui cantieri e sensibilizzazione allistanza ambientale negli uffici (raccolta differenziata dei rifiuti)

23 23 Azioni Invio a fornitori ed appaltatori di un Questionario di qualifica di CSR Invio ad istituzioni ed imprese private di una brochure informativa a firma del CEO inserimento clausole di CSR nei contratti verso: Fornitori di servizi Fornitori di apparecchiature Appaltatori con richiesta di rispetto rigoroso del Codice Etico per lItalia e di condivisione dei principi e diritto di audit per lestero Applicazione di specifiche di comportamento per gli appaltatori rispettose dei principi di CSR (tutela della salute, campi igienicamente e socialmente evoluti presso i cantieri di costruzione) Verifiche periodiche con la DG e miglioramento continuo

24 24 SFIDE Assenza di riferimenti stabili (Clienti, territorio, amministrazioni locali) Iniziative di CSR volontaristiche in un contesto di mercato deregolato

25 25 Quanto è importante la RSI? Ethic Law HSE Valori Priorità Cost Quality Schedule


Scaricare ppt "CSR Opportunità e sfida per un Main Contractor 16 Maggio 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google