La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

AVVELENAMENTO DA FUNGHI RECCHIA Dott. GIUSEPPERECCHIA Dott. GIUSEPPE CIULLI GIUSEPPECIULLI GIUSEPPE GEMA AVEZZANOGEMA AVEZZANO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "AVVELENAMENTO DA FUNGHI RECCHIA Dott. GIUSEPPERECCHIA Dott. GIUSEPPE CIULLI GIUSEPPECIULLI GIUSEPPE GEMA AVEZZANOGEMA AVEZZANO."— Transcript della presentazione:

1

2 AVVELENAMENTO DA FUNGHI RECCHIA Dott. GIUSEPPERECCHIA Dott. GIUSEPPE CIULLI GIUSEPPECIULLI GIUSEPPE GEMA AVEZZANOGEMA AVEZZANO

3 ANTICHI ROMANI FERMENTI MALEFICI DELLA TERRAFERMENTI MALEFICI DELLA TERRA INDICI DI MORTE E DI PUTREFAZIONE DELLA MATERIAINDICI DI MORTE E DI PUTREFAZIONE DELLA MATERIA

4 ANTICHI ROMANI BOLETUS:FUNGORUM PRINCEPSBOLETUS:FUNGORUM PRINCEPS AMANITA CESAREAAMANITA CESAREA PLINIO IL VECCHIO :AMANITE MORTALIPLINIO IL VECCHIO :AMANITE MORTALI IMPERATORE CLAUDIO:AMANITA PHALLOIDES.IMPERATORE CLAUDIO:AMANITA PHALLOIDES.

5 DIOSCORIDE medico-greco-I°secolo " MATERIA MEDICA"" MATERIA MEDICA" AVVELENAMENTO DA FUNGHI:AVVELENAMENTO DA FUNGHI: ACETO, POZIONI SALATE E …..ACETO, POZIONI SALATE E ….. STERCO DI POLLOSTERCO DI POLLO

6 SENECA " fungus,qualiscumque sit,semper malignus est "." fungus,qualiscumque sit,semper malignus est ".

7 MATTIOLI 1550 LE CAUSE PERCHE NASCONO FUNGHI VELENOSI SONO MOLTE. E CIO QUALORA NASCONO OVE SENNO CHIOVI RUGGINOSI O PANNI FRADICI, O CHE SIENO APPRESSO A QUALCHE CAVERNA DI SERPENTI O SU GLI ALBERI CHE PRODUCONO LI FRUTTI LORO VELENOSI E MORTIFERI.LE CAUSE PERCHE NASCONO FUNGHI VELENOSI SONO MOLTE. E CIO QUALORA NASCONO OVE SENNO CHIOVI RUGGINOSI O PANNI FRADICI, O CHE SIENO APPRESSO A QUALCHE CAVERNA DI SERPENTI O SU GLI ALBERI CHE PRODUCONO LI FRUTTI LORO VELENOSI E MORTIFERI.

8 AVVELENAMENTO DA FUNGHI 200 DECESSI OGNI ANNO200 DECESSI OGNI ANNO

9 AVVELENAMENTI DA AMANITA / Anno / Anno Mortalità:5-10 %Mortalità:5-10 %

10 AVVELENAMENTO DA FUNGHI / ANNO DA ALTRI FUNGHI / ANNO DA ALTRI FUNGHI

11 AVVELENAMENTO DA FUNGHI TUTTE LE STAGIONI(AUTUNNO)TUTTE LE STAGIONI(AUTUNNO) FREQUENTE FAMILIARITAFREQUENTE FAMILIARITA

12 CONSUMO DI FUNGHI CONSUMO DA FRESCHI (DECOMPOSIZIONE- CONTAMINAZIONE BATTERICA) COTTURA ADEGUATA(EMOLISINE) MODICA QUANTITA' (SOST.IRRITANTI INTESTINO: TREALOSIO(NO TREALASI IN ALCUNI INDIVIDUI),MANNITOLO (ELEVATA PRESS.OSMOTICA).ARABITOLO. CHITINA(DERIV.AZOTATO :INDIGER.) SINTESI MOLECOLE COMPLESSE(ANTIBIOTICI ETC.)

13 AVVELENAMENTO DA FUNGHI COSA FARE ?COSA FARE ?

14 SINTOMI NAUSEA E CONATI DI VOMITONAUSEA E CONATI DI VOMITO DOLORI ADDOMINALI E DIARREADOLORI ADDOMINALI E DIARREA PROFUSA SUDORAZIONEPROFUSA SUDORAZIONE DIFFICOLTA RESPIRATORIEDIFFICOLTA RESPIRATORIE DISTURBI DELLA VISIONEDISTURBI DELLA VISIONE TACHI-BRADICARDIATACHI-BRADICARDIA ALLUCINAZIONI-EBREZZAALLUCINAZIONI-EBREZZA

15 INTOSSICAZIONE DA FUNGHI(NON VERO) QUANTITA' ECCESSIVAQUANTITA' ECCESSIVA MASTICAZIONE INSUFFICIENTEMASTICAZIONE INSUFFICIENTE ABUSO DI GRASSI IN COTTURAABUSO DI GRASSI IN COTTURA CATTIVO STATO CONSERVAZIONECATTIVO STATO CONSERVAZIONE FUNGHI IMBEVUTI DI ACQUAFUNGHI IMBEVUTI DI ACQUA FUNGHI SCONGELATI PIU' VOLTEFUNGHI SCONGELATI PIU' VOLTE MOTIVI PSICOLOGICI:ANSIAMOTIVI PSICOLOGICI:ANSIA

16 INTOSSICAZIONI ANAFILASSIANAFILASSI IDIOSINCRASIAIDIOSINCRASIA DEFICIT ENZIMATICIDEFICIT ENZIMATICI DA SOSTANZE TOSSICHE (INTOSS. CRIPTOMAINICHE) DA SOSTANZE TOSSICHE (INTOSS. CRIPTOMAINICHE)

17 CENTRO ANTIVELENI.CENTRO ANTIVELENI. PRONTO SOCCORSO.PRONTO SOCCORSO. AVVERTIRE COLORO CHE HANNO CONSUMATO LO STESSO PASTO.AVVERTIRE COLORO CHE HANNO CONSUMATO LO STESSO PASTO. PORTARE IN OSPEDALE RESIDUI DI FUNGHI CONSUMATI.PORTARE IN OSPEDALE RESIDUI DI FUNGHI CONSUMATI.

18 CLINICA:ANAMNESI TIPO DI FUNGHI CONSUMATI.TIPO DI FUNGHI CONSUMATI. INGESTIONE DI UNO O PIU TIPI DI FUNGHI.INGESTIONE DI UNO O PIU TIPI DI FUNGHI. ASSUNZIONE DI ALCOOL(EFFETTO ANTABUS).ASSUNZIONE DI ALCOOL(EFFETTO ANTABUS). MODALITA DI COTTURA DEI FUNGHI.MODALITA DI COTTURA DEI FUNGHI. PRESENZA DI ALTRI COMMENSALI E I LORO SINTOMI.PRESENZA DI ALTRI COMMENSALI E I LORO SINTOMI.

19 AVVELENAMENTO DA FUNGHI:CLINICA INDICE DI GRAVITA:INTERVALLO INTERCORSO TRA INGESTIONE DEI FUNGHI E COMPARSA DEI SINTOMI.INDICE DI GRAVITA:INTERVALLO INTERCORSO TRA INGESTIONE DEI FUNGHI E COMPARSA DEI SINTOMI. UN PERIODO SUPERIORE A 6 ORE DEVE FAR SOSPETTARE UNA GRAVE INTOSSICAZIONE DA FUNGHI.UN PERIODO SUPERIORE A 6 ORE DEVE FAR SOSPETTARE UNA GRAVE INTOSSICAZIONE DA FUNGHI. QUINDI : OSPEDALIZZAZIONE.QUINDI : OSPEDALIZZAZIONE.

20 CLINICA: 2 SINDROMI A BREVE PERIODO DI LATENZA:INFERIORE A 6 ORE.A BREVE PERIODO DI LATENZA:INFERIORE A 6 ORE. A LUNGO PERIODO DI LATENZA:SUPERIORE A 6 ORE.A LUNGO PERIODO DI LATENZA:SUPERIORE A 6 ORE.

21 SINDROMI A BREVE LATENZA S. GASTROENTERICAS. GASTROENTERICA S. ALLUCINOGENAS. ALLUCINOGENA S.MUSCARINICAS.MUSCARINICA S.PANTERINICAS.PANTERINICA S.COPRINICAS.COPRINICA S.EMOLITICAS.EMOLITICA

22 SINDROMI A LUNGA LATENZA S.FALLOIDEAS.FALLOIDEA S.ORELLANICAS.ORELLANICA S.ACROMELALGICAS.ACROMELALGICA

23 SINDROME GASTRO- ENTERICA INSORGENZA SINTOMI: 1- 5 ORE. FUNGHI : TRICHOLOMA PARDINUMFUNGHI : TRICHOLOMA PARDINUM ENTOLOMA LIVIDUM ENTOLOMA LIVIDUM CLITOCYBE : OLEARIA-NEBULARIS CLITOCYBE : OLEARIA-NEBULARIS AGARICUS (XANTHODERMA) AGARICUS (XANTHODERMA) RAMARIA-BOLETUS LURIDUS E SATANAS-HYPHOLOMA RAMARIA-BOLETUS LURIDUS E SATANAS-HYPHOLOMA ARMILLARIA MELLEA ARMILLARIA MELLEA SUILLUS(CUTICOLA CAPPELLO) SUILLUS(CUTICOLA CAPPELLO)

24 Tricholoma pardinum

25 Entoloma lividum = E.sinuatum

26 Clitocybe olearia

27 Lepista nebularis =Clitocybe n.

28 Agaricus xanthoderma

29 Ramaria formosa

30 Boletus luridus

31 Boletus satanas

32 Hypholoma fasciculare

33 Armillaria mellea

34 Boletus granulatus =Suillus g.

35 SINDROME GASTROENTERICA SINTOMI : VOMITO-DIARREA + SINTOMI DI ALTRE SINDROMI QUALE LA PARAFALLOIDEA,CON COMPROMISSIONE EPATICA,O LA MUSCARINICA.SINTOMI : VOMITO-DIARREA + SINTOMI DI ALTRE SINDROMI QUALE LA PARAFALLOIDEA,CON COMPROMISSIONE EPATICA,O LA MUSCARINICA. TERAPIA : SVUOTAMENTO GASTRICO ; TERAPIA INFUSIONALE;SOMMINISTRAZIONE DI EPATOPROTETTORI.TERAPIA : SVUOTAMENTO GASTRICO ; TERAPIA INFUSIONALE;SOMMINISTRAZIONE DI EPATOPROTETTORI.

36 SINDROME RESINOIDE TOSSICO:PROTEINE AD ELEVATO PESO MOLECOLARE NON ASSORBITE (SOST.RESINOIDI:CHETONI E COMP. ANTRACHINONICI)TOSSICO:PROTEINE AD ELEVATO PESO MOLECOLARE NON ASSORBITE (SOST.RESINOIDI:CHETONI E COMP. ANTRACHINONICI) RUSSULE(EMETICA-FRAGILIS ETC.)(PEPATE)RUSSULE(EMETICA-FRAGILIS ETC.)(PEPATE) LACTARIUS(TORMINOSUS)(PEPATI)LACTARIUS(TORMINOSUS)(PEPATI) VOMITO -DIARREAVOMITO -DIARREA SVUOTMENTO GASTRICO-DISINTOSSICANTISVUOTMENTO GASTRICO-DISINTOSSICANTI

37 Russula emetica

38 Lactarius torminosus 1

39 Lactarius torminosus 2

40 SINDROME ALLUCINOGENA CONOCYBE-INOCYBE(Aeruginascens- Coelestium-Corydalina)-PANEOLUS Subbalteatus-PLUTEUS Salicinus- PSILOCYBE Cyanescens,Liniformans. CONOCYBE-INOCYBE(Aeruginascens- Coelestium-Corydalina)-PANEOLUS Subbalteatus-PLUTEUS Salicinus- PSILOCYBE Cyanescens,Liniformans.

41 Inocybe corydalina

42 Inocybe bongardii

43 Inocybe geophilla

44 Inocybe geophilla var.lilacina

45 Panaeolus sphinctrinus

46 Panaeolus separatus

47 Panaeolus semiovatus

48 Panaeolus acuminatus

49 Pluteus salicinus

50 Psilocybe merdaria

51 SINDROME ALLUCINOGENA PRESENZA DI COMPOSTO SIMILE A LSD. PRESENZA DI COMPOSTO SIMILE A LSD. PSILOCINA-PSILOCIBINA. PSILOCINA-PSILOCIBINA. MAYA-ATZECHI: RITI RELIGIOSI E DIVINATORI. MAYA-ATZECHI: RITI RELIGIOSI E DIVINATORI. OGGI :USO "RICREATIVO. OGGI :USO "RICREATIVO. SVIZZERA:2002-DIVIETO DI VENDITA E CONSUMO. SVIZZERA:2002-DIVIETO DI VENDITA E CONSUMO.

52 SINDROME ALLUCINOGENA 1 mg di psilocibina:modificazione dello stato psichico in 30 min. 1 mg di psilocibina:modificazione dello stato psichico in 30 min. Sensazioni piacevoli di distensione intellettuale e psichica. Sensazioni piacevoli di distensione intellettuale e psichica mg:profonde modificazioni psichiche con distorsione della percezione spazio- temporale,illusioni,allucinazioni mg:profonde modificazioni psichiche con distorsione della percezione spazio- temporale,illusioni,allucinazioni. Midriasi,ipertensione,ipertermia,tremori. Midriasi,ipertensione,ipertermia,tremori.

53 SINDROME ALLUCINOGENA:SINTOMI SENSAZIONI DI IRREALTASENSAZIONI DI IRREALTA MANIFESTAZIONI IMMOTIVATEMANIFESTAZIONI IMMOTIVATE ECCESSI DI ODIOECCESSI DI ODIO TRIPLOPIATRIPLOPIA RISO IMMOTIVATORISO IMMOTIVATO NEL TEMPO: LESIONI IRREVERSIBILI DELLE CELLULE CEREBRALI.NEL TEMPO: LESIONI IRREVERSIBILI DELLE CELLULE CEREBRALI.

54 SINDROME ALLUCINOGENA:SINTOMI I° RAPPORTO DI INGESTIONE(1958) TRASCENDENTALE ESTRANIAZIONE DAL CORPO CON PROFONDO SENTIMENTO ESTATICO.ALLUCINAZIONI VISIVE,ACUSTICHE E OLFATTIVE. MODIFICAZIONE DELLA NOZIONE DEL TEMPO.NOTEVOLE AFFETTIVITA.( 4 ORE) DOPO 6 ORE SCOMPARSA EFFETTI.

55 SINDROME MUSCARINICA AMANITA MUSCARIA(PICCOLE QUANTITA).AMANITA MUSCARIA(PICCOLE QUANTITA). CLITOCYBE BIANCHE(DEALBATA- CERUSSATA-PHILLOPHILA PITHYOPHILA)(QUANTITA ABBONDANTI).CLITOCYBE BIANCHE(DEALBATA- CERUSSATA-PHILLOPHILA PITHYOPHILA)(QUANTITA ABBONDANTI). INOCYBE (PATOUILLARDI) INOCYBE (PATOUILLARDI) MYCENA ROSEAMYCENA ROSEA

56 Amanita muscaria

57 Clitocybe dealbata

58 Clitocybe cerussata

59 Clitocybe phillophila

60 Cliticybe pithyophyla

61 Inocybe bongardii

62 Mycena rosea

63 AMANITA MUSCARIA 3 AZIONI :3 AZIONI : 1) TOSSICA :MUSCARINA E ISOMERI1) TOSSICA :MUSCARINA E ISOMERI 2) ALLUCINOGENA : MUSCIMOLO2) ALLUCINOGENA : MUSCIMOLO 3) IPNOTICA E SEDATIVA : ACIDO IBOTENICO E MUSCAZONE.3) IPNOTICA E SEDATIVA : ACIDO IBOTENICO E MUSCAZONE.

64 SINDROME MUSCARINICA AGENTE TOSSICO: MUSCARINAAGENTE TOSSICO: MUSCARINA ANALOGO STRUTTURALE Ach,NON RIMOSSO DALL ENZIMA ACETILCOLINESTERASI.ANALOGO STRUTTURALE Ach,NON RIMOSSO DALL ENZIMA ACETILCOLINESTERASI. LUNGA DURATA DI AZIONELUNGA DURATA DI AZIONE SOLUBILE IN ACQUASOLUBILE IN ACQUA TERMORESISTENTETERMORESISTENTE SPICCATI EFFETTI PARASIMPATICOMIMETICISPICCATI EFFETTI PARASIMPATICOMIMETICI

65 SINDROME MUSCARINICA- (S.SUDORIPARA) INTOSSICAZIONE S.N.A. DI TIPO COLINERGICO CON SINTOMI A CARATTERE PARASIMPATICOMIMETICO (EFFETTORI POST- GANGLIARI PARASIMPATICI + MUSCOLATURA LISCIA) MIN DOPO INGESTIONE.INTOSSICAZIONE S.N.A. DI TIPO COLINERGICO CON SINTOMI A CARATTERE PARASIMPATICOMIMETICO (EFFETTORI POST- GANGLIARI PARASIMPATICI + MUSCOLATURA LISCIA) MIN DOPO INGESTIONE. VASODILATAZIONE-IPOTENSIONE-OLIGURIAVASODILATAZIONE-IPOTENSIONE-OLIGURIA BRADICARDIABRADICARDIA MIOSI - LACRIMAZIONE - SUDORAZIONE - MUCORREA-SCIALORREAMIOSI - LACRIMAZIONE - SUDORAZIONE - MUCORREA-SCIALORREA NAUSEA-DIARREA-VOMITO-DOLORI ADDOMINALINAUSEA-DIARREA-VOMITO-DOLORI ADDOMINALI TREMORI-PARESTESIE.TREMORI-PARESTESIE.

66 SINDROME NEUROTOSSICA MUSCARINICA:SINTOMI ONSET:1-2 hONSET:1-2 h ACIDO IBOTENICO E MUSCIMOLOACIDO IBOTENICO E MUSCIMOLO CEFALEA-SONNOLENZA-ATASSIACEFALEA-SONNOLENZA-ATASSIA AUTOESALTAZIONE-DELIRIO- ALLUCINAZIONI-IPERATTIVITA' MOTORIA-CONVULSIONI-COMA.AUTOESALTAZIONE-DELIRIO- ALLUCINAZIONI-IPERATTIVITA' MOTORIA-CONVULSIONI-COMA.

67 SINDROME MUSCARINICA: TERAPIA SINDROME MUSCARINICA : TERAPIA SOMMINISTRARE SOLFATO DI ATROPINA.SOMMINISTRARE SOLFATO DI ATROPINA. SVUOTAMENTO GASTRICO E INTEST.SVUOTAMENTO GASTRICO E INTEST. SOSTENERE SISTEMA CARDIO- CIRCOLATORIO.SOSTENERE SISTEMA CARDIO- CIRCOLATORIO. RISTABILIRE L'EQUILIBRIO IDRO- ELETTROLITICO + CARBONE ATTIVO.RISTABILIRE L'EQUILIBRIO IDRO- ELETTROLITICO + CARBONE ATTIVO.

68 SINDROME NEUROTOSSICA. TERAPIA SVUOTAMENTO GASTRICOSVUOTAMENTO GASTRICO CARBONE MEDICINALECARBONE MEDICINALE DELIRIO:CLOROPROMAZINADELIRIO:CLOROPROMAZINA CONVULSIONI:BENZODIAZEPINECONVULSIONI:BENZODIAZEPINE SOSTEGNO DISIDRATAZIONE E SHOCK.SOSTEGNO DISIDRATAZIONE E SHOCK.

69 SINDROME COPRINICA AGISCE SUL CATABOLISMO ALCOOLICOAGISCE SUL CATABOLISMO ALCOOLICO SI MANIFESTA DOPO AVER BEVUTO ALCOOLICI, PRIMA E DOPO (ANCHE 24 ORE)LINGESTIONE DEL FUNGO.SI MANIFESTA DOPO AVER BEVUTO ALCOOLICI, PRIMA E DOPO (ANCHE 24 ORE)LINGESTIONE DEL FUNGO. IL DOPOBARBA PUO CAUSARE LA SINDROMEIL DOPOBARBA PUO CAUSARE LA SINDROME COMPARSA SINTOMI : MINCOMPARSA SINTOMI : MIN

70 SINDROME COPRINICA COPRINUS ATRAMENTARIUS CLITOCYBE CLAVIPES POLYPORUS SULPHUREUS BOLETUS LURIDUS MORCHELLA spp. TRICHOLOMA AURATUM VERPA BOHEMICA PHOLIOTA SQUARROSA

71 Coprinus atramentarius

72 Clitocybe clavipes

73 Polyporus sulphureus

74 Boletus luridus

75 Tricholoma auratum

76 Pholiota squarrosa

77 Morchelle tutte

78 Morchella conica

79 Morchella crassipes

80 Morchella elata

81 Morchella rotunda

82 Ptycoverpa bohemica

83 SINDROME COPRINICA I PRINCIPI ATTIVI INIBISCONO GLI ENZIMI PREPOSTI ALLA DEMOLIZIONE METABOLICA DELL'ALCOOL ETILICO > ACETALDEIDE > ACCUMULO.I PRINCIPI ATTIVI INIBISCONO GLI ENZIMI PREPOSTI ALLA DEMOLIZIONE METABOLICA DELL'ALCOOL ETILICO > ACETALDEIDE > ACCUMULO.

84 SINDROME COPRINICA INIBIZIONE DELLA DOPAMINADECARBOSSILASI> CHELAZIONE IONI CALCIO > ACCUMULO DOPAMINA > ++ PRESSIONE SANGUIGNA.INIBIZIONE DELLA DOPAMINADECARBOSSILASI> CHELAZIONE IONI CALCIO > ACCUMULO DOPAMINA > ++ PRESSIONE SANGUIGNA.

85 SINDROME COPRINICA: SINTOMI TACHICARDIATACHICARDIA SUDORAZIONE PROFUSASUDORAZIONE PROFUSA ERUZIONI CUTANEE(FLASH) SU VISO E COLLO(TORACE E BRACCIA)ERUZIONI CUTANEE(FLASH) SU VISO E COLLO(TORACE E BRACCIA) VERTIGINIVERTIGINI IPERTENSIONEIPERTENSIONE

86 SINDROME COPRINICATERAPIA SINDROME COPRINICA:TERAPIA PROVOCARE LO SVUOTAMENTO GASTRICO.PROVOCARE LO SVUOTAMENTO GASTRICO. NON ASSUMERE ALCOOL PER ORENON ASSUMERE ALCOOL PER ORE

87 EFFETTO ANTABUS DISULFIRAM BLOCCO ENZIMA ALDEIDE - DEIDROGENASI DISSUASIONE DA ALCOOL

88 SINDROMI A LUNGA LATENZA INSORGENZA DEI SINTOMI : DA 6 ORE AD OLTRE 17-21GIORNIINSORGENZA DEI SINTOMI : DA 6 ORE AD OLTRE 17-21GIORNI

89 SINDROME ELVELLICA (A LUNGA LATENZA) TOSSICO: EMOLISINE TERMOLABILI(COTTURA UNIFORME A 70°, IN PADELLA)TOSSICO: EMOLISINE TERMOLABILI(COTTURA UNIFORME A 70°, IN PADELLA) SINDROME EMOLITICA/ ONSET : 4-24 ORESINDROME EMOLITICA/ ONSET : 4-24 ORE FUNGHI: AMANITOPSIS (TUTTE). AMANITA RUBESCENSFUNGHI: AMANITOPSIS (TUTTE). AMANITA RUBESCENS MORCHELLE - VERPEMORCHELLE - VERPE CLITOCYBE (NEBULARIS,TABESCENS) CLITOCYBE (NEBULARIS,TABESCENS) BOLETUS ( LURIDUS-CAUCASICUS-QUELETI- DUPAINI) BOLETUS ( LURIDUS-CAUCASICUS-QUELETI- DUPAINI) HYDNUM REPANDUM / LEPISTA NUDA E SORDIDAHYDNUM REPANDUM / LEPISTA NUDA E SORDIDA ARMILLARIA MELLEAARMILLARIA MELLEA

90 Amanita del gruppo vaginata

91 Amanita vaginata

92 Amanita submenbranacea

93 Amanita fulva

94 Amanita crocea var.subnudipes

95 Amanita magnivolvata

96 Amanita rubescens

97 Morchelle tutte

98 Morchella rotunda

99 Morchella conica ecc.

100 Lepista nebularis = Clitocybe n.

101 Lepista nuda

102 Armillaria tabescens =Clitocybe t.

103 Boletus luridus

104 Boletus dupaini

105 Hydnum repandum

106 Armillaria mellea

107 SINDROME ELVELLICA HELVELLE TUTTE SINTOMI : VOMITOSINTOMI : VOMITO ITTERO X INTENSA EMOLISI ITTERO X INTENSA EMOLISI TERAPIA : SVUOTAMENTO GASTRICO TERAPIA CORTICO-STEROIDEA TERAPIA CORTICO-STEROIDEA

108 Helvella atra =Leptopodia a.

109 Helvella crispa

110 Helvella elastica =Leptopodia e.

111 Helvella infula =Gyromitra i.

112 Helvella lacunosa

113 Helvella monachella=Leptopodia m.

114 SINDROME PAXILLICA PAXILLUS INVOLUTUSPAXILLUS INVOLUTUS ONSET : 1/3 ORE-3 GIORNIONSET : 1/3 ORE-3 GIORNI REAZIONE IMMUNO-EMOLITICAREAZIONE IMMUNO-EMOLITICA NON TOSSINE ATTIVE MA ANTIGENI E QUINDI…NON TOSSINE ATTIVE MA ANTIGENI E QUINDI… IMMUNIZZAZIONE CON EMOLISI ACUTA.IMMUNIZZAZIONE CON EMOLISI ACUTA. LATENZA DI ANNI (ACCUMULO).LATENZA DI ANNI (ACCUMULO).

115 Paxillus atrotomentosus

116 Paxillus filamentosus

117 Paxillus involutus

118 SINDROME PAXILLICA SINTOMI: MALESSERE-VOMITO-DOLORI ADDOMINALI-DIARREA-EMOGLOBINURIA- DISPNEA-ITTERO-PROSTRAZIONE-SHOCK- EXITUS, A VOLTE 4 ORE DOPO L'INGESTIONE.(EMBOLIA GRASSOSA)SINTOMI: MALESSERE-VOMITO-DOLORI ADDOMINALI-DIARREA-EMOGLOBINURIA- DISPNEA-ITTERO-PROSTRAZIONE-SHOCK- EXITUS, A VOLTE 4 ORE DOPO L'INGESTIONE.(EMBOLIA GRASSOSA) TERAPIA :TERAPIA : CORTICOSTEROIDICORTICOSTEROIDI ANTISTAMINICIANTISTAMINICI ADRENALINAADRENALINA

119 AMANITA PHALLOIDES 100 GR DI FUNGO FRESCO : 8 MG ALFA AMANITINA100 GR DI FUNGO FRESCO : 8 MG ALFA AMANITINA 0.1 MG/KG UCCIDONO QUALSIASI MAMMIFERO0.1 MG/KG UCCIDONO QUALSIASI MAMMIFERO UOMO : 7 MG (CAPPELLO : 20 GR )UOMO : 7 MG (CAPPELLO : 20 GR ) LUMACHE: 1000 MG/KGLUMACHE: 1000 MG/KG CONIGLIO NON SENSIBILECONIGLIO NON SENSIBILE AZIONE: BLOCCO CITOCROMI>ALTER. MITOCONDRI>CADUTA GLICOGENO FEGATO>INIBIZIONE SINTESI PROTEICA E ATP.AZIONE: BLOCCO CITOCROMI>ALTER. MITOCONDRI>CADUTA GLICOGENO FEGATO>INIBIZIONE SINTESI PROTEICA E ATP.

120 AMANITA PHALLOIDES I CASI LETALI IN TUTTE LE INTOSSICAZIONI DA AMANITA AMMONTANO AL 5-10 %.I CASI LETALI IN TUTTE LE INTOSSICAZIONI DA AMANITA AMMONTANO AL 5-10 %.

121 FUNGHI :AMANITOTOSSINE A.VERNA-VIROSA-BISPORIGENA- SUBALLIACEA-OCREATA GALERINA MARGINATA- AUTUMNALIS-VENENATA LEPIOTA HELVEOLA- BRUNNEOINCARNATA-JOSSERANDI- CASTANEA

122 Amanita phalloides 1

123 Amanita phalloides 2

124 Amanita phalloides 3

125 Ovuli amanita phalloides e A.caesarea

126 Amanita verna

127 Galerina marginata

128 Lepiota helveola

129 Lepiota josserandii

130 Lepiota castanea

131 SINDROME FALLOIDEA FALLOIDINE : MENO TOSSICHE - AZIONE RAPIDA (EFFICACE E.V-MENO PER OS)FALLOIDINE : MENO TOSSICHE - AZIONE RAPIDA (EFFICACE E.V-MENO PER OS) AMANITINE( 5 ): MOLTO TOSSICHE-AZIONE LENTAAMANITINE( 5 ): MOLTO TOSSICHE-AZIONE LENTA POLIPEPTIDI BICICLICI TERMORESISTENTIPOLIPEPTIDI BICICLICI TERMORESISTENTI MOLECOLA COMPOSTA DA POCHI AMINOACIDI,DI BASSO PESO MOLECOLARE E DA SPICCATA TOSSICITA' A LIVELLO CELLULARE NEI VERTEBRATI.MOLECOLA COMPOSTA DA POCHI AMINOACIDI,DI BASSO PESO MOLECOLARE E DA SPICCATA TOSSICITA' A LIVELLO CELLULARE NEI VERTEBRATI.

132 SINDROME FALLOIDEA TUBO DIGERENTE-ASSORBIMENTO NEI VILLI INTESTINALI - SANGUE - VENA PORTA - FEGATO - PERIODO DI LATENZA - MITOCONDRI CELLULE EPATICHE - SINTESI SOSTANZE ENERGETICHE (ATP)-VELENO>BLOCCO DEI FENOMENI DI FOSFORILAZIONE OSSIDATIVA E RNA-POLIMERASI IITUBO DIGERENTE-ASSORBIMENTO NEI VILLI INTESTINALI - SANGUE - VENA PORTA - FEGATO - PERIODO DI LATENZA - MITOCONDRI CELLULE EPATICHE - SINTESI SOSTANZE ENERGETICHE (ATP)-VELENO>BLOCCO DEI FENOMENI DI FOSFORILAZIONE OSSIDATIVA E RNA-POLIMERASI II

133 SINDROME FALLOIDEA TOSSINE >RECETTORE MEMBRANA EPATICA >PENETRAZIONE ALL'INTERNO DELLA CELLULA ATTRAVERSO IL SISTEMA SINUSOIDALE DI TRASPORTO DEI SALI BILIARI.

134 SINDROME RNA-POLIMERASI II° >ARRESTO TRASCRIZIONE DEL DNA IN RNA MESSAGGERO >>MEMBRANE CELLULARI>INIBIZIONE SINTESI PROTEINE>DISGREGAZIONE MEMBRANA> LISI RNA-POLIMERASI II° >ARRESTO TRASCRIZIONE DEL DNA IN RNA MESSAGGERO >>MEMBRANE CELLULARI>INIBIZIONE SINTESI PROTEINE>DISGREGAZIONE MEMBRANA> LISI CELLULARE.

135 SINDROME FALLOIDEA DANNO EPATICO : MICROSOMI >INIBIZIONE DELLA INCORPORAZIONE DEGLI AMMINOACIDI ENTRO 2 ORE FALLOIDINA> RETICOLO ENDOPLASMICO E MITOCONDRI. AMANITINA>NUCLEI CELLULARI. ( NUCLEOLI> FRAMMENTAZIONE 15 MIN DOPO SOMMINISTRAZIONE).DANNO EPATICO : MICROSOMI >INIBIZIONE DELLA INCORPORAZIONE DEGLI AMMINOACIDI ENTRO 2 ORE FALLOIDINA> RETICOLO ENDOPLASMICO E MITOCONDRI. AMANITINA>NUCLEI CELLULARI. ( NUCLEOLI> FRAMMENTAZIONE 15 MIN DOPO SOMMINISTRAZIONE).

136 SINDROME FALLOIDEA ATTACCO CELLULARE > ROTTURA MEMBRANE LISOSOMIALI > LIBERAZIONE ENZIMI > AUTOLISI CELLULARE > PASSAGGIO IN CIRCOLO > DANNO CELLULARE DIFFUSO.ATTACCO CELLULARE > ROTTURA MEMBRANE LISOSOMIALI > LIBERAZIONE ENZIMI > AUTOLISI CELLULARE > PASSAGGIO IN CIRCOLO > DANNO CELLULARE DIFFUSO.

137 AMANITA PHALLOIDES IN CASO DI SOSP. INTOSSICAZIONE SI EFFETTUA IL DOSAGGIO AMANITINA URINARIA(ENTRO 48 h).IN CASO DI SOSP. INTOSSICAZIONE SI EFFETTUA IL DOSAGGIO AMANITINA URINARIA(ENTRO 48 h). UN DOSAGGIO SUPERIORE A 10 NG/ML E' SICURO SEGNO DI INTOSSICAZIONE.UN DOSAGGIO SUPERIORE A 10 NG/ML E' SICURO SEGNO DI INTOSSICAZIONE. ESAME MICOLOGICO:RESIDUI+ESAME SPORE(ASP.GASTRICO-FECI)ESAME MICOLOGICO:RESIDUI+ESAME SPORE(ASP.GASTRICO-FECI)

138 ALFA E BETA AMANITINA + FALLOIDINEALFA E BETA AMANITINA + FALLOIDINE FEGATO:NECROSI CELLULARE A LOCALIZZAZIONE CENTROLOBULAREFEGATO:NECROSI CELLULARE A LOCALIZZAZIONE CENTROLOBULARE RENE:DANNO DIRETTO (?)E INDIRETTO ( DISIDRATAZIONE)RENE:DANNO DIRETTO (?)E INDIRETTO ( DISIDRATAZIONE) PANCREAS-TESTICOLO-ENCEFALOPANCREAS-TESTICOLO-ENCEFALO AMANITA PHALLOIDES

139 AMANITA PHALLOIDES anatomia patologica FEGATO - NECROSI CENTROLOBULAREFEGATO - NECROSI CENTROLOBULARE - STRAVASI EMORRAGICI - STRAVASI EMORRAGICI - STEATOSI MICROVESCICOLARE - STEATOSI MICROVESCICOLARE RENE - NECROSI TUBULARE(DANNO INDIRETTO DA IPOVOLEMIA) TESTICOLO - PANCREAS -ENCEFALORENE - NECROSI TUBULARE(DANNO INDIRETTO DA IPOVOLEMIA) TESTICOLO - PANCREAS -ENCEFALO

140 AMANITA PHALLOIDES : QUADRO CLINICO ONSET SINTOMI : 7-8 ORE/ 3-4 GIORNIONSET SINTOMI : 7-8 ORE/ 3-4 GIORNI FALLOIDINA > NAUSEA-VOMITO-CRAMPI ADDOMINALI-DIARREAFALLOIDINA > NAUSEA-VOMITO-CRAMPI ADDOMINALI-DIARREA DOPO 48/72 ORE > APPARENTE MIGLIORAMENTO MA CON NOTEVOLE ALTERAZIONE DEI TEST DI FUNZIONALITA' EPATICA E RENALE.DOPO 48/72 ORE > APPARENTE MIGLIORAMENTO MA CON NOTEVOLE ALTERAZIONE DEI TEST DI FUNZIONALITA' EPATICA E RENALE. RAPIDA EVOLUZIONE VERSO GRAVE INSUFF.EPATO-RENALERAPIDA EVOLUZIONE VERSO GRAVE INSUFF.EPATO-RENALE ENCEFALOPATIA- C.I.D.-SHOCK-MORTE IN 4-7 GIORNIENCEFALOPATIA- C.I.D.-SHOCK-MORTE IN 4-7 GIORNI

141 AMANITA PHALLOIDES - TERAPIA PENICILLINA G MG/KG/DIE E.V.LENTA(SPOSTA L'ALCALOIDE DAL LEGAME ALBUMINICO E FACILITA L'ELIMINAZIONE RENALE).PENICILLINA G MG/KG/DIE E.V.LENTA(SPOSTA L'ALCALOIDE DAL LEGAME ALBUMINICO E FACILITA L'ELIMINAZIONE RENALE). CORTISONICI A DOSI ELEVATE -DESAMETAZONE 40MGCORTISONICI A DOSI ELEVATE -DESAMETAZONE 40MG IDROCORTISONE 1000 MGIDROCORTISONE 1000 MG ACIDO TIOCTICO - NAC ( ACETIL-CISTEINA)ACIDO TIOCTICO - NAC ( ACETIL-CISTEINA) VITAMINE GRUPPO B E C - CARBONE ATTIVOVITAMINE GRUPPO B E C - CARBONE ATTIVO INFUSIONE LIQUIDI (1000 ml/10 kg peso)- MANNITOLO- PLASMAFERESI - EMODIALISIINFUSIONE LIQUIDI (1000 ml/10 kg peso)- MANNITOLO- PLASMAFERESI - EMODIALISI FENILBUTAZONE(?)-CITOCROMO C(?)FENILBUTAZONE(?)-CITOCROMO C(?) TRAPIANTO EPATICOTRAPIANTO EPATICO

142 AMANITA PHALLOIDES TERAPIA CAV MILANO DECONTAMINAZIONE + CARBONE VEGETALE IPERIDRATAZIONE: 1 L / 10 KG PESO ( PENICILLINA-SILIMARINA-NAC)

143 AMANITA:TERAPIA 2 DOCTEUR BASTIEN (FRANCIA) AUTOINTOSSICATO E GUARITO VITAMINA C AD ALTE DOSI E.V. ANTISETT. INTESTINALI(ERCEFURYL) ANTIBIOTICI(NEOMICINA) TERAPIA SINTOM:ANTIEMETICI ETC.

144 AMANITA PHALLOIDES : PROGNOSI BIOPSIA EPATICA *PAZIENTI SENZA STEATOSI > REMISSIONE DEI SINTOMI > MAGGIOR NUMERO DI GUARIGIONI.BIOPSIA EPATICA *PAZIENTI SENZA STEATOSI > REMISSIONE DEI SINTOMI > MAGGIOR NUMERO DI GUARIGIONI. *PAZIENTI CON NECROSI PIU' ESTESA E STEATOSI MASSIVA > ESITO FATALE.*PAZIENTI CON NECROSI PIU' ESTESA E STEATOSI MASSIVA > ESITO FATALE. IN CASO DI SOPRAVVIVENZA > EPATOPATIA CRONICA EVOLUTIVA.IN CASO DI SOPRAVVIVENZA > EPATOPATIA CRONICA EVOLUTIVA.

145 SINDROME ORELLANICA CORTINARIUS ORELLANUS-SPECIOSISSIMUS- SPLENDENS.CORTINARIUS ORELLANUS-SPECIOSISSIMUS- SPLENDENS. LEPIOTA HELVEOLALEPIOTA HELVEOLA GRAVE INTOSSICAZIONE DETERMINATA DA PIU' SOSTANZE A STRUTT.POLIPEPTIDICA(GRYMALINA- BENZOINA-CORTINARINA)GRAVE INTOSSICAZIONE DETERMINATA DA PIU' SOSTANZE A STRUTT.POLIPEPTIDICA(GRYMALINA- BENZOINA-CORTINARINA) DANNO EPATICO - SPLENICO - MIDOLLARE.DANNO EPATICO - SPLENICO - MIDOLLARE. INCUBAZIONE : 2-20 GIORNIINCUBAZIONE : 2-20 GIORNI DANNO RENALE : NEFRITE TUBULO-INTERSTIZIALE RITARDATA IRREVERSIBILE(BIOPSIA).DANNO RENALE : NEFRITE TUBULO-INTERSTIZIALE RITARDATA IRREVERSIBILE(BIOPSIA).

146 Cortinarius orellanus

147 Cortinarius speciosus

148 Cortinarius auroturbinatus

149 Lepiota helveola

150 SINDROME ORELLANICA ORELLANINAORELLANINA NEFROTOSSICITA'NEFROTOSSICITA' DOSE LETALE: GR FUNGO FRESCODOSE LETALE: GR FUNGO FRESCO PERIODO DI LATENZA:36 h-14 ggPERIODO DI LATENZA:36 h-14 gg TEST DIAGNOSTICI: TLC-HPCL- ISOTACOFORESI(ITP)TEST DIAGNOSTICI: TLC-HPCL- ISOTACOFORESI(ITP) DETERM.QUALIT.:TEST DI PODER AL CLORURO FERRICODETERM.QUALIT.:TEST DI PODER AL CLORURO FERRICO

151 SINDROME ORELLANICA PROGNOSI: AVVELENAMENTO RITENUTO MORTALE IN ETA' PRE- DIALITICA.ATTUALMENTE BUONA QUOAD VITAM, MA NON PER FUNZIONALITA' RENALE.PROGNOSI: AVVELENAMENTO RITENUTO MORTALE IN ETA' PRE- DIALITICA.ATTUALMENTE BUONA QUOAD VITAM, MA NON PER FUNZIONALITA' RENALE. INSUFF.REN. IRR. : % DEI CASI.INSUFF.REN. IRR. : % DEI CASI.

152 SINDROME ORELLANICA 1981-MOLTI CASI DI AVVELENAMENTO NELLE GROANE ALTO MILANESE.1981-MOLTI CASI DI AVVELENAMENTO NELLE GROANE ALTO MILANESE POLONIA : OLTRE 30 MORTI POLONIA : OLTRE 30 MORTI.

153 SINDROME ORELLANICA SETE INTENSA- POLIURIA-ANURIASETE INTENSA- POLIURIA-ANURIA DOLORI ADDOMINALIDOLORI ADDOMINALI SINDROME CONVULSIVASINDROME CONVULSIVA PROGNOSI : LEGATA ALLA GRAVITA' DEL DANNO RENALE.PROGNOSI : LEGATA ALLA GRAVITA' DEL DANNO RENALE. TERAPIA: SINTOMATICA+RIEQUILIBRIO IDRO-ELETTR.TERAPIA: SINTOMATICA+RIEQUILIBRIO IDRO-ELETTR. EMODIALISI O DIALISI PERITONEALE.EMODIALISI O DIALISI PERITONEALE.

154 SINDROME GYROMITRICA GYROMITRA ESCULENTA (CONSUMATA ALLO STATO SECCO IN FRANCIA)GYROMITRA ESCULENTA (CONSUMATA ALLO STATO SECCO IN FRANCIA) GYROMITRA GIGASGYROMITRA GIGAS HELVELLA INFULAHELVELLA INFULA AGENTE TOSSICO:GYROMITRINAAGENTE TOSSICO:GYROMITRINA FENOMENI DI ACCUMULOFENOMENI DI ACCUMULO

155 Gyromitra esculenta

156 Gyromitra gigas

157 Gyromitra infula =Helvella i.

158 ONSET SINTOMI : 6/48 ORE - 5 GIORNIONSET SINTOMI : 6/48 ORE - 5 GIORNI I° FASE GASTRO-INTESTINALE ACUTA CON FEBBRE.I° FASE GASTRO-INTESTINALE ACUTA CON FEBBRE. II° FASE EPATONEFROTOSSICA CON EMOLISI,E TURBE NEUROLOGICHEII° FASE EPATONEFROTOSSICA CON EMOLISI,E TURBE NEUROLOGICHE EPISODI CON ESITO MORTALEEPISODI CON ESITO MORTALE TERAPIA : COME PER SINDROME FALLOIDEA.TERAPIA : COME PER SINDROME FALLOIDEA. SINDROME GYROMITRICA

159 SINDROME EMOLITICA TOSSINE CONTENUTE IN MOLTI FUNGHITOSSINE CONTENUTE IN MOLTI FUNGHI AMANITA-MORCHELLA-HELVELLAAMANITA-MORCHELLA-HELVELLA TOSSINE TERMOLABILI (CONSUMO DA CRUDI O POCO COTTI)TOSSINE TERMOLABILI (CONSUMO DA CRUDI O POCO COTTI) VOMITO E DIARREAVOMITO E DIARREA EMOLISI + DANNI EPATICIEMOLISI + DANNI EPATICI

160 RABDOMIOLISI DA FUNGHI NEW ENGLAND JOURNAL OF MEDICINE(2001)NEW ENGLAND JOURNAL OF MEDICINE(2001) FRANCIA FRANCIA CASI DI RABDOMIOLISI( 3 MORTALI)12 CASI DI RABDOMIOLISI( 3 MORTALI) TRICHOLOMA EQUESTRETRICHOLOMA EQUESTRE

161 TRICHOLOMA EQUESTRE DA SEMPRE CONSIDERATO FUNGO BUONO-OTTIMO.DA SEMPRE CONSIDERATO FUNGO BUONO-OTTIMO. AGARICO DEI CAVALIERIAGARICO DEI CAVALIERI COLORE GIALLO-DORATO O GIALLO- VERDASTRO. ODORE GRADEVOLE, FARINOSO.COLORE GIALLO-DORATO O GIALLO- VERDASTRO. ODORE GRADEVOLE, FARINOSO.

162 Tricholoma equestre

163 RABDOMIOLISI 7 DONNE - 5 UOMINI7 DONNE - 5 UOMINI GRAVE RABDOMIOLISI INSORTA 7 GIORNI DOPO INGESTIONE DI FUNGHI.GRAVE RABDOMIOLISI INSORTA 7 GIORNI DOPO INGESTIONE DI FUNGHI.

164 RABDOMIOLISI SENSO DI FATICA E DEBOLEZZA MUSCOLARE.SENSO DI FATICA E DEBOLEZZA MUSCOLARE. MIALGIE ( PARTE SUPERIORE ARTI INFERIORI)MIALGIE ( PARTE SUPERIORE ARTI INFERIORI) DOPO 3-4 GIORNI:PEGGIORAMENTO CON RIGIDITA'DEGLI ARTI, MIOGLOBINURIA,NAUSEA,ERITEMA FACCIALE, SUDORAZIONE.DOPO 3-4 GIORNI:PEGGIORAMENTO CON RIGIDITA'DEGLI ARTI, MIOGLOBINURIA,NAUSEA,ERITEMA FACCIALE, SUDORAZIONE.

165 RABDOMIOLISI ESAMI LABORATORIO:CONFERMA.ESAMI LABORATORIO:CONFERMA. CREATINCHINASI IN 15 GIORNI.CREATINCHINASI IN 15 GIORNI. 3 PAZIENTI : DECESSO3 PAZIENTI : DECESSO

166 RABDOMIOLISI CONFERMA DA INDAGINI SU TOPICONFERMA DA INDAGINI SU TOPI EZIOPATOGENESI:SUSCETTIBILITA' MUSCOLARE DI ORIGINE GENETICA,SMASCHERATA DA UNA SOSTANZA TOSSICA DIRETTA CONTENUTA NEL FUNGO,OVE SI SUPERINO CERTI LIMITI NEL CONSUMOEZIOPATOGENESI:SUSCETTIBILITA' MUSCOLARE DI ORIGINE GENETICA,SMASCHERATA DA UNA SOSTANZA TOSSICA DIRETTA CONTENUTA NEL FUNGO,OVE SI SUPERINO CERTI LIMITI NEL CONSUMO

167 RABDOMIOLISI OSPEDALIZZAZIONE DI PAZIENTI CON DISPNEA,SEGNI DI MIOCARDITE ACUTA,SEGNI DI INSUFFICIENZA RENALE LIEVE. OSPEDALIZZAZIONE DI PAZIENTI CON DISPNEA,SEGNI DI MIOCARDITE ACUTA,SEGNI DI INSUFFICIENZA RENALE LIEVE. TERAPIA DI SUPPORTO.TERAPIA DI SUPPORTO.

168 SINDROME ACROMELALGICA LUNGA LATENZA ONSET SINTOMI: DOPO h ERITROMELALGIE(DOLORI LANCINANTI) ALLE ESTREMITA',ALLE PICCOLE ARTICOLAZIONI, AL NASO. NON ALTERAZIONE ES.EMATOCHIM. RISOLUZIONE :MOLTO LENTA

169 SINDROME ACROMELALGICA POLINEUROPATIA SENSITIVO- (MOTORIA). SI MANIFESTA A DISTANZA DALLA INGESTIONE. DURATA: MESI. NON EFFICACI GLI ANALGESICI. ACQUA FREDDA.

170 CLITOCYBE AMOENOLENS CLITOCYBE AMOENOLENS Malençon I DESCR.:1967 CEDRUS LIBANOTICA ssp.ATLANTICA MONTAGNE ATLANTE (MAROCCO) AUTUNNALE.POCO COMUNE. COMMESTIBILITA':SCONOSCIUTA. CRESCITA SOTTO AGHIFOGLIE.

171 Clitocybe amoenolens habitat

172 Clitocybe amoenolens 1

173 Clitocybe amoenolens 2

174 Clitocybe amoenolens 3

175 CLITOCYBE AMOENOLENS CASI DI INTOSSICAZIONE IN : ALPI FRANCESI, MAROCCO, ABRUZZO. 7 CASI RIPORTATI IN FRANCIA (GRENOBLE). GIAPPONE: CLITOCYBE ACROMELALGA

176 LICHENI TOSSICO : PARMELIA MOLLIUSCATOSSICO : PARMELIA MOLLIUSCA NORD AMERICANORD AMERICA AVVELENAMENTI NON MORTALIAVVELENAMENTI NON MORTALI PARALISI ARTI INFERIORI DEPRESSIONEPARALISI ARTI INFERIORI DEPRESSIONE BOVINI-OVINIBOVINI-OVINI

177 INTOSSICAZIONI ESTRINSECHE RADIOATTIVITA' IPERCAPTAZIONE ATTIVA CESIO 137 BOLZANO DAL 1988 METALLI PESANTI PIOMBO E MERCURIO

178 ERGOTISMO ºFUOCO DI S.ANTONIO ASCOMICETI PARASSITI DI CEREALI PRINC.ATTIVI:ACIDO LISERGICO VASOCOSTRIZIONE INTENSA(GANGRENA DELLE ESTREMITA')-CONVULSIONI. ULTIMO CASO :ANNI 40 IN FRANCIA

179 CLITOCYBE NEBULARIS SOSTANZA TOSSICHE TERMOLABILI INATTIVAZIONE DOPO 30 MIN. DI PREBOLLITURA. ALLONTANAMENTO DELL'ACQUA DI BOLLITURA.

180 Amanita caesarea

181 THE END RECCHIA Dott.GIUSEPPE CIULLI GIUSEPPE GEMA AVEZZANO


Scaricare ppt "AVVELENAMENTO DA FUNGHI RECCHIA Dott. GIUSEPPERECCHIA Dott. GIUSEPPE CIULLI GIUSEPPECIULLI GIUSEPPE GEMA AVEZZANOGEMA AVEZZANO."

Presentazioni simili


Annunci Google