La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee."— Transcript della presentazione:

1 Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG PRO.V.I.S. Programma per la formazione di interventi integrati di valorizzazione e sviluppo degli insediamenti storici della Provincia di Roma

2 Il PORTALE PRO.V.I.S. Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

3 1 IL BILANCIO DEI BANDI PRO.V.I.S. Confronto tra i bandi Analisi e criticità dei bandi PRO.V.I.S. 2 IL NUOVO PTPG Sistemi locali e offerta di funzioni Centri storici Politiche prioritarie 3 CONFRONTO TRA PRO.V.I.S. ED ALTRI BANDI REGIONALI, EUROPEI SULLA VALORIZZAZIONE DEI CENTRI STORICI 4 TEMI PER LA REDAZIONE DEL NUOVO BANDO STRUTTURA GENERALE DELLA TESI Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

4 Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina 1 AMBITO GEOGRAFICO E BENEFICIARI OBIETTIVI ED AMBITI DI INTERVENTO FINANZIAMENTO ARTICOLAZIONE DEL FINANZIAMENTO INTERVENTI AMMISSIBILI IL BILANCIO DEI BANDI DEL 2004 E DEL 2007 L AMBITO GEOGRAFICO di ammissibilità degli interventi coincide con il territorio della Provincia di Roma. I SOGGETTI BENEFICIARI sono le Amministrazioni Comunali ricadenti nel territorio della Provincia di Roma, ad esclusione del Comune di Roma. RISPOSTA AI BANDI BANDO DEL 2004 COMUNI PARTECIPANTI 105/120 (87,0%) BANDO DEL 2007 COMUNI PARTECIPANTI 89/120 (74,0%) COMUNI PARTECIPANTI 110/120 (91,67%) Dei 120 Comuni che potevano partecipare hanno partecipato 110 Comuni: complessivamente vi è stata unaltissima partecipazione, nonostante la più bassa partecipazione nel 2007 rispetto al Recupero, salvaguardia, rivitalizzazione, valorizzazione e riqualificazione delle zone A di PRG e degli insediamenti storici di cui allart.60 della LR 38/1999. Gli ambiti di intervento possono altresì comprendere aree e complessi edilizi che, pur localizzati in zona esterna ai centri e nulcei storici, risultino funzionali alla loro riqualificazione fisica e riorganizzazione funzionale. - Realizzazione e miglioramento ARREDO URBANO; - Adeguamento e realizzazione opere e impianti tecnologici in relazione alla diffusione della banda larga, WIRELESS, fibra ottica; - Recupero o RIUSO EDIFICI in disuso per finalità pubbliche. BANDO DEL 2004 ASSE UNESCO: stessi interventi degli assi 1,2,3 ma relativi ai Comuni comprendenti beni inclusi nel patrimonio UNESCO. - Riqualificazione SPAZI PUBBLICI; - Eliminazione BARRIERE ARCHITETTONICHE; - RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA volta al miglioramento degli spazi pubblici. BANDO DEL Realizzazione di PARCHEGGI anche interrati di accesso al centro storico; - Realizzazione nuove aree a TRAFFICO LIMITATO; - Rifacimento di PAVIMENTAZIONI e sottostanti reti tecnologiche; - Inserimento PERCORSI PROTETTI E PISTE CICLABILI; - ILLUMINAZIONE del centro storico; - Realizzazione spazi verdi ed interventi volti a migliorare la SOSTENIBILITA AMBIENTALE compreso il risanamento delle risorse idriche ed energetiche. - Sviluppo di forme di PPP per lavvio di programmi complessi. ASSE 3: progettazione e pianificazione. - Progetti di manutenzione straordinaria, risanamento conservativo, recupero EDIFICI E TESSUTO STORICO; - PROGRAMMI INTEGRATI DI INTERVENTO, Studi di Fattibilità; - STRUMENTAZIONE URBANISTICA specialistica e di settore. ASSE 2: Partenariato Pubblico Privato per Programmi Complessi. ASSE 1: trasformazioni fisiche (lavori). - Riqualificazione del VERDE; - Consolidare la rete di piccole attività ARTIGIANALI / produttive e dei servizi commerciali di prossimità. RISPOSTA AI BANDI ARDEA sistemazione piazza del tempio Finanziamento concesso : ,00 BELLEGRA arredo urbano e recupero locale per uso artigianale Finanziamento concesso : ,00 GUIDONIA MONTECELIO progetto di illuminazione Finanziamento concesso : ,22 BANDO DEL 2004 FINANZIAMENTO ,24 ( prima annualità e ,24 nelle successive). BANDO DEL 2007 FINANZIAMENTO per la prima annualità. Sui 110 Comuni che hanno partecipato ad entrambi i bandi solo 66 sono stati finanziati, notando che i Comuni finanziati nel 2007 sono molto di meno rispetto a quelli finanziati nel 2004, ma ciò deriva anche dal fatto che i finanziamenti disponibili nel 2007 erano inferiori rispetto a quelli del RISPOSTA AI BANDI BANDO DEL 2004 COMUNI FINANZIATI 55/105 (52,4%) BANDO DEL 2007 COMUNI FINANZIATI 17/89 (19,1%) COMUNI FINANZIATI 66/110 (60,0%) BANDO 2004 PROPOSTE PRESENTATE PROPOSTE FINANZIATE BANDO 2007 PROPOSTE PRESENTATE PROPOSTE FINANZIATE ASSE spazi pubblici, pavimentazione, ambiente, riqualificazione edilizia 9016 ASSE PPP 10 ASSE arredo urbano, viabilità, banda larga, riuso edifici 271 ASSE UNESCO 31/// Nel bando del 2004 la maggior parte dei Comuni provinciali avevano fatto più richiesta per interventi fisici, mentre i maggiori finanziamenti sono stati erogati per la redazione di strumenti urbanistici. Nel bando del 2007 sia le maggiori proposte presentate che quelle finanziate sono relative agli interventi per gli spazi pubblici, ambiente e riqualificazione edilizia. RISPOSTA AI BANDI MAGGIORI proposte PRESENTATE (richieste e bisogni dei Comuni) MAGGIORI proposte FINANZIATE BANDO DEL 2004 : Prima annualità ASSE UNESCO: 1 milione. BANDO DEL 2007 Prima annualità 2,3 milioni Copertura finanziaria: fino a max 99% per comuni con pop. fino a 999 ab.; pari al 98% per comuni con pop. fino a 2999 ab.; fino a max 70% per comuni con pop. tra 3000 e ab.; fino max 50% per comuni con pop. superiore a ab. -ASSE 3: MAX a progetto - MAX a progetto - ASSE 1: MAX a progetto ASSE 3: 1 milione. ASSE 2: 1,5 milioni. ASSE 1: 3,5 milioni. Copertura finanziaria: totale per comuni con pop. fino a 3000ab.; fino a max 70% per comuni con pop. tra 3000 e ab.; fino a max 40% per comuni con pop. superiore a ab. - ASSE 2: MAX a progetto

5 COMUNI FINANZIATI INTERVENTI IN CORSO DI REALIZZAZIONE INTERVENTI REALIZZATI TOLFA CASAPE SANT'ORESTE GENZANO DI ROMA ANTICOLI CORRADO NEMI MONTELANICO ALBANO LAZIALE CERRETO LAZIALE SAN VITO ROMANO GORGA PISONIANO VALLINFREDA PALESTRINA-ARICCIA- NEMI ROCCA SANTO STEFANO SAN GREGORIO DA SASSOLA CAPENA BANDO DEL 2007 Lerogazione dei finanziamenti relativi agli interventi presentati nel 2007 è iniziata nel BANDO DEL 2004 COMUNI FINANZIATI ASSE 1 INTERVENTI IN CORSO DI REALIZZAZIONE INTERVENTI REALIZZATI CASTEL GANDOLFO ALLUMIERE SAMBUCI ARTENA BELLEGRA GENAZZANO SEGNI ARDEA MONTEROTONDO MORICONE RIOFREDDO GUIDONIA MONTECELIO ANGUILLARA SABAZIA BRACCIANO CINETO ROMANO MONTE PORZIO CATONE LADISPOLI CANALE MONTERANO GALLICANO NEL LAZIO GERANO OLEVANO ROMANO SANT'ORESTE COLLEFERRO COLONNA COMUNI FINANZIATI ASSE 2 INTERVENTI IN CORSO DI REALIZZAZIONE INTERVENTI REALIZZATI AFFILE COMUNI FINANZIATI ASSE 3 INTERVENTI IN CORSO DI REALIZZAZIONE INTERVENTI REALIZZATI GENZANO DI ROMA GENZANO DI ROMA - FRASCATI ARTENA CARPINETO ROMANO ANTICOLI CORRADO SANTA MARINELLA LANUVIO ROCCA DI PAPA GERANO JENNE ROCCAGIOVINE MANDELA ANZIO MONTECOMPATRI ROCCA PRIORA ARSOLI ARICCIA FORMELLO CASTEL SAN PIETRO VALLEPIETRA CERVARA DI ROMA MONTORIO ROMANO LABICO CANTERANO ROMANO ARCINAZZO ROMANO CERRETO LAZIALE LICENZA SAN GREGORIO DA SASSOLA TOLFA COMUNI FINANZIATI ASSE UNESCO INTERVENTI IN CORSO DI REALIZZAZIONE INTERVENTI REALIZZATI TIVOLI Gli interventi presentati nel 2004 sono in via di conclusione. ASSE 1 66 % ASSE 2 0 % ASSE 3 93,1 % ASSE UNESCO 100 % 44 / 55 interventi conclusi (80%) 4 / 17 interventi conclusi (24%) PROPOSTE FINANZIATE E STATO DI AVANZAMENTO DEI LAVORI 1 Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

6 MANCATA PARTECIPAZIONE di alcuni Comuni interni e marginali MINORE PARTECIPAZIONE al bando del 2007 rispetto a quello del 2004 ASSENZA DI INTEGRAZIONE progettuale tra le proposte ECCESSIVO NUMERO DI PROPOSTE presentate da ogni Comune (mancanza di una progettazione integrata) SCARSI FINANZIAMENTI provinciali e di conseguenza poche proposte finanziate, soprattutto per il bando del 2007 POCHE PROPOSTE presentate e finanziate per il PPP in entrambi i bandi PROPOSTE PRESENTATE IN ENTRAMBI I BANDI da alcuni Comuni MA MAI FINANZIATE Scarsa chiarezza dei CRITERI DI VALUTAZIONE 1 POSITIVITÀ E CRITICITÀ Bandi avviati dalla Provincia di Roma (IMPORTANZA DEL TEMA DEI CENTRI STORICI) Ambito di intervento: tutto il territorio provinciale (COESIONE TERRITORIALE ED UGUAGLIANZA) Interventi anche su complessi edilizi esterni al centro storico (VISIONE E PROGETTAZIONE PIÙ AMPIA) Importanza della STRUMENTAZIONE URBANISTICA tra gli interventi indicati nel bando del 2004 Importanza degli interventi ricadenti allinterno dei beni inclusi nel patrimonio UNESCO Altissima partecipazione ai due bandi (ESIGENZA DEI COMUNI di intervenire sui centri storici) Disponibilità di finanziamenti aggiuntivi nelle annualità successive alla prima per quanto riguarda il bando del 2004 (FINANZIAMENTI DI ALCUNI INTERVENTI PRIMA ESCLUSI) CONCLUSIONE DI QUASI TUTTI GLI INTERVENTI finanziati nel 2005 e relativi al bando del 2004 BANDO % BANDO % LUNGO LA COSTA COMUNI MARGINALI LUNGO LA COSTA CASTELLI ROMANI COMUNI NON PARTECIPANTI Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

7 Centro commerciale naturale, rete di attività commerciali di prossimità Attività turistiche, artigianali e commerciali, ospitalità diffusa, verde pubblico, archi e portali Attività turistico-ricettive, artigianali e commerciali, ospitalità diffusa, parco naturalistico Percorso naturalistico archeologico, monumentale, centro culturale polifunzionale, att. artigianali e commerciali I SISTEMI LOCALI E I LORO SERVIZI - SISTEMI LOCALI (aree sub-provinciali in cui le componenti morfologiche, sociali, produttive e istituzionali convergono nel dare forma ad identità locali differenziate e con unelevata efficienza specifica) SISTEMA LOCALE DI CIVITAVECCHIA Turismo, produzione e fruizione culturale; Direzionalità; Funzioni di distribuzione. SISTEMA LOCALE DI POMEZIA Produzione e fruizione culturale; Funzioni innovative. SISTEMA LOCALE DI FIANO ROMANO Servizi alla produzione; Direzionalità. SISTEMA LOCALE DI TIVOLI Turismo; Servizi alla produzione. SISTEMA LOCALE DI VELLETRI Turismo, servizi per la cultura ed il tempo libero; Infrastrutture di trasporto; Servizi al consumo. OFFERTA DELLE PRINCIPALI FUNZIONI PER SISTEMA LOCALE CONFRONTO CON LE PROPOSTE PRESENTATE NEL 2004 E NEL IL NUOVO PTPG Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

8 RIFIUTI COMUNI DINAMICI ROMA COMUNI INTERNI E MARGINALI 2 PIANO PROVINCIALE BANDI PRO.V.I.S. % PROPOSTE PRESENTATE 1) Potenziare la politica di riqualificazione dei centri storici della provincia al fine di incentivare il RIUTILIZZO DEL PATRIMONIO NON OCCUPATO (valorizzare la funzione residenziale). Recupero e riuso di edifici in disuso per finalità pubbliche (bando del 2004 e del 2007) BASSA 2) Per i COMUNI MARGINALI e con perdita della popolazione, il processo di valorizzazione non può che puntare sulla QUALITA AMBIENTALE e sull OFFERTA TURISTICA come motore di sviluppo. Riqualificare sistema del verde (bando del 2004), realizzare spazi verdi, migliorare la sostenibilità ambientale, risanare risorse idriche ed energetiche (bando del 2007) ALTA 3) Potenziare OFFERTA DEI SERVIZI ALLA PERSONA, DELLA FUNZIONE TURISTICA e lOFFERTA RICETTIVA (alberghiera e di ristorazione), con particolare attenzione alle aree marginali anche attraverso politiche di riqualificazione dei centri storici. Attività artigianali/piccolo produttive e di servizi commerciali di prossimità (bando del 2004), Attività commerciali e di servizi (bando del 2007) MEDIA 4) Favorire lo sviluppo dei SERVIZI DI PRODUZIONE, attraverso un programma di riqualificazione dei centri storici dei COMUNI RESIDENZIALI DINAMICI della provincia. Adeguamento o realizzazione di opere e impianti tecnologici in relazione alla diffusione connessione banda larga – wireless, ADSL o fibra ottica(bando del 2004 e del 2007) BASSA CENTRI STORICI NELLE POLITICHE DEL PTPG BANDA LARGA PROPOSTE PROVIS 1)ARSOLI PROPOSTE PROVIS 1)ANZIO 2)GENAZZANO 3)MONTE PORZIO CATONE 4)MONTECOMPATRI 5)ROCCA PRIORA 6)SANTORESTE 7)VALMONTONE Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

9 2 -rifiuti indifferenziati da utenze domestiche; - carta e cartone; - vetro, alluminio, plastica; - sfalci, potature e legnami; - rifiuti ingombranti; - rifiuti speciali (farmaci, ecc.), vestiario RIFIUTI 1) RIDUZIONE della PRODUZIONE E FLUSSO DEI RIFIUTI; 2) CONTRIBUTI da parte della Provincia per opera di SENSIBILIZZAZIONE dei Comuni che aderiscono alla RACCOLTA DIFFERENZIATA MONOMATERIALE PORTA A PORTA (formazione scolastica e professionale, convegni, manifestazioni locali, eco-tutor comunali); 3) ISOLE ECOLOGICHE (tariffa e non tassa, penalizzare il conferimento indifferenziato e premiare quello differenziato); 4) Sostegno per il COMPOSTAGGIO DOMESTICO; 5) Premio annuale per INIZIATIVE INNOVATIVE. PRO.V.I.S. ARSOLI OBIETTIVI Limitazione effetti negativi sulla SALUTE e IGIENE PUBBLICA; Miglioramento COMFORT dei residenti e del DECORO URBANO. INTERVENTI Sostituzione contenitori su ruote da 1,5-2 mc. con quelli a campana a scomparsa da 3-5 mc. (con lettore di smart card). - raccolta diffusa – porta a porta; - punto di raccolta locale; - punto di raccolta principale 1) RACCOLTA DIFFERENZIATA, 2) RACCOLTA PORTA A PORTA, 3) COMPOSTAGGIO DOMESTICO, 4) GIORNATE ECOLOGICHE di raccolta, 5) ECOCENTRI COMUNALI, 6) SCONTI E VANTAGGI ECONOMICI PER LE FAMIGLIE che conferiscono i rifiuti riciclabili nelle isole ecologiche, 7) VARIANTI AL PRG per realizzare un centro di raccolta rifiuti, 8) BANDI DI GARA,9) SENSIBILIZZAZIONE ED INFORMAZIONE : riciclazionario (dizionario dei rifiuti da conferire nei contenitori di raccolta differenziata porta a porta), laboratori artistici per le classi elementari, CD, ecosportello (sportello con funzioni informative, convegni). COSTO DELLINTERVENTO ,00 FINANZIAMENTO RICHIESTO ALLA PROVINCIA ,00 FINANZIAMENTO CONCESSO DALLA PROVINCIA ,00 Lintervento è stato realizzato LE POLITICHE PROVINCIALI Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

10 PRO.V.I.S. 2004FINANZIATO FINANZIAMENTO CONCESSO 2007FINANZIATO FINANZIAMENTO CONCESSO ANZIO X SI35.000,00 X NO/ GENAZZANO X NO/ / // MONTE PORZIO CATONE X NO/ / // MONTECOMPATRI X SI35.000,00 X NO/ ROCCA PRIORA X SI35.000,00 X NO/ SANT'ORESTE X NO/ / // VALMONTONE X NO/ / // OBIETTIVI -SUPPORTO alle attività di marketing, sviluppo occupazionale e attrazione risorse sul territorio INTERVENTI - SERVIZI MULTIMEDIALI e connessione dati a larga banda in zone industriali e abitative; - Tecnologia nelle AREE MENO ABITATE; - INTERCONNESSIONE con maglie territoriali contigue di altri Comuni e con le dorsali di comunicazione nazionali ed internazionali; - RETE PRINCIPALE in fibra ottica in ambito urbano per interconnettere municipio, scuole, ospedale, ASL. 2 Lintervento è stato realizzato 1) PUNTI DI ACCESSO WI-FI GRATUITI alla rete della Provincia; 2) CREAZIONE DI SERVIZI attraverso uninfrastruttura wireless; 3) Progetti per tutelare i beni artistici e naturali con SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZA su piattaforma wi-fi; 4) Progetti WORLD DISPLAY (informazioni per i cittadini attraverso display posizionati in luoghi strategici); 5) WIRELESS RESIDENZIALE. BANDA LARGA 1) FORTE DOMANDA di conoscenza e utilizzo delle tecnologie informatiche da parte di Enti locali (anche per maggiore efficienza e trasparenza), associazioni, scuole superiori, cittadini (soprattutto giovani e fasce deboli); 2) INNOVAZIONE DIGITALE come fattore di sviluppo economico e sociale; 3) Sviluppo di SERVIZI ON-LINE ai cittadini e alle imprese; 4) Infrastrutture a BANDA LARGA: 5) RIFLESSI ESTERNI delle attività informatiche svolte in unEnte e COOPERAZIONE con i Comuni per gestire i sistemi informativi; 6) Bandi nazionali per progetti di E- GOVERNMENT LE POLITICHE PROVINCIALI Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

11 3 PROVIS 2004 PROVIS 2007 PIR CALABR IA BANDO DOMOS BANDO BIDDA S FINANZIAM. PER PMI E CENTRI COMMERCIALI NATURALI BAND O CIVIS PROPOST E DI PROGETT O SEE EUROMED HERITAGE IV Recupero, valorizzaz. zone A Valorizzaz. commercio Rilancio economico,sociale Eliminazione spopolamento Ruolo e funzioni città Integrazione, coesione MATERIALI Mobilità Spazi pubblici Ambiente Patrimonio edilizio Tessuti urbani Artigianato e commercio Servizi turistici, culturali Altri servizi e funzioni Integrazione servizi Impianti tecnologici Strumenti urbanistici IMMATERIALI Informazione Opportunità lavoro Innovazioni nelle aziende Azioni immateriali nei servizi Comuni singoli Comuni associati Altre PA PMI commerciali Partner europei Presentazione proposte con soggetti pubblici Partecipazione finanziaria Attuazione fisica Integrazione territoriale (DESTINATARI) Integrazione funzionale (INTERVENTI) Integrazione tra gli attori ( RUOLO DEI PRIVATI) Integrazione funzionale (OBIETTIVI) CONFRONTO TRA BANDI PRO.V.I.S., REGIONALI ED EUROPEI SUI CENTRI STORICI BANDI PROVINCIALI BANDI REGIONALI BANDI EUROPEI BANDO PRO.V.I.S (Provincia di Roma) BANDO PRO.V.I.S (Provincia di Roma ) PROGETTO INTEGRATO PER RIQUALIFICAZIONE, RECUPERO E VALORIZZAZIONE DEI CENTRI STORICI (Calabria) BANDO DOMOS (Sardegna) BANDO BIDDAS (Sardegna) FINANZIAMENTI PER PMI E CENTRI COMMERCIALI NATURALI (Sardegna) BANDI CIVIS RAFFORZAMENTO CENTRI MINORI (Sardegna) PROPOSTE DI PROGETTO SUD- EST-EUROPA (Unione Europea) EUROMED HERITAGE IV (Unione Europea) Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

12 INTERVENTI AMMISSIBILI INTEGRAZIONE FUNZIONALETRA GLI ATTORI OBIETTIVI 4 TEMI PER LA REDAZIONE DEL NUOVO BANDO PARTECIPAZIONE TERRITORIALE CRITERI DI VALUTAZIONE FINANZIARIA Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

13 DA DOVE ? GLI OBIETTIVI GENERALI OBIETTIVI SPECIFICI Integrazione territoriale, economica e sociale; coesione e competitività Rilancio economico, sociale e culturale dei centri storici Sensibilizzazione, coinvolgimento, informazione - PTPG 4 - BANDI REGIONALI ED EUROPEI - PTPG - BANDI REGIONALI ED EUROPEI INTEGRAZIONE TERRITORIALE, FUNZIONALE, TRA GLI ATTORI E FINANZIARIA OBIETTIVO GENERALE Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

14 4 - PTPG 1) INTEGRAZIONE TERRITORIALE - reti intercomunali caratterizzate da Comuni appartenenti allo stesso SISTEMA LOCALE - reti intercomunali costituite da Comuni che devono rafforzare le proprie RELAZIONI; - PTPG - reti intercomunali con almeno 3 Comuni, di cui 2 piccoli Comuni con meno di abitanti - BANDO DOMOS - altre reti intercomunali - BANDO CIVIS - BANDO BIDDAS - integrazione di Comuni che intendono realizzare gli stessi interventi (reti tematiche). - BANDO DOMOS - Incentivazione dello sviluppo delle reti territoriali OBIETTIVI SPECIFICI DA DOVE ? COME ? I COMUNI CHE DEVONO RAFFORZARE LE RELAZIONI TRA DI LORO SECONDO IL PTPG I COMUNI CON POPOLAZIONE INFERIORE A 3000 AB. ATTUALMENT E NOME RETE: BIDDAS IN BERANU NOME RETE: UNIONE DEI COMUNI DEL BARIGADU Le unioni di Comuni diventano lo strumento per garantire alle amministrazioni locali unefficace organizzazione della società, intesa in senso territoriale e, soprattutto, lelaborazione, condivisione ed attuazione di strategie economiche e politiche integrate. NOME RETE: BIDDAS DE GUILCIER RIFERIMENTI O PRATICHE - Premiando con un maggiore punteggio nei criteri di valutazione le associazioni di Comuni che appartengono allo stesso o a diversi sistemi locali, cercando di individuare come Comuni capofila quelli che secondo il PTPG devono aumentare il livello di relazione con gli altri Comuni. - Premiando con un maggiore punteggio nei criteri di valutazione le reti intercomunali caratterizzate dal maggior numero di Comuni (soprattutto Comuni con una popolazione inferiore a abitanti) - Premiando, attribuendo un maggiore punteggio nella valutazione delle proposte, le associazioni di Comuni che propongono un progetto unitario sulla base di una tematica in comune Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

15 COME ? 4 2) INTEGRAZIONE FUNZIONALE - PTPG - Favorire lintegrazione delle funzioni definite per ogni sistema locale. - Integrazioni di servizi diversi purchè compatibili con il contesto urbano. - BANDO CIVIS integrazione dei servizi scolastici, sociali e culturali; servizi alla persona e al sistema produttivo e loro messa in rete -EUROMED HERITAGE IV sinergie tra patrimonio culturale, creazione artistica contemporanea, arti dal vivo e industria artigianale - Individuando nel bando le funzioni privilegiate per ogni sistema locale. -Attribuendo maggiore punteggio ai Comuni che nel centro storico vogliono realizzare servizi in rete che possano supportare le funzioni che il PTPG individua per il sistema locale di cui fanno parte. - Premiando con lattribuzione di maggiore punteggio nella valutazione delle proposte gli interventi che favoriscono lo sviluppo del centro storico attraverso una progettazione integrata di servizi diversi (servizi scolastici, sociali, culturali, alla persona, al sistema produttivo, artigianali, ecc.) riutilizzando anche il patrimonio edilizio non occupato. DA DOVE ? OBIETTIVI SPECIFICI DA DOVE ? -BANDO CIVIS - EUROMED HERITAGE IV -FINANZIAMEN TI PER PMI E CENTRI COMMERCIALI NATURALI - TUTTI I BANDI REGIONALI ED EUROPEI - Progettazione integrata e multisettoriale - Valorizzazione e riqualificazione del commercio nei centri storici - Incentivazione dellinsediamento di nuove attività nei centri storici Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

16 - PROGETTO INTEGRATO PER LA RIQUALIFICAZIONE, RECUPERO E VALORIZZAZIONE DEI CENTRI STORICI (Calabria) - TUTTI I BANDI REGIONALI -EUROMED HERITAGE IV - INIZIATIVE RIGUARDANTI SETTORI SPECIFICI E AVVIATE RECENTEMENTE NEI COMUNI PROVINCIALI (iniziative sui rifiuti : settore ambientale, ecc.) - PROGETTO INTEGRATO PER LA RIQUALIFICAZIONE, RECUPERO E VALORIZZAZIONE DEI CENTRI STORICI (Calabria) - BANDO DOMOS - BANDO BIDDAS - BANDO CIVIS - EUROMED HERITAGE IV - PROPOSTE DI PROGETTO SEE (fondi FESR) -EUROMED HERITAGE IV - Favorire lattuazione fisica degli interventi anche da parte privati. 3) INTEGRAZIONE TRA GLI ATTORI OBIETTIVI SPECIFICI - Favorire le forme di Partenariato Pubblico e Privato (PPP) - Ammissibilità delle proposte dei privati insieme ai soggetti pubblici; partecipazione dei privati, cittadini e rappresentanze locali ai processi decisionali. 4) INTEGRAZIONE FINANZIARIA - Integrazione di risorse provinciali (servizio urbanistica e altri assessorati provinciali che si occupano di interventi sulle infrastrutture, ambiente, rifiuti, banda larga, ecc.). - Integrazione finanziaria tra la Provincia di Roma e altri enti o associazioni (Regione Lazio, Confindustria, banca BEI, ministero dei lavori pubblici, ecc.) - Integrazione finanziaria tra enti privati e pubblici - Utilizzo di fondi strutturali europei - Attribuendo maggiore punteggio nei criteri di valutazione alle proposte presentate da soggetti misti pubblico - privati. - Stabilendo un minimo di contributo privato al totale del costo delle opere previste. - Dando maggiore punteggio nei criteri di valutazione delle proposte a progetti che prevedono la disponibilità di risorse finanziarie provenienti da diverse fonti pubbliche e private. DA DOVE ? COME ? POSIZIONE GRADUATO RIA COMUNE CAPOFILA RETE PROVIN CIA COMUNI ADERENTI PUNTEG GIO TOTALE COSTO TOTALE FINANZIAMEN TO RICHIESTO ALLA REGIONE RISORSE COMUNALI RISORSE PRIVATE ALTRE RISORSE PUBBLICHE 1NURACHI BIDDAS IN BERANU OR Nurachi, Baratiti San Pietro, Zeddiani, San Vero Milis, Tramatza, Bauladu, Narbolia, Cuglieri, Bonarcado, Santulussurgiu, Milis, Seneghe 61, , , , ,88/ 2SAMUGHEO UNIONE DEI COMUNI DEL BARIGADU OR Fordongianus, Bidoni, Nughedu Santa Vittoria, Ardauli, Neoneli, Busachi, Ula Tirso, Sorradile, Samugheo 57, , , , , ,62 3GHILARZA UNIONE DEI COMUNI DEL GUILCER OR Boroneddu, Soddi, Tadasuni, Abbasanta, Norbello, Aidomaggiore, Ghilarza, Sedilo, Paulilatino 55, , , , , ,54 …………………………… Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

17 DA DOVE ? COME ? 4 -PTPG 1) Limitazione degli effetti negativi sulla salute e sulligiene pubblica 2) Miglioramento del comfort dei residenti e del decoro urbano 3) Riduzione della produzione e flusso dei rifiuti Premiando, attraverso lattribuzione di un maggiore punteggio nei criteri di valutazione, i Comuni che : - adottano strategie innovative; - coinvolgono tutto il centro storico nella politica dei rifiuti e delle infrastrutture digitali e successivamente lintero territorio comunale 4) Favorire linnovazione digitale 5) Supporto a tutte le attività di marketing, sostegno ai cittadini, sviluppo occupazionale e attrazione delle risorse sul territorio RIFIUTI BANDA LARGA OBIETTIVI SPECIFICI SUI RIFIUTI E BANDA LARGA Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

18 GLI INTERVENTI AMMISSIBILI 4 MOBILITÀ E TRASPORTI AMBIENTE SPAZI PUBBLICI PATRIMONIO EDILIZIO TESSUTI FUNZIONI E SERVIZI INTERVENTI IMMATERIALI Interventi innovativi per la mobilità sostenibile Realizzazione di percorsi pedonali a vocazione turistica, parcheggi e piste ciclabili, spazi idonei al transito delle carrozine per diversamente abili e passegini per bambini/e. Realizzazione di interventi innovativi nella tutela e riqualificazione ambientale Realizzazione di parchi urbani e di aree di verde urbano diffuso Gestione del patrimonio naturale, efficienza energetica, risoluzione dei problemi di dissesto idrogeologico e prevenzione dei rischi ambientali, uso delle risorse rinnovabili RIFIUTI Raccolta differenziata porta a porta, ecocentri, giornate ecologiche, contenitori a scomparsa Riciclaggio dei materiali (processi e metodi migliori di smistamento dei materiali di scarto, dei rifiuti di costruzione e demolizione, dei rifiuti commerciali / industriali, dei rifiuti riciclabili) Realizzazione, attuazione e diffusione di prodotti innovativi che facciano un minor uso di risorse, utilizzano materiali riciclati o agevolano il loro riciclaggio, che aderiscono ai requisiti avanzati di design e alle esigenze dei consumatori Realizzazione e riqualificazione del sistema degli spazi pubblici anche attraverso la qualificazione dellarredo urbano Realizzazione di nuove aree a traffico limitato Interventi di recupero edilizio (per quanto riguarda la manutenzione ordinaria, adeguare il colore della facciata delledificio con quello degli altri edifici del centro storico, riqualificare le facciate togliendo le erbe infestanti, macchie e intervenendo con pulitura e protezione delle facciate; per interventi di manutenzione straordinaria si devono utilizzare i materiali locali e tradizionali; eliminazione delle superfetazioni); specializzazione degli edifici dal punto di vista funzionale. Riqualificazione dei tessuti urbani di antica formazione per sostituire parti incongrue e incompatibili SERVIZI PER IL TEMPO LIBERO, TURISTICI E CULTURALI Realizzazione e valorizzazione dei servizi per lospitalità alberghiera diffusa e di qualità attraverso anche il riuso delle abitazioni vuote da integrare con i servizi e le attività artigianali e turistiche (informazione per i turisti, promozione e prima accoglienza, degustazione e vendita di prodotti tipici, conservazione dei metodi di produzione delle tradizioni locali) Realizzazione di attività terziarie di appoggio al turismo Realizzazione di centri di esposizione Adattamento dei siti archeologici a nuovi usi, realizzazione di musei, mostre, tour, eventi culturali, attività culturali attorno ai siti culturali. ALTRI SERVIZI Realizzazione di uffici e studi privati attraverso anche il riutilizzo delle abitazioni vuote, mantenimento o ripristino delle funzioni residenziali, servizi al consumo, sanitari, alla persona e alla produzione (banche, attività immobiliari, telecomunicazione e informatica, attività di consulenza, ecc.). BANDA LARGA Realizzazione di hotspot, politiche di e-government Realizzazione di servizi on-line alle imprese e ai cittadini, privilegiando soprattutto le aree meno abitate Cooperazione con i Comuni per la gestione associata dei sistemi informativi, interconnessione con maglie territoriali contigue ad altri Comuni con dorsali di comunicazione nazionali ed internazionali Realizzazione di servizi multimediali, di telelavoro, di telemedicina, di assistenza agli anziani e ai diversamente abili Creazione di opportunità di lavoro Uso di Internet Azioni immateriali a sostegno dei servizi (attività di formazione, creazione di network, gestione dei servizi alla persona in rete anche a supporto della conciliazione della vita lavorativa con quella familiare) QUALI ? Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

19 LA PARTECIPAZIONE LARIANO SAN CESAREO CAMERATA NUOVA SAN POLO DEI CAVALIERI FONTE NUOVA PONZANO DI ROMA FILACCIANO 1)OPERA DI SENSIBILIZZAZIONE, INFORMAZIONE E DIVULGAZIONE PRIMA DELLA PUBBLICAZIONE DEL NUOVO BANDO attraverso CONVEGNI, CONFERENZE ED INCONTRI in cui si evidenziano i maggiori PROBLEMI di ogni singolo Comune, in cui si descrivono i VANTAGGI che il nuovo bando può avere su ciascun Comune, in cui si ascoltano le ESIGENZE E LE PRIORITÀ di ogni Comune nonchè CONSIGLI; INTERVISTE, QUESTIONARI, CHECK LIST per capire quale è la domanda dal basso dei cittadini di età e condizione sociale diverse; DISEGNI fatti dal cittadino a cui gli si domanda di disegnare la struttura del centro storico, di indicare i monumenti e tutti gli elementi più importanti al fine di rafforzare lidentità locale del Comune. 2)INFORMAZIONE E SPIEGAZIONE DEL NUOVO BANDO PRIMA DELLA PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE organizzando CONFERENZE ECC., finalizzate a CHIARIRE DUBBI sul nuovo bando e in alcuni casi ad offrire ASSISTENZA TECNICA per un aiuto alla progettazione degli interventi. 4 - BANDO DOMOS Favorire la consapevolezza delle popolazioni in tema di identità locali e di paesaggio sardo - EUROMED HERITAGE IV Incoraggiare laccessibilità e la conoscenza del patrimonio culturale... La sensibilizzazione e la conoscenza devono riguardare il grande pubblico, e in particolare i giovani, perchè possano appropriarsi del loro patrimonio culturale DA DOVE ? COMUNI NON PARTECIPANTI AI DUE BANDI DEL 2004 E DEL 2007 CAMPAGNANO DI ROMA FIUMICINO GROTTAFERRATA Comuni marginali ed interni COME ? Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

20 I CRITERI DI VALUTAZIONE 4 QUALI ? RILEVANZA DELLA PROPOSTA 1)Coerenza e rilevanza della proposta rispetto alle politiche provinciali con particolare RIFERIMENTO AL PTPG 2)CONTENUTI INNOVATIVI della proposta 3)QUALITÀ DEL PROGETTO territoriale, urbano, architettonico e paesaggistico 4)RILEVANZA SOVRALOCALE della proposta CAPACITÀ DI INTEGRAZIONE 1)Integrazione intercomunale 2)Integrazione economico – finanziaria 3)Integrazione verticale, intesa come capacità di integrare iniziative materiali ed immateriali 4)Integrazione orizzontale, intesa come capacità di integrarsi con altri progetti al fine di produrre effetti sinergici SIGNIFICATIVITÀ DEL CONTRIBUTO FINANZIARIO APPORTATO DAL PARTENARIATO COINVOLGIMENTO DELLE COMUNITÀ LOCALI FATTIBILITÀ 1)FATTIBILITÀ tecnica, socio - economica, economico – finanziaria e giuridico - amministrativa del progetto 2)Tempi di esecuzione del progetto Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina

21 BANDI DI RIFERIMENTO PROGETTISTI dei progetti inseriti nella presentazione ARDEA (Associazione temporanea di professionisti – Arch. Livia Comes e Arch. Paola del Gallo di Roccagiovine) GUIDONIA MONTECELIO - Luce Gruppo Acea BELLEGRA (PROGETTISTI – Arch. Vincenzo Ciolina, Ing. Marco Lozzi, Geom. Giorgio Lozzi, Ellecidi Ingegneria s.r.l. – COLLABORATORI – Silvia Laddomita, Alice Lentisco, Mirko Marocco, Marcella Pelaia, Francesca Perugia) ARSOLI (Arch. Giuseppe De Stefano, Arch. Claudio Giustini ) ROCCA PRIORA ( Società Highband Consulting srl – Vittorio Donati, coordinatore del progetto – Aldo Di Ciommo, progetto rete ottica – Francesco Masetti, progetto rete ottica – David Livi, Trasmissioni e Radio – Francesco Donati, documentazioni) Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee programmatiche del nuovo PTPG Laureando : Quirino Ruggeri C.d.L. in USIT Relatore : Manuela Ricci Correlatori : Roberta Lazzarotti, Maria Paola Farina


Scaricare ppt "Il futuro dei centri storici della Provincia di Roma. I nuovi obiettivi come risultato delle analisi delle esperienze passate e come supporto alle linee."

Presentazioni simili


Annunci Google