La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ambiente di apprendimento Indicazioni Nazionali 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ambiente di apprendimento Indicazioni Nazionali 2012."— Transcript della presentazione:

1 Ambiente di apprendimento Indicazioni Nazionali 2012

2 Espressione usata nel lessico delle scienze delleducazione dal paradigma dellinsegnamento a quello dellapprendimento da che cosa insegnare … a una prospettiva focalizzata sul soggetto che apprende, sullapprendimento e i suoi processi, con particolare attenzione a come viene costruito il contesto di supporto allapprendimento(come facilitare, guidare, accompagnare gli allievi nella costruzione dei loro saperi, e perciò quali situazioni organizzare per favorire lapprendimento)

3 Quale idea di apprendimento? Processo attivo e complesso in cui si intrecciano vari elementi, non soltanto cognitivi ma anche emotivo/affettivi e relazionali. In tal senso, le Indicazioni recepiscono diverse prospettive teoriche e delineano limparare nella ricchezza delle sue caratteristiche. Svincolato dagli aspetti di puro meccanicismo, lapprendimento viene delineato come esito di unattività, che implica il diretto coinvolgimento dellallievo con tutti i cinque sensi, affinché egli possa trovare senso e significato in ciò che fa. Lapproccio privilegiato è di tipo induttivo e l'accento è posto sui processi di osservazione, ricerca e scoperta.

4 LInsegnante Limmagine dellinsegnante che emerge dalle Indicazioni non è quella tradizionale di chi trasmette informazioni, ma di colui che predispone lambiente, creando situazioni che mettano gli allievi in condizione di imparare, diventando così un mediatore tra il sapere e gli allievi stessi, con unattività di stimolo che accompagna il loro sviluppo.

5 Contesto: quale accezione di significato? In unaccezione molto ampia : luogo fisico o virtuale, ma anche spazio mentale e culturale, organizzativo ed emotivo/affettivo insieme. Il termine ambiente,(dal latino ambire "andare intorno, circondare") potrebbe dare lidea degli elementi che delimitano i contorni dello spazio in cui ha luogo lapprendimento. Se guardiamo alla conoscenza e al modo in cui si costruisce, dobbiamo prendere in considerazione anche linsieme delle componenti presenti nella situazione in cui vengono messi in atto i processi di apprendimento. Il che vuol dire prendere in considerazione le condizioni e i fattori che intervengono nel processo: gli insegnanti e gli allievi, gli strumenti culturali, tecnici e simbolici.

6 Una possibile definizione Contesto di attività strutturate, intenzionalmente predisposto dallinsegnante, in cui si organizza linsegnamento affinché il processo di apprendimento che si intende promuovere avvenga secondo le modalità attese. Ambiente come spazio dazione creato per stimolare e sostenere la costruzione di conoscenze, abilità, motivazioni, atteggiamenti; in tale spazio dazione si verifica interazione e scambio tra allievi, oggetti del sapere e insegnanti, sulla base di scopi e interessi comuni, e gli allievi hanno modo di fare esperienze significative sul piano cognitivo, affettivo/emotivo, interpersonale/sociale

7 Contesto come tessuto Luso del termine contesto(dal latino contextere"contessere") rende bene lidea di interazione e di scambio tra tutte le parti In tale contesto viene sottolineata la dimensione comunitaria dellapprendimento e ribadita limportanza di caratterizzare la vita di classe con relazioni significative. che concorrono al processo di apprendimento.

8 Linfluenza dellapproccio socioculturale di matrice vigotskiana Il contesto è visto come un insieme di attività strutturate nel cui ambito gli individui interagiscono: la loro attività cognitiva - costruire categorie concettuali, ragionare, risolvere problemi-si realizza in queste interazioni.[1] In tale ottica lapprendimento scolastico non è un processo individuale e separato dalla situazione in cui si verifica; si realizza invece in un contesto di attività strutturate, attraverso una serie di interazioni che le persone(insegnanti, allievi…)svolgono tra loro e con gli strumenti della propria cultura, e si caratterizza pertanto come processo intersoggettivo che implica collaborazione e condivisione. [1] P.Boscolo, Psicologia dellapprendimento scolastico, Utet, Torino, 1997

9 Le metodologie per lacquisizione di efficaci abilità sociali e cognitive. aiuto reciproco apprendimento nel gruppo cooperativo apprendimento tra pari Sono tutte modalità di lavoro che comportano interazione e collaborazione

10 Un contesto cooperativo Ciò che distingue un contesto educativo non competitivo, e quindi un gruppo cooperativo, è il fatto che gli alunni interagiscono costruttivamente e responsabilmente tra loro e con linsegnante, e imparano con gli altri: realizzano compiti in gruppo e lapprendimento individuale diviene il risultato dellattività svolta dal singolo allinterno del gruppo. E in tal senso determinante lorganizzazione del lavoro, la composizione e la formazione dei gruppi, lassegnazione e distribuzione dei compiti

11 Un contesto cooperativo Cè poi da considerare il clima generale che si respira dentro il gruppo cooperativo di lavoro, definito da una serie di comportamenti che esprimono atteggiamenti profondi di stima, rispetto e accettazione reciproca. Si tratta di uno stile relazionale che consente di mettere a proprio agio gli altri, soprattutto i compagni di lavoro, e di sentirsi e star bene con loro.

12 Un esempio tratto dalla disciplina Italiano la pratica delle abilità linguistiche orali nella comunità scolastica passa attraverso la predisposizione di ambienti sociali di apprendimento idonei allo scambio linguistico, all'interazione, alla costruzione di significati, alla condivisione di conoscenze, alla negoziazione di punti di vista. È nell'interazione che si sviluppa l'identità linguistica di ogni soggetto e si creano le premesse per elaborare significati accettati dallintera comunità.

13 Dall affermazione… alla didattica Che cosa implica considerare l'apprendimento come processo sociale piuttosto che come percorso individuale? Attraverso lattività discorsiva, guidata dallinsegnante o svolta dagli allievi in modo autonomo nelle situazioni in cui si collabora per la soluzione di un problema,vengono costruite in modo collettivo conoscenze significative e modalità di argomentare in ambiti specifici. Si discute in gruppo e si pratica una modalità collettiva socialmente condivis

14 Non solo italiano Tale pratica non si riferisce soltanto alla lingua italiana ma a tutte le discipline, se le si considera non soltanto come strumenti di pensieroo modi per organizzare concettualmente lesperienza, ma anche pratiche di discorso, cioè procedure discorsive e strategie argomentative peculiari ai vari settori di conoscenza.

15 Un contesto di attività Si pone laccento sui processi di osservazione, di ricerca e scoperta e si sottolinea che lesperienza diretta e lesplorazione sono indispensabili per produrre atteggiamenti di curiosità flessibilità e per costruire forme di pensiero sempre più evolute.e

16 Un contesto di attività Si privilegia una didattica di tipo laboratoriale, improntata alloperatività e a una migliore interattività tra docente e allievi, con un uso di materiali che stimolino il fare, un utilizzo di tempi più distesi, una creazione di situazioni variegate e motivanti in cui i vari tipi di linguaggi possano integrarsi. Una didattica finalizzata a promuovere l'apprendimento degli alunni come processo attivo, che implichi l'attività di elaborazione e di costruzione delle conoscenze

17 Un contesto di attività Importanza dellesperienza esperienza proviene per via colta dal sostantivo latino experientia, a sua volta derivato da experiens, participio presente del verbo experiri, cioè provare, sperimentare

18 Lesperienza diretta e lesplorazione Assumono importanza tutte quelle attività che pongono gli allievi davanti a situazioni problematiche e li stimolano a fare ipotesi, produrre idee, cogliere nessi e relazioni vedendo le cose da diversi punti di vista, trovare soluzioni. In una parola, attività che promuovano capacità di pensiero flessibile e creativo, fondamentale per orientarsi nella società odierna. Le situazioni che spingono gli allievi nelle condizioni di ricercare, trovare risposte, fare analisi e confronti, sono quelle legate al "fare". Nelle Indicazioni si parla in proposito di percorsi in forma di laboratorio, per favorire loperatività e allo stesso tempo il dialogo e la riflessione su quello che si fa


Scaricare ppt "Ambiente di apprendimento Indicazioni Nazionali 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google