La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Rete Ematologica Lombarda Obiettivo complessivo del programma Costruzione di una rete tra le strutture sanitarie dedicate alla cura delle principali patologie.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Rete Ematologica Lombarda Obiettivo complessivo del programma Costruzione di una rete tra le strutture sanitarie dedicate alla cura delle principali patologie."— Transcript della presentazione:

1

2 Rete Ematologica Lombarda Obiettivo complessivo del programma Costruzione di una rete tra le strutture sanitarie dedicate alla cura delle principali patologie ematologiche … … garantire adeguatezza e pari opportunità di cura nelle strutture sanitarie della Regione Lombardia, attraverso un accesso equo e omogeneo di terapie ad alto standard qualitativo in ambito ematologico

3 Appropriatezza Efficacia Efficienza Equità Accessibilità Tempestività REL Strumento di governo clinico

4 Impianto del progetto (top-down) Pv IRCCS H Nig Bs H C HU INT IEO HSR Pol.MI primo nucleo del network estensione del network alle Strutture Complesse di Ematologia H H H H H network esteso clinico- assistenziale ematologia neoplastica e non neoplastica MT integrazione con medicina del territorio MB SG Bg H R MT CR. VA H

5 Mappatura dei centri e delle attività Risposta da 106 strutture ____________________ Provincia di Milano 41 Pavia13 Brescia10 Varese10 Como 7 Monza 5 Bergamo 5 Sondrio 4 Cremona 4 Lecco 3 Mantova 2 Lodi 2 Le patologie ematologiche si avvalgono di una fitta rete di strutture e servizi sul territorio lombardo La tipologia e i livelli di assistenza forniti sono molto eterogenei Risposta da 106 strutture ____________________ SC Ematologia 12 Day Hospital51 (Oncoematologia, Oncologia, Medicina Generale, SIMT) Ambulatoriale61 Emostasi e Trombosi18 Centri Trasfusionali 2 Centri Anemie 1

6 Mappatura dei centri e delle attività Peculiarità della patologia ematologica Eterogeneità clinica Patologia neoplastica acuta, aggressiva cronica, asintomatica Patologia non neoplastica anemie emostasi e trombosi malattie rare Eterogeneità dei livelli di assistenza Degenza con alto isolamento (es: trapianti, leucemie acute, terapie ad alte dosi; DRG medio >3) Degenza standard DH/MAC Ambulatoriale (es: centri TAO)

7 Commissioni tematiche per area clinica: 1. Terapie cellulari 2. Leucemie acute 3. Sindromi mielodisplastiche 4. Sindromi mieloproliferative croniche 5. Leucemia linfatica cronica 6. Linfomi 7. Mieloma 8. Emostasi, trombosi e piastrinopenie 9. Anemie Commissioni tecniche e gestionali 1.Ospedalizzazione ematologica domiciliare 2.Qualità e risk management Struttura organizzativa

8 Funzioni assegnate alle commissioni : Pianificare e realizzare attività cooperative Attività di aggiornamento e formazione per i professionisti REL Attività informativa ed educativa per lutenza REL Allestimento e manutenzione del sito web Attività di fund-raising a sostegno dei propri obiettivi Attivare registri epidemiologici Analisi delle problematiche correlate alle specifiche patologie e al contesto della rete e sviluppo di iniziative collaborative Definizione di percorsi diagnostico-terapeutici-assistenziali

9 Sospetta leucemia acuta PAZIENTE Valutazione multidimensionale (Linea guida italiana) Terapia di supporto Centri I livello DRG ridotto Fragile Fit o unfit Unfit bioRELDiagnosi completa su midollo (Linea guida REL) Fit Classificazione di rischio (European Leukemianet) Terapia aggressiva Protocolli NILG/Gimema Centri III livello DRG incrementato BassoMedio/Alto Terapia mirata Protocolli sperimentali (sito REL) Centri II e III livello DRG esistente Leucemia acuta PDTA e livelli della rete

10 Integrazione Reti: Opportunità

11 Follow-up clinico e strumentale Indicazioni alluso della PET PATOLOGIA Colon-retto Polmone Testa-collo (localmente avanzato) Linfomi FDG avidi (LH e aggressivi) Linfomi mantellari, follicolari GIST Diagnosi Caratterizzazione metabolica tumore primitivo NA A*NA AA Biopsia PET guidata NA PAA NA Stadiazione A* A**AAPAA* Valutazione precoce della risposta NA PANAPANAA Valutazione della risposta al termine del trattamento NA A**PAA - Follow-up (paziente asintomatico) NA PAANA Sospetta recidiva sulla base delle indagini radiologiche convenzionali (TAC/ECO) A AAAPAA Definizione del piano di trattamento RT NA AA Casi particolariRicerca primitivo A Monitoraggio durante il trattamento A Impostazione programma terapeutico PA

12 MMG Follow-up domiciliare periodico Relazione di dimissione strutturata ad-hoc Indicazioni per il follow-up domiciliare EMATOLOGIA Diagnosi di emopatia cronica o in remissione, a basso rischio ASL Verifica efficacia HELP-DESK DIPO Linee guida Collegamenti Percorso per la gestione integrata ospedale-territorio delle emopatie croniche nelle ASL di Brescia, Vallecamonica e Mantova Integrazione Reti: Opportunità Follow-up pazienti off-treatment

13 Analisi: novembre 2009 –dicembre 2012 MMG: 602

14 Patologie 11% Leucemia linfatica cronica 18% Trombocitemia essenziale 28% Linfoma in remissione 36% Gammopatia monoclonale 7% Piastrinopenia

15 Rivalutazioni e riammissioni follow-up:1732 anni/pz Decessi: 17 pazienti, tutti per cause non ematologiche

16 Criticità Personale dedicato Strumenti di collegamento (telefono, fax) Analisi dei dati clinici di ritorno

17 Sviluppo DPCA (LISPA) specifico per patologia (non solo ematologica!!) Pubblicazione su FSE Monitoraggio clinico stringente (alerts) Consultabilità bidirezionale (MMG/specialista) Teleconsulto Analisi farmacoeconomiche


Scaricare ppt "Rete Ematologica Lombarda Obiettivo complessivo del programma Costruzione di una rete tra le strutture sanitarie dedicate alla cura delle principali patologie."

Presentazioni simili


Annunci Google