La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di Salerno Facoltà di Economia Corso di Laurea in Economia e Commercio Prof. Daniela Valentino Corso di Diritto Privato Parte terza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di Salerno Facoltà di Economia Corso di Laurea in Economia e Commercio Prof. Daniela Valentino Corso di Diritto Privato Parte terza."— Transcript della presentazione:

1 Università degli Studi di Salerno Facoltà di Economia Corso di Laurea in Economia e Commercio Prof. Daniela Valentino Corso di Diritto Privato Parte terza - Situazioni giuridiche Situazioni reali Diritti reali di godimento

2 Superficie NOZIONE: CONTENUTO MODI di COSTITUZIONE: ESTINZIONE: Situazione che qualifica un particolare modello di proprietà, ad estensione orizzontale: la "proprietà superficiaria", proprietà della costruzione o diritto di edificare separatamente (e indipendentemente) dalla proprietà del suolo (in deroga alla tradizionale estensione verticale della proprietà). (duplice): (952 c.c.) diritto sulla costruzione costituzione di un diritto di proprietà su opera (già esistente). acquisto a titolo derivativo imprescrittibilità del diritto di proprietà sulla costruzione diritto di edificare attribuzione ad un soggetto del diritto di edificare sul suolo altrui; acquisto della proprietà sulla opera (una volta) realizzata. acquisto a titolo originario prescrizione, per non uso ventennale, del diritto di edificare contratto - testamento; a tempo determinato / indeterminato; a) scadenza del termine; b)rinunzia del superficiario; c)consolidazione (riunione, nella medesima persona, delle qualità di proprietario e superficiario). N.B.: NON è causa di estinzione il PERIMENTO del BENE (salvo patto contrario) (954 c.c. ). 108

3 Enfiteusi NOZIONE: CONTENUTO: MODI di COSTITUZIONE: attribuzione, al titolare, del godimento concesso al proprietario (959 c.c.), previo pagamento di un canone e con l'obbligo di migliorare il fondo oggetto del diritto (960 c.c.). [Istituto in via di estinzione] "proprietà in senso sostanziale=all'enfiteuta è attribuito il cd.dominio utile (tutti i diritti -poteri di godimento - sul fondo e sulle accessioni), salva l'operatività del DIVIETO di SUBENFITEUSI; al proprietario il cd. "dominio diretto". usucapione; contratto (scritto, a pena di nullità); testamento; a tempo indeterminato / determinato (non inferiore a venti anni). 109

4 Enfiteusi ESTINZIONE: a) prescrizione per non uso ventennale; b) cadenza del termine; c) rinunzia; d) consolidazione; e) espropriazione per pubblico interesse; f) perimento totale del fondo [in caso di perimento parziale: riduzione proporzionale del canone o rinunzia al diritto] (963 c.c.); g) affrancazione (971 c.c.) (per accordo tra le parti o per pronuncia giurisdizionale): diritto (potestativo) dell'enfiteuta all'acquisto della proprietà del fondo dietro corresponsione di una somma pari a quindici volte il canone annuo; h) devoluzione (972 c.c.) (analogie sostanziali con l'azione di risoluzione): possibilità per il concedente di estinguere l'enfiteusi in caso di inadempimento dell'obbligo di miglioramento del fondo o di mancato pagamento di due annualità di canone (salvo il positivo esercizio dell'azione di affrancazione). 110

5 Diritti di godimento su cosa altrui Situazioni personali: verso il proprietario (es.: diritto del conduttore verso il locatore dellappartamento); Situazioni reali: sul bene limitate situazioni limitate di godimento: a contenuto minore rispetto alla proprietà, corrispondente ai poteri non più esercitabili dal proprietario (in ragione della coesistenza fra diverse situazioni sullo stesso bene) usufrutto, uso e abitazione; servitù 111

6 Usufrutto NOZIONE: OGGETTO: LIMITI: MODI di COSTITUZIONE: diritto reale di godimentobene altruifrutti diritto reale di godimento su un bene altrui e sui suoi frutti (utilità: 981 c.c.) lobbligoconservarne la destinazione economicarestituirlo alla scadenza. con lobbligo di conservarne la destinazione economica e di restituirlo alla scadenza. beni fruttiferi, di regola inconsumabili (se consumabili quasi-usufrutto: 995 c.c.) rispetto della destinazione economica del bene durata temporaneavita dellusufruttuariopersone fisiche durata temporanea - non oltre la vita dellusufruttuario per le persone fisiche trenta annipersone giuridiche - non oltre i trenta anni per le persone giuridiche situazione a termine (979 c.c.), (destinata a non comprimere eccessivamente la proprietà): lusufrutto può essere ceduto nel rispetto della durata originaria; non è trasmissibile per testamento; ammesso lusufrutto congiuntivo (a favore di più persone congiuntamente), con clausola di accrescimento fino alla morte dellultimo sopravvissuto (678 c.c.); espressamente escluso, per gli atti mortis causa (698 c.c.) (dubbi di ammissibilità per gli altri casi), lusufrutto successivo (a favore di più persone successivamente). leggevolontà delle partiusucapione legge; volontà delle parti (contratto, testamento); usucapione. 112

7 Uso e abitazione NOZIONE: CARATTERI: situazione reale di godimento che attribuisce al suo titolare potere il potere di servirsi di un bene di servirsi di un bene e di raccoglierne i frutti (uso: 1021 c.c.) di abitare una casa di abitare una casa (abitazione: 1022 c.c.) limitibisogni propripropria famiglia nei limiti dei bisogni propri e della propria famiglia. diritti personalissimi diritti personalissimi (temporanei; incedibili; si estinguono per morte del titolare) analoghiusufrutto analoghi all'usufrutto per contenuto e disciplina (applicabile in quanto compatibile), quantitativalimite bisogni [ salvo una quantitativa, determinata dal limite dei bisogni del titolare e della sua famiglia]. 113

8 Servitù NOZIONE: PRESUPPOSTI: pesofondol'utilitàaltro fondo diverso proprietariopeso imposto sopra un fondo per l'utilità di un altro fondo appartenente a diverso proprietario (1027 c.c.). relazione di servizio: tra situazioni soggettive distinte: non già tra persone diverse non già tra persone diverse, né tra fondiné tra fondi materialmente intesi, contiguità - contiguità dei fondi = vicinanza tale da consentire un'utilità diretta; appartenenza a due proprietari - appartenenza a due proprietari; pesoutilità - peso a carico di un fondo (servente) a fronte di un'utilità (1028 c.c.) per l'altro fondo (dominante) maggiore comodità anche nel senso di maggiore comodità o amenitàvantaggio futuro o amenità, ovvero di vantaggio futuro (di qui la configurabilità di una servitù tra due fondi dei quali uno stesso soggetto è, rispettivamente, proprietario esclusivo e comproprietario); (sì che il perimento di un fondo non importa l'estinzione della servitù, salvo che con esso si estingua la stessa situazione di vantaggio o di servizio). 114

9 Tipi di Servitù CriterioClassificazioni modo di manifestazione apparenti / non apparenti (1061 c.c.) contenuto affermative / negative le prime attribuiscono il potere di svolgere una attività sul fondo servente; le seconde proibiscono - a carico della situazione servente - di compiere atti e comportamenti presupposti, modalità di esercizio modo di costituzione, funzione opere visibili e permanenti, destinate alla servitù le prime caratterizzate da opere - artificiali o naturali - visibili e permanenti, destinate alla servitù in modo manifesto ed inequivoco, situazione di fatto che nelle seconde manca riflessi applicativi in tema di costituzione Continue presuppongono una precedente opera (non richiedono attività dell'uomo) Discontinue presuppongono il fatto delluomo prescrizione rilievo ai fini della decorrenza del termine di prescrizione volontarie volontarie (1058 ss. c.c.) volontà volontà dei singoli legittimati i soli titolari di una situazione soggettiva più ampia coattive coattive (1032 ss. c.c.) leggetipicità volontà della legge (tipicità) necessità PRESUPPOSTI: > necessità del f. dominante > accordo - sentenza - atto amministrativo 115

10 Servitù MODI di COSTITUZIONE: ESERCIZIO: ESTINZIONE: tutti i tipi di servitù contratto - testamento; apparenti servitù apparenti usucapione; destinazione del padre di famiglia (1062 c.c.). titololegge (1063 ss. c.c.) regolato dal titolo o, in mancanza, dalla legge per soddisfare i bisogni del fondo dominante, con il minor aggravio per il fondo servente (il proprietario di quest'ultimo non può in alcun modo ostacolare l'esercizio della servitù). a)confusione a)confusione; b)decorsotermine b)decorso del termine; c)rinunzia c)rinunzia; d)abbandono d)abbandono (liberatorio del fondo servente); e)prescrizione e)prescrizione (per non uso ventennale). (1072 ss. c.c.) 116

11 Comunione NOZIONE: FORME: medesima situazionetitolarità pluralitàdi soggetti (1100 c.c.) medesima situazione di godimento nella titolarità di una pluralità di soggetti comproprietà: schema originario, esteso alle situazioni di godimento su cosa altrui e, in quanto compatibile, alle altre situazioni patrimoniali. limiti: commisuratoaltri contitolari (1102 ) godimento commisurato a quello degli altri contitolari (1102 c.c.) diritto esclusivo sulla propria quota attribuzione a ciascuno di un diritto esclusivo sulla propria quota: partecipazione ai vantaggi (godimento e disposizione) e agli svantaggi (spese necessarie), correlati all'esercizio della situazione. fonte in relazione alla fonte volontaria volontaria: accordo dei soggetti incidentale incidentale: evento casuale forzosa forzosa: legge speciali forme speciali comunione legale tra coniugi (a della comunione ordinaria non ammette scioglimento anticipato su iniziativa di un partecipante). 117

12 Comunione AMMINISTRAZIONE: tutti i partecipanti assemblea (1105 ss. c.c.) spetta a tutti i partecipanti riuniti in assemblea; deliberazioni deliberazioni: impugnabili entro trenta giorni a pena di decadenza; ordinariaamministrazionemaggioranzavalore quote atti di ordinaria amministrazione: maggioranza del valore delle quote; straordinariaamministrazionemaggioranza2/3 valore complessivo della cosa comune atti di straordinaria amministrazione: maggioranza dei 2/3 del valore complessivo della cosa comune alienazionediritti realilocazioni ultranovennaliunanimità atti di alienazione; costituzione di diritti reali; locazioni ultranovennali: unanimità. 118

13 Condominio negli Edifici NOZIONE: ORGANI: coesistenzapiù diritti (esclusivi)proprietàedificio coesistenza di più diritti (esclusivi) di proprietà in un edificio, accanto alla comunione su talune parti dell'edificio stesso. funzionalizzate (Contitolarità e proprietà esclusiva funzionalizzate alla coabitazione, in uno stesso edificio, di più persone). a) uso delle parti comuni (diritto proporzionato al valore della proprietà esclusiva) (1118 c.c.) esercizio del diritto (esclusivo) di proprietà necessariamente commisurati necessariamente commisurati all'esercizio del diritto da parte degli altri condòmini; indivisibilità b) indivisibilità, salvo che la divisione non renda più incomodo l'uso della cosa a ciascun condomino (1119). limiti: oneri: oneri: partecipazione alle spese determinata in relazione alla destinazione del servizio (1123 c.c.): commisurata al valore della quotatutti in modo identico - commisurata al valore della quota se la cosa è destinata a servire tutti in modo identico proporzionata all'usociascuno in misura diversa - proporzionata all'uso se la cosa è destinata a servire ciascuno in misura diversa. assemblea; amministratore 1129 assemblea; amministratore: (obbligatorio in condomini con più di quattro partecipanti: 1129 c.c.). deliberazioni1137 deliberazioni: impugnabili entro trenta giorni (a pena di decadenza: 1137 c.c.) maggioranze maggioranze variabili secondo l'oggetto della delibera regolamento1138 regolamento: (obbligatorio nei condomini con più di 10 proprietari esclusivi: 1138 c.c.). 119

14 Multiproprietà NOZIONE: NATURA: DISCIPLINA: dirittocosa comuneesclusivagodimento turnario esercizio di un diritto su una cosa comune, in via esclusiva, con godimento turnario [comunione] [godimento esclusivo] [periodi predeterminati] tipicità sociale tipicità sociale: tempo riferimento qualificante nel tempo immobiliare immobiliare (ville, appartamenti) alberghiera alberghiera (complesso alberghiero) azionaria azionaria (complesso immobiliare di una società) incertaqualificazione incerta la qualificazione del rapporto; analogie con la comunione, il condominio, la proprietà. diritto di proprietàbene, definitospaziotempo Tendenziale riconduzione ad un diritto di proprietà su un (nuovo) bene, definito nello spazio e nel tempo artt d.lgs n. 206 (codice del consumo). qualificazione e disciplinaimpregiudicate qualificazione e disciplina lasciate impregiudicate dal d. leg., che si limita a richiamare una più ampia forma di godimento turnario, senza prendere posizione sulla natura reale del diritto, v. art. 69, lett.a, c.cons.) tecniche a difesa dell'acquirente introduzione di tecniche a difesa dell'acquirente non professionale trattativeformalitàcontratto relativamente alle trattative ed alle formalità del contratto: informazione a) doveri di informazione (art. 70 c.cons.); formacontenuto b) forma e contenuto specifici del contratto (inserimento clausole: art. 71 c.cons.); recesso c) diritto di recesso (art. 73 c.cons.). 120


Scaricare ppt "Università degli Studi di Salerno Facoltà di Economia Corso di Laurea in Economia e Commercio Prof. Daniela Valentino Corso di Diritto Privato Parte terza."

Presentazioni simili


Annunci Google