La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Progettazione dei percorsi personalizzati di apprendimento 6^ Lezione UNICAL SSIS Disciplina: Progettazione 400 ore a.a. 2006/2007 Docente: prof. Domenico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Progettazione dei percorsi personalizzati di apprendimento 6^ Lezione UNICAL SSIS Disciplina: Progettazione 400 ore a.a. 2006/2007 Docente: prof. Domenico."— Transcript della presentazione:

1 1 Progettazione dei percorsi personalizzati di apprendimento 6^ Lezione UNICAL SSIS Disciplina: Progettazione 400 ore a.a. 2006/2007 Docente: prof. Domenico Milito

2 2 La Legge n. 53/2003 recante norme sulla Delega al Governo Delega al Governo per la definizione delle norme generali per la definizione delle norme generali sullistruzione e dei livelli essenziali di prestazioni in materia di istruzione e formazione professionale

3 3

4 4

5 5

6 6

7 7

8 8

9 9

10 10 Finalità secondo ciclo Crescita educativa, culturale e professionale dei giovani attraverso il sapere, il fare e lagire e la riflessione critica su di essi Sviluppo dellautonoma capacità di giudizio e lesercizio della responsabilità personale sociale

11 11 Strumento per dare valenza pedagogico – educativa al nuovo contenitore organizzativo le Indicazioni Nazionali per la scuola dellinfanzia e per il primo ciclo (D.Lgs. n. 59/2004) per il secondo ciclo (D.Lgs. n. 226/2006)

12 12 Evidenziano che cosa, loggetto, le conoscenze, le abilità che lallievo prende dalla scuola Le indicazioni sono messe in un ordine per ragioni prammatiche ma è data libera scelta ai docenti di scegliere e di fare affinché le unità di apprendimento diventino effettivamente formativi

13 13 Scuola dellinfanzia Scuola Primaria Maturazione della identità personale conquista dellautonomia e sviluppo delle competenze Apprezzare il patrimonio conoscitivo, valoriale e comportamentale Fare esplicitare ai fanciulli limplicito e lo scontato presente in tale patrimonio Accompagnare il fanciullo nel passaggio dal mondo e dalla vita ordinata alla luce delle categorie presenti nel loro patrimonio culturale al mondo e alla vita ordinati alla luce delle categorie critiche

14 14 Scuola secondaria di primo grado Secondo ciclo Scuola delleducazione integrale della persona Scuola che colloca nel mondo Scuola orientativa Scuola dellidentità Scuola della motivazione e del significato Scuola della prevenzione dei disagi e del recupero degli svantaggi Scuola della relazione educativa Ricerca dellunità della cultura Promozione dellinterdisciplinarità Avvaloramento della storicità Centralità della lingua e dei linguaggi Consapevolezza dellanalogicità, del concetto di scienza Riconoscimento del valore della problematicità Sviluppo della progettualità personale e della cooperazione sociale

15 15 Scuola dellinfanziaScuola Primaria Traguardi di sviluppo Il sé e laltro Corpo movimento igiene Fruizione e produzione di messaggi (verbali-misti) Esplorare –conoscere e progettare (obbediscono al principio dellologramma: gli uni rimandano agli altri, in un continuo rimando al tutto) Ordinati sia per discipline sia per educazioni obiettivi specifici di apprendimento contestualizzati

16 16 Scuola Secondaria di 1° grado (obbediscono al principio dellologramma: gli uni rimandano agli altri, in un continuo rimando al tutto) (italiano-inglese-2^ lingua comunitaria-storia geografia- matematica-scienze-tecnologia- musica-arte e immagine-attività sportive) e per leducazione alla convivenza civile (ed. alla cittadinanza- stradale- ambientale-alla salute-alimentare- allaffettività) obiettivi specifici di apprendimento contestualizzati Secondo ciclo Percorsi liceali Indicati per i due bienni e per lultimo anno Ordinati sia per discipline sia per educazioni

17 17 Uno per gruppo classe; è costituito dalle unità di apprendimento che hanno le curvature per i casi singoli Il lavoro sarà di èquipe, con il coordinamento del tutor Tiene conto delle singole esigenze di ogni alunno, offrendo percorsi formativi su misura È unofferta di studio orientata a far acquisire competenze nel rispetto delle potenzialità e dei bisogni di ogni singolo alunno Tende alla personalizzazione della progettazione formativa, al suo svolgimento e alla verifica

18 18 Piano di Studio Personalizzato di obiettivi specifici di apprendimento e relative unità di apprendimento che si trasformano in obiettivi formativi si sostanzia

19 19 Obiettivi Specifici di Apprendimento le conoscenze (sapere) e le abilità (saper fare) che tutte le scuole, nei diversi periodi didattici, devono organizzare in attività educative e didattiche per lacquisizione delle competenze Indicano

20 20 Obiettivi Specifici di Apprendimento Sono ordinati sia per discipline, sia per educazioni 1) lordine epistemologico di presentazione delle conoscenze e delle abilità che costituiscono gli obiettivi specifici di apprendimento non va confuso con il loro ordine di svolgimento psicologico e didattico Alcune consapevolezze da non trascurare

21 21 Principio dellologramma gli obiettivi specifici di apprendimento indicati per le diverse discipline e per le diverse educazioni obbediscono, in realtà, al principio dellologramma Gli uni rimandano sempre agli altri; non sono mai, per quanto possano essere autoreferenziali, richiusi su se stessi, ma sono sempre un complesso e continuo rimando al tutto

22 22 UNITÀ DI APPRENDIMENTO Le Unità di apprendimento, individuali, di gruppi di livello, di compito o elettivi oppure di gruppo classe, sono costituite dalla progettazione: di uno o più obiettivi formativi tra loro integrati (definiti anche con i relativi standard di apprendimento riferiti alle conoscenze e alle abilità coinvolte) delle attività educative e didattiche unitarie, dei metodi, delle soluzioni organizzative ritenute necessarie per concretizzare gli obiettivi formativi formulati delle modalità con cui verificare i livelli delle conoscenze e delle abilità acquisite, sia se e quanto tali conoscenze e abilità si sono trasformate in competenze personali di ciascuno Linsieme delle unità di apprendimento costituisce il Piano di Studio Personalizzato di ciascun allievo, che resta a disposizione delle famiglie e da cui si ricava la documentazione utile per la compilazione del Portfolio delle competenze individuali


Scaricare ppt "1 Progettazione dei percorsi personalizzati di apprendimento 6^ Lezione UNICAL SSIS Disciplina: Progettazione 400 ore a.a. 2006/2007 Docente: prof. Domenico."

Presentazioni simili


Annunci Google