La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dai sistemi integrati di gestione ad un approccio sistemico per una innovazione responsabile Roberto Mirandola RESPONSABILITÀ SOCIALE: NON UN VINCOLO MA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dai sistemi integrati di gestione ad un approccio sistemico per una innovazione responsabile Roberto Mirandola RESPONSABILITÀ SOCIALE: NON UN VINCOLO MA."— Transcript della presentazione:

1 Dai sistemi integrati di gestione ad un approccio sistemico per una innovazione responsabile Roberto Mirandola RESPONSABILITÀ SOCIALE: NON UN VINCOLO MA UNOPPORTUNITÀ Pisa, Centro Espositivo San Michele degli Scalzi Venerdì 23 Aprile 2010

2 Indice A cavallo del secondo millennio: lesigenza di un cambiamento I Sistemi di Gestione Gli elementi chiave di controllo del Sistema – La gestione e il controllo dei processi – Responsabilità della Direzione e Leadership – Il Miglioramento continuo Le opportunità per linnovazione ……….. Acque2

3 LE SFIDE DELLA SOCIETA DEL 2000 OPERARE IN UN MERCATO GLOBALE GESTIRE (CONTROLLARE) LA C0MPLESSITA RAGGIUNGERE LEFFICIENZA E LEFFICACIA SALVAGUARDARE IL VALORE DELLA CONOSCENZA, DELLASCOLTO E DEL CONFRONTO CONTEMPERARE LO SVILUPPO E LARMONIA, LA CRESCITA TECNOLOGICA E IL RISPETTO DELL'UOMO E DELL'AMBIENTE Acque PROFONDI CAMBIAMENTI DI ATTEGGIAMENTI E DI VALORI, DI STRATEGIE, DI MODELLI E DI TECNICHE DI RIFERIMENTO 3

4 UN NUOVO MODELLO DI IMPRESA QUALITÀ COME FATTORE STRATEGICO LA FLESSIBILITÀ E LA RAPIDITÀ DI RISPOSTA LA CAPACITÀ DI PENSARE IN GRANDE (PIANI A LUNGO TERMINE E OBIETTIVI PRESTIGIOSI) IL CONTINUO MIGLIORAMENTO LA PARTECIPAZIONE DI TUTTA L'AZIENDA LA CAPACITÀ DI COINVOLGERE CLIENTI, DIPENDENTI, FORNITORI, PARTNERS, ORGANISMI PUBBLICI E PRIVATI, ASSOCIAZIONI, LA COMUNITÀ CIVILE TUTTA L'ATTENZIONE AGLI ASPETTI SOCIALI 4Acque

5 5 Cliente Requisiti Misurazioni, analisi e miglioramento Responsabilità della Direzione Miglioramento continuo del sistema di gestione per la qualità Gestione delle risorse Realizzazione del prodotto Elementi in entrata Elementi in uscita Prodotto Cliente Soddisfazione LISO 9001 la conformità del Sistema di Gestione per la soddisfazione del cliente Tutti i Sistemi pensati e sviluppati per rispondere ad esigenze di rispetto ambientale, di sicurezza o di tipo sociale, hanno una struttura e contenuti (requisiti) che hanno preso come riferimento lISO 9001 Acque

6 LApproccio EFQM Strumento di Governo per unEccellenza sostenibile nel tempo RISORSE & PARTNERSHIP 9% RISORSE & & PARTNERSHIP 9% GESTIONE DEL PERSONALE 9% GESTIONE DEL PERSONALE 9% POLITICHE & STRATEGIE 8% POLITICHE & & STRATEGIE 8% RISULTATI RELATIVI AL PERSONALE 9% RISULTATI RELATIVI AL CLIENTE 20% RISULTATI RELATIVI ALLA SOCIETA 6% LEADERSHIP 10% PROCESSI 14% RISULTATI CHIAVE DI PERFORMANCE 15% Fattori (50%)Risultati (50%) RISORSE & PARTNERSHIP 9% RISORSE & & PARTNERSHIP GESTIONE DEL PERSONALE 9% PERSONALE POLITICHE & STRATEGIE 8% POLITICHE & & STRATEGIE RISULTATI RELATIVI AL PERSONALE RISULTATI RELATIVI AL CLIENTE RISULTATI RELATIVI ALLA SOCIETA 6% RISULTATI RELATIVI ALLA SOCIETA LEADERSHIP PROCESSI RISULTATI CHIAVE DI PERFORMANCE 15% RISULTATI CHIAVE DI PERFORMANCE RISULTATI CHIAVE DI PERFORMANCE Innovazione e apprendimento Acque 6

7 Indice Lesigenza di un cambiamento I Sistemi di Gestione Gli elementi chiave di controllo del Sistema – La gestione e il controllo dei processi – Responsabilità della Direzione e Leadership – Il Miglioramento continuo Le opportunità per linnovazione ……. Acque7

8 SI PUÒ DEFINIRE SISTEMA UN INSIEME DI ELEMENTI SI PUÒ DEFINIRE SISTEMA UN INSIEME DI ELEMENTI E RELAZIONI DESTINATE A SVOLGERE UNA O PIÙ DETERMINATE FUNZIONI. GLI ELEMENTI E LE RELAZIONI DEL SISTEMA CHE CONSENTONO AL SISTEMA DI SVOLGERE GLI ELEMENTI E LE RELAZIONI DEL SISTEMA CHE CONSENTONO AL SISTEMA DI SVOLGERE LE FUNZIONI PREVISTE SONO COLLEGATI TRA LORO IN UNA CATENA DI PROCESSI Acque SISTEMA (aziendale, dimpresa, di gestione o organizzativo) 8 ISO 9000 Insieme di elementi correlati od interagenti ISO 9000 Insieme di elementi correlati od interagenti

9 AZIENDA AMBIENTE OPERATIVO MACROAMBIENTE SISTEMA AZIENDALE APERTO 9 Acque

10 10 MACRO - AMBIENTE Fattori legislativi Fattori politici Fattori sociali Fattori internazionali Fattori tecnologici Fattori economici MACROAMBIENTE & SISTEMA AZIENDALE APERTO

11 11 Variabili influenti sul comportamento PERSONE VARIABILI COMPORTAMENTO OBIETTIVI E RISULTATI ORGANIZZATIVE MEZZI TECNICI RAPPORTO IMPRESA-AMBIENTE Ambiente operativo Sistema aziendale Clienti Azionisti Concorrenti Fornitori Collettività Stakeholders (parti interessate, portatori di interesse, clienti, proprietà, fornitori, personale, società) Freeman-Evan qualsiasi gruppo o individuo che può aver un influsso o è influenzato dal raggiungimento dello scopo di unorganizzazione

12 Sistema di gestione Processi e Procedure Progettazione Commerciale Assistenza Produzione Amministrazione Attrezzature Fornitori Personale Materiali Risorse Struttura Organizzativa E usuale che per le diverse categorie di obiettivi (business, qualità, ambiente, sicurezza e salute, etica..) si considerino vari Sistemi di Gestione, che dovrebbero essere fra di loro interconnessi, che dovrebbero essere fra di loro interconnessi, così da avere un SG per la Qualità, uno per lAmbiente, uno per la S&S, uno per la Responsabilità Sociale uno per il Business al quale, più o meno correttamente, i vari Sistemi sono asserviti E usuale che per le diverse categorie di obiettivi (business, qualità, ambiente, sicurezza e salute, etica..) si considerino vari Sistemi di Gestione, che dovrebbero essere fra di loro interconnessi, che dovrebbero essere fra di loro interconnessi, così da avere un SG per la Qualità, uno per lAmbiente, uno per la S&S, uno per la Responsabilità Sociale uno per il Business al quale, più o meno correttamente, i vari Sistemi sono asserviti Acque 12

13 Indice Lesigenza di un cambiamento I Sistemi di Gestione Gli elementi chiave di controllo del Sistema – La gestione e il controllo dei processi – Responsabilità della Direzione e Leadership – Il Miglioramento continuo Le opportunità per linnovazione ……. Acque13

14 Nota 1: Gli elementi in entrata in un processo provengono generalmente dagli elementi in uscita da altri processi. Nota 2: I processi in unorganizzazione sono di regola pianificati ed eseguiti in condizioni controllate al fine di aggiungere valore. Nota 3: Un processo in cui la conformità del prodotto risultante non può essere verificata prontamente o economicamente deve essere validato (qualificato) Process o 1 INPUT Processo 3 Proceso 2 OUTPUT Processo 4 DEFINIZIONE ISO 9000:2000 PROCESSO Insieme di attività correlate o interagenti che trasformano elementi in entrata in elementi in uscita

15 p1 p2 p3 v1 i1 i2 v3 v2 o1 r1r2 livello 1 r2 r1 o1 v3 v2 i2 v1 i1 livello 0

16 Altre risorse PSSS Introduzione PIANIFICAZIONE (PROGETTAZIONE) DI UN PROCESSO D P A C D P A C D P A C Altre risorse 16 Introduzione

17 IL CONTROLLO DI PROCESSO PLAN: DETERMINA GLI OBIETTIVI ED I CRITERI DI ACCETTAZIONE, EFFETTUA LE SCELTE (LE 4M), DETERMINA I METODI PER RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI, ADDESTRA IL PERSONALE (LA PROGETTAZIONE) PLAN: DETERMINA GLI OBIETTIVI ED I CRITERI DI ACCETTAZIONE, EFFETTUA LE SCELTE (LE 4M), DETERMINA I METODI PER RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI, ADDESTRA IL PERSONALE (LA PROGETTAZIONE) DO: FAI, SVOLGI IL LAVORO (LESECUZIONE) DO: FAI, SVOLGI IL LAVORO (LESECUZIONE) CHECK: MISURA, VERIFICA GLI EFFETTI DELL'APPLICAZIONE (LA DIAGNOSI) CHECK: MISURA, VERIFICA GLI EFFETTI DELL'APPLICAZIONE (LA DIAGNOSI) ACT: AGISCI, REGOLA, ADOTTANDO LE AZIONI NECESSARIE DI CORREZIONE (MANTENERE IL PROCESSO ENTRO I LIMITI DI CONTROLLO) E MIGLIORAMENTO (RIMUOVERE LE CAUSE) (IL FEEDBACK) ACT: AGISCI, REGOLA, ADOTTANDO LE AZIONI NECESSARIE DI CORREZIONE (MANTENERE IL PROCESSO ENTRO I LIMITI DI CONTROLLO) E MIGLIORAMENTO (RIMUOVERE LE CAUSE) (IL FEEDBACK) Acque17

18 La Pianificazione (Progettazione) di un Processo – Definire obiettivi e criteri di accettazione del processo a fronte degli obiettivi di input a quel processo derivanti (deployment degli obiettivi) da quelli generali – Individuare le fasi o meglio i processi necessari per conseguire gli obiettivi e le interazioni principali fra di essi (mappa dei processi) – Affrontare il processo individuando gli obiettivi a fronte di quelli richiesti dal cliente a valle, suddividendo ulteriormente il processo in sottoprocessi se il livello di dettaglio raggiunto non consente di individuare i/il metodo per conseguire gli obiettivi stabiliti – Individuare per ogni processo il metodo per fare (il Do del PDACA) e per monitorare (indicatori, il C e per le azioni eventuali di feedback e miglioramento (lA del PDCA) il processo – Emettere specifiche, procedure e istruzioni – Pianificare laddestramento del personale 18

19 ISO 2000 PREMI 19 Modello EFQM Strumento di Governo per unEccellenza sostenibile nel tempo RISORSE & PARTNERSHIP 9% RISORSE & & PARTNERSHIP 9% GESTIONE DEL PERSONALE 9% GESTIONE DEL PERSONALE 9% POLITICHE & STRATEGIE 8% POLITICHE & & STRATEGIE 8% RISULTATI RELATIVI AL PERSONALE 9% RISULTATI RELATIVI AL CLIENTE 20% RISULTATI RELATIVI ALLA SOCIETA 6% LEADERSHIP 10% PROCESSI 14% RISULTATI CHIAVE DI PERFORMANCE 15% Fattori (50%)Risultati (50%) Innovazione e apprendimento RISORSE & PARTNERSHIP 9% RISORSE & & PARTNERSHIP 9% GESTIONE DEL PERSONALE 9% GESTIONE DEL PERSONALE 9% POLITICHE & STRATEGIE 8% POLITICHE & & STRATEGIE 8% RISULTATI RELATIVI AL PERSONALE 9% RISULTATI RELATIVI AL CLIENTE 20% RISULTATI RELATIVI ALLA SOCIETA 6% RISULTATI RELATIVI ALLA SOCIETA 6% LEADERSHIP 10% LEADERSHIP 10% PROCESSI 14% PROCESSI 14% RISULTATI CHIAVE DI PERFORMANCE 15% RISULTATI CHIAVE DI PERFORMANCE 15% RISULTATI CHIAVE DI PERFORMANCE 15% Innovazione e apprendimento

20 Indice Lesigenza di un cambiamento I Sistemi di Gestione Gli elementi chiave di controllo del Sistema – La gestione e il controllo dei processi – Responsabilità della Direzione e Leadership – Il Miglioramento continuo Le opportunità per linnovazione ……. Acque20

21 Acque RESPONSABILITÀ DEL MANAGEMENT Capacità di rispondere con la propria Organizzazione alle esigenze dei clienti, a quelle delle Parti Interessate e ai requisiti cogenti applicabili e di darne dimostrazione (Assurance, dare fiducia, garantire, rassicurare) per quanto richiesto e di accrescerne continuamente il livello di soddisfazione 21

22 Acque LEADERSHIP CAPACITÀ DI INFLUENZARE, ORIENTARE, GUIDARE LE ATTIVITÀ INDIVIDUALI E DI GRUPPO VERSO LA DEFINIZIONE DI OBIETTIVI ED IL LORO CONSEGUIMENTO 22

23 Acque Una leadership orientata alleccellenza La capacità del Management (ad ogni livello di Responsabilità) di orientare tutti gli individui, i gruppi (interni ed esterni allazienda) e le loro attività, alleccellenza (dalla conformità o qualità del prodotto o servizio come conformità, alla sicurezza, allinnovazione e allapprendimento continuo) in tutto quello che fanno La QUALIT À, la SICUREZZA, la SOSTENIBILITA ambientale, la COMPETITIVITA, non è solo frutto di metodi e strumenti (procedure e professionalità) ma è soprattutto una questione di cultura (capire che è necessario un cambiamento, una rottura con i vecchi modi di stare in azienda, di operare nelle Organizzazioni pubbliche e private, nel sociale, nella vita) 23 Un cambiamento così radicale non può realizzarsi se non è pensato (progettato), attuato e vissuto direttamente dal management a partire dal top level a tutti i livelli operativi

24 Analisi delle esigenze Acque Identificare le esigenze e i requisiti dei clienti e delle PI Le altre Aziende Vincoli legislativi Focalizzare la missione, le politiche e gli obiettivi dellOrganizzazione sui requisiti e le esigenze dei clienti e delle PI Clienti LImpresa La Società 24

25 Acque 25 LA PIANIFICAZIONE OPERATIVA Attività decisionale con la quale si determina in che modo gli obiettivi strategici saranno raggiunti. Essa inizia con la definizione di obiettivi intermedi ad essi allineati e continua con lindividuazione del percorso da seguire per ottenerli. Gli obiettivi vengono definiti tramite INDICATORI

26 Acque 26 Schema di un Cruscotto Direzionale

27 Indice Lesigenza di un cambiamento I Sistemi di Gestione Gli elementi chiave di controllo del Sistema – La gestione e il controllo dei processi – Responsabilità della Direzione e Leadership – Il Miglioramento continuo Le opportunità per linnovazione ……. Acque27

28 28 Miglioramento Applicazione della sequenza P.D.C.A. P D C A tempo Sviluppo t1t1 t 1 + Δ t GAP

29 Indice Lesigenza di un cambiamento I Sistemi di Gestione Gli elementi chiave di controllo del Sistema – La gestione e il controllo dei processi – Responsabilità della Direzione e Leadership – Il Miglioramento continuo Le opportunità per linnovazione ……. Acque29

30 Acque30 Ma quale e stata la risposta di questi primi dieci anni del 2000 a quelle esigenze di cambiamento che si erano sviluppate a cavallo dellinizio di questo nuovo secolo?

31 Sistema di gestione Ambientale Sistema di gestione Sicurezza Acque 31 I cosiddetti Sistemi Integrati …… Sistema di gestione della RSI Sistema di gestione Qualità SONO STATI CREATI SISTEMI DIVERSI, SOVRAPPOSTI, DISTINTI, FORMALI (MANUALI E PROCEDURE DELLA SERIE SOTTO IL VESTITO NIENTE) NON BIOLOGICI, NON INTEGRATI NEI FATTI CON I MODI NORMALI DI LAVORARE E DI FARE BUSINESS

32 ORA, ECCO, VEDI, CI VUOLE TUTTA LA VELOCITÀ DI CUI SEI CAPACE PER RESTARE ALLO STESSO POSTO. SE VUOI ARRIVARE IN QUALCHE ALTRO POSTO DEVI CORRERE ALMENO DUE VOLTE DI PIÙ. Alice nel paese delle meraviglie Lewis Carroll Ma oggi ancora di più... Acque 32

33 Innovazione …. Verso una innovazione a 360 gradi, di Obiettivi e di Sistema per andare oltre i cosiddetti Sistemi Integrati per uninnovazione sostenibile e responsabile Obiettivi: ascoltare il mercato i propri clienti, i partners, tutte le parti interessate, dando corpo alle loro esigenze in modo equilibrato e responsabile, guardare lontano per le generazioni che verranno …. Sistema: Leadership e responsabilità ad ogni livello ovvero professionalità e sviluppo della risorsa umana, gestione di unorganizzazione in ottica di Sistema come rete di processi interni ed esterni, strettamente collegati ed interdipendenti, il miglioramento continuo come habitus mentale attraverso lascolto di tutte le voci dei processi, analizzando i risultati, passare dai dati alle informazioni ad una conoscenza condivisa come patrimonio non solo aziendale ma di tutti. Acque33

34 Nuove esigenze: la necessità dello sviluppo di una responsabilità sociale dimpresa (Commissione Europea ) Essere socialmente responsabili significa non solo soddisfare pienamente gli obblighi giuridici applicabili, ma anche andare al di là investendo di più nel capitale umano, nellambiente e nei rapporti con le parti interessate. Lesperienza acquisita (..) suggerisce che, andando oltre gli obblighi della legislazione le imprese possono aumentare la propria competitività. Gestire il cambiamento conciliando lo sviluppo sociale con lesigenza di una maggiore competitività. (Libro Verde. Promuovere un quadro europeo per la responsabilità sociale delle imprese, Com 366/2001) lintegrazione volontaria delle preoccupazioni sociali ed ecologiche delle imprese nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate

35 Nuove prospettive: la Green economics Green economics is the economics of the real worldthe world of work, human needs, the Earths materials, and how they mesh together most harmoniously. It is primarily about use-value, not exchange-value or money. It is about quality, not quantity for the sake of it. It is about regeneration---of individuals, communities and ecosystems--- not about accumulation, of either money or material. È l'economia del mondo reale, il mondo del lavoro, dei bisogni umani, dei materiali della terra, in un insieme armonioso. E' principalmente sul valore d'uso, non sul valore dello scambio o sul denaro. E' questione di qualità, non di quantità per il gusto di farlo. Si tratta di una rinascita degli individui, delle comunità e degli ecosistemi, non per accumulare soldi o materiale.

36 NUOVE ESIGENZE, NUOVI OBIETTIVI …… una nuova concezione di sviluppo Lo sviluppo visto come un processo di espansione delle libertà reali godute dagli esseri umani. Questa nuova concezione di sviluppo richiede che siano eliminate le principali forme di illibertà: la miseria come la tirannia, langustia delle prospettive economiche come la deprivazione sociale sistematica, la disattenzione verso i servizi pubblici o lautoritarismo di uno stato repressivo. Nonostante laumento senza precedenti di opulenza globale, il mondo contemporaneo nega libertà elementari ad un numero immenso di esseri umani. Sen A. (2000), Sviluppo è libertà, Milano, Mondadori.

37 Processo 1 Processo 2 Processo n Linnovazione a livello di sistema: governare ogni attività, ogni impresa, ogni organizzazione come una rete di processi Acque Processo k da Partners, Fornitori A Processi di altre Organizzazioni da altri Processi interni ed esterni Obiettivi Al Cliente Prodotti, Servizi Al Cliente Salute&Sicurezza Al Cliente Investitore, al Management, al personale Al Cliente Ambiente Al Cliente Società Civile Ai partners, ai fornitori, ai collaboratori Cliente Prodotti, Servizi Salute&Sicurezza Proprietà, Azionisti Management, Personale Ambiente Società Civile 37

38 Indice Lesigenza di un cambiamento I Sistemi di Gestione Gli elementi chiave di controllo del Sistema – La gestione e il controllo dei processi – Responsabilità della Direzione e Leadership – Il Miglioramento continuo Le opportunità per linnovazione …………………………. Acque38

39 E possibile ??!!! …… Volo! Zorba! So volare! strideva euforica Fortunata dal vasto cielo grigio. Lumano accarezzò il dorso del gatto. Bene, gatto. Ci siamo riusciti disse sospirando. Sì, sullorlo del baratro ha capito la cosa più importante miagolò Zorba. Ah sì? E cosa ha capito? chiese lumano. Che vola solo chi osa farlo miagolò Zorba. (Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare, Luis Sepulveda ) Acque39


Scaricare ppt "Dai sistemi integrati di gestione ad un approccio sistemico per una innovazione responsabile Roberto Mirandola RESPONSABILITÀ SOCIALE: NON UN VINCOLO MA."

Presentazioni simili


Annunci Google