La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La formazione della persona nelletà evolutiva: proposte e prospettive Sul rapporto educazione motoria Gioco - sport e crescita dellindividuo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La formazione della persona nelletà evolutiva: proposte e prospettive Sul rapporto educazione motoria Gioco - sport e crescita dellindividuo."— Transcript della presentazione:

1 La formazione della persona nelletà evolutiva: proposte e prospettive Sul rapporto educazione motoria Gioco - sport e crescita dellindividuo

2 Urbania -13 maggio 2011 Giovanni Lodetti Psicologo clinico dello sport Docente Scuola Regionale Coni Lombardia Coordinatore Formazione Nazionale FISPES – Coni Presidente Associazione Internazionale Psicologia e Psicoanalisi dello sport – AIPPS e Società Internazionale Psicologi clinici dello sport SIPCS. Società di riferimento EuroPsy – Membro FISSP.

3 Psicologia clinica – definizione Comprende lo studio scientifico e le applicazioni della psicologia in merito alla diagnosi, prevenzione ed intervento nelle problematiche psicologiche e relazionali individuali, famigliari e di gruppo,compresa la gestione di molte forme di psicopatologia. Utilizza il rapporto interpersonale come strumento di conoscenza

4 Psicologia Clinica dello Sport crescita dellindividuo nella sua globalità attraverso laccadimento sportivo nasce nel 1988 in seguito ai numerosi studi (G.Lodetti) sulle potenzialità educative e terapeutiche dellattività sportiva 1994: nasce lA.I.P.P.S.(Association International Psychologie et Psychanalyse du Sport), prima ed unica associazione onlus che si occupa di psicologia clinica applicata all'attività ludico sportiva.

5 Obiettivi: prevenzione al disagio giovanile attraverso lo strumento sportivo non in senso agonistico, ma con un approccio orientato agli aspetti legati alla formazione del carattere e ad un buon sviluppo della personalità. Metodologia: osservazione clinica – meccanismi di difesa – dinamiche comunicative e relazionali Finalità: Obiettivo: studiare gli aspetti psicologici delle dinamiche che si attuano nella pratica dellattività sportiva per poter individuare eventuali segnali di disagio emotivo (particolare attenzione alletà evolutiva) e relativi correttivi clinici, eventualmente nei casi meno gravi anche tramite lattività sportiva stessa (sport come autocorrettivo)

6 Sviluppi metodologici relativi agli strumenti applicati Lettura clinica dei dati osservati attraverso i meccanismi di difesa Lettura delle dinamiche di relazione transazionale tra sé e gli altri Elaborazione dei dati e gestione epistemologica forte dei risultati ottenuti attraverso test di lettura incrociata : ( test dellalbero, Patte Noir, ecc)

7 Specifiche di alcuni interventi limite sul territorio Sportello della psicologia dello sport- Unita Spinale H. Niguarda Ca Grande Milano Ludoteca dello sport per la prevenzione dell ADHD

8 Lo sportello per laccompagnamento allo sport Il progetto nasce dalla collaborazione fra lAssociazione Aus Niguarda e lAIPPS e si inserisce in quello di Sport terapia dellUnità Spinale dellOspedale Niguarda. Esso prende le mosse dallidea cardine di considerare la persona nella sua globalità e quindi di intendere la riabilitazione come un riapriopiarsi,da parte dellindividuo,(molte volte estremamente giovane) della propria autonomia non solo fisica,ma anche psichica, perciò in definitiva una riconquista della propria vita in toto. Sperimentare ed elaborazione del nuovo Sé in seguito al trauma attraverso lo sport

9 Ludoteca dello sport a finalità cliniche per labbattimento delle problematiche dellADHD Il disturbo da deficit dattenzione/Iperattività è un disturbo evolutivo dellautocontrollo. Esso implica deficit di attenzione e concentrazione,di controlli degli impulsi e del livello di attività. Queste attività derivano sostanzialmente dallincapacità del bambino di regolare il proprio comportamento in funzione del trascorrere del tempo,degli obbiettivi da raggiungere e delle richieste dellambiente.

10 Una proposta alternativa alla seduta terapeutica ed allintervento farmacologico:la nascita della ludoteca dello sport. Allinterno delle problematiche prima descritte che comporta la patologia dellADHD,lAIPPS ha individuato un possibile contesto di lavoro nellutilizzo dello sport come modifica di alcune difficoltà comportamentali ed attentive di questi bambini,venendo a costituirsi come un contesto multimodale nel quale gli aspetti cognitivi e di problem solving, motivazionali - attributivi e relazionali possono essere gestiti da uno psicologo clinico dello sport in modo da intervenire sulle difficoltà osservate nei bambini

11 Sport osservazione clinica e grafodinamica : una possibile relazione? E sicuramente importante poter capire che è possibile per entrambe le tipologie di interventi sopra esposti in fase di osservazione dellagito con strumenti clinici di osservazione quale i meccanismi di difesa ecc….( e verifica)… poter contare anche sull osservazione grafodinamica per portare ulteriori spunti di confronto nel prima durante e dopo linterazione con lattività sportiva, mettendo quindi il gesto grafico e la scrittura al centro di unindagine clinica di confronto dati veramente interessante da sviluppare

12 Perché la grafodinamica? Perche è un approccio alla persona che unisce il punto di vista dei modelli di relazione daiuto, in particolare rogersiano e neorogersiano, e quello appunto grafodinamico, per favorire lo sviluppo di strategie funzionali per aiutare la persona a migliorare il proprio stato di benessere esistenziale, svolgendo un ruolo significativo nel settore della relazione daiuto, offrendo un servizio di mirata utilità in diversi contesti educativi, rieducativi e psicosociali.

13 Cosa poter vedere insieme e come operare Nei contesti quindi di disagio giovanile messi in atto nei luoghi sportivi e scolastici la grafodinamica oltre a supportare lindividuazione del sintomo potrebbe in forma di affiancamento teraupetico portare un apporto positivo al benessere del soggetto Si pensi per esempio ad un adhd non individuato attraverso lo sport o la grafodiagnostica che se si sviluppasse in bullismo, porterebbe sicuro disagio al giovane ed alla comunità

14 Conclusione Alla luce dei fini clinici di prevenzione e di attenzione al benessere dellindividuo in età evolutiva è utile poter contare su strumenti operativi che derivino dallosservazione del signum umano ovvero dellatto motorio vissuto in forma libera e del segno grafico espresso per leggerne i sintomi, e portarne quindi eventualmente i rimedi con gli stumenti terapeutici adeguati


Scaricare ppt "La formazione della persona nelletà evolutiva: proposte e prospettive Sul rapporto educazione motoria Gioco - sport e crescita dellindividuo."

Presentazioni simili


Annunci Google