La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO SOCIO-EDUCATIVO. Premessa metodologica Valenza formativa leducatore sportivo è interessato allo viluppo della persona, alla sua maggiore adattabilità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO SOCIO-EDUCATIVO. Premessa metodologica Valenza formativa leducatore sportivo è interessato allo viluppo della persona, alla sua maggiore adattabilità"— Transcript della presentazione:

1 PROGETTO SOCIO-EDUCATIVO

2 Premessa metodologica Valenza formativa leducatore sportivo è interessato allo viluppo della persona, alla sua maggiore adattabilità alla vita, alla crescita della sua capacità di sforzo fisico e intellettuale, alla sua capacità di superare gli insuccessi, di relazionarsi con gli altri in un rapporto di confronto, anche di competizione (non di scontro), di reciproco rispetto, comprensione e solidarietà.J.M.Cacigal Valenza preventiva per socializzare attraverso lo sport è necessario dapprima socializzarsi allo sport, in modo che lo sport costituisca una prolungata esperienza saliente per lindividuo.Coalter

3 Chi siamo: Feeds Onlus, Centro di Formazione, Etica ed Educazione allo Sport, è unassociazione non profit, nata nel settembre del 2006, con il patrocinio e il sostegno di Vertical Vision s.p.a., azienda leader nella comunicazione visiva su stampa digitale, che ha deciso di investire, andando oltre la classica forma di sponsorizzazione tradizionale, in un progetto sociale ed educativo Tra i Testimonial del nostro progetto: Dino Meneghin e Dan Gay(basket), Daniele Massaro(calcio), Rita Guarino(calcio femminile), Alberto Cova(atletica) La nostra èquipe di lavoro è formata da esperti(psicopedagogisti, grafologi, psicologi dello sport e delletà evolutiva) che da anni offrono interventi di educazione, formazione e psicologia rivolti a bambini e ragazzi La nostra professionalità e prevalentemente orientata verso i settori giovanili delle società sportive, in quanto crediamo fermamente che lo sport può essere un canale formativo e preventivo durante letà dello sviluppo Allinterno di una visione globale, che riteniamo la più rispettosa nei confronti dei minori che seguiamo, offriamo interventi di consulenza e formazione anche a allenatori, genitori, insegnanti, educatori

4 Cosa offriamo: un percorso di supporto, formazione, prevenzione e orientamento nellelaborazione di progetti educativi da condividere con le Società Sportive, che coinvolgono la popolazione giovanile del territorio, gestito con; Professionalità,competenza e sensibilità Attenzione ai bisogni di crescita del bambino, nel rispetto della sua unicità e creatività Sostegno a genitori,insegnanti e allenatori, tramite corsi e incontri di formazione Formazione psicoeducativa, emotiva e umana

5 Possibili interventi: Carta etica ed educativa della società Corsi e incontri di formazione a carattere psicoeducativo Carta psicoattitudinale del bambino/ragazzo, tramite somministrazione di test sul disegno e sulla scrittura Incontri di monitoraggio e supervisione/consultorio Bilancio sociale della società

6 In che cosa consiste: Carta etica ed educativa della società:Carta etica ed educativa della società: documento programmatico della società sportiva composto da; un codice comportamentale degli allenatori e dei genitori una carta dei diritti del bambino che fa sport adesione al programma concordato Corsi, incontri e conferenze a carattere psicoeducativo:Corsi, incontri e conferenze a carattere psicoeducativo: vengono concordati e programmati nel corso dellanno incontri di formazione rivolti a genitori ed allenatori, allinterno dei quali riflettere e confrontarsi sulle principali tematiche evolutive e dinamiche educative riguardanti il percorso di crescita dei bambini/ragazzi Carta psicoattitudinale del bambino/ragazzo:Carta psicoattitudinale del bambino/ragazzo: tramite somministrazione di test su disegno e scrittura, viene elaborato un profilo personale e relazionale del bambino/ ragazzo, in ambito sportivo, che viene poi condiviso con i genitori che lo desiderano e con gli allenatori Incontri di supervisione:Incontri di supervisione: da concordare con gli allenatori per monitorare il percorso educativo ed affrontare eventuali problematiche Bilancio sociale della società:Bilancio sociale della società: al termine dellanno, in base al percorso compiuto, viene compilato un report con le attività svolte e gli obiettivi raggiunti

7 I dieci comandamenti dello sport per ladulto: 1.non chiedete ai vostri bambini di vivere i vostri sogni 2.non lasciate che i loro sogni diventino incubi notturni 3.addestrateli al coraggio, al non aver paura di sbagliare 4.fateli sentire importanti allo stesso modo 5.ascoltate il loro disagio

8 I dieci comandamenti dello sport per ladulto: 6.evitate i confronti 7.insegnateli limportanza della fatica attraverso la motivazione 8.non prendete mai una sconfitta troppo seriamente 9.fate in modo che la gara sia una benedizione e non una maledizione 10.attenti a quello che dite le vostre parole per loro sono importanti

9 Carta dei diritti del bambino nello sport- Unesco: diritto di divertirsi e di giocare come un bambino diritto di fare lo sport che preferisce diritto di beneficiare di un ambiente sano diritto di essere trattato con dignità diritto di essere allenato e circondato da persone qualificate diritto di seguire allenamenti adeguati ai propri ritmi diritto di misurarsi con giovani che abbiano la stessa probabilità di successo diritto di partecipare a gare adeguate diritto di praticare il suo sport nella massima sicurezza diritto di avere tempi di riposo diritto di non essere un campione

10 Gli argomenti dei corsi Vengono riportati di seguito alcuni argomenti significativi che potrebbero essere affrontati: la crescita psichica del bambino e le più comuni tipologie comportamentali conoscenza della maturità emotivo-affettiva disagio della crescita e gestione dellaggressività nelletà evolutiva dialogo e rapporti tra genitori e figli emozioni positive e distruttive il rapporto con il gruppo dei pari e il fenomeno del bullismo paure ataviche e odierne, come superarle

11 Documento programmatico: adesione al progetto e condivisone della visione etica incontri di verifica con gli allenatori incontri di formazione con i genitori condivisione del profilo psicoattitudinale del bambino monitoraggio di minori segnalati per forme di disagio, tramite P.e.i.

12 Chi gestisce il percorso: Il lavoro sopra esposto viene gestito da operatori di settore qualificati(psicologi dello sport, psicopedagogisti, consulenti psicoeducativi e grafologici) in stretta collaborazione con lo Studio Crotti e Magni,con sede a Milano, in viale Marche n. 35, che da anni si occupa di interventi di orientamento e formazione psicopedagogica e analisi del disegno in età evolutiva. La tempistica verrà concordata in base alle esigenze e disponibilità di ogni singola società. Lo staff sarà così composto: dott. Samuele Robbioni: consulente psicoeducativo con specializzazione in psicologia dello sport, responsabile del progetto e referente della Feeds Onlus nei confronti del Comune di Cislago dott.ssa Cristina Oliva: laureata in psicologia alluniversità del Michigan dott.ssa Evi Crotti: psicopedagogista e esperta di comunicazione dott. Alberto Magni: medico e psicoterapeuta lèquipe dello studio Crotti e Magni e di Feeds

13 Gli obiettivi principali: Formazione atleti (bambini/ragazzi) Formazione allenatori Formazione genitori Formazione nelle scuole

14 Impegno congiunto: La società sportiva … si impegna a sottoscrivere ed aderire al progetto socio-educativo sopra esposto, in tutti i suoi punti, grazie alla collaborazione e al sostegno dellAssociazione Feeds Onlus, ed in accordo con lamministrazione comunale di Cislago. In fede, …

15 Chi ci crede


Scaricare ppt "PROGETTO SOCIO-EDUCATIVO. Premessa metodologica Valenza formativa leducatore sportivo è interessato allo viluppo della persona, alla sua maggiore adattabilità"

Presentazioni simili


Annunci Google