La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 1 M.Daniela Greco Il tablet a scuola… Ragioniamoci assieme!

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 1 M.Daniela Greco Il tablet a scuola… Ragioniamoci assieme!"— Transcript della presentazione:

1 1 1 M.Daniela Greco Il tablet a scuola… Ragioniamoci assieme!

2 Io ed altri facciamo parte di quella schiera di professori ancora abbastanza giovani che se non sono nativi digitali sono però digitalizzati ormai compiutamente, 2 2 Il tablet a scuola sanno fare quasi tutto con il computer, vivono connessi a internet e hanno già a casa, comprato con i loro soldi, uno smatphone o un ipad.

3 3 Io però mi chiedo come si possa sperare, solo mettendo loro in mano un tablet, che altri colleghi, anche bravissimi, ma che non sanno nemmeno come si accende un pc, possano colmare da soli e in brevissimo tempo un gap enorme rispetto Il tablet a scuola 3 a tanti studenti: che non consiste, solo nel capire come funzionano i vari device, consiste nel dover inventare per ogni materia una didattica nuova e specifica che usi quel device.

4 la didattica non si può improvvisare, ed il mezzo tecnico non fa lezione, perché il tablet di per sé è solo un oggetto, non insegna nulla, come non insegna nulla una penna. 4 4 Il tablet a scuola Non è disseminando a caso vagonate di penne in classe che gli alunni imparano a scrivere, e non è dando a tutti un tablet che si otterranno scuole improvvisamente digitalizzate e moderne..

5 Il docente ha la responsabilità di un uso consapevole e denso di significato: non basta entrare in classe e dire accendete il tablet per giustificare luso di questi strumenti, 5 5 Il tablet a scuola ma è opportuno ripensare e in un certo senso anche riprogettare la propria didattica alla luce di questa nuova prospettiva.

6 Non si può però negare che la conoscenza (e quindi la didattica) oggi passa per la rete, e per navigare, surfare, cercare, condividere, taggare, sottolineare un tablet non ha rivali Il tablet a scuola Un tablet con una robusta copertina si apre come un diario, si usa come un quaderno, si appoggia dove si vuole (sulle ginocchia, sul banco, sullo scalino, sul davanzale…),

7 7 7 Il tablet a scuola In due secondi (anche meno) è operativo, si ripone in qualsiasi zaino, o borsetta… Inoltre con la diffusione di ebook, leggere (sottolineare, evidenziare, commentare, condividere, linkare) è molto più facile e piacevole con un tablet (si può orientare la pagina, ingrandire i caratteri, cambiare facilmente la luminosità, usare un dizionario, un traduttore, un universo...)...

8 8 8 Il tablet a scuola Io stessa devo ammettere che da quando ho un tablet la mia vita, professionale e privata, ha fatto un salto di qualità: il tablet lo apri e sei operativo (in collegio, in consiglio, in classe, in treno, in balcone, a letto...). Colleghi raccontano che in cattedra è sempre aperto, di fianco al libro e sopra il registro: ci segnano i voti, ci prendono gli appunti per le interrogazioni, ci leggono di tutto,

9 9 9 Il tablet a scuola controllano dati e date, improvvisano Voli pindarici, postano i compiti direttamente nel loro gruppo Fb…

10 10 Il tablet a scuola Diciamocela però tutta: unora di lezione è lunga, è enormemente lunga, se non si sa cosa fare e noi tutti lo sappiamo: spiegare, interrogare, verificare… Ma diventa angosciantissima se si perde il controllo dei propri studenti persi nel loro mondo. 10

11 11 Il tablet a scuola Cosa vogliamo fare? Aprire il nostro libro e iniziare a spiegare lasciando il tablet chiuso nella borsa, invitando gli alunni a fare altrettanto, a riporre questo strano strumento nello zaino? Continuare la nostra lezione frontale come se nulla fosse accaduto? Sgridando gli alunni quando finalmente riapriranno la tanto costosa tavoletta e vagheranno in fb o in internet incuranti del fiume di parole piene di cultura che pioverà loro addosso, con il grande desiderio di evadere anche virtualmente dalle 4 pareti dellaula?

12 12 Il tablet a scuola Quindi, cosa facciamo? NON dobbiamo cambiare la nostra didattica, solo il MODO di far lezione. Ad esempio quando si arriva in classe, apriamo la LIM e ci colleghiamo allaccount su Google Drive: possiamo così in tempo reale creare slide, scrivere documenti di word, condividere testi con gli studenti, tramite un semplice copia- incolla, persino dare loro link a formati (spezzoni di film, canzoni, etc) su You Tube.

13 13 Il tablet a scuola E se You Tube è bloccato? Il sito è bloccato a scuola ma a casa nostra (per fortuna) no. Se vogliamo mostrare in classe un video da YouTube (o da un altro sito vietato) è necessario scaricare la risorsa in questione a casa nostra. Questa soluzione è inoltre molto efficace perché le immmagini saranno fluenti e non bloccate spesso dal buffering della rete.

14 14 Il tablet a scuola Tutto viene condiviso immediatamente sulle loro caselle di posta elettronica: loro lo possono consultare da casa, scaricarselo sul pc se vogliono, o guardarlo on line si risolve in questo modo il problema dei testi in fotocopia che poi venivano persi, e anche degli appunti per gli assenti che dovevano essere recuperati tramite telefonate ai compagni…

15 15 Il tablet a scuola Potremmo addirittura non aver più nemmeno bisogno del libro di testo: ognuno sceglie i passi che vuole, costruisce i percorsi didattici come più gli è utile, e non dobbiamo far acquistare materiale in più dagli alunni, fotocopiarlo o distribuirlo. Si può usare la LIM come una lavagna normale e fare un brain storming per riprendere i contenuti della lezione precedente o, per esempio, proporre un warm-up (unimmagine, uno schema, un fumetto, etc.) per contenuti nuovi.

16 16 Il tablet a scuola Questo materiale può essere anche registrato dalla lavagna e passato alla classe quasi immediatamente o alla fine della lezione. Ma tanti di noi hanno già tanto materiale didattico e già in formato elettronico, prodotto con vari software; come si può rendere disponibile alla classe?

17 17 Il tablet a scuola Una soluzione semplice è quella di trasformare tutto in PDF, che è il formato maggiormente leggibile su qualunque dispositivo presente a scuola e a casa. (è necessario aver installato PDFCreator sul PC)

18 18 Il tablet a scuola Ma come fanno gli alunni a prendere appunti? La vecchia tecnologia, quella dei quaderni di carta, funziona ancora ma per il tablet esistono Apps gratuite per fare questo; alcune di queste permettono anche di organizzare gli appunti in quaderni o di condividerli in Internet attraverso il Cloud.

19 19 Il tablet a scuola Come faccio a sapere quali risorse sono disponibili in rete per la mia materia ? La domanda vera è unaltra: Se la risposta è SI allora ci si deve organizzare, magari per materia o per dipartimento. E necessario pensare, come gruppo docenti, a strumenti che facilitino l'interazione fra di noi per attività di ricerca, una volta che ho trovato del materiale didattico davvero buono, sono disponibile a condividerlo?

20 20 Il tablet a scuola di esplorazione di risorse, raccolta dati su quanto è disponibile e valutazione di tutto ciò ma sempre e solo in modo collaborativo.

21 21 Il tablet a scuola Buon lavoro a tutti!!! M.Daniela Greco


Scaricare ppt "1 1 M.Daniela Greco Il tablet a scuola… Ragioniamoci assieme!"

Presentazioni simili


Annunci Google