La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro Le opportunità aperte da Scuola Digitale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro Le opportunità aperte da Scuola Digitale."— Transcript della presentazione:

1 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro Le opportunità aperte da Scuola Digitale

2 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 2 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Indice >Obiettivi della presentazione >LIstruzione in Sardegna: i fabbisogni >LIstruzione in Sardegna: Scuola Digitale come modello a tendere >Le possibili integrazioni tra Istruzione e Formazione Professionale >Le possibili integrazioni tra Istruzione e messa in rete del patrimonio culturale >Gli effetti potenziali sul sistema regionale >La rete con altri sistemi regionali >Il centro di eccellenza

3 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 3 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Obiettivi della presentazione Descrivere le potenzialità del progetto Scuola Digitale a supporto dellintegrazione della filiera Istruzione – Formazione – Lavoro e le possibili interconnessioni con la messa in rete del patrimonio culturale Individuare i possibili percorsi per la costruzione: di un modello integrato di Istruzione e Formazione Professionale in Regione Sardegna basato sugli output forniti dal progetto Scuola Digitale e dalle esperienze di successo in altre realtà regionali (TRIO); di un modello integrato Istruzione/Beni culturali Disegnare possibili scenari che mettano a sistema le risorse e competenze dei due Assessorati Istruzione e Lavoro, sfruttando le possibili sinergie a interregionale

4 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 4 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Listruzione in Sardegna: i fabbisogni Contrastare la dispersione e innalzare la qualità dellistruzione (1/3) Dallavvio della programmazione la Regione Sardegna ha rafforzato la propria strategia mirata al miglioramento complessivo del sistema di istruzione regionale. Tra gli obiettivi principali della suddetta strategia, vi è quello di elevare le competenze degli studenti e la capacità di apprendimento della popolazione, che può essere sostanzialmente ricondotto ai seguenti tre indicatori specifici così come definiti nella Delibera CIPE N. 82 del 3 agosto 2007.

5 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 5 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Listruzione in Sardegna: i fabbisogni Contrastare la dispersione e innalzare la qualità dellistruzione (2/3) La Regione Sardegna ha inoltre messo a punto un piano specifico per la lotta contro la dispersione scolastica che può essere sostanzialmente ricondotto ai seguenti sette obiettivi: 1.assorbimento 10% studenti che non superano lesame finale della scuola secondaria di I grado e innalzamento del livello medio di preparazione degli studenti che al termine degli otto anni della scuola primaria e secondaria di I grado conseguono il giudizio minimo, sufficiente; 2.riduzione e progressivo assorbimento 31,75% studenti che nellanno scolastico hanno interrotto la frequenza degli istituti secondari superiori rispetto al totale degli iscritti al 1° anno di corso nellanno scolastico (rif. Rapporto Tuttoscuola); 3.riqualificazione dellistruzione tecnica e professionale coerentemente con gli obiettivi della recente riforma della scuola secondaria superiore; 4.azione capillare di contrasto al disagio ed al malessere giovanile attraverso il sostegno qualificato degli insegnanti che dovranno supportare gli studenti verso una più consapevole gestione della propria sfera emotiva;

6 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 6 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Listruzione in Sardegna: i fabbisogni Contrastare la dispersione e innalzare la qualità dellistruzione (3/3) 5.rafforzamento delle azioni mirate al sostegno degli alunni diversamente abili; 6.incremento del tempo pieno nelle scuole primarie, garantendone il mantenimento anche nelle classi di nuova istituzione; 7.rafforzamento delle relazioni tra il sistema dellistruzione ed il contesto sociale attraverso: azioni integrative per linnalzamento del livello quali/quantitativo della cultura generale nei percorsi di istruzione/formazione volti allassolvimento dellobbligo scolastico; percorsi didattici integrativi rispetto a quelli curriculari (es. percorsi di alternanza/scuola lavoro); misure volte a garantire lacquisizione di un buon livello di cultura generale nei percorsi di apprendistato formativo; rafforzamento dellalleanza scuola/lavoro nellistruzione secondaria superiore attraverso listituzione di una rete di ITS nellambito delle seguenti aree tecnologiche: Nuove tecnologie per il made in Italy; Mobilità sostenibile; Efficienza energetica; Tecnologie della informazione e della comunicazione; Tecnologie Innovative per i beni e le attività culturali – Turismo; Nuove tecnologie della vita.

7 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 7 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Scuola Digitale è una azione di sistema basata su un programma di innovazione didattica riguardante le tecnologie, le metodologie, i contenuti ed i servizi connessi e pianificata in accordo con il Ministero dellIstruzione, dellUniversità e della Ricerca. Mission: Ridurre significativamente la distanza che separa la Sardegna dai migliori contesti nazionali ed europei in materia di istruzione avvicinandola alla media nazionale e, soprattutto, della media OCSE PISA. Inquadramento strategico: 13 Linee di attività correlate allattuazione dei due PO FSE (Asse IV) e FESR (Assi I, II) e inquadrate nella strategia 2 del PRS della Sardegna,Educazione: valorizzare e potenziare i luoghi delleducazione, che mira al raggiungimento del successo formativo con conseguente contrasto degli abbandoni scolastici, crescita dei livelli di istruzione e raccordo tra lofferta di competenze e le esigenze del mercato, favorendo occupazione e crescita. LIstruzione in Sardegna: Scuola Digitale come modello a tendere Linee- obiettivo Scuola Digitale PO FESR 1.Lavagne interattive multimediali (LIM) o tecnologia similare 2.Fornitura di NetPc, o tecnologia similare, 3.Azioni di adeguamento delle reti e di recupero del patrimonio infrastrutturale esistente Assi I, II Linee- obiettivo Scuola Digitale PO FSE 4.Analisi e ricognizione delle risorse disponibili nel territorio regionale 5.Produzione di materiali didattici multimediali 6.Centro di eccellenza 7.Formazione e assistenza tecnico-professionale 8.Servizio di supporto help on line per studenti 9.Servizio di comunicazione scuola – famiglia 10.Valutazione in itinere e finale 11.Supporto al Coordinamento scientifico, monitoraggio e gestione Asse IV

8 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 8 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale LIstruzione in Sardegna: Scuola Digitale come modello a tendere Scuola Digitale è finalizzata alla creazione di un ambiente dapprendimento, inteso come luogo in cui coloro che apprendono possano lavorare aiutandosi reciprocamente e avvalersi di una varietà di strumenti e risorse informative. Per la prima volta in Italia si prevede la produzione dei contenuti digitali per le LIM per ogni scuola di ordine e grado e per la totalità delle discipline insegnate, secondo i suggerimenti dei framework europei e le indicazioni ministeriali per lobbligo e il primo ciclo, tenendo conto delle riforme in atto per i licei e i tecnici LIM Docenti in formazione e allievi coinvolti NetPC 1 Canale TV DTT Materiali didattici per tutti i cicli dellistruzione Scuola primaria e scuola secondaria di I grado secondo i 4 assi (Commissione Ceruti) Discipline umanistiche e scientifiche per i Licei Discipline artistiche Lingue straniere Discipline musicali e coreutiche Aree dindirizzo per i tecnici e per i professionali Contenuti interdisciplinari e transdisciplinari finalizzati alla formazione delle competenze di base Lingua e cultura sarda Contenuti sperimentali autoprodotti dai docenti e dalle scuole sarde

9 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 9 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Marte Campus Unisofia Digitale Terrestre Progetti MIUR Banda Larga Fattori ed esperienze preesistenti concomitanti LIstruzione in Sardegna: Scuola Digitale come modello a tendere Larchitettura complessiva SIL – Sistema Informativo Lavoro Scuole di ogni ordine e grado Allievi NetPc LIM Comunicazione Didattica Tecnologie didattiche Metodologie e contenuti didattici CENTRO SERVIZI DI ECCELLENZA Coordinamento e Organizzazione didattica Repository Portale Motore di ricerca semantico Servizi integrati Segreteria e Amministrazione Servizi di Comunicazione Scuola-famiglie Servizi per i docenti Servizi per gli studenti Help on line Sistema delle Anagrafi Anagrafe della popolazione scolastica Anagrafe dellofferta formativa Anagrafe delledilizia scolastica Docenti Formazione

10 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 10 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Le possibili integrazioni tra Istruzione e Formazione Professionale Quali sono le possibili evoluzioni del sistema digitale dellistruzione? Per garantire un sistema regionale integrato, nella direzione indicata dalla CE e dalla Linee Guida sulla Formazione Professionale del 2010, la RAS ha lopportunità di connettere i propri sistemi di Istruzione, Formazione e Lavoro sulla base di un linguaggio comune (quello delle Competenze) e della cooperazione tra i sistemi informativi. LAVOROISTRUZIONE COMPETENZE FORMAZIONE PROF.LE Tale integrazione appare strategica in tre ambiti: la creazione di unofferta formativa e-learning per gli apprendisti in diritto – dovere e in apprendistato professionalizzante, in perfetta coerenza con quanto previsto dalla Direttiva 2010 sullApprendistato (40% della formazione in e- learning); la disponibilità di contenuti didattici per i percorsi triennali di IeFP che vedono un ruolo primario della Regione e della formazione professionale; la correlazione tra i fabbisogni formativi del mercato del lavoro e dei lavoratori e lofferta formativa disponibile a livello regionale attraverso la rete costruita grazie a Scuola Digitale.

11 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 11 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Le possibili integrazioni tra Istruzione e Formazione Professionale Il linguaggio delle competenze Conoscere Capire Sentire Decidere Agire Trasferire il sapere da un modello (rappresentazione artificiale semplificata di un contesto reale) al mondo della esperienza quotidiana. I cardini del concetto di competenza

12 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 12 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Le possibili integrazioni tra Istruzione e Formazione Professionale Come garantire lintegrazione IFL? (1/2) linterconnessione con i dati del Sistema Informativo Lavoro (scambio dati su Apprendistato, domanda e offerta di lavoro, servizi di orientamento e formazione); la connessione con il sistema delle qualifiche regionali definito attraverso il Repertorio Regionale delle Figure Professionali; la connessione con il sistema dei percorsi triennali per lassolvimento del Diritto-Dovere allinterno ed allesterno degli Istituti Professionali dello Stato; listituzione di una rete delle scuole speciali di tecnologia (ITS) per la formazione, di livello post secondario, di tecnici superiori nelle aree tecnologiche strategiche per lo sviluppo economico e la competitività del territorio; lofferta della formazione professionale a finanziamento regionale e comunitario (FSE) in particolare per lApprendistato Diritto – Dovere e per lApprendistato Professionalizzante. Il legame e lintegrazione con le altre due leve dei sistemi di Life Long Learning e Life Wide Learning - Formazione Professionale e Lavoro – da parte di Scuola Digitale può essere rafforzato attraverso il coinvolgimento dellAssessorato al Lavoro, rispetto a: Life Wide Learning Life Long Learning Istruzione Formazione Lavoro Scuola Digitale

13 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 13 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Le possibili integrazioni tra Istruzione e Formazione Professionale Come garantire lintegrazione IFL? (2/2) Le potenzialità e i contenuti dellofferta di formazione professionale della RAS possono essere integrati dallofferta formativa disponibile su piattaforme di web learning già esistenti come ad esempio la piattaforma TRIO della Regione Toscana. SIL Web learning Qualche dato su Utenti attivicirca Visite mensilicirca Prodotti formativi Circa in 16 aree rappresenta una best practice a livello nazionale e costituisce una risposta ai bisogni formativi in continua evoluzione. Inoltre lofferta di prodotti e servizi formativi è: completamente gratuita; di facile utilizzo. Scuola Digitale

14 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 14 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Le possibili integrazioni tra Istruzione e Formazione Professionale A cosa serve ? TRIO offre: un Catalogo di prodotti formativi; Servizi di assistenza e tutoraggio agli utenti Servizi per lapprendimento collaborativo Spazi per la condivisione i conoscenze ed esperienze Un protocollo dintesa e di scambio con TRIO permetterebbe alla Regione Toscana e alla Regione Sardegna di integrare contenuti formativi tipici della formazione professionale e della formazione continua nelle imprese (TRIO) con contenuti della formazione di base, trasversale e scolastica tipici dei percorsi di istruzione (Scuola Digitale). Attualmente la Regione Toscana utilizza TRIO, tra laltro, per la realizzazione delle politiche attive per i cassintegrati nellambito del pacchetto anticrisi, nei percorsi triennali di IeFP, nellIstruzione e nella Formazione Professionale. Inoltre per le imprese, che decidono di adottare TRIO, vengono attivati specifici Web learning group (WLG), per usufruire in modo personalizzato e strutturato di servizi di base e avanzati, resi disponibili su TRIO, al fine di sostenere al meglio il processo di apprendimento. Il 56,2% proviene dalla Toscana Tipologia di utenti di Il 62,1 % è occupato Il 34,7 % ha fra i 18 e i 32 anni Il 53,5 % è femmina Il 72,4 % ha un titolo di studio superiore

15 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 15 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Le possibili integrazioni tra Istruzione e Formazione Professionale Le potenzialità di un sistema digitale integrato Istruzione/FP/Lavoro nellambito dellapprendistato Apprendistato Diritto/Dovere 240 ore annue Formazione formale Competenze culturali Competenze professionali Apprendistato professionalizzante Circa 120 ore annue di Formazione formale % del monte ore totale della formazione formale I annualità II annualità Annualità successive unità formative di base trasversali 50%40%25% unità formative professionalizzanti di settore 20%25% unità formative professionalizzanti specialistiche 30%35%50% 40% della Formazione formale in WEB learning Nellambito della formazione formale in Apprendistato i sistemi di web learning possono arricchire lofferta della formazione formale rivolta sia agli apprendisti per lespletamento del diritto dovere di istruzione e formazione sia agli apprendisti in apprendistato professionalizzante. Es. UF base trasversali Es. UF professionalizzanti di settore Scuola Digitale

16 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 16 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Le possibili integrazioni tra Istruzione e Formazione Professionale Percorsi Formativi per percorsi triennali integrati Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) Integrazione Scuola Digitale/Formazione Professionale Sistema web – learning Regione Toscana Formazione Professionale Percorsi Formativi per Competenze in base alle qualifiche del Repertorio Regionale delle Figure Professionali (RRFP) Percorsi Formativi per apprendisti: Apprendistato DD e Apprendistato professionalizzante Dati Apprendistato Professionalizzante e Diritto Dovere Dati drop out: lavoratori in obbligo formativo

17 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 17 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Le possibili integrazioni tra Istruzione e messa in rete del patrimonio culturale Integrazione Scuola Digitale/messa in rete del patrimonio culturale Come evidenziato nel Piano Regionale per i Beni Culturali, la Regione Sardegna ha avviato un processo finalizzato a promuovere col la massima priorità una integrazione effettiva ed efficiente tra le attività di formazione in ambito culturale e i programmi e le attività della scuola dellobbligo, dellistruzione superiore in tutte le sue forme, dellistruzione universitaria e dellalta formazione attraverso lo sviluppo e il consolidamento di progetti pilota In tale ottica, il progetto Scuola Digitale rappresenta lo strumento in grado di ingenerare un circuito sinergico tra: principali gestori del patrimonio storico - culturale regionale (Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna, Musei, Conservatori, biblioteche); enti locali, università, scuole e soggetti che animeranno i Centri di formazione ed elaborazione culturale comunitari già previsti dal Piano Regionale per i Beni Culturali. Tale network potrà agire a supporto del Centro di Eccellenza (responsabile dellaggiornamento costante del repository), offrendo ulteriori servizi integrati diretti a garantire non solo la contestualizzazione/territorializzazione dei moduli didattici, ma anche lindividuazione di esperienze concretamente realizzabili dai ragazzi..

18 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 18 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Le possibili integrazioni tra Istruzione e messa in rete del patrimonio culturale Integrazione Scuola Digitale/messa in rete del patrimonio culturale 3 Patrimonio storico- culturale Scuole di ogni ordine e grado Allievi NetPc LIM C omunicazione Didattica Tecnologie didattiche Metodologie e contenuti didattici CENTRO SERVIZI DI ECCELLENZA Coordinamento e Organizzazione didattica Repository Portale Motore di ricerca semantico Servizi integrati Segreteria e Amministrazione Servizi di Comunicazione Scuola- famiglie Servizi per i docenti Servizi per gli studenti Help on line Sistema delle Anagrafi Anagrafe della popolazione scolastica Anagrafe dellofferta formativa Anagrafe delledilizia scolastica Docenti Formazione Servizi integrati Help on line Pianificazione di offerte culturali in linea con i moduli didattici ed economicamente vantaggiose NETWORKING – CENTRI CULTURALI COMUNITARI 2 1 Supporto strategico al Centro deccellenza Correlazioni multi-contesto tra contenuti didattici e patrimonio storico – culturale e ambientale Ricadute positive sul settore Arte/intrattenim ento, in virtù della maggiore fruibilità da parte dei giovani Ricadute positive sulla filiera turistica regionale

19 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 19 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Le possibili integrazioni tra Istruzione e messa in rete del patrimonio culturale Correlazione tra contenuti didattici e messa in rete del patrimonio storico-culturale Grazie alla particolare struttura dei metadati presenti nel repository, predisposta per essere costantemente aggiornata e disegnata per associare ai contenuti correlati al territorio i dati di georeferenziazione, sarà possibile ottenere un effetto moltiplicatore dalla capillare messa in rete del patrimonio storico culturale regionale (proveniente da biblioteche, Musei, Conservatori, ecc.). In virtù della messa in rete del patrimonio storico-culturale sarà possibile, ad esempio: amplificare le potenzialità già insite nel sistema bibliotecario OPAC SBN, che consente laccesso a quasi 12 Milioni di riferimenti bibliografici e quasi localizzazioni, contestualizzandone e territorializzandone le informazioni disponibili, massimizzando al contempo le possibilità di utilizzo delle risorse fruibili nellambito delle biblioteche regionali da parte dei ragazzi che visualizzeranno interattivamente il luogo fisico in cui reperire le fonti dinteresse; favorire lavvicinamento dei ragazzi alle attività dei Centri di Ricerca, delle Università e degli Istituti regionali del CNR (ad es. lIstituto di Storia dell'Europa mediterranea di Cagliari) specialmente se connesse a studi sui beni culturali di primo piano del territorio regionali (ad esempio i Nuraghe); incrementare la fruibilità del patrimonio presente nei Musei e nei Luoghi di Culto e di quello erogabile dai Conservatori regionali.

20 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 20 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Rete delle Biblioteche Le possibili integrazioni tra Istruzione e messa in rete del patrimonio culturale Il ruolo del Centro di eccellenza Il Centro di Eccellenza, responsabile del costante aggiornamento del repository, sarà supportato e affiancato da un Network costituito da soggetti pubblici e privati per lintegrazione dei contenuti territoriali legati ai Beni Culturali. Il Network fornirà un servizio di help on line ai docenti, costruendo link fra moduli didattici e patrimonio storico/culturale regionale. Ad esempio potrà essere creata la possibilità di acquistare biglietti teatrali per spettacoli relativi ad Opere di artisti rilevanti del Risorgimento italiano, con la previsione di tariffe agevolate per gruppi e scolaresche operando anche sulla creazione di reti di scuole interessate. Teatro Lirico di Cagliari Risorgimento, Unità dItalia Palinsesto stagione 2011/12 Proposta Opera coerente con intero modulo didattico e acquistabile a tariffe vantaggiose Documenti disponibilii (libretti dellopera, etc.) Giuseppe Verdi Giuseppe Verdi Link semantico Link contestualizzazione- territorializzazione

21 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 21 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Gli effetti potenziali sul sistema regionale Le principali potenzialità di un sistema digitale integrato Istruzione/FP/ Lavoro Costituzione di un Repository unico di contenuti didattici in grado di supportare la definizione di una offerta formativa integrata (competenze di base, trasversali e tecnico-professionali) in grado di favorire la costruzione della filiera di istruzione, formazione e lavoro. Definizione di unofferta formativa per i percorsi di istruzione e formazione professionale (IeFP) sempre più rispondente ai fabbisogni formativi delle imprese e del mondo produttivo (recepiti anche grazie al SIL ed alle indagini provinciali dei fabbisogni formativi). Creazione di unofferta formativa e di una rete infrastrutturale capillare sul territorio che permetta la formazione degli apprendisti garantendo contenuti didattici in e-learning (fino al 40% della formazione formale da erogare secondo la Direttiva 2010 sullApprendistato). Tracciabilità del percorso di istruzione e formazione professionale anche nellottica del riconoscimento delle competenze acquisite. Possibilità di scambio dei contenuti didattici e delle prassi innovative con le altre regioni dItalia che potrebbero essere interessate.

22 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 22 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Gli effetti potenziali sul sistema regionale Le principali potenzialità di un sistema digitale integrato Istruzione/ patrimonio culturale Ampi margini di incremento dellutilizzo delle risorse storico-artistico-culturali da parte dei ragazzi, a vantaggio dellacquisizione progressiva di competenze da parte di questi ultimi. Ampi margini di incremento della domanda di arte/intrattenimento da parte dei ragazzi. Possibilità di favorire una implementazione più compiuta dellAtlante Linguistico Multimediale della Sardegna (Progetto ALIMUS, obiettivo 1.8 del Piano Triennale degli interventi di promozione e valorizzazione della cultura e della lingua sarda ), grazie alla fruibilità di molteplici testi e documenti digitalizzati già tradotti in sardo e linkati alla costituenda banca dati lessicale ALIMUS. In tal modo, nellaffrontare moduli connessi alle aree tematiche principali individuate per la fase di prima implementazione della banca dati (fenomeni atmosferici, lavori dei campi, famiglia, ecc) sarà maggiormente agevole, per gli insegnanti, evidenziare la variabilità (o la stabilità) fonetica, morfo-sintattica e lessicale del sardo, grazie ad uno strumento particolarmente interattivo. Valorizzazione del patrimonio storico culturale e agevolazione di una presa di coscienza collettiva, da parte degli allievi sardi, dellimportanza di abbandonare il point of view del turista, ancorato ad eventi sporadici e folkloristici, a vantaggio del turismo di qualità, meno soggetto alla stagionalità.

23 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 23 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale La rete con altri sistemi regionali Un sistema digitale integrato Istruzione/Patrimonio culturale facilita scambi di buone prassi e contenuti didattici in campo interregionale Linterconnessione tra il modello Scuola Digitale e la capillare messa in rete del patrimonio storico-culturale della regione agevolerà lo scambio di buone prassi, con particolare riferimento a progetti di ampia portata legati allaccesso in rete al patrimonio culturale digitalizzato. In questottica, la capillare digitalizzazione del patrimonio storico-culturale potrebbe, ad esempio, consentire alla Regione di unirsi ai partner nazionali (MIBAAC, IBC - Regione Emilia Romagna, Biblioteca Nazionale di Firenze, ecc.) delliniziativa di respiro comunitario Europeana, contribuendo ad alimentarla e a fare rete con i soggetti istituzionali già coinvolti. Liniziativa, lanciata nel 2008: rende attualmente fruibili ad un vasto pubblico, compreso quello in età scolare, 14.6 milioni di risorse digitali, di musei, biblioteche, archivi e collezioni audiovisive di diversi Paesi europei; promuove opportunità di scoperta e di networking allinterno di uno spazio multilingue in cui gli utenti hanno la possibilità di consultare e condividere i contenuti e di trarre ispirazione dalla ricchezza e diversità del patrimonio culturale e scientifico europeo.

24 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 24 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale La rete con altri sistemi regionali Un sistema digitale integrato Istruzione/FP/Lavoro facilita scambi di buone prassi e contenuti didattici in campo interregionale Toscana TRIO, Libretto Formativo e Repertorio delle Figure Professionali Sicilia Sviluppo di sinergie per favorire la diffusione e la condivisione delliniziativa Scuola Digitale

25 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 25 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Il centro di eccellenza Comunità di pratica delle scuole di ogni ordine e grado della Regione Sardegna e del mondo dell«education» in generale INSEGNANTI, STUDENTI, GENITORI FORMATORI, UTENTI,... Ricerca e Innovazione Didattica Tecnologie didattiche Nuove Metodologie e nuovi Contenuti didattici Coordinamento e Organizzazione della didattica CENTRO SERVIZI DI ECCELLENZA Ricerca Scientifica Eventi permanenti in RETE e Seminari e Convegni in presenza COMUNITÀ SCIENTIFICA INTENAZIONALE DI PRATICA Contenuti di autoproduzione: validazione e rielaborazione (open source, open content) Larchitettura Attività di supporto strategico, pianificazione e offerta di servizi integrati ( Networking - Centri Culturali Comunitari)

26 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 26 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Il centro di eccellenza Il Centro servizi di eccellenza deve fungere da interfaccia tra la Comunità scientifica internazionale di pratica e la Comunità di pratica delle scuole di ogni ordine e grado della Sardegna e del mondo dell«education» regionale. FINALITÀ: Formare, con lausilio dei soggetti che collaboreranno alla realizzazione delle linee dazione e delle misure in cui il programma si articola, e di centri di ricerca deccellenza in Italia e allestero, risorse locali in grado di contribuire stabilmente e con continuità allinnalzamento del livello qualitativo dei processi dinsegnamento allinterno del sistema formativo regionale; Progettare e realizzare modalità e percorsi innovativi di integrazione tra il sistema scolastico, quello della formazione professionale e il mondo del lavoro; Coordinare una rete di esperienze e di buone pratiche a livello nazionale e internazionale sui temi dellinnovazione della didattica e della collaborazione tra il mondo della scuola e lambiente in cui opera.

27 Sistema di Standard minimi professionali, formativi e di riconoscimento e certificazione delle competenze 27 Giugno 2011 Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro - Le opportunità aperte da Scuola Digitale Il centro di eccellenza Un altro apporto del Centro deccellenza sarà la sperimentazione di periferiche mobili di nuova generazione sulle quali rendere accessibili tutti i materiali e i contenuti didattici prodotti. Queste periferiche andranno ad affiancarsi ai vari canali previsti per linnovazione didattica (LIM, computer, Digitale terrestre). È previsto a tal scopo lutilizzo di un apparato HW innovativo, progettato per interfacciarsi alle LIM daula e ai decoder DTV domestici e in grado di scaricare in cache locale i contenuti didattici e di connettersi ai dispositivi mobile e ai Netpc o eBook degli studenti tramite WIFI e/o Bluetooth per il download delle Play List personalizzate direttamente dove e quando servano allutente finale. Lorganizzazione della didattica viene in tal modo incardinata su un efficace rapporto tra contenuti e ambienti dapprendimento, intesi come luogo di convergenza di tecnologie, di metodologie, di contenuti e di interscambio di artefatti polivalenti sempre più gestito dai criteri e dalle regole dellexperienced design, levoluzione dellinteraction design, attenta a come viviamo, creiamo, assimiliamo gli artefatti, siano essi fisici, cognitivi o emotivi. NetPC LIM TV DTT


Scaricare ppt "Integrazione sistemi Istruzione-Formazione Professionale-Lavoro Le opportunità aperte da Scuola Digitale."

Presentazioni simili


Annunci Google