La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto n° 10160. Progetto n°2 Lo scopo principale dell intervento formativo è quello di: EVOLVERE LA PROPRIA PERSONALITA PERCHE POSSA ESSERE UTILIZZATA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto n° 10160. Progetto n°2 Lo scopo principale dell intervento formativo è quello di: EVOLVERE LA PROPRIA PERSONALITA PERCHE POSSA ESSERE UTILIZZATA."— Transcript della presentazione:

1 Progetto n° 10160

2 Progetto n°2 Lo scopo principale dell intervento formativo è quello di: EVOLVERE LA PROPRIA PERSONALITA PERCHE POSSA ESSERE UTILIZZATA ANCHE IN ALTRI SETTORI PER MIGLIORARE I PROPRI RISULTATI MIGLIORARE IL RAPPORTO CON GLI ALTRI AFFINARE LA CAPACITA DI GESTIONE DELLE PERSONE SAPER SOSTENERE LE DISCUSSIONI CON POSITIVITA ED EFFICACIA DARE UN AIUTO EMOZIONALE PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DEI PARTECIPANTI LA STRATEGIA: FOCUS SPECIALE: Acquisire un proprio stile di Leadership Motivazionale. Migliorare la percezione e la gestione della crescita della posizione propria e quella dei collaboratori e trasformare le difficoltà reali ed apparenti in opportunità di sviluppo personale ed organizzativo Definire strumenti efficaci per affrontare le sfide razionali ed emozionali che si manifestano nel gestire le risorse personali ed il rapporto con gli altri Migliorare le abilità comunicative con se stessi (auto-motivazione e self-help) e con il proprio gruppo (motivazione). Acquisire efficaci tecniche comunicative e relazionali, per adattarsi efficacemente ad un nuovo interlocutore e ad un nuovo argomento per gestire da un punto di forza linterazione con collaboratori, colleghi, condomini e/o mercato Apprendere sia elementi base che tecniche avanzate di Programmazione Neuro Linguistica, con rispettive simulazioni e role-plays Sviluppare lattitudine a lavorare efficacemente e sinergicamente in team. Auto-motivarsi al raggiungimento degli obiettivi posti, sia personali, che aziendali. Acquisire labilità di gestire il proprio tempo in funzione dei propri obiettivi e di quelli aziendali. Gestire i propri stati danimo attraverso luso del focus mentale e della fisiologia, sperimentare immediatamente lefficacia degli strumenti formativi appresi, sviluppando la fiducia nelle proprie possibilità (empowerment) Di cosa ha bisogno ANACI? Pag. 2 Progetto n° 10160

3 Come HRD può raggiungere I risultati aziendali richiesti? Pag. 3 Ogni intervento formativo di HRD mira ad aiutare i partecipanti a migliorare lautomotivazione al raggiungimento degli obiettivi, la sicurezza necessaria per gestire se stessi nellambito lavorativo e personale, acquisendo maggiore consapevolezza e padronanza dei propri stati danimo e degli strumenti comunicativi. Nello specifico i partecipanti avranno la possibilità di acquisire strumenti efficaci per migliorare la propria comunicazione, per acquisire elementi di Programmazione Neuro Linguistica, per GUIDARE SE STESSI con forte determinazione verso il MIGLIORAMENTI DEI PROPRI RISULTATI PERSONALI E PROFESSIONALI. In passato la parola Leader era riservata a pochi individui potenti e famosi. Ai giorni nostri il concetto di leadership è molto cambiato ed è diventato accessibile a tutti coloro che puntano ad essere leader soprattutto di se stessi. Se per definizione il Leader è colui che guida, il primo passo è imparare a GUIDARE e MOTIVARE se stessi verso ciò che si desidera, sapendo gestire le proprie emozioni, le proprie reazioni, il proprio tempo, la propria motivazione e quella delle persone che ci circondano, vivendo con equilibrio e serenità, sempre in evoluzione e in costante e continuo miglioramento. Sviluppare la propria Leadership Personale è un passaggio obbligato per tutti coloro che desiderano migliorare la qualità della loro vita, conseguire risultati straordinari, guidare e motivare un gruppo di persone, soprattutto con il proprio esempio e coerenza. Sinergia, coesione, unità, vision e linguaggio comuni, senso di appartenenza, motivazione, sana competitività e una maggiore attenzione alla propria crescita personale e professionale sono i risultati minimi che ci si può aspettare da questo intervento HRD. In seguito agli interventi formativi verrà stilata una relazione di feedback della soddisfazione dei partecipanti che permetterà di valutare con maggior rigore scientifico il ROI dellinvestimento. Progetto n° 10160

4 Personal Leadership & Motivazione Pag. 4 SPEECH MOTIVAZIONALE LEADER di TE STESSO CONTENUTI FORMATIVI Le principali caratteristiche e capacità che rendono una persona Leader di Se Stessa: Senso di Responsabilità, sviluppare la consapevolezza di essere responsabile dei propri risultati. Gestione degli Stati danimo, riuscire ad uscire da stati emozionali improduttivi nel momento in cui questi diventano un ostacolo. Potere Decisionale, come decidere velocemente e con sicurezza. Sapere cosa si vuole, Un uomo senza meta è come una nave senza timone e prima o poi finirà sugli scogli. Chiarezza in fatto di valori, che sono la bussola che inconsciamente guida le decisioni di ognuno Capacità di creare rapporti positivi, creare legami e attrarre a sé le persone Fare ciò che è giusto, sviluppare la capacità di ascoltarsi, di sentire dentro di sé le risposte alle proprie domande Progetto n° 10160

5 5 PRIMA GIORNATA Introduzione Motivazionale Al Corso Rendere consapevole limportanza di una comunicazione realmente efficace Analisi dei principi della Comunicazione Efficace Motivazione sui risultati ottenibili attraverso il miglioramento delle proprie abilità comunicative Introduzione Al Mercato Situazione di riferimento Qualità personali e motivazioni del Mediatore/Negoziatore Obiettivi di mediazione nel rapporto di lungo periodo Profilo Dell Interlocutore Il segmento di riferimento: caratteristiche e strategie di conquista Scoperta e valorizzazione dei bisogni insoddisfatti, bisogni impliciti e motivazioni personali Principi Di Comunicazione Riferiti Alla Mediazione e alla Vendita delle proprie idee Aiuti ed ostacoli ad una comunicazione efficace Gestione del feed-back Linguaggio non verbale Cenni di Analisi Transazionale e di PNL Abilita Di Comunicazione: Contatto visivo Gestualità Posizione e movimenti Volume e tono di voce Linguaggio – non parole – pause Abbigliamento Entusiasmo Gestione stress Cenni di tecniche di rilassamento Organizzazione della Comunicazione: Titolo; Retroterra; Problema / Bisogno / Opportunità; Proposta/Idea; Prove Oggettive; Conclusioni; Piano dazione. Come creare una struttura logica che faciliti la sintesi, la comprensione dei contenuti e la persuasione, e che abbia il massimo impatto emotivo. Negoziare con Successo Progetto n° 10160

6 6 SECONDA GIORNATA Colpire i propri Interlocutori La prima impressione Prendere il controllo della comunicazione Tecniche di Negoziazione Avanzate The sense of losing I punti di rovina Ruolo ed Identita Dare indicazioni su come gestire efficacemente la propria fisiologia, linguaggio, dialogo interno e credenze nelle presentazioni interpersonali ed in pubblico. Sperimentare, vivere la situazione in maniera potenziante. Migliorare la gestione della propria emotività davanti allinterlocutore. Creare una nuova identità. Motivazione alla Mediazione e alla Comunicazione Proattiva Quanto e come ciò che crediamo influenza la nostra vita ed i nostri risultati. Eliminazione di credenze depotenzianti. Creazione di nuove credenze potenzianti che facilitino il raggiungimento di obiettivi personali ed aziendali. Esempi specifici sulle credenze inerenti la comunicazione interpersonale Processo di Mediazione WIN TO WIN Apertura Uso delle domande Argomentazione Gestione delle obiezioni Chiusura della mediazione Gestione del post-accordo Gestione Psicologica Dell Interlocutore Strategie efficaci e divertenti per gestire ogni specifica tipologia di interlocutore Strategie per aumentare la propria consapevolezza Come creare un clima favorevole Stimolare la partecipazione attiva e tenere le redini di una trattativa Gestire le situazione problematiche le obiezioni e le domande ostili Negoziare con Successo Progetto n° 10160

7 Pag. 7 HRD Training Group, società leader nella formazione manageriale e comportamentale, opera in Italia dal Il nome stesso del gruppo (HRD, ossia Human Resources Development, Sviluppo Risorse Umane) suggerisce quali siano le linee conduttrici dell'attività formativa di HRD Training Group: effettuare una netta separazione tra formazione/sviluppo risorse umane e didattica di tipo scolastico, trasferire quindi non solo nozioni, ma anche, e soprattutto, motivazione e innovazione. Formare è diverso da Informare, è per questo che HRD Training Group, seguendo la filosofia del suo Presidente e Master Trainer Roberto Re, durante i suoi interventi non si preoccupa solo dei contenuti e delle tecniche da trasferire ma soprattutto di far crescere, a livello personale ed interpersonale, ogni suo allievo. Più che formatori HRD Training Group definisce i propri trainer come coach, persone impegnate a far raggiungere i risultati richiesti alla propria squadra. E per questo che ad ognuno di loro sono infatti richieste capacità oratorie, di coinvolgimento e di motivazione non comuni, unite al credere e praticare in prima persona ciò che si troveranno a trasferire ad altri. Hrd: Lazienda L'esperienza diretta sul campo ed in aula sono le prime garanzie che HRD Training Group fornisce ai propri clienti. Oltre allievi formati, più di ore di aula allanno sono il suo biglietto da visita. Negli ultimi anni il team di trainer di HRD ha collaborato alla formazione di manager e gruppi aziendali delle principali realtà operanti in Italia. Progetto n° 10160

8 Allinizio del 2007, dopo un anno di lavoro con HRD, abbiamo realizzato di aver fatto il miglior anno di sempre in termini economici e finanziari!Proprio quello che volevamo! HRD ed il suo Staff sono riusciti a darci uno strumento per cambiare radicalmente il nostro modo di lavorare e di ottenere risultati vincenti. – Dario Canale - Direttore Generale Saint Gobain Sekurit Italia - Amministratore delegato Saint Gobain Sicur Glass Per quattro anni non abbiamo raggiunto i nostri obiettivi, ma lanno scorso grazie allintervento di HRD lo abbiamo raggiunto ed incrementato del 30% rispetto al risultato dellanno precedente. – Pietro Tomassini - Direttore Commerciale FMR In poco tempo ho appreso moltissimo e la mia cultura di manager si è arricchita di nuova conoscenza e traguardi raggiungibili. – Vittorino Coatti – Presidente CDA Satiz, Dir. Acquisti Ilte – Satiz Due giornate di lavoro insieme, hanno trasformato due aziende e due culture manageriali in un unico team orientato al raggiungimento degli obiettivi condivisi. Semplicemente sorprendente. – Alessandro Rosso – Amministratore Delegato Ilte Satiz Confermo la nostra intenzione di estendere anche al settore amministrativo l'esperienza Best Year Yet fatta dalla nostra rete di vendita nel corso del 2007.Dobbiamo infatti riconoscere che grazie a tale programma siamo riusciti a centrare gli obiettivi, particolarmente sfidanti e mai raggiunti prima, che ci eravamo prefissi sia in termini di volumi raccolti che di qualità della raccolta. – Roberto Cuseri INA Assitalia, Agente Generale Cosa dice di NOI chi lavora con NOI Pag. 8 Progetto n° 10160

9 … e molti altri Hanno scelto HRD Pag. 9 Progetto n° 10160


Scaricare ppt "Progetto n° 10160. Progetto n°2 Lo scopo principale dell intervento formativo è quello di: EVOLVERE LA PROPRIA PERSONALITA PERCHE POSSA ESSERE UTILIZZATA."

Presentazioni simili


Annunci Google