La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INTERVENTI EDUCATIVI NELLA STANZA MULTISENSORIALE Scuola educativa speciale Gloria Fuertes Andorra, Teruel (Spain) Milano, Novembre 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INTERVENTI EDUCATIVI NELLA STANZA MULTISENSORIALE Scuola educativa speciale Gloria Fuertes Andorra, Teruel (Spain) Milano, Novembre 2009."— Transcript della presentazione:

1 INTERVENTI EDUCATIVI NELLA STANZA MULTISENSORIALE Scuola educativa speciale Gloria Fuertes Andorra, Teruel (Spain) Milano, Novembre 2009

2 LA STANZA MULTISENSORIALE Creata nel 2002, misura 6,20 x 5,53 m. Lo spazio aiuta lincontro con sensazioni intense, primitive ed olistiche ad alto contenuto emotivo I suoi effetti aiutano a generare risposte adattate

3 A CHI E DESTINATA La stanza è dedicata a studenti con disabilità severe. difficoltà di interazione bisogni comunicativi speciali (AAC) interventi personalizzati Lobiettivo principale è favorire il loro benessere fisico e psicologico.

4 LE BASI DEL NOSTRO MODELLO Integrazione sensoriale di Jean Ayres. Basal Stimulation di Andreas Fröhlich. Le nostre esperienze in interventi di psicomotricità.

5 SENSORY INTEGRATION JEAN AYRES Lintegrazione sensoriale è lorganizzazione delle sensazioni nel cervelloAyres (2005) Il processo dellintegrazione sensoriale: Primo livello: tattile, vestibolare, propiocettivo Secondo livello: tre sensi base sono ontegrati in una percezione corporale Terzo livello: sensazioni uditive e visive Quarto livello: tutto si compone per formare le funzioni cerebrali complete

6 BASAL STIMULATION ANDREAS FRÖHLICH Basal Stimulation rappresenta lapproccio logico ai problemi ed alle difficoltà di persone molto dipendenti dalla loro situazione fisica È linizio del processo di azione reciproca della percezione – motricità - percezione Le stimolazioni base: Vestibolare e somatica Tattile e vibratile comunicativa

7 LE ESPERIENZE DELLA GLORIA FUERTES I professionisti della Gloria Fuertes evidenziano limportanza delle azioni e dei movimenti per migliorare certe capacità cognitive ed emozionali Limportanza della stimolazione vestibolare per organizzare lintegrazione sensoriale in persone con diversi tipi di disabilità

8 EQUIPAGGIAMENTO DELLA STANZA MULTISENSORIALE Letto ad acqua musicale Materassi vibromassaggianti Colonne di bolle Pannelli tattili Scatola musicale Pannelli sonori e luminosi Il fascio di fibre luminose Luci a quattro colori Palla a specchi Proiettore ad olio

9 LETTO AD ACQUA MUSICALE Stimolazione tattile, posturale, vibratoria e propriocettiva. Si combina bene con luci e suoni. La musica ed i suoni emessi dal bambino possono essere uditi attraverso lacqua.

10 MATERASSI VIBROMASSAGGIANTI Il programma 0 è adeguato per tutti i bambini. Si combina bene con la luce nera. Linsegnante deve essere al fianco del letto. Al termine, linsegnante effettua un massaggio corporale.

11 COLONNE DI BOLLE Deve essere usata senza altre fonti di luce Gioco di esercizio per gli occhi Parti del corpo possono essere appoggiate alla colonna per sentirne le vibrazioni

12 PANNELLO TATTILE Luniverso tattile: toccare e sentire. Il bambino può essere posto in zone diverse (pavimento, sedia a rotelle etc.) Sensibilizzante e desensibilizzante.

13 SCATOLA SONORA Trasforma i suoni in vibrazioni. E indicata specialmente per bambini con disabilità uditiva. Si combina bene con la luce a quattro colori. I bambini possono sentire le stimolazioni vibratorie in diverse parti del corpo.

14 IL PANNELLO LUMINOSO E SONORO Dovrebbe essere usato senza altre fonti di luce. Il piacere di creare gli effetti. Parole e suoni attivano lo schermo colorato. Molto utile nella terapia del linguaggio.

15 LA VASCA DELLE PALLE COLORATE Per sperimentare il contrasto movimento / non movimento. Le palle massaggiano il corpo dei bambini. Stimolazioni propriocettive.

16 IL FASCIO DI FIBRE LUMINOSE Utile nei casi di disabilità visiva. Si può giocare con una sola fibra, con varie fibre... Alcune possibilità: coprire il corpo del bambino, fare braccialetti...

17 ELEMENTI DI BASE PER UNA SESSIONE STANDARD (1) Sessione individuale. Durata: 30 minuti. Frequenza: due volte alla settimana. Per anticipare lo spazio usiamo chiavi di anticipazione: –chiave olfattiva (essenza di mela) –chiave tattile (un pezzo di plastica) –chiave visuale (fotografie, PCS e linguaggio dei segni)

18 ELEMENTI DI BASE PER UNA SESSIONE STANDARD (2) Rituale di entrata Preferibilmente usare un apparato alla volta (amassimo due) Tre principi: –Simmetria (allineamento della testa con lasse del corpo) –Contrasto (superfici dure e morbide, pressione forte e leggera..) –Ritmo (movimenti ritmici semplici) Finire la sessione con un altro rituale

19 DOCUMENTAZIONE DELLATTIVITA: SCHEDE DI VALUTAZIONE Abbiamo usato diversi modelli. Le schede di valutazione contengono i seguenti elementi : –Reazioni psicofisiologiche (tono, battito cardiaco, pressione sanguigna,…) –Livello di attenzione (visivo, uditivo...) –Alterazioni della comunicazione (vocalizzazione, sorrisi riduzione del comportamento autolesivo …) Comparare lo stato del bambino prima e dopo la sessione.

20

21 SCHEDA DI RISPOSTA ALLO STRUMENTO Tipo di strumento usato. Ordine duso Tempo passato allo strumento Tipo di risposta: vocalizzazione, sorrisi, fissazione visiva, facilitazione di movimento, domanda di interazione e risposta tonico – motoria

22 SCHEDA DI RISPOSTA PSICO FISIOLOGICA Frequenza cardiaca Saturazione del sangue

23 SCHEDA DI RISPOSTA COMPORTAMENTALE Comportamenti adattati Controllo dei movimenti stereotipati Motivazione Attenzione Benessere emotivo Grado di rilassamento Comunicazione Verifica allinizio e al termine della sessione e dopo 30 minuti dal termine. Scala di diversi livelli (0-3) Valutazione complessiva della sessione: negativa, positiva, senza effetto

24 SOFTWARE PER LA REGISTRAZIONE DELLA SESSIONE Risultato del lavoro congiunto di tre istituzioni (Ott. 2006) –APASA (Scuola Speciale di Amposta, Tarragona) –Università di Murcia –Gloria Fuertes School Prodotta da WalldEsoft Company (Tarragona) Consente di processare i dati ed elaborare statistiche. Un contributo per la comunità scientifica basato su un valido metodo.

25 GESTIONE COMPUTERIZZATA DELLUSO DELLA CLASSE MULTISENSORIALE

26

27 Valori medi del battito cardiaco

28 FREQUENZA DELLA FISSAZIONE VISUALE

29

30 CONCLUSIONI Importanza della raccolta sistematica dei dati per lunghi periodi. Necessità di combinare lanalisi delle statistiche con le informazioni qualitative derivanti dalle sessioni. Programmazione delle sessioni sulla base dellanalisi dei dati raccolti. Importanza dellla comunicazione dei dati al personale responsabile delle sessioni. Programmi individuali possono essere basati sulle caratteristiche individuali degli utilizzatori, partendo dagli effetti ottenuti. Necessità di collaborazione e scambio di informazioni tra I professionisti e le istituzioni. Possibilità di applicazione, valutazione e comparazione degli effetti della stimolazione multi sensoriale vari campi (demenza, stimolazione precoce, stress…)

31 GRAZIE PER LA VOSTRA PARTECIPAZIONE


Scaricare ppt "INTERVENTI EDUCATIVI NELLA STANZA MULTISENSORIALE Scuola educativa speciale Gloria Fuertes Andorra, Teruel (Spain) Milano, Novembre 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google