La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Convegno Ci sono angeli in città- San Salvo 25 maggio 2013 Dott.ssa Francesca Bruno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Convegno Ci sono angeli in città- San Salvo 25 maggio 2013 Dott.ssa Francesca Bruno."— Transcript della presentazione:

1 Convegno Ci sono angeli in città- San Salvo 25 maggio 2013 Dott.ssa Francesca Bruno

2 Il progetto di vita Non è il futuro ma il PRESENTE Non è utopia ed astrazione ma concretezza Non è soltanto il luogo della conoscenza e della programmazione delle attività ma soprattutto della POSSIBILITA e della CREATIVITA

3 PROGETTO DI VITA…INDIVIDUALIZZATO Progetto non deve essere legato a rigidi schemi prestabiliti, ma deve essere esclusivamente dettato dalle esigenze del bambino, tenendo conto delletà, del livello di sviluppo, delleventuale presenza di comorbità e delle caratteristiche dellambiente. Tenendo in considerazione leterogeneità della sintomatologia e la sua variabilità nel corso del tempo MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA DELLA VITA

4 Progetto di vita nella scuola RUOLO DELLASSISTENTE SPECIALISTICO SCOLASTICO Favorire nello sviluppo dellindividuo NO ASSISTENZIALISMO MA EDUCAZIONE GARANTIRE LA CONTINUITA Lautonomia lintegrazione sociale

5 Esperienza di un caso… un angelo dal nome BENEDETTA Bambina di 7 anni Diagnosi: disturbo dello spettro autistico Frequenta il 3° anno della scuola dellInfanzia Difficoltà nellarea del linguaggio Tendenza allisolamento Presenza di comportamenti problema

6 della bambina e della sua famiglia Sensibilizzare le insegnanti, il personale scolastico e i coetanei CONOSCENZA E VALUTAZIONE DELLA BAMBINA Individuare : Punti di forza e punti di debolezza Accoglienza

7 LA COSTRUZIONE DEL PROGETTO OBIETTIVI STRATEGIE SVILUPPARE LE AUTONOMIE DI BASE FACILITARE LINTERAZIONE CON I COMPAGNI E LA COMUNICAZIONE FUNZIONALE FLESSIBILITA E COSTANTE RIMODULAZIONE DEL PROGETTO EDUCATIVO ORGANIZZARE E STRUTTURARE LO SPAZIO E IL TEMPO UTILIZZARE MATERIALI VISIVI PER LA COMUNICAZIONE COINVOLGERE I COETANEI ED ALTRI DOCENTI LAVORO DI RETE

8 IMPORTANZA DEL LAVORO DI RETE E GLOBALITA DELLINTERVENTO PSICO-EDUCATIVO : BAMBINO ASSISTENTE SPECIALISTICA INSEGNANTE DI SOSTEGNO E INSEGNANTI CURRICULARI CENTRO DI RIABILITAZIONE FAMIGLIA

9 INDIVIDUARE MODALITA PER LA DIMINUZIONE DEI COMPORTAMENTI-PROBLEMA Per giungere a: Vivere serenamente ed in autonomia le routine Favorire lintegrazione nel gruppo classe Lavorare con il gruppo di lavoro in modo adeguato

10 IL LAVORO SULLE AUTONOMIE IL LAVORO SULLE AUTONOMIE : Controllo sfinterico e lutilizzo dei servizi igienici Lavarsi ed asciugarsi le mani Apparecchiare Mangiare da sola Stare seduta Colorare e disegnare

11 LE AUTONOMIE

12 IL GIOCO SIMBOLICO

13 Abilita sociali Aumento dellattenzione e dellinteresse dellaltro Aumento delliniziativa e della risposta sociale spontanea Incremento dei tempo di permanenza in sezione e stare seduta con i compagni

14 INTERAZIONE SOCIALE

15 In conclusione…. Siamo tutti attori importanti in questo palcoscenico della vita delle persone con autismo…. educatori, insegnanti, famiglia…il benessere di un soggetto autistico dipende anche e soprattutto da noi, dal nostro agire, dal nostro adattare lambiente oltre che dal suo potenziale.

16


Scaricare ppt "Convegno Ci sono angeli in città- San Salvo 25 maggio 2013 Dott.ssa Francesca Bruno."

Presentazioni simili


Annunci Google