La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ledema linfatico Corso di aggiornamento Teorico Pratico per Tecnici Ortopedici MILANO – 02 Dicembre 2005 Dr. Massimo Pisacreta Responsabile U.O.S. Chirurgia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ledema linfatico Corso di aggiornamento Teorico Pratico per Tecnici Ortopedici MILANO – 02 Dicembre 2005 Dr. Massimo Pisacreta Responsabile U.O.S. Chirurgia."— Transcript della presentazione:

1 Ledema linfatico Corso di aggiornamento Teorico Pratico per Tecnici Ortopedici MILANO – 02 Dicembre 2005 Dr. Massimo Pisacreta Responsabile U.O.S. Chirurgia Vascolare - Ospedale L.Sacco

2 Extravascolare e intercellulare Edema: Accumulo di liquido nello spazio interstiziale

3 Classificazione: eziologia Primario o idiopatico Ereditario Ereditario (malattia di Milroy) (malattia di Milroy) - precoce - tardivo Non ereditario Non ereditario - precoce - tardivo Secondario Traumatico Traumatico Infiammatorio Infiammatorio Post-terapeutico Post-terapeutico Flebolinfedema Flebolinfedema Infezione parassiti Infezione parassiti

4 Classificazione: clinica Leggero Grado I:senza alcuna lesione cutanea che Grado I:senza alcuna lesione cutanea che risponde al trattamento in meno di tre mesi Grado II:senza alcuna lesione cutanea che Grado II:senza alcuna lesione cutanea che non risponde al trattamento in meno di tre mesi Ingravescente Grado III:fibredema Grado III:fibredema Grado IV:elefantiasi Grado IV:elefantiasi

5 Unità istangica da Cavezzi 1997

6 Legge di Starling Capillare Arterioso - P.I. +30 mmHg - P.C.O.C. -25 mmHg Capillare Venoso - P.I. +20 mmHg - P.C.O.C. -25 mmHg Interstizio - P.T. -2 mmHg - P.C.O.T. +4 mmHg Capillare Capillare Linfatico Linfatico 100% filtrazione 90% filtrazione 10%filtrazione

7 Recupero linfatico nelle 24 ore 2 litri (in condizioni basali)

8 Riassorbimento dellacqua e delle macro molecole

9 Struttura del capillare linfatico Cellule endoteliali valvole

10 Struttura del linfangione valvole pori capillari linfatici collettore linfatico

11 Principioosmotico Principiocompressioneestrinseca Fase di riposo Principiopompaaspirante Attività muscolare

12 Il sistema linfatico ha un ruolo centrale nel meccanismo di regolazione dinamica del volume del liquido interstiziale

13 Il sistema linfatico mantiene adeguata anche la concentrazione proteica nel liquido interstiziale

14 Alterazionipressioneemolinfatiche Alterazioniconcentrazioneproteica Flebolinfedema

15 Capillare Arterioso - P.I. +30 mmHg - P.C.O.C. -25 mmHg Capillare Venoso - P.I. +20 mmHg - P.C.O.C. -25 mmHg Legge di Starling Interstizio - P.T. -2 mmHg - P.C.O.T. +4 mmHg Capillare Capillare Linfatico Linfatico Capillare Arterioso - P.I. +30 mmHg - P.C.O.C. -25 mmHg Capillare Venoso - P.I. +20 mmHg - P.I.V. +50 mmHg - P.C.O.C. -25 mmHg 90% filtrazione 10%filtrazione 50% filtrazione 50%filtrazione 100% filtrazione

16 Insufficienza linfatica - Dinamica - Meccanica - Mista

17 Leziopatogenesi del flebolinfedema e molto complessa. I fattori che concorrono alla sua formazione sono molteplici. I meccanismi fisiopatologici che lo determinano dipendono da numerose variabili circolatorie, fisio-chimiche e tissutali. Ne deriva la complessità che si incontra nellapproccio al paziente, nella diagnosi e nella terapia. E evidente la necessità di un approccio multidisciplinare al flebolinfedema. Conclusioni


Scaricare ppt "Ledema linfatico Corso di aggiornamento Teorico Pratico per Tecnici Ortopedici MILANO – 02 Dicembre 2005 Dr. Massimo Pisacreta Responsabile U.O.S. Chirurgia."

Presentazioni simili


Annunci Google