La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PER UNA INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI (BATTEZZATI) ISPIRATA AL CATECUMENATO DEGLI ADULTI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PER UNA INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI (BATTEZZATI) ISPIRATA AL CATECUMENATO DEGLI ADULTI."— Transcript della presentazione:

1 PER UNA INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI (BATTEZZATI) ISPIRATA AL CATECUMENATO DEGLI ADULTI

2 1.«primo annuncio» 4 ATTENZIONI CONCRETE

3 1.«primo annuncio» 2.educazione globale alla vita cristiana 4 ATTENZIONI CONCRETE

4 1.«primo annuncio» 2.educazione globale alla vita cristiana 3.celebrazione unitaria dei Sacramenti 4 ATTENZIONI CONCRETE

5 1.«primo annuncio» 2.educazione globale alla vita cristiana 3.celebrazione unitaria dei Sacramenti 4.Mistagogia (= ripresa dei sacramenti celebrati) 4 ATTENZIONI CONCRETE

6 COME SI FA ORACOME SI PROPONE DI FARE

7 FASE A: BATTESIMO E PRIMA INFANZIA

8 Valorizzare il contatto iniziale con le famiglie in occasione della richiesta di Battesimo

9 FASE A: BATTESIMO E PRIMA INFANZIA Far sì che qualcosa possa proseguire

10 FASE A: BATTESIMO E PRIMA INFANZIA Fino a i 3 anni, incontri per coppie con i bambini presenti, poi incontri paralleli

11 FASE A: BATTESIMO E PRIMA INFANZIA La domenica pomeriggio, in gruppo, con animatori adatti

12 FASE A: BATTESIMO E PRIMA INFANZIA Valorizzando la proposta del Catechismo dei Bambini

13 FASE A: BATTESIMO E PRIMA INFANZIA Introducendo anche momenti di celebrazione e di festa

14 FASE A: BATTESIMO E PRIMA INFANZIA Sensibilizzando la Scuola dellInfanzia parrocchiale, ove esiste

15 FASE A: BATTESIMO E PRIMA INFANZIA Valorizzando letà in cui il bambino comincia a leggere/scrivere

16 FASE B: INTRODUZIONE ALLA VITA CRISTIANA

17 Accoglienza delle nuove famiglie

18 FASE B: INTRODUZIONE ALLA VITA CRISTIANA Primo annuncio

19 FASE B: INTRODUZIONE ALLA VITA CRISTIANA Gesù al centro: il Messia, il Figlio di Dio, il Salvatore

20 FASE B: INTRODUZIONE ALLA VITA CRISTIANA La Parola di Dio narrata

21 FASE B: INTRODUZIONE ALLA VITA CRISTIANA La logica della Traditio Redditio

22 FASE B: INTRODUZIONE ALLA VITA CRISTIANA LOratorio: casa dellIniziazione Cristiana

23 FASE B: INTRODUZIONE ALLA VITA CRISTIANA Un itinerario articolato in ascolto, momenti di gruppo, incontri, esperienze, celebrazioni

24 FASE B: INTRODUZIONE ALLA VITA CRISTIANA Celebrazione della Cresima nella Messa di Prima Comunione

25 FASE B: INTRODUZIONE ALLA VITA CRISTIANA Coinvolgimento della famiglia

26 FASE C: MISTAGOGIA

27 accompagnamento = attenzione al sacramento celebrato e alla vita dei preadolescenti

28 FASE C: MISTAGOGIA eucaristia domenicale come appuntamento forte (per il quale ci prepariamo insieme)

29 FASE C: MISTAGOGIA sacramento della riconciliazione (come celebrazione periodica comunitaria)

30 FASE C: MISTAGOGIA formazione degli educatori e dei genitori puntando sulla relazione educativa

31 FASE C: MISTAGOGIA tematiche fondamentali: sequela di Gesù e crescita nellappartenenza alla Chiesa

32 FASE C: MISTAGOGIA modalità: annuncio, celebrazione, vita nel contesto delloratorio come luogo dove esprimere la propria appartenenza ecclesiale

33 LA SPERIMENTAZIONE Non fare tutto tutti Evitare di non fare nulla nessuno Tenere conto del valore emblematico

34 LA SPERIMENTAZIONE

35 PER LE PARROCCHIE COINVOLTE Formazione iniziale Avvio degli itinerari Dialogo con la Commissione Verifiche Riscrittura del progetto e dei sussidi

36 PER LE PARROCCHIE NON COINVOLTE Formazione degli operatori Tentare qualche adattamento allitinerario consueto Approfittare degli strumenti a disposizione

37 IL PUNTO DI ARRIVO Lanno pastorale 2007/2008: verifica finale stesura dellitinerario rivisto decisioni dellArcivescovo

38 IL PUNTO DI ARRIVO Fratello, la nostra parola diventa affascinante per gli altri quando noi stessi vi prendiamo piacere. Il dispiegarsi della nostra parola risente della nostra gioia... La difficoltà non è dunque di sapere ciò che bisogna insegnare agli altri, ciò che essi devono credere, da dove cominciare, dove finire... né di vedere quando bisogna abbreviare o quando bisogna prolungare listruzione. No, la cosa importante è istruire nella gioia. Più tu vi riuscirai, più sarai ascoltato. SantAgostino, De catechizandis rudibus

39 tempo per preparare domande e comunicazioni

40 O Dio, Padre nostro, che ci chiami a testimoniare la Buona Notizia di Gesù, guida i passi del nostro cammino. Continuando la cura che la Chiesa ha avuto da sempre per i piccoli e per i poveri, tu ci rendi educatori e catechisti dei bambini e dei ragazzi e ci fai incontrare le loro famiglie. Aiutaci ad accompagnare ogni persona con passione e competenza, affinché possa lasciarsi educare al pensiero di Cristo, a vedere la storia come Lui, a giudicare la vita come Lui, a scegliere e amare come Lui, a sperare come spera Lui, a vivere in Lui la comunione con te e con lo Spirito Santo. Amen.

41 a lunedì prossimo


Scaricare ppt "PER UNA INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI (BATTEZZATI) ISPIRATA AL CATECUMENATO DEGLI ADULTI."

Presentazioni simili


Annunci Google