La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LEducazione passa anche attraverso lalimentazione… LALIMENTAZIONE NATURALE FINO ALL ETA DELLADOLESCENZA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LEducazione passa anche attraverso lalimentazione… LALIMENTAZIONE NATURALE FINO ALL ETA DELLADOLESCENZA."— Transcript della presentazione:

1 LEducazione passa anche attraverso lalimentazione… LALIMENTAZIONE NATURALE FINO ALL ETA DELLADOLESCENZA

2 IL SOVRAPESO Prevalenza in aumento in tutti i paesi occidentali, al punto da essere stata definita una epidemia. In USA contribuisce a morti/anno, diventando la 2° causa di morte dopo il fumo. bambini adolescenti adulti giovani adulti mezza età anziani adolescenti adulti giovani adulti mezza età anziani maschi femmine BMI>25 BMI> % 18%20% 23-37%13-30% 57-79%37-79% 45-54%72-80% 6% 2-6%3-8% 10-17%10-36% 4-16%28-40% Tabella: prevalenza di obesità per classi di età

3 Lalimentazione come forma educativa… (1) 1. Letà della maturità digestiva è di 3 anni 2. Molto importante labitudine alla colazione e alla merenda. 3. La valutazione delle calorie si rende necessaria solo se il bambino è in sovrappeso o ritarda nella crescita.

4 Lalimentazione come forma educativa… (2) 1. La coerenza familiare è alla base della corretta alimentazione. 2. Il cibo diventa uno strumento di socializzazione e condivisione. 3. Programmazione della spesa / menu settimanale deve coinvolgere TUTTA la famiglia.

5 PROTEINE NATURA: catene di Aminoacidi FUNZIONE: plastica, energetica e biocatalitica PROVENIENZA: Carne Uova Latticini Legumi

6 FABBISOGNO PROTEICO LINEE GUIDA (O.M.S.) 10 g/kg (1946); 5 g/kg (1980) 2 g/kg (1999) Scuole igieniste = 0.3 g/kg Latte materno 1,2% pari a c.a 1 g/kg

7 CONSUMO DI PROTEINE Carne da evitare il più possibile fino al terzo anno di vita poi meglio bianca, al massimo 3 volte alla settimana. Evitare gli insaccati. Il pesce è unottima fonte di proteine da proporre almeno 2 volte alla settimana.

8 ATTENZIONE A… Carni e derivati animali di dubbia provenienza sono ottimi vettori di farmaci, ormoni e microrganismi non desiderati Seitan Latte e Tofù possono sensibilizzare il bambino e scatenare allergie e intolleranze

9 CARBOIDRATI NATURA: zuccheri semplici e complessi FUNZIONE: energetica PROVENIENZA: frutta, verdura, cereali circa il 60% delle calorie ( di cui il 50 % da cereali) cereali integrali dopo i tre anni.

10 ZUCCHERO RAFFINATO Consumo: 3kg (1900) – 30kg (1990) Presenza Alimenti: 1l Cocacola contiene 37 zollette Raffinazione: perdita sali, proteine e vitamine Effetti: Iper-stimolazione del pancreas Alterazione rapporto grassi e carboidrati Decalcificazione dovuta ad effetto acidificante

11 ASSORBIMENTO DEGLI ZUCCHERI GLICEMIA Iperattività Ipoattività

12

13 LIPIDI NATURA: trigliceridi, fosfolipidi e colesterolo FUNZIONE: energetica, strutturale e regolativa PROVENIENZA: oli, semi oleosi, latticini, uova circa il 30% delle calorie ( di cui il 10% polinsaturi, e massimo 30% saturi; colesterolo 10% tot

14 ACIDI GRASSI SATURI: solidi, resistenti a ossidazioni, presenti in oli di palma, margarine e grassi animali: ipercolesteromizzanti e aterogeni MONOINSATURI-POLINSATURI: essenziali, Vit F (Ac Linoleico, Linoleico, Arachidonico) azione antiossidante, difesa membrane cellulari e pareti vasi. Presenti in oli spremitura a freddo

15

16 Attenzione a: ADDITTIVI E CONSERVATI ALIMENTARI: 4500 sono le molecole depositate 540 sono le molecole sicure 150 sono le molecole controverse E il resto??? Ogni occidentale consuma circa 6,7 Kg di addittivi alimentari allanno

17 CONSERVANTI SOLFITI e BENZOATI: determinano sensibilizzazione nei soggetti allergici. NITRATI e NITRITI: hanno azione cancerogena. E 325 – E 385: correttori di acidità, possono dare intolleranza a bambini verso latticini.

18 L IPOTESI DI FEINGOLD Gli addittivi alimentare possono provocare comportamenti anomali nei bambini (iper-attività, nervosismo etc.) Negli U.S.A. molti casi clinici sono curati con la dieta di Feingold

19 Bambini ipercinetici e cambiamenti alimentari Boris M and Mandel FS. Foods and additives are common causes of ADHD. Ann Allergy, 1994; 72: 462 P< P< Mean ± SE

20 Come distribuire i pasti

21 Colazione Frutta secca, yoghurt, latte, cereali, gallette NO calorie vuote Spuntino Dolce ( frutta, yoghurt) o salato a seconda del gusto Pranzo / Cena Sia piatto unico che strutturato > kcal della giornata Merenda Dolce o salato a seconda del gusto

22 La piramide alimentare Cereali Verdura Frutta Legumi oli vegetali frutta secca


Scaricare ppt "LEducazione passa anche attraverso lalimentazione… LALIMENTAZIONE NATURALE FINO ALL ETA DELLADOLESCENZA."

Presentazioni simili


Annunci Google