La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISORSA IFIUTO ICICLO A circa 150 milioni di chilometri da una stella chiamata sole, orbita un pianetino dalla superficie di 510 milioni di chilometri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISORSA IFIUTO ICICLO A circa 150 milioni di chilometri da una stella chiamata sole, orbita un pianetino dalla superficie di 510 milioni di chilometri."— Transcript della presentazione:

1

2 ISORSA IFIUTO ICICLO

3 A circa 150 milioni di chilometri da una stella chiamata sole, orbita un pianetino dalla superficie di 510 milioni di chilometri quadrati, coperto per il 71% di acqua blu, e per il 29% di terra verdeggiante, desertica e ghiacciata: la TERRA

4 Su questa superficie si stende un sottile strato di atmosfera, 10 chilometri di altezza di un miscuglio gassoso chiamato aria, nel quale aleggiano nubi bianche, che lasciano cadere la pioggia. La temperatura media di questo pianeta è di circa 15°C

5 Sulla Terra esiste un equilibrio stagionale

6 Cè dellenergia che arriva dal sole

7 Cè unatmosfera che mantiene un clima temperato

8 Cè dellacqua che permette la vita

9 Cè la fotosintesi che raccoglie una piccola porzione dellenergia solare fabbricando i mattoni biologici

10 Cè una biosfera formata da qualche decina di milione di specie di cui ne conosciamo appena tre

11 Cè luomo che, con la scoperta del petrolio, ha iniziato a generare processi che inquinano il pianeta………

12 producendo sostanze che si accumulano……..

13 ………… con grande difficoltà di smaltimento

14 Intanto, siamo tantissimi, sul pianeta terra, più di 6 miliardi di persone

15 una popolazione sempre in crescita: tutti, teoricamente, con egual diritto di nutrirsi in uno spazio vitale salubre.

16 Ma per vivere, consumiamo le risorse del nostro pianeta, cioè tutto ciò che la natura ci mette a disposizione: cibo, acqua, alberi ecc. <>

17 E ogni volta che ci serviamo di queste risorse la terra impiega del tempo per rigenerarle nuovamente. Ogni gesto quotidiano, ogni azione che facciamo, senza accorgercene lascia un segno, una traccia, che ha il suo peso.

18 Per es. quando mangiamo il pane, pasta, biscotti, dobbiamo pensare che è servito del terreno per coltivare il grano.

19 Quando al mattino facciamo colazione, con il latte, riflettiamo che è servito del terreno per fare pascolare la mucca che lo ha prodotto.

20 Quando mangiamo una bella frittura di pesce ricordiamo che quel pesce viene dal mare e che le sue risorse non sono infinite

21 Quando a scuola leggiamo o scriviamo, il legno dal quale deriva la carta di cui sono fatte le pagine proviene dal bosco;

22 e che ledificio che ospita la scuola, come le nostre case, occupano una superficie di terreno.

23 Ogni giorno nelle città dove abitiamo e lavoriamo, automobili, industrie, fabbriche, rilasciano nell aria dei gas, e tra questi ve ne sono alcuni i cosi detti gas serra che sono capaci di modificare il clima del nostro pianeta

24 Gli alberi e le foreste hanno la capacità di assorbire alcuni dei gas dannosi ed aiutare il pianeta a non surriscaldarsi troppo, ma tutto ha un limite

25 Ma cè un punto da non sottovalutare e considerare: la Terra che ci fornisce tutto ciò, che ci mette a disposizione tutte queste risorse che ci aiutano a vivere, non è infinita, le superfici sono limitate.

26 Il nostro pianeta è grande, ma con il passare del tempo i suoi abitanti sono sempre più numerosi, e le richieste sempre più smisurate

27 Pertanto è importante fare un po attenzione e non esagerare, per non superare il punto del non ritorno.

28 La pressione delluomo sullambiente si chiama impronta ecologica ed è misurabile.

29 E un unità di misura, di domanda di risorse naturali da parte dellumanità. Misura quanta superficie in termini di terra e acqua, necessita a ciascuno di noi per vivere.

30 In pratica si tratta di rispondere alla domanda: quanta parte della superficie del pianeta serve per continuare a vivere come sto vivendo ora?

31 e mantenendo questi ritmi, avremo bisogno di due pianeti per soddisfare i nostri bisogni ma il problema, naturalmente, è che di pianeta ne abbiamo solo uno. Dobbiamo imparare a vivere nei limiti delle risorse, dellunico pianeta che abbiamo, e per fare questo chi ha uno stile di vita consumista deve limitare CONSUMI E SPRECO……

32 E importante riflettere sulle scelte personali e collettive per salvare il pianeta. E quanti, pur conoscendo la questione ambientale, non fanno nulla di concreto per contribuire a risolverla

33 Far finta di non vedere che lambiente è il luogo nel quale si gioca per il nostro benessere e la nostra sopravvivenza, è un gioco pericoloso. E non cè bisogno di essere ambientalisti per capirlo.

34 Madre Terra non aspetterà per sempre che gli esseri umani, decidano di smettere di crogiolarsi nel loro grande egoismo...

35

36 Esseri umani ed i sistemi naturali terrestri sono tra loro indissolubilmente legati

37 RISPETTA LAMBIENTE E AIUTERAI TE STESSO

38

39 I NOSTRI LAVORI E GLI ESPERIMENTI

40 SCOPRIAMO……… LA SCATOLA DELLA VITA ARIA ACQUA LUCE ATMOSFERA

41 ESTRAIAMO I PIGMENTI FOTOSINTETICI

42 LA CROMATOGRAFIA

43 II RAPPORTI ESISTENTI TRA LE VARIE FORME VIVENTI

44 OGGI CONOSCIAMO I LIEVITI: FERMENTAZIONE ALCOLICA

45 IL GLUTINE

46 FINALMENTE SI COLORA: DARWIN ECOSISTEMA NATURA ECOSISTEMA CITTA

47 la nostra uscita didattica Presso lisola ecologica

48 Il rame che si ricava dai cavi elettrici dellalta tensione

49 Plastica dai fili della luce

50 Il cimitero dei motori delle macchine

51 Oggetti di rame da riciclare

52 Il cimitero delle auto

53 Il tritura alluminio

54 Una montagna di legno

55 La casetta dei i pipistrelli per la lotta agli insetti: ne mangiano 2000 per notte.

56 E stato molto interessante. E importante riciclare


Scaricare ppt "ISORSA IFIUTO ICICLO A circa 150 milioni di chilometri da una stella chiamata sole, orbita un pianetino dalla superficie di 510 milioni di chilometri."

Presentazioni simili


Annunci Google