La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il pacchetto informativo Nuovi anticoagulanti orali nella fibrillazione atriale non valvolare

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il pacchetto informativo Nuovi anticoagulanti orali nella fibrillazione atriale non valvolare"— Transcript della presentazione:

1 Il pacchetto informativo Nuovi anticoagulanti orali nella fibrillazione atriale non valvolare

2 Anticoagulanti orali nella Fibrillazione Atriale? Una proposta non sempre specialistica Il medico di Famiglia ha un ruolo: - nella proposta del paziente ai Centri specialistici – nella gestione del paziente in terapia anticoagulante sia coi NAO che con gli AVK Nonostante la determina AIFA limiti la prescrizione dei NAO ai Centri identificati dalle Regioni e la gestione dei pazienti in cura con AVK possa richiedere competenze specialistiche

3 Il pacchetto informativo e il relativo inserto

4 Pacchetto:12 pagine

5 Un inserto di piccole dimensioni formato A5

6

7 Come nasce un punteggio per valutare il rischio Identificazione dei vari fattori di rischio Quantificazione del «peso relativo» nella genesi del rischio mediante monitoraggio della correlazione tra i vari fattori di rischio e l’insorgenza degli eventi Tabulazione del punteggio o elaborazione di un equazione per l’algoritmo Verifica successiva dell’affidabilità nella previsione del rischio (validazione)

8

9

10 Anticoagulanti orali nella Fibrillazione Atriale? Una proposta non necessariamente specialistica Gli studi di efficacia dei NAO hanno utilizzato lo score CHADS 2 per la selezione dei partecipanti agli studi includendo pazienti con punteggio > 1. L’ American College of Chest Physicians raccomanda la TAO con punteggio CHADS 2 >1. L’ European Society of Cardiology raccomanda la TAO se il punteggio CHA 2 DS 2 -VASc è > 2. La Canadian Cardiovascular Society raccomanda la TAO: - in tutti i pazienti con CHADS 2 >2, - per la maggior parte dei pazienti con CHADS 2 =1 - applica lo score CHA 2 DS 2 -VASc ai pazienti con CHADS 2 =0. AIFA introduce criteri differenziati tra le molecole

11

12 AIFA tuttavia vincola la prescrizione di NAO a HAS-BLED > 3

13

14 Farmaco Variazioni dei livelli di NAO indotte DabigatranRivaroxabanApixaban Atorvastatina+ 18%NessunaNS Itraconazolo %Fino a + 160%+ 100% FluconazoloNS+ 42%NS Ciclosporina, tacrolimusForte aumento+ 50%NS Claritromicina, eritromicina %+30-54%NS Rifampicina, erba di S. Giovanni, carbamazepina, fenitoina, fenobarbital - 66 %Fino a - 50%- 54% Antiacidi gastrici (IPP, anti-H2, Idrossido Al-Mg) %NessunaNS

15 A favore dei NAOContro i NAO Insorgenza rapida (alcune ore) e rapida scomparsa Non disponibili metodi affidabili di accertamento dell’efficacia Ridotte interazioni rispetto al tipo di alimentazione Non disponibili antagonisti efficaci Limitate ( ma non assenti ) interazioni con altri farmaci Problemi in caso di ridotta funzione renale Non necessitano di monitoraggio dell’effetto anticoagulante e di personalizzazione della dose Scarsa esperienza in anziani (> 80 anni) e condizioni a rischio elevato (ad es. antiaggregazione etc.)

16

17 Dabigatran  Capsule: 110 mg e 150 mg (da non aprire e da non schiacciare durante l’estrazione dal blister)  Dosi: ‐Standard 150 mg x 2 ‐in >80 anni o in associazione con verapamil 110 mg x 2 ‐età fra i 75 e gli 80 anni, insuff. renale moderata (VFG ml/min)*, aumentato rischio di sanguinamento decidere su base individuale  Controindicato se VFG <30 ml/min

18 Dabigatran -2  Assorbimento dipendente dall’ambiente acido (interferenze da antiacidi-antisecretori)  Effetto clinico: dal primo giorno di assunzione, scompare in 24 ore  Basso legame farmacoproteico e indipendenza dal sistema dei citocromi limitano le potenziali interazioni  Dializzabile (importante se serve abbatterne l’effetto)

19 Rivaroxaban  Compresse: 20 mg  Dosi: ‐Standard 20 mg/die (da assumere a stomaco pieno in monosomministrazione) ‐15 mg/die in insuff. renale moderata (VFG ml/min) o in insuff. renale grave (VFG ml/min)  Sconsigliato se VFG < 15 ml/min. NB la parte in blue è stata oggetto di una errata corrige in quanto non presente nel pacchetto a stampa. La versione corretta è scaricabile on line dal sito

20 Rivaroxaban -2-  Assorbimento legato alla presenza di cibo  Effetto clinico dal primo giorno, scompare in 24 ore  Elevato legame farmacoproteico e dipendenza dal sistema dei citocromi aumentano le potenziali interazioni con altri farmaci  Dializzabile solo parzialmente (eliminazione renale 33% immodificato)

21 Apixaban  Compresse: 2,5 mg e 5 mg  Dosi: ‐standard 5 mg x 2; ‐se il paziente ha due delle seguenti caratteristiche: età >80 aa, peso 1,5 mg/dl la dose è 2,5 mg x 2 ‐Non raccomandato per VFG< 15 mL/min

22

23 NAO: Raccomandazioni pratiche Quando è necessario interrompere l’anticoagulante: Non è necessario il passaggio ad eparina BPM Valutare: - caratteristiche del paziente (funzione renale, età, altre terapie) - NAO in uso - rischio emorragico legato alla procedura/intervento Esperienze cliniche limitate

24 Classificazione del rischio emorragico

25 Rischio Emorragico Basso tempi di sospensione Normale funzione renale : Programmare procedure a 24 h dall’ultima dose di NAO Funzione renale ridotta: pazienti in cura con dabigatran: - se VFG <80 ml/min: almeno 36 h dopo l’ultima dose, - se VFG <50 ml/min: almeno 48 h dopo l’ultima dose, pazienti in cura con apixaban e rivaroxaban: – se VFG tra 15 e 30 ml/min: almeno 36 h dopo ultima dose. Rischio Emorragico Basso tempi di sospensione

26 Rischio Emorragico Basso – 2 – tempi di sospensione Endoscopie senza biopsia ed interventi a basso rischio in cui è possibile una buona emostasi: NESSUNA INTERRUZIONE Pianificare procedura allo scadere dell’effetto anticoagulante: – 12 h per apixaban, dabigatran, – 24 h per rivaroxaban

27 Rischio Emorragico elevato Per i pazienti a rischio elevato di emorragia è di fondamentale importanza che ogni realtà locale operi in stretta collaborazione con gli esperti dei centri prescrittori per condividere percorsi comuni e consentire che si attuino le procedure ottimali di sospensione e ripresa dei NAO.

28 * : parere di esperti (no RCT)

29 *

30 *

31

32

33 I documenti per i pazienti

34 Le schede per i pazienti richieste da EMA

35 Un documento per i pazienti tascabile

36 Per Rivaroxaban


Scaricare ppt "Il pacchetto informativo Nuovi anticoagulanti orali nella fibrillazione atriale non valvolare"

Presentazioni simili


Annunci Google