La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ESERCITAZIONE DI LOGICA Pre-Post, 29 Agosto – 2 Settembre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ESERCITAZIONE DI LOGICA Pre-Post, 29 Agosto – 2 Settembre."— Transcript della presentazione:

1 ESERCITAZIONE DI LOGICA Pre-Post, 29 Agosto – 2 Settembre

2 LA LOGICA Niente è meglio delle vacanze. Studiare per il test di medicina è meglio di niente. Studiare per il test di medicina è meglio delle vacanze!!! E allora cosa aspettiamo!!!

3 I sillogismi con le freccette Pre-Post, 29 Agosto – 2 Settembre

4 Le proposizioni universali si riconoscono perché dicono cose riguardo a intere categorie di eventi o individui. Infatti, si sgamano perché contengono parole tipo: PROPOSIZIONI UNIVERSALI - qualsiasi - ogni volta che - sempre - mai - se.. (..allora) - ogni - tutti - chi - chi non - quelli che

5 COSA IMPLICA COSA? Esempio 1 Ogni volta che vado in macchina mi perdo. ORA PROVATE VOI!! Se mangi troppo avrai il mal di pancia. vado in macchinami perdo mangi troppomal di pancia FACILE NO?

6 NON CONSEGUENZA NON PREMESSA Esempio 2 Se non è zuppa è pan bagnato. oppure Se non è pan bagnato è zuppa. non è zuppapan bagnato Logicamente, poiché vale limplicazione, se non è vera la conseguenza allora non è vera neanche la premessa, pertanto si può scrivere nella forma: è zuppapan bagnato nonnon non NON CONSEGUENZANON PREMESSA

7 ATTENZIONE! Nulla possiamo dire del caso non premessa. Se piove prendo lombrello E se non piove? NON PREMESSA ??? pioveprendo lombrello non piovenon prendo lombrello

8 PROPOSIZIONI PARTICOLARI Ora parliamo delle PROPOSIZIONI PARTICOLARI, in cui non ci sono implicazioni, e affermano verità. Questo fiore è una rosa. È appena suonata la sveglia. Domani ti pagherò una birra. Non sempre sbaglio i congiuntivi. Qualcuno dei presenti non fa battute intelligenti.

9 ESEMPIO Esempio 3 Tutti i medici sono persone squisite. Carlo è un medico. Visto che la freccia va da sinistra a destra possiamo dedurre che per il caso particolare anche la conseguenza è vera. Carlo è una persona squisita. essere medicoessere squisito Carlo

10 RISOLVERE I SILLOGISMI - Scriviamo la proposizione generale con la doppia freccia -La frase particolare ci indicherà se la premessa o la conseguenza sono vere in qualche caso. -Se in un caso particolare è vera la premessa, in quello stesso caso particolare è vera anche la conseguenza. -Viceversa, se è vera la conseguenza non si può dedurre nulla sulla premessa. La verità si propaga solo nel senso della freccia. premessaconseguenza caso particolare

11 QUESTO FATELO VOI Esempio 1b Ogni volta che vado in macchina mi perdo. Ieri ero in macchina. Possiamo dedurre che: Ieri mi sono perso. vado in macchina mi perdo Ieri

12 QUESTO FATELO VOI Esempio 2b Quel che non è zuppa è pan bagnato. La minestra dorzo non è pan bagnato. Possiamo dedurre che: La minestra dorzo è una zuppa. non zuppa pan bagnato minestra dorzo non zuppa pan bagnato non

13 ESERCIZIO Se mangi troppo avrai mal di pancia. Oggi hai mal di pancia. Non possiamo dire che il mal di pancia implica che hai mangiato troppo... mangi troppomal di pancia oggi

14 LARCHEOLOGO Chi lha scritta così farà bene a scriverla nellaltro modo, perché compaia la proprietà NON fare battute intelligenti, che è quella che abbiamo nella proposizione particolare. Quindi anche qui non possiamo dedurre niente! fare battute intelligentinon essere archeologoessere archeologonon fare battute intelligenti Nessun archeologo fa battute intelligenti. Qualcuno dei presenti non fa battute intelligenti. qualcuno dei presenti

15 DUE PROPOSIZIONI UNIVERSALI Può succedere che ci siano date due proposizioni universali, come nel caso: Tutti i gelatai sono antipatici. Nessun antipatico frequenta i Prepost. Dunque………è gelataio. a)nessun antipatico b)nessuno di chi frequenta i Prepost c)qualche gelataio d)qualcuno di chi frequenta i Prepost e)chi frequenta i Prepost VEDI FOGLIO!

16 SOLUZIONE (1) Tutti i gelatai sono antipatici. Nessun antipatico frequenta i Prepost. È utile riscrivere la 1 a implicazione in modo che compaia la proprietànon frequentare i Prepost, presente nella 2 a implicazione. Unendo le due implicazioni si ottiene essere gelataioessere antipatico non essere antipaticonon essere gelataio frequentare i Prepost non essere antipatico non essere gelataio essere antipaticonon frequentare i Prepost frequentare i Prepostnon essere antipatico

17 SOLUZIONE (1) Ora confrontiamo con le alternative che ci sono date: Dunque ……………………………… è gelataio È utile riscrivere limplicazione nellaltra forma È la negazione della premessa, nulla possiamo dire. frequentare i Prepost non essere antipatico non essere gelataio nessun antipatico essere gelataionon essere antipatico essere antipaticonon essere gelataio

18 SOLUZIONE (1) nessuno di chi frequenta i Prepost essere gelataionon frequentare i Prepost frequentare i Prepostnon essere gelataio OK frequentare i Prepost non essere antipatico non essere gelataio Ora confrontiamo con le alternative che ci sono date: Dunque ………………………………………….……… è gelataio. È utile riscrivere limplicazione nellaltra forma

19 SOLUZIONE (1) qualche gelataio Ora confrontiamo con le alternative che ci sono date: Dunque ……………………………… è gelataio. Questa è una proposizione particolare: qualsiasi cosa affermi non è uninformazione che può essere dedotta dal testo, perché nel testo compaiono solo proposizioni universali. frequentare i Prepost non essere antipatico non essere gelataio

20 Ora confrontiamo con le alternative che ci sono date: Dunque ………………………………………………… è gelataio. SOLUZIONE (1) qualcuno di chi frequenta i Prepost frequentare i Prepost non essere antipatico non essere gelataio Anche in questo caso abbiamo uninformazione che non può essere dedotta dal testo.

21 SOLUZIONE (1) Ora confrontiamo con le alternative che ci sono date: Dunque ………………………………… è gelataio. Che è esattamente il contrario di quel che indica limplicazione in alto. chi frequenta i Prepost frequentare i Prepostessere gelataio. frequentare i Prepost non essere antipatico non essere gelataio

22 ESERCIZIO 2 Perché io guarisca è necessario che smetta di fumare. Individuare la conclusione logicamente e rigorosamente conseguente: a)Fumo quindi non guarisco. b)Condizione necessaria perché io smetta di fumare è che guarisca. c)Quando guarisco ho smesso di fumare. d)Se fumo non posso guarire. e)Smetto di fumare solo dopo che sono guarito. VEDI FOGLIO!

23 Perché io guarisca è necessario che smetta di fumare. guarisco smetto di fumare Confrontiamo con le alternative: a)Fumo quindi non guarisco. SOLUZIONE (2) guarisco non fumo non guarisco fumo È praticamente uguale al testo, ma… andiamo avanti!

24 Perché io guarisca è necessario che smetta di fumare Confrontiamo con le alternative: b) Condizione necessaria perché io smetta di fumare è che guarisca. È limplicazione contraria, quindi è errata. guarisco smetto di fumare guarisco smetto di fumare SOLUZIONE (2)

25 Perché io guarisca è necessario che smetta di fumare. Confrontiamo con le alternative: c) Quando guarisco ho smesso di fumare. Nel testo non si dice nulla su ciò che accade dopo leventuale guarigione… guarisco smetto di fumare SOLUZIONE (2)

26 Perché io guarisca è necessario che smetta di fumare. d) Se fumo non posso guarire. non guarisco fumo RISPOSTA ESATTA guarisco smetto di fumare guarisco non fumo Confrontiamo con le alternative:

27 SOLUZIONE (2) Perché io guarisca è necessario che smetta di fumare. Confrontiamo con le alternative: e) Smetto di fumare solo dopo che sono guarito. Il nesso è logico, non temporale! guarisco smetto di fumare

28 CERCHIAMO DI CAPIRE… Perché io guarisca è necessario che smetta di fumare. a) Fumo quindi non guarisco. d) Se fumo non posso guarire. guarisco non fumo Per entrambe le opzioni abbiamo scritto limplicazione: La risposta d) è da ritenere più corretta, perché nella a) viene fatta una affermazione (Fumo quindi non guarisco.) non rigorosamente deducibile dal testo in quanto particolare. Se non ci fosse stata la d) avremmo comunque ritenuto corretta la risposta a). Leggete sempre tutte le opzioni!

29 ESERCIZIO 3 Chi va con lo zoppo impara a zoppicare. Qualche viandante non impara a zoppicare. Individuare la conclusione logicamente e rigorosamente conseguente: a)Chi non va con lo zoppo non impara a zoppicare. b)Se impari a zoppicare non vai con lo zoppo. c)Non tutti i viandanti vanno con lo zoppo. d)Non tutti quelli che vanno con lo zoppo sono viandanti. e)Chi va con lo zoppo è sempre viandante. VEDI FOGLIO!

30 non impara va con zoppo SOLUZIONE (3) qualche viandante (qualche = non tutti) impara a zoppicare Chi va con lo zoppo impara a zoppicare. Qualche viandante non impara a zoppicare. non va con zoppo c) Non tutti i viandanti vanno con lo zoppo. Cioè qualche viandante va con lo zoppo! RISPOSTA ESATTA

31 Le deduzioni Pre-Post, 29 Agosto – 2 Settembre

32 Non è sbagliato evitare di rinunciare a non violare la legge pur non avendo dubbi sullimpossibilità di essere colti in flagrante. Se ne ricava solo una delle seguenti deduzioni: a)Non si deve violare la legge, in ogni caso. b) Non si deve violare la legge perché si è sicuri di essere colti in flagrante. c) Si può violare la legge in quanto si è sicuri di non essere colti in flagrante. d) Si può scegliere se violare o meno la legge, a seconda della probabilità di essere colti in flagrante. e) È possibile violare la legge in ogni caso. DEDUZIONE 1 (di 2) VEDI FOGLIO!

33 Nel testo di una canzone si legge: ma le più lunghe passeggiate/ e le più bianche nevicate e le parole che ti scrivo/ non so dove lho comprate/ di sicuro le ho cercate senza nessuna fretta/ perché largento sai si beve/ ma loro si aspetta. Se ne ricava una sola informazione, tra quelle sotto riportate: a)Le cose più preziose sono un dono. b)Loro è più prezioso dellargento. c)Le parole non vanno sprecate. d)In inverno nevica sempre. e)Lautore non aveva fretta di scrivere il brano. DEDUZIONE 2 (di 2) VEDI FOGLIO!

34 I problemi Pre-Post, 29 Agosto – 2 Settembre

35 A quanto ammonta lincremento percentuale del prezzo di un deodorante da uomo che passa da 5 al flacone a 72 la dozzina di flaconi? a)10% b)20% c)5% d)15% e)25% PROBLEMA 1 (di 2) VEDI FOGLIO!

36 72 ÷ 12 flaconi = 6 al flacone L incremento del prezzo del deodorante da 5 a 6 al flacone è pari ad 1, cioè ad 1/5 di 5. 1/5 = 0,2 0,2 × 100 = 20, perciò il prezzo del deodorante è aumentato del 20%!! SOLUZIONE (1)

37 Mentre andavo nelle Ardenne vidi un uomo e 7 donne. Ogni donna ha 7 sacche, ogni sacca ha 7 gatte, ogni gatta ha 7 figli. Gattini, gatte, sacche, donne: quanti andavan nelle Ardenne? a)2401 b)2402 c)343 d)2403 e)1 PROBLEMA 2 (di 2) VEDI FOGLIO!

38 I brani Pre-Post, 29 Agosto – 2 Settembre

39 Può essere utile leggere le domande prima del brano, e quindi ricercare nel brano le parti interessanti. Non sono richiesti pareri personali, attenti a quello che vi chiede il testo e non abbandonatevi a libere interpretazioni! Ricerca della risposta: nel brano nella propria cultura personale dal vicino (solo se fidato!) CONSIGLI

40 BRANO 1 VEDI FOGLIO! «Per quanto riguarda le conoscenze positive e i metodi, solo due artisti teorici del Rinascimento italiano compirono passi decisivi nello sviluppo della teoria delle proporzioni al di là degli schemi medievali: Leon Battista Alberti, il profeta del nuovo grande stile nellarte, e Leonardo da Vinci, il vero iniziatore di esso. Entrambi ebbero in comune il proposito di sollevare la teoria delle proporzioni al livello di una scienza empirica. Insoddisfatti dei dati insufficienti di Vitruvio e dei loro predecessori italiani, essi trascurarono la tradizione per rivolgersi invece ad unesperienza appoggiata a unosservazione accurata della natura. (…) Il loro intento era di scoprire lideale di un tentativo di definire il normale, e invece di limitarsi a determinare le dimensioni in forma sommaria e solo nella misura in cui erano visibili su un piano, tentarono di avvicinarsi a un ideale di antropometria puramente scientifica precisando le misure con grande esattezza e con costante attenzione alla struttura naturale del corpo, non solo nel senso dellaltezza ma anche della larghezza e della profondità. LAlberti e Leonardo venivano così ad integrare una pratica artistica, affrancata dalle restrizioni medievali, con una teoria delle proporzioni che forniva allartista più che uno schema planimetrico di disegno: una teoria che, basandosi sullosservazione empirica, era in grado di definire la normale figura umana nella sua articolazione organica e nella sua piena tridimensionalità.»

41 BRANO 1 Alberti e Leonardo nella loro pratica artistica: a)si attenevano alle restrizioni medievali b)si attenevano al canone antico c)si attenevano al canone rinascimentale d)restauravano la teoria delle proporzioni e)arricchivano la loro pratica artistica con la teoria delle proporzioni


Scaricare ppt "ESERCITAZIONE DI LOGICA Pre-Post, 29 Agosto – 2 Settembre."

Presentazioni simili


Annunci Google